Scopri milioni di ebook, audiolibri, riviste e altro ancora

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Digital Forensics - Processi e Procedure

Digital Forensics - Processi e Procedure

Leggi anteprima

Digital Forensics - Processi e Procedure

Lunghezza:
192 pagine
1 ora
Pubblicato:
27 ago 2016
ISBN:
9788822837059
Formato:
Libro

Descrizione

L'informatica forense è la scienza digitale forense legata alle prove acquisite da computer e altri dispositivi di memorizzazione digitale. I processi di analisi forense servono a identificare, preservare, recuperare, analizzare e presentare fatti o opinioni riguardanti le informazioni raccolte. A tale scopo vengono usate delle apparecchiature informatiche/elettroniche che devono seguire dei processi utili ai fini legislativi nel recupero delle informazioni.
Pubblicato:
27 ago 2016
ISBN:
9788822837059
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore


Correlato a Digital Forensics - Processi e Procedure

Libri correlati

Articoli correlati

Anteprima del libro

Digital Forensics - Processi e Procedure - Angelo Parasporo

VIRTUALE

DIGITAL FORENSICS: INQUADRAMENTO

Parole chiave (non solo per un forensics expert)

Ridondanza

Velocita'

Non esiste una metodologia generale di indagine forense:

Il campo e' pioneristico

Giuristi vs informatici

Accademici vs autodidatti

Campo d'azione troppo vasto: il concetto di squadra

Il trattamento della prova:

Ripetibilità degli accertamenti e ridondanza della prova

Documentare ogni azione fatta su di essa

Mettere la controparte in condizione di replicare quanto fatto

Ottimizzare i tempi:

Pensare in termini di 24h

Demandare le operazioni piu' lunghe nei weekend

Minimizzare i trasferimenti

Prediligere tool a linea di comando

Usare sistemi di controllo remoto

Non essere legati a uno specifico ambiente: l'adattabilita'

il caso encase

il computer forensics expert deve vedere ogni software come un possibile strumento per riuscire a terminare il proprio lavoro e non come un ambiente indispensabile in cui operare (cit.)

SCIENZE FORENSI: LO STUDIO E LA PREVENZIONE

Con il termine crimini informatici si identificano diversi ambienti e settori di studio completamente diversi e opposti tra loro, ma che hanno in comune un punto focale fondamentale la virtualità. Infatti è proprio questo contesto astratto della realtà, che avendo prodotto principalmente nuovi canali di iterazione, nel commercio, nelle relazioni interpersonali ecc. in modo incontrollato, alimenta costantemente il pericolo telematico; facendo si che la scena del crimine tradizionale, dal mondo reale si trasferisca in electronic crime scene.

Dal punto di vista criminologico l’analisi risulta vasta e particolarmente interessante, perché ha aperto scenari sorprendenti per quanto riguarda le tecniche operative per le indagini investigative e i mezzi attraverso cui si effettua l’attività di investigazione. La criminalistica e le scienze forensi sono di fatto, discipline relativamente giovani per il nostro paese, ma entrate in primo piano per esaminare, analizzare e interpretare sul campo, come l’evoluzione tecnologia si interagisca sull’area criminale al fine di ricostruire l’episodio criminoso, costituente il reato e l’identificazione dell’artefice. Nel processo penale queste dottrine, hanno assunto un’importanza vitale, per garantire e assicurare l’originalità delle fonti di prova.

Ogni fenomeno criminale, che si avvale della tecnologia informatica per compiere un abuso è definito un CYBERCRIME. I reati informatici infatti sono accomunati da due fattori: l’impiego della tecnologia informatica per compiere l’abuso e il servirsi dell’elaboratore per la realizzazione del fatto. Qualsiasi misfatto perpetrato a mezzo di sistema informatico o telematico rientrano nell’ampio scenario dei CRIMINI INFORMATICI. Ne sono esempi:

frode informatica (art. 640 ter. c.p.)

accesso abusivo ad un sistema informatico o telematico (art. 615 ter. c.p.)

cognizione, interruzione o impedimenti illeciti di comunicazioni o conversazioni telegrafiche o telefoniche (art. 617 - bis-ter-quater-quinquies c.p.)

danneggiamento di informazioni dati e programmi informatici (art. 635 bis-ter-quater-quinquies c.p.)

.

Tale realtà sarà analizzata, nei successivi capitoli, in primis in relazione alla normativa di legge vigente sia a livello nazionale che comunitario; successivamente si osserverà come si attua il contrasto e si risponde a questo avvenimento con l’ausilio degli strumenti di laboratorio consentiti per l’indagine di tipo scientifica ovvero attraverso la Computer Forensics, DISCIPLINA CHE SI OCCUPA di:

- Identificare

- Acquisire

- Preservare

- Analizzare la documentazione delle memorie

rilevate nei computer, memory card, cellulari di

ultima generazione ecc .

Al fine di evidenziare le prove per scopi di indagine.

Le regole fondamentali per dimostrare che le fonti di prova presentate siano effettivamente aderenti agli scopi sono:

- Completezza dell’acquisizione

Integrità dei dati acquisiti

- Paternità dei dati (provenienza)

- Esaminabilità dei dati acquisiti

- Verificabilità delle procedure eseguite

- Riproducibilità dei processi eseguiti

ANALISI LEGALE

Analisi dell’attività investigativa e le indagini tecniche

ASPETTO TECNICO

IMAGE/VIDEO FORENCIS

Steganografia

La circolazione e la condivisione delle informazioni ha, nella nostra epoca basata sulla comunicazione, un’importanza cruciale. Spesso però c’è il desiderio o la necessità di mantenere queste comunicazioni riservate, in

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di Digital Forensics - Processi e Procedure

0
0 valutazioni / 0 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori