Scopri milioni di ebook, audiolibri, riviste e altro ancora

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

I Principi Contabili Romeni - Ro Gaap

I Principi Contabili Romeni - Ro Gaap

Leggi anteprima

I Principi Contabili Romeni - Ro Gaap

Lunghezza:
206 pagine
1 ora
Editore:
Pubblicato:
1 apr 2016
ISBN:
9781483566115
Formato:
Libro

Descrizione

Questo manuale mira ad effettuare un’analisi delle caratteristiche contabili che emergono dai RO GAAP, effettuando eventuali digressioni e collegamenti con le norme della fiscalità romena ed eventualmente con i principi contabili Italiani (ITA GAAP), Internazionali (IFRS ) ed Inglesi (UK GAAP).

Il manuale è pensato per tutti quei professionisti che già operano nell’ambito contabile/fiscale/controlling/budgeting & business analysis e materie connesse, non soffermandosi sulle nozioni base ma solamente nei principali concetti specifici dei principi contabili Romeni.
Editore:
Pubblicato:
1 apr 2016
ISBN:
9781483566115
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore


Correlato a I Principi Contabili Romeni - Ro Gaap

Libri correlati

Articoli correlati

Anteprima del libro

I Principi Contabili Romeni - Ro Gaap - Camillo Giovannini

CONTI

Prefazione e Introduzione

L’idea e lo sviluppo di questo manuale sono apparse durante un’animata discussione con un amico e collega relativamente ad una problematica contabile romena, mentre spiegavo un aspetto particolare, mi venne fatta la seguente domanda: Ma se la cosa è cosi dettagliata e specifica è possibile avere dei testi, magari in lingua Italiana o Inglese sul quale sia possibile approfondire l’argomento?.

Non che la domanda non mi sia mai stata posta prima d’ora, ma facendo presente al mio amico il fatto di non essere a conoscenza di testi in lingua italiana, la domanda successiva fu E perché non scrivi tu almeno un manualetto?.

Una domanda molto semplice, ma che non mi ero mai posto, pur lavorando in Romania da 10 anni e sempre a stretto contatto con i principi contabili e la fiscalità locale, non avevo mai pensato di scrivere un mio testo.

La stesura di questa manuale, non è da intendersi come una completa presentazione dei principi contabili romeni o un’esaustiva individuazione di tutte le differenze e particolarità che potrebbero presentarsi durante il lavoro, ma un’analisi e spiegazione delle principali specificità che si possono incontrare e che di solito vengono a presentarsi nei primi approcci col sistema paese Romeno.

Il manuale è pensato quindi per tutti quei professionisti che già operano nell’ambito contabile/fiscale/controlling/budgeting & business analysis e materie connesse, non soffermandosi sulle nozioni base ma solamente nei principali concetti specifici dei principi contabili Romeni (d’ora in avanti RO GAAP).

Questo manuale mira ad effettuare un’analisi delle caratteristiche contabili che emergono dai RO GAAP, effettuando eventuali digressioni e collegamenti con le norme della fiscalità romena ed eventualmente con i principi contabili Italiani (d’ora in avanti ITA GAAP), Internazionali (d’ora in avanti IFRS¹) ed Inglesi (d’ora in avanti UK GAAP).

In base a quanto sopra descritto, il manuale segue come struttura l’Ordine legislativo 1802/2014, rappresentando questo i RO GAAP in vigore a partire dal 01.01.2015 (per maggiori dettagli si veda anche il primo capitolo sul quadro normativo del paese).

Non tratterò tutti gli argomenti, ma selezionerò quelli maggiormente incontrati nella pratica quotidiana ed escludendo la parte sul bilancio consolidato, riservandomi di ampliare eventualmente le problematiche non affrontate in un ulteriore volume.

¹ Con il termine IFRS, esiste lo scopo di riferirsi in generale sia ai più recenti IFRS che agli IAS. IFRS essendo inteso in questo testo quindi come il set generale (IAS + IFRS) dei principi contabili internazionali.

Ordini Professionali e quadro normativo.

Prima di iniziare l’analisi dei principi contabili, farò un breve escursus sugli ordini professionali presenti in Romania (di nostro interesse), e del quadro normativo ora in vigore.

I principali ordini professionali di nostro interesse sono i seguenti:

C.E.C.C.A.R - Corpul Expertilor Contabili si Contabililor Autorizati din Romania

In Romania l’attività di dottore commercialista ed esperto contabile, viene regolata (sia come accesso alla professione che nella preparazione continuativa) dall’albo professionale Corpul Expertilor Contabili si Contabililor Autorizati din Romania o più comunemente chiamato C.E.C.C.A.R.

Il CECCAR, è un ordine professionale con una storia molto lunga e potremmo dire anche affascinante.

Nel 1921 Re Ferdinand, approva - con decreto regale nr. 3.036 - la legge che da vita al CECCAR, legge controfirmata dall’allora ministro del lavoro Grigore Trancu-Iaşi.

Il CECCAR diventa uno dei primi albi professionali d’Europa, anticipando paesi quali Italia, Germania, Regno Unito e Francia, che vedono la nascita dei propri ordini professionali con ritardo rispetto alla Romania. L’albo continua la sua attività fino all’arrivo del regime comunista che, in più passaggi, arriva a chiudere ed abolire l’albo professionale nel 1951. Come la fenice, con la caduta della dittatura di Ceausescu, il CECCAR risorge a partire dal 1992, riformando l’ordine che era stato abolito nel 1951, e riprendendo le redini della professione liberale in Romania, di fatto impossibile nel periodo comunista.

Ad oggi il CECCAR è un ordine professionale moderno ed in piena evoluzione che fa parte a livello internazionale dell’IFAC (International Federation of Accountants).

C.A.F.R. - Camera Auditorilor Financiari din România

L’attività di revisione contabile viene regolamentata, seguita e controllata dalla Camera Auditorilor Financiari din Romania o più comunemente C.A.F.R..

Il C.A.F.R. regola l’ingresso alla professione e periodicamente verifica i membri per controllarne la conformità.

Il C.A.F.R. è, a differenza del CECCAR, un albo relativamente giovane, creato nel 1999 ed in piena evoluzione fin d’allora.

Come il CECCAR anche il CAFR fa parte dell’IFAC e ha avuto come guidelines i fondamenti dettati degli ISA (International standard on auditing) e la scuola anglosassone (principalmente ICAEW e ACCA).

ANEVAR - Asociatia Nationala a Evaluatorilor Autorizati din Romania

L’Associazione Nazionale dei Periti Autorizzati della Romania si propone di organizzare, coordinare e autorizzare l’esercizio della professione di perito autorizzato, oltre che a rappresentare e tutelare gli interessi professionali dei suoi membri, garantendo l’esercizio indipendente della professione di perito autorizzato osservando l’etica professionale e la promozione di standard, metodi di valutazione e le tecniche autorizzati.²

L’ANEVAR nasce solamente nel 2011 ma, visto il mercato immobiliare in via di sviluppo in Romania e il fatto che i RO GAAP approvano fra i metodi di valutazione delle immobilizzazioni anche il fair-value, i periti hanno un ruolo importante nella vita aziendale.

² Come da sito ANEVAR.

Il quadro normativo e particolarità.

Nel manuale utilizzeremo prevalentemente come base i nuovi principi contabili Romeni, ossia l’ordine 1802/2014, dove necessario facendo parallelismi con i precedenti principi contabili in vigore (ordine 3.055/2009), gli Italian GAAP e IFRS.

Nonostante i RO Gaap, non prevedano interferenze fiscali, sarà necessario per certi punti, introdurre certi concetti basilari della fiscalità romena, disciplinati dalla legge 227/2015 ossia il Codice Fiscale.

Ogni riferimento e link a fonti esterne diverse da quelle di cui sopra verrà esplicitato e documentato, cosi come le referenze interne alla documentazione primaria sopra descritta.

Da sottolineare che in Romania, a differenza di quanto previsto in Italia o in UK, esiste un piano di conti prefissato nel quale è necessario inquadrare tutte le registrazioni contabili.

Questo, seppur con lo scopo nobile di semplificare la lettura del bilancio crea, più realisticamente, un problema alle aziende estere che di solito si aspettano di poter personalizzare la situazione contabile per adattarla per quanto possibile alla realtà aziendale.

Nonostante esita un piano dei conti prefissato, resta comunque la possibilità di creare, per ogni conto individuato nel piano dei conti, eventuali analitici specifici che servano per le necessità aziendali.

Nella lettura vi capiterà quindi - molto spesso - di imbattervi in conti numerici, facendo io stesso riferimento, per comodità interpretativa del lettore, direttamente al conto contabile necessario in quella particolare registrazione presentata. Inoltre durante la presentazione delle registrazioni in partita doppia, queste verranno presentate come si usa fare in Romania, quindi conti in dare seguiti da quelli in avere separati dal segno =.

Per esempio la registrazione di una fattura di servizi diversi sarà la seguente 628=401, quindi (dare) 628 Altri costi d’esercizio a = (avere) 401 Debiti verso fornitori.

La registrazione del pagamento della fattura rispettiva via banca sarà 401 = 5121, ossia (dare) 401 Debiti verso fornitori a = (avere) Conto corrente bancario in lei.

Può sembrare ostico, ma una volta assimilati gli elementi necessari diventa estremamente veloce da trasmettere.

Per seguire al meglio le spiegazioni, in fondo alla guida è presente a supporto un piano dei conti romeno in duplice lingua.

I principi generali sull’informativa finanziaria e la redazione del bilancio.

I RO GAAP esattamente come gli ITA GAAP³ e gli IFRS⁴ presentano dei principi generali sull’informativa finanziaria e sulle regole generali di preparazione del bilancio e tenuta della contabilità.

Come già detto ci soffermeremo poco sugli aspetti teoretici generali, che meritano di essere menzionati ma non costituiscono lo scopo di questo manuale.

La presentazione delle specificità delle informazioni a bilancio viene suddivisa in tre⁵ categorie:

1)   Caratteristiche qualitative delle informazioni finanziarie.

2)   Principi generali dell’informativa finanziaria

3)   Politiche contabili, correzione di errori contabili, stime ed eventi successivi alla data del bilancio.

Caratteristiche qualitative dell’informativa finanziaria.

I RO GAAP identificano la qualità delle informazioni finanziare in due gruppi, quelle fondamentali (ossia la rilevanza e la rappresentazione esatta) e quelle accessorie, la quale presenza rafforza ed amplifica le qualità fondamentali (ossia la comparabilità, verificabilità, opportunità e intelligibilità).

La definizione di rilevanza e rappresentazione corretta, sono prese dal conceptual framework for financial reporting, e trasposte nei RO GAAP.

Caratteriste qualitative fondamentali, la rilevanza dell’informazione

I RO GAAP definiscono quindi l’informazione rilevante quale informazione che è in grado di aiutare gli utilizzatori nell’assunzione delle decisioni. Inoltre per essere rilevanti le informazioni devono avere valore predittivo, confermativo o entrambi.

Le informazioni predittive, hanno tale valore se possono essere utilizzate per prevedere, tramite specifici adattamenti, risulati futuri e non devono essere delle semplici previsioni o prognosi di massima.

L’informativa predittiva mira quindi, tramite l’analisi di trend passati e presenti, a fornire previsioni dei possibili risultati futuri basandosi su dati attendibili.

Caratteristiche qualitative fondamentali, la rappresentazione esatta

Per i RO GAAP, il bilancio descrive і fenomeni economici occorsi, tramite parole e cifre. Perché la descrizione possa essere considerata redatta con ºrappresentazione esattaº questa deve essere completa, neutra e senza errori. Una rappresentazione completa deve

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. Registrati per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di I Principi Contabili Romeni - Ro Gaap

0
0 valutazioni / 0 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori