Inizia a leggere

Il Richiamo della Foresta

Valutazioni:
121 pagine1 ora

Sintesi

Il “richiamo della Foresta” è davvero un classico per ragazzi che oggi più che mai ripropone questo bisogno ancestrale di ritorno alla natura, al mito originario agreste, paradiso terrestre che voglia chiamarsi o eden o altro ancora. E’ senza dubbio il più famoso libro di questo particolare scrittore californiano vissuto tra il 1976 e il 1919 che ha scritto molto ma è ricordato solo per questo e per «Zanna Bianca». Questo richiamo della Foresta ha come protagonista Buck un cane. L’autore per questo romanzo è diventato un autore che è un colonna della narrativa statunitense, che ha ispirato centinaia di film, che è finito anche in una storia con Topolino e Zio Paperone, che ha parlato di mari, foreste, sole, caverne, isole ed animali, ed anche tale da essere ispiratore dell’ambientalismo.

È l'epoca della febbre dell'oro: il cane Buck, dopo essere stato rapito dal giardiniere del suo padrone, il ricco giudice Miller, viene venduto a dei cercatori di oro e condotto tra i ghiacci del Klondike. Picchiato e costretto a divenire un cane da traino, sfruttato duramente dai suoi ultimi padroni e dalla loro compagna Mercedes, Buck viene salvato dal cercatore d'oro John Thornton, grazie al quale scopre l'amore per l'uomo, nonostante il richiamo della foresta si faccia dentro di lui sempre più irresistibile. Gli indiani uccidono in seguito John, e Buck li uccide a sua volta per vendicare il padrone. Decide infine di vivere con un branco di lupi, diventandone il capo.

Leggi sull'app mobile di Scribd

Scarica l'app mobile gratuita di Scribd per leggere sempre e ovunque.