Goditi milioni di eBook, audiolibri, riviste e tanto altro ancora con una prova gratuita

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

L'evasione di Arsenio Lupin: Arsenio Lupin ladro gentiluomo 3
L'evasione di Arsenio Lupin: Arsenio Lupin ladro gentiluomo 3
L'evasione di Arsenio Lupin: Arsenio Lupin ladro gentiluomo 3
E-book52 pagine46 minuti

L'evasione di Arsenio Lupin: Arsenio Lupin ladro gentiluomo 3

Valutazione: 0 su 5 stelle

()

Leggi anteprima

Info su questo ebook

RACCONTO LUNGO GIALLO - Che Lupin sarebbe evaso se lo aspettavano tutti. Ma nessuno si aspettava che poche ore avrebbe suonato alla porta della prigione chiedendo d'essere riportato in cella.

La vita in carcere, per Arsenio Lupin, più che una condanna è quasi una vacanza. Un po' di meritato riposo prima di tornare al suo consueto modo di vivere ricco di brivido e di champagne. Non si fa mancare nulla, dal buon cibo a preziosi sigari. Quando interrogato indispettisce i giudici: invece di fare il reticente, confessa più reati di quelli contestati. Tutto inutile, continua a ripetere: tanto non presenzierò al mio processo. Che Arsenio Lupin prima o poi evaderà di prigione se lo aspettano tutti. Ma Arsenio Lupin, si sa, non è mai davvero prevedibile.

Maurice Marie Émile Leblanc è conosciuto principalmente quale creatore del ladro gentiluomo Arsenio Lupin, personaggio popolarissimo anche nel nostro paese. Nato a Rouen l'11 novembre 1864, studia in vari paesi ma finisce per abbandonare gli studi in legge per fare lo scrittore. Stabilitosi a Parigi comincia a scrivere racconti gialli, ma anche se riceve un certo apprezzamento dalla critica non riesce a farsi notare dal pubblico. Finché nel 1905 non pubblica il primo racconto con Arsenio Lupin. Sono gli anni del grande successo di Sherlock Holmes e l'intrigante ladro gentiluomo, in qualche modo una risposta francese al detective britannico, porta immediatamente Leblanc al successo. Leblanc scrive racconti e novelle incentrate su Lupin e questa volta assieme alle buone critiche ottiene successo e gratificazione economica, finendo per dedicare la sua intera carriera esclusivamente al suo personaggio. Nel 1921 viene premiato con la Legion d'Onore per la sua opera. Muore a Perpignan nel 1941. Dal 1947 è sepolto nel cimitero di Montparnasse a Parigi.
LinguaItaliano
Data di uscita28 gen 2014
ISBN9788867751778
L'evasione di Arsenio Lupin: Arsenio Lupin ladro gentiluomo 3
Leggi anteprima
Autore

Maurice Leblanc

Maurice Leblanc (1864–1941) was best known for his tales featuring the gentleman thief Arsène Lupin. Born in Rouen, France, Leblanc was inspired by the success of Arthur Conan Doyle’s Sherlock Holmes stories and invented Lupin as a French adversary for the great detective. Lupin appeared in dozens of novels and short stories and was the basis for several films. Of his great antihero, Leblanc once said, “Lupin follows me everywhere. He is not my shadow. I am his shadow.”

Recensioni su L'evasione di Arsenio Lupin

Valutazione: 0 su 5 stelle
0 valutazioni

0 valutazioni0 recensioni

Cosa ne pensi?

Tocca per valutare

La recensione deve contenere almeno 10 parole

    Anteprima del libro

    L'evasione di Arsenio Lupin - Maurice Leblanc

    a cura di Silvio Sosio

    L'evasione di Arsenio Lupin

    di Maurice Leblanc

    Traduzione di Elisa Emaldi

    ISBN versione ePub: 9788867751778

    Titolo originale: L'evasione de Arsène Lupin

    Traduzione: Elisa Emaldi

    Edizione ebook © 2014 Delos Digital srl

    Piazza Bonomelli 6/6 20139 Milano

    Versione: 1.0 gennaio 2014

    TUTTI I DIRITTI RISERVATI

    Sono vietate la copia e la diffusione non autorizzate.

    Informazioni sulla politica di Delos Books contro la pirateria

    Indice

    Colophon

    Maurice Leblanc

    L'evasione di Arsenio Lupin

    Capitolo 1

    Capitolo 2

    Capitolo 3

    Delos Digital e il DRM

    In questa collana

    Tutti gli ebook Bus Stop

    Maurice Leblanc

    Maurice Marie Émile Leblanc è conosciuto principalmente quale creatore del ladro gentiluomo Arsenio Lupin, personaggio popolarissimo anche nel nostro paese. Nato a Rouen l'11 novembre 1864, studia in vari paesi ma finisce per abbandonare gli studi in legge per fare lo scrittore. Stabilitosi a Parigi comincia a scrivere racconti gialli, ma anche se riceve un certo apprezzamento dalla critica non riesce a farsi notare dal pubblico. Finché nel 1905 non pubblica il primo racconto con Arsenio Lupin. Sono gli anni del grande successo di Sherlock Holmes e l'intrigante ladro gentiluomo, in qualche modo una risposta francese al detective britannico, porta immediatamente Leblanc al successo. Leblanc scrive racconti e novelle incentrate su Lupin e questa volta assieme alle buone critiche ottiene successo e gratificazione economica, finendo per dedicare la sua intera carriera esclusivamente al suo personaggio. Nel 1921 viene premiato con la Legion d'Onore per la sua opera. Muore a Perpignan nel 1941. Dal 1947 è sepolto nel cimitero di Montparnasse a Parigi.

    1

    Nel momento in cui Arsenio Lupin, terminato il pasto, estraeva di tasca un bel sigaro con la fascetta dorata e lo esaminava compiaciuto, la porta della sua cella si aprì. Ebbe appena il tempo di gettarlo nel cassetto e allontanarsi dal tavolo. Entrò il secondino; era l’ora della passeggiata.

    — Ti aspettavo, mio caro amico — esclamò Lupin, sempre di buon umore.

    Uscirono. Erano appena scomparsi dietro l’angolo del corridoio quando due uomini entrarono a loro volta nella cella e diedero inizio a un esame minuzioso. Uno era l’ispettore Dieuzy, l’altro l’ispettore Folenfant.

    Volevano chiudere il discorso. Non c’era dubbio alcuno: Arsenio Lupin aveva complici all’esterno e comunicava con i suoi soci. Ancora il giorno prima, il Grand Journal pubblicava queste righe indirizzate al suo cronista giudiziario:

    Signore,

    In un articolo apparso in questi giorni vi siete espresso nei miei riguardi in termini che nulla potrebbe giustificare. Qualche giorno prima dell’inizio del mio processo, verrò a chiedervene conto.

    Distinti saluti,

    Arsenio Lupin

    La grafia era effettivamente quella di Arsenio Lupin. Pertanto, inviava delle lettere, e ne riceveva. Era chiaro che stava preparando quell’evasione che aveva egli stesso preannunciato in maniera tanto arrogante.

    La situazione era diventata intollerabile. D’accordo con il giudice istruttore, il capo della Pubblica Sicurezza, il signor Dudouis, si recò di persona alla Santé per esporre al direttore del carcere le misure preventive che conveniva adottare. E appena arrivato spedì due uomini nella cella del detenuto.

    Alzarono ogni lastra di pietra, smontarono il letto, fecero tutto ciò che si soleva fare in casi del genere, e alla fine non scoprirono nulla.

    Erano sul punto di rinunciare alle loro indagini quando il secondino accorse in tutta fretta e disse loro:

    Ti è piaciuta l'anteprima?
    Pagina 1 di 1