Scopri milioni di ebook, audiolibri, riviste e altro ancora

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Coltivare i pomodori nell’orto. Come avere raccolti strepitosi: Dalla semina alla raccolta. Varietà, cure colturali, malattie, parassiti, concimazione, potatura

Coltivare i pomodori nell’orto. Come avere raccolti strepitosi: Dalla semina alla raccolta. Varietà, cure colturali, malattie, parassiti, concimazione, potatura

Leggi anteprima

Coltivare i pomodori nell’orto. Come avere raccolti strepitosi: Dalla semina alla raccolta. Varietà, cure colturali, malattie, parassiti, concimazione, potatura

Lunghezza:
272 pagine
1 ora
Pubblicato:
22 mag 2014
ISBN:
9788898268511
Formato:
Libro

Descrizione

Dalla semina alla raccolta. Varietà, cure colturali, malattie, parassiti, concimazione, potatura.
270 pagine. Formato 17x24. Illustrato con 250 foto e disegni.
Attualmente il pomodoro è, in Italia, al secondo posto nella produzione di frutti per l’alimentazione, subito dopo la vite. Ciò a conferma della sua larghissima diffusione non solo nelle coltivazioni industriali ma anche in quelle domestiche. Non esiste praticamente un solo orto nel quale il pomodoro non occupi il posto principe, in tutte le sue varietà: da mensa o da trasformazione, tondo, lungo, costoluto, piccolo, a grappoli. Recentemente la passione per l’arte della coltivazione dell’orto si sta diffondendo rapidamente tra la popolazione italiana, e sempre più persone cominciano ad avvicinarsi al piccolo appezzamento di terra circostante la loro casa, tenendo in mano una bustina di semi. Questo libro nasce come risposta alle curiosità, ai dubbi e alle perplessità di tutti gli orticoltori, nuovi e antichi. La coltivazione del pomodoro viene trattata in tutti gli aspetti, dal seme alla raccolta, attraverso una esposizione racchiusa in 270 pagine e arricchita da 250 foto e illustrazioni. Osiamo dire, senza tema di smentite, che al momento questo libro rappresenta il più completo manuale dedicato alla coltivazione del pomodoro nell’orto.
Pubblicato:
22 mag 2014
ISBN:
9788898268511
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore

1946. Programmatore informatico attualmente in pensione, opera come divulgatore e blogger in diversi settori tecnici. Alla nascita dell’Home computing ha pubblicato articoli e studi su diverse riviste del settore (Informatica oggi, CQ Elettronica, Fare Computer, Bit, Radio Elettronica e altre). Negli ultimi anni si è impegnato nella divulgazione delle nuove scoperte della fisica quantistica, secondo la visione orientata alla metafisica di molti notissimi scienziati del settore come David Bohm e Henry Stapp. In questo ambito ha pubblicato tre volumi: “Entanglement e sincronicità”, “Succede anche a te?” e recentemente “Tutti i colori dell’entanglement”. Gestisce il sito www.entanglement.it, ed è presente su Facebook con la pagina di successo “Cenacolo Jung-Pauli”, che conta oltre 10.000 iscritti e vuole essere luogo di dibattito dedicato all’incontro tra scienza e psiche.


Correlato a Coltivare i pomodori nell’orto. Come avere raccolti strepitosi

Libri correlati

Anteprima del libro

Coltivare i pomodori nell’orto. Come avere raccolti strepitosi - Bruno Del Medico

vasi

Bruno Del Medico

Illustrazioni di Elisabetta Del Medico

Coltivare i pomodori nell’orto

Dalla semina alla raccolta. Varietà, cure colturali, malattie, parassiti, concimazione, potatura, pomodori sul balcone.

E-BOOK (ePUB) ISBN 9788898268511 Prezzo € 12,50 IVA compresa

Copyright © 2014 Coltivare l’orto Editrice di Bruno Del Medico

Via Torino 76 – 04016 Sabaudia LT

e-mail: edizioni@coltivarelorto.it

internet: www.coltivarelorto.it

PER ACQUISTARE QUESTO O ALTRI E-BOOK

E TUTTI I NOSTRI MANUALI STAMPATI

VISITA

http://www.ortoshop.eu

Prefazione

Coltivo l’orto da oltre mezzo secolo, dunque ho avuto il tempo di seguire tutte le evoluzioni di questa nobile arte che si è trasformata nel corso dei decenni passando, da una semplice attività di sopravvivenza e integrazione del bilancio familiare, alla pratica di una nuova filosofia di vita: quella a cui sono interessati quanti amano fare una attività sana e mettere nel piatto cibi non contaminati.

In ogni tempo, l’ortaggio decisamente preferito dagli orticoltori è stato il pomodoro, per la sua produzione abbondante, la relativa facilità di coltivazione e la possibilità di essere consumato fresco o conservato in molteplici modi.

Del resto, è facile verificare come una miriade di siti, blog, forum e gruppi presenti sul web e dedicati alla coltivazione dell’orto, raggiungano i picchi massimi di visite quando si parla di pomodori. Personalmente, fin dal 2008 ho avuto l’occasione di pubblicare sulla piattaforma di Virgilio il blog Coltivare i pomodori che si è aggiudicato più volte il titolo di Blog del giorno.

Questo grande interesse, e le moltissime domande che ancora oggi mi vengono rivolte dai frequentatori del mio sito e dagli iscritti alla mia Newsletter, mi hanno spinto a pubblicare questo libro, che ho voluto ricco e ben documentato, come testimoniano le sue 270 pagine e i tre anni di lavoro che vi ho dedicato.

Spero che questo libro possa essere utile a molti.

Buon orto a tutti!

L’autore

Parte prima.

Caratteristiche del pomodoro

Pomodoro in fioritura con tutore.

Il pomodoro, origini e caratteristiche

Attualmente il pomodoro è, in Italia, al secondo posto nella produzione di frutti per l’alimentazione, subito dopo la vite. Ciò a conferma della sua larghissima diffusione non solo nelle coltivazioni industriali ma anche in quelle domestiche. Non esiste praticamente un solo orto nel quale il pomodoro non occupa il posto principe, in tutte le sue varietà: da mensa o da trasformazione, tondo, lungo, costoluto, piccolo, a grappoli. Recentemente la passione per l’arte della coltivazione dell’orto si sta diffondendo rapidamente tra la popolazione italiana, e sempre più persone cominciano ad avvicinarsi al piccolo appezzamento di terra circostante la loro casa, tenendo in mano una bustina di semi. Questo libro nasce come risposta alle curiosità, ai dubbi e alle perplessità di tutti gli orticoltori, nuovi e antichi. La coltivazione del pomodoro viene trattata in tutti gli aspetti, dal seme alla raccolta, attraverso una esposizione racchiusa in 270 pagine e arricchita da 250 foto e illustrazioni. Osiamo dire, senza tema di smentite, che al momento questo libro rappresenta il più completo manuale dedicato alla coltivazione del pomodoro nell’orto.

Pomodoro a varietà lunga.

Provenienza del pomodoro

.

Area di provenienza del pomodoro

I semi di pomodoro arrivarono in Spagna dall'America del sud, in particolare dal Perù, dopo la scoperta del continente. Nei primi tempi questa pianta fu coltivata in Marocco, e solo successivamente si diffuse in Europa. In Italia il pomodoro fu introdotto poco prima del 1850. La coltivazione in pieno campo fu iniziata verso la fine del XIX secolo. Inizialmente fu coltivato come pianta da orto, per consumare le bacche (o frutti) allo stato fresco. Solo successivamente si arrivò alla conservazione, al fine di avere il prodotto quando non era più possibile trovarlo in campagna. La creazione di stabilimenti per la lavorazione del pomodoro portò rapidamente allo sviluppo della importante industria dei suoi derivati, che si diffuse rapidamente coinvolgendo in breve tempo tutte le zone della penisola.

Antica raffigurazione del pomodoro con altri frutti tipici della zona di provenienza

Il pomodoro appartiene alla famiglia delle Solanacee, la stessa che comprende anche peperoni, patate e melanzane. Il nome scientifico è Solanum Lycopersicum. La derivazione del nome comune è incerta. Alcuni sostengono che, per la sua provenienza marocchina, in Italia lo si chiamò Pomo dei Mori da cui l'attuale nome di pomodoro. Alcuni studiosi, invece, fanno derivare il suo nome dal latino pomum aureus (mela o pomo d’oro) mentre altri lo ricollegano all’etimologia della versione azteca Xitotomate o Nahuatl Tomatl .

Il pomodoro ha la capacità di emettere radici anche dalla parte bassa del fusto, se viene interrato. Ciò aumenta la forza e la produttività della pianta. Questa caratteristica è comune ad altre piante della famiglia, come le patate, che normalmente si rincalzano per favorire l’emissione di nuovi tuberi.

Pomodoro a sviluppo determinato.

I pomodori hanno due modelli principali di crescita, conosciuti come sviluppo (o portamento) indeterminato e sviluppo determinato.

Lo sviluppo indeterminato o portamento indeterminato è tipico di tutte le vecchie varietà, ed ha la caratteristica che le piante continuano a crescere in altezza per tutto il loro ciclo vitale. La conseguenza è l’allungamento del ciclo vegetativo e la produzione di frutti diluita in uno spazio di tempo lungo. Però, necessitano di sostegno con tutori.

Esistono oggi varietà che arrestano la crescita del fusto principale, e sono dette a sviluppo determinato o portamento determinato. A un certo punto della crescita del fusto principale e delle branche laterali, si formano al loro apice delle infiorescenze che ne bloccano l’allungamento. Queste varietà sono più precoci ed hanno un ciclo produttivo più concentrato.

Pomodoro a sviluppo indeterminato. Queste varietà richiedono elementi di sostegno (tutori) perchè continuano a crescere verso l’alto in tutto il loro ciclo viale.

Il fiore del pomodoro.

1 Peduncolo.

2 Ovario.

3 Sepali (calice).

4 Stilo.

5 Stimma.

6 Antere.

7 Petali (corolla).

Pomodoro costoluto.

Le infiorescenze del pomodoro sono semplici, biforcate o ramificate, con fiori che vengono emessi scalarmente nel tempo, in numero variabile. Dalla allegagione del fiore alla maturazione intercorrono da 40 a 50 giorni, a seconda della stagione e dell’andamento climatico. ll frutto del pomodoro è carnoso e ricco di polpa, e può avere forma costoluta, tonda, ovale o allungata, con cavità interne piene di semi. Questi sono molto numerosi nei pomodori costoluti, mediamente numerosi in quelli tondi e decisamente più scarsi in quelli allungati. Il succo ha un residuo secco che varia dal 4 al 7%.

Proprietà nutrizionali

Il pomodoro contiene una grande quantità di vitamine, per questo si può considerare una verdura pregiata. Negli ultimi anni sono state scoperte in Russia delle varietà di pomodoro nero che si stanno diffondendo sempre più per le significative proprietà antiossidanti.

Il pomodoro si inserisce bene nelle diete moderne perché è povero di calorie ma ha un buon contenuto di minerali, è ricco di acqua ed è dotato di tutte le vitamine idrosolubili.

La componente maggiore del pomodoro è l’acqua, pari almeno al 94% del peso. I carboidrati sono pari al 3,5%.

Tabella nutrizionale per 100 grammi di pomodoro

Elemento, Quantità

Acqua, 94, 0 grammi

Carboidrati, 3, 5 grammi

Proteine, 1 grammo

Lipidi , 200 milligrammi

Zuccheri solubili, 3, 5 grammi

Licopene , 16 milligrammi

Calorie, 19 chilocalorie

Vitamina C , 25 milligrammi

Vitamina A , 42-132 microgrammi

Potassio, 290 milligrammi

Ferro, 0, 3 milligrammi

Calcio, 9 milligrammi

Fosforo, 25 milligrammi

Sodio, 6 milligrammi

Vitamina B1 (tiamina), 0, 02-0,03 milligrammi

Vitamina PP (niacina) , 0, 7-0,8 milligrammi

Fibra totale , 2 grammi

Interazioni del pomodoro con la salute fisica

Sintomo o azione, Come influisce il pomodoro. Principi coadiuvanti.

Digestione lenta, Aiuta grazie al contenuto di acido lattico, malico e arabico.

Azione disintossicante, Aiuta tramite la presenza di zolfo.

Equilibrio idrico del corpo, ritenzione idrica, Aiuta grazie alla presenza di potassio.

Debolezza, stanchezza, crampi,

Salute delle ossa e dei denti, Aiuta grazie alla presenza di fosforo.

Riequilibrio del sistema nervoso , Aiuta grazie alla presenza di calcio.

Irritabilità, mal di testa,

Anemia, Aiuta grazie alla presenza di ferro.

Invecchiamento della pelle, Aiuta grazie alla prEsenza di zinco e selenio.

Produzione globuli rossi, Aiuta grazie alla presenza di vitamina C.

Altri effetti benefici del pomodoro

Il pomodoro è considerato utile per combattere il caldo e per prevenire i dolori reumatici. E’ indicato nei casi di ipertensione e gotta. Svolge una azione disintossicante utile nei disturbi degenerativi e nella arteriosclerosi.

Il licopene

Questa sostanza è quella che provoca il colore rosso del pomodoro. I pomodori detti pomodori neri sono in realtà di colore marrone-bruno, perché contengono licopene

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. Registrati per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di Coltivare i pomodori nell’orto. Come avere raccolti strepitosi

0
0 valutazioni / 0 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori