Goditi milioni di eBook, audiolibri, riviste e tanto altro ancora con una prova gratuita

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

#Indoamala: da Moratti a Thohir, la stagione dell'Inter in 2000 tweet
#Indoamala: da Moratti a Thohir, la stagione dell'Inter in 2000 tweet
#Indoamala: da Moratti a Thohir, la stagione dell'Inter in 2000 tweet
E-book343 pagine2 ore

#Indoamala: da Moratti a Thohir, la stagione dell'Inter in 2000 tweet

Valutazione: 0 su 5 stelle

()

Leggi anteprima

Info su questo ebook

Dopo 18 anni e mezzo di presidenza e 16 trofei alzati al cielo, Massimo Moratti cede l’Inter al tycoon indonesiano Erick Thohir: per il club milanese si tratta di uno storico passaggio di consegne. Sulla panchina dei nerazzurri, nel frattempo, l’allenatore Walter Mazzarri deve fare i conti con le difficoltà della squadra in campionato e con il malcontento via via crescente dei tifosi. Sull’altra sponda dei Navigli, tra cambi alla guida tecnica e lotte per il potere in società, il Milan se la passa ancora peggio. E la Juve di Antonio Conte, tanto per cambiare, colleziona figuracce in campo europeo. #indoamala (hashtag con cui su Twitter alcuni interisti salutano l’arrivo di Thohir a Milano) è il racconto della stagione calcistica 2013/14. Un racconto che si sviluppa attraverso i tweet dei tifosi nerazzurri, e non solo. Più di duemila cinguettii capaci, in appena 140 caratteri, di far emergere l’ormai nota autoironia di un popolo, quello interista, in grado di sorridere e di prendersi in giro.
LinguaItaliano
EditoreEracle
Data di uscita14 ott 2014
ISBN9788867430628
#Indoamala: da Moratti a Thohir, la stagione dell'Inter in 2000 tweet
Leggi anteprima

Correlato a #Indoamala

Ebook correlati

Recensioni su #Indoamala

Valutazione: 0 su 5 stelle
0 valutazioni

0 valutazioni0 recensioni

Cosa ne pensi?

Tocca per valutare

La recensione deve contenere almeno 10 parole

    Anteprima del libro

    #Indoamala - Giovanni Falconieri

    Giovanni Falconieri

    #INDOAMALA

    Realizzazione editoriale Eracle s.r.l. 

    Via A.C. De Meis, 663 - 80147 - Napoli

    Tel e fax: 081 733.42.82

    E-mail: info@edizionieracle.it

    © 2014 proprietà dell’autore

    ISBN 978-88-6743-062-8

    Tutti i diritti sono riservati a norma di legge e a norma delle convenzioni internazionali.

    Responsabile della pubblicazione: l’autore

    UUID: 9788867430628

    This ebook was created with BackTypo (http://backtypo.com)

    by Simplicissimus Book Farm

    Indice dei contenuti

    #INDOAMALA

    Grazie, Massimo

    Benvenuto, Erick

    Da Stramaccioni a Mazzarri

    Jakarta o Jakartone?

    Mazzarri come Stramaccioni?

    Bidoni in maglia nerazzurra

    Thohir, pensaci tu!

    Povero Diavolo

    I tweet di Maurito, le difficoltà di Walter

    #mazzarrivattene

    #JZ4ever e gli eroi del Triplete

    Zero tituli

    I campioni dei #calciodangoli

    Ringraziamenti

    #INDOAMALA

    Da Moratti a Thohir, la stagione dell'Inter in 2000 tweet

    Stefano Bellentani @stebellentani  

    Il bello di twitter è che è un microcosmo, un grande bar sport. Certo, almeno al bar certe cose che senti le giustifichi con la grappa :)

    Eva A. Provenzano @EvaAProvenzano

    Discutere di #Inter con juventini e milanisti non è niente a confronto di quando si deve discutere con gli interisti incazzati. #amala :)

    hounmaredentro. @AnitaVentiDue

    Se non ci fosse il calcio, non ci sarebbe niente da fare la domenica sera. E niente di cui parlare tutte le altre sere…

    Grazie, Massimo

    Carlo Alberto Folla @CFolla 

    Siamo nati interisti, per l’Inter abbiamo pianto dal dolore e dalla gioia. Noi amiamo l’Inter, noi siamo Massimo Moratti. #grazieMoratti

    FuturInter @FuturInter

    Si chiude un’era fatta di successi, delusioni, gioie e dolori...l’era delle grandi emozioni. Grazie Presidente. #AMALA

    Joker n°8 @tede13

    Passano i giocatori, passano gli allenatori. Da oggi passano anche i presidenti. Resta solo la maglia. #amala

    lucia @_xyellow

    Ma Moratti non andrà mai via. Lui è il simbolo di questa famiglia. Il simbolo dell’Inter. #amala

    La Storia, quella con la S maiuscola, viene scritta nella tarda mattinata di una uggiosa giornata autunnale. È il 15 ottobre 2013, un martedì. Poco dopo le 11, nello studio milanese di Cleary&Gotlieb giungono via fax le firme di Erick Thohir, Rosan Roeslani e Handy Soetedjo. Quella di Massimo Moratti c’è già. Quattro autografi per siglare un contratto e chiudere una trattativa lunga e difficile, per certi versi estenuante. Dopo 18 anni e mezzo, l’Inter ha un nuovo azionista di maggioranza. La famiglia del petroliere passa la mano, cede il controllo del club alla cordata di imprenditori guidata dal tycoon indonesiano Thohir. Il quarantatreenne Erick e i suoi due soci versano un considerevole acconto dei 250 milioni di euro necessari per portare a casa il 70% delle quote della società nerazzurra. Il restante 30% è ancora in mano a Moratti. Ci resterà almeno per un paio d’anni, stando agli accordi tra le parti. Il club è comunque venduto. Finisce un’epoca. E l’Inter si appresta a diventare ancora più Internazionale. Questa, per lo meno, è la speranza dei tifosi nerazzurri. Tifosi che salutano su Twitter lo storico passaggio di consegne. Perché di Storia, appunto, si tratta:

    Eudoro il Mirmidone @EudoroilMirmido

    Una giornata storica, e anche stavolta, come a Madrid, noi c’eravamo! Grazie ancora di tutto, Presidente! Mi alzo in piedi e applaudo

    Patrizio @patripezzilli

    È storia questa data ragazzi, è storia. #amala @erickthohir

    Il cinguettio del tifoso @patripezzilli viene indirizzato anche a @erickthohir, l’account Twitter del nuovo proprietario dell’Inter. Twitter è un servizio gratuito di microblogging che fornisce agli utenti una pagina personale aggiornabile tramite brevi messaggi di testo. Il nome Twitter deriva dal verbo inglese to tweet, che significa cinguettare. E ogni tweet è un cinguettio, un messaggio di testo che può essere lungo al massimo 140 caratteri. Chi ricorre a Twitter per esprimere le proprie opinioni sa che deve essere breve, conciso, stringato. Deve colpire nel segno. E deve farlo con poche parole, quelle giuste. Gli interisti lo sanno bene, e su Twitter esprimono la loro straordinaria passione per quella che loro chiamano la prima squadra di Milano:

    Francesco Bevilacqua @Bevilacqua_93

    Pochi minuti fa è finita un’epoca. Pochi minuti fa è iniziata un’epoca. #amala

    Pythopino @Python_00

    Minchia che giornatina...#amala

    Si fa in fretta a scovare i tweet del popolo nerazzurro: sono quelli che contengono l’hashtag #amala. L’hashtag è una parola chiave, preceduta dal simbolo cancelletto (#), utile a indicare l’argomento trattato su Twitter. Chi tweetta di Inter inserisce spesso nel proprio cinguettio la parola #amala. Amala viene dal ritornello dell’inno Pazza Inter. Un inno che per anni, a San Siro, ha accompagnato l’ingresso delle squadre in campo prima di lasciare il posto al brano C’è solo l’Inter. Alle 11.25 di martedì 15 ottobre 2013 viene comunicato l’annuncio ufficiale della cessione dell’Inter. Alle 15.20 dello stesso giorno, il sito Internet del club nerazzurro ufficializza l’ingresso di Erick Thohir in società. È questa la notizia del giorno. Anche e soprattutto su Twitter, dove il popolo nerazzurro coglie l’importanza dell’evento. Un evento storico:

    Biagio Romano @xFister

    15 ottobre 2013: se siete interisti segnatevi questa data. Sul cuore, su un foglio, su un braccio, dove vi pare. Fatelo per la storia

    Ly Jay @onlyonelyjay

    È finita un’era. Quasi scoppio a piangere. #graziepresidente #moratti #inter #amala

    Ioballodasola❤ @MelissaFranchi

    Sarà anche una giornata epica, ma a me mette tanta tristezza. #amala #Moratti

    La Storia, si sa, a volte bussa alla tua porta quando meno te lo aspetti:

    Federica @_fede10

    Il giorno in cui l’Inter passò a Thohir, venni a saperlo da Radio Capital mentre consumavo un pasto frugale prima di filare a lezione

    CuoreNero SangueBlu @CuoreNSangueBlu

    Leggo gli annunci e le notifiche, è ufficiale: l’#inter a #Thoir. E alla radio passano Somebody to love .. #amala presidente

    Eudoro il Mirmidone @EudoroilMirmido

    Beh, che dire...era cominciata come una mattinata qualsiasi, e invece stavamo per vivere una delle giornate più importanti del mondo Inter

    justINTER @justINTER1908

    Dopo tanti domani è il gran giorno, arriva così, in un martedì non qualunque ... Benvenuto #Thohir. #amala

    Daniele Mari @danmari83

    Un sms che inevitabilmente conserverò a lungo, arrivato oggi: Ha venduto!. Secco, ma emozionante

    La Storia ha mille sfaccettature:

    Gabriele Porri @gabrieleporri

    oggi è un giorno storico, quello del primo proprietario dell’inter più giovane di me :)

    Il primo pensiero, in un giorno così importante, va soprattutto a chi lascia. Va a chi, per 18 lunghi anni, ha contribuito a rendere grande l’Inter. A chi ha lottato per riportare il club nerazzurro sul tetto del mondo. Il primo pensiero, il più sincero e affettuoso, va all’ormai ex patron Massimo Moratti:

    Carlo Alberto Folla @CFolla

    Direi che è ora di far partire l’hashtag #grazieMoratti #amala

    Mirco De Santis @mircodesantis92

    15 ottobre 2013: quel giorno è arrivato, purtroppo o per fortuna chi lo sa. L’unica cosa certa è che non finirò mai di dirti GRAZIE #Moratti

    Post nubila phoebus @Wilderose1908

    #GraziePresidente #Moratti Grazie per avermi dato la possibilità di amare sempre un po’ di più questi colori. #amala

    erminia papa @erminiapapa25

    Lo so, è per il bene dell’Inter. Ma ora non riesco ad essere felice...e la lacrima scende....Grazie mio presidente !!!

    Giovanni L. Filareti @giovafilareti

    Pochi minuti fa è finita un’era. Grazie Presidente, grazie di tutto. Grazie per averla amata con tutto te stesso

    regina nerazzurra @inter_regina

    Con Massimo Moratti, un amore lungo (più di) 18 anni

    Davide Angeloni @Sbrasbre

    Grazie di tutto #Moratti, anche se ti ho criticato tante volte

    Sabine Bertagna @SBertagna

    Hai scritto una storia bellissima, Massimo. Una storia che non ci stancheremo di raccontare. GRAZIE #amala

    Post nubila phoebus @Wilderose1908

    La strada è stata lunga…piena di lotte, delusioni, errori ed arrabbiature, ma di momenti bellissimi ce ne sono stati tanti #GraziePresidente

    alessandro cattelan @alecattelan

    Grazie presidente Moratti per questo grande atto d’amore. Chi ha scritto la storia non verrà mai dimenticato

    EnzoMargiotta @EnzoQuareEQ7

    Tu sei e sarai per sempre il mio presidente, l’Inter è Massimo #Moratti

    Claudia @Esp1993

    è che poi in 140 caratteri non so nemmeno da che parte iniziare a ringraziare #Moratti, è un problema

    Su Twitter arriva anche il saluto del sindaco di Milano, Giuliano Pisapia:

    Giuliano Pisapia @giulianopisapia

    Moratti ha riportato l’Inter ai massimi livelli mondiali. L’amico Massimo rimarrà comunque in questa famiglia: non c’è @Inter senza di lui

    Tornano in mente, come è naturale che sia, i numerosi successi ottenuti dall’Inter sotto la guida di Massimo Moratti (e qualcuno ricorda anche quelli ottenuti con il padre Angelo, negli anni Sessanta) e gli straordinari campioni (oggi si direbbe top players) portati in nerazzurro dal petroliere milanese:

    forza diego. @ehjmilito

    diciotto anni, dieci mesi, dieci giorni. un miliardo e mezzo di euro spesi. sedici trofei alzati al cielo

    Nunzio Corrasco @ncorrasco

    5 Scudetti, 4 Coppe Italia, 4 Supercoppe italiane, 1 Champions League, 1 Coppa Uefa, 1 Mondiale per club: GRAZIE PRESIDENTE!!!

    Tutti Convocati @tutticonvocati

    #Moratti è stato il presidente più vincente della storia dell’Inter: 16 trofei #amala

    hail to the king(s) @_shadowsvoice

    Ventitre trofei con la famiglia Moratti. Una storia che nessuno vorrebbe mai che finisse

    DialetticaDelloSport @LaDialettica

    Fine dei #Moratti all’Inter: uno è stato un Angelo, l’altro il Massimo

    Corrado Barbato @81corra

    Grazie Massimo. Il regalo più bello? Ronaldo nel 1998 #amala

    Blackandlightblue @Black_lightblue

    Grazie presidente. Per Ronaldo, per i campioni, per i soldi spesi, per Mourinho, per la Champions

    Tommaso Labate @Tommasolabate

    La più grossa sciocchezza di Moratti è stata cacciare Gigi Simoni. La cosa migliore, per me, comprare Ronaldo. Triplete a parte, ovviamente

    ELP @interbloglive

    Per me il più grande acquisto dell’era Moratti è Ibra: dentro un asso, fuori i fegati scoppiati e lo sfregio alla Giuve. E venduto bene

    Marco Castelnuovo @chedisagio

    Grazie per il triplete e Ince, per l’InterCampus e José, per Ronaldo e GigiSimoni, per Baggio, West e Zanetti. Per Peppino e il Cipe. #amala

    Tornano in mente i momenti più belli, fotografie di un passato che non si cancella:

    Francesco Serri @kekko_serri

    La scena che rappresenta meglio #Moratti è quando l’#Inter ha eliminato il Barça e lui ha trattenuto l’esultanza davanti a Laporta #Amala

    Firma!!! @Bubu_Inter

    Mille ricordi di Moratti, ma l’immagine che lo rappresenta è l’esultanza al Camp Nou con immediate scuse a Laporta, Presidente Barcellona

    Momenti magici accompagnati dall’hashtag #18AnniAlMassimo:

    ELP @interbloglive

    La goduria al gol di Samuel all’Olimpico. Oh no! #amala #18AnniAlMassimo

    Stefano Cade10 @Cadelux

    Ronaldo (il più forte), Recoba (il più sanguisuga), Zanetti (il più continuo), Gresko (il più scarso), Milito (il più decisivo) #18AnniAlMassimo

    Diciotto anni sono trascorsi da quando Massimo Moratti decise di seguire le orme del padre Angelo. Qualcuno ricorda ancora quelle che furono le sue prime parole il giorno in cui acquistò l’Inter:

    Daniele Mari @danmari83

    Dovevo farlo, i Moratti non possono stare lontani dall’Inter. È come se il Papa non tornasse in Vaticano dopo un viaggio fuori M. Moratti (1995)

    Nei ricordi dei tifosi c’è spazio anche per le sconfitte. Sconfitte dolorose, come quella datata 5 maggio 2002 sul campo della Lazio. Un 4-2 per i biancocelesti che consegnò lo scudetto ai rivali di sempre della Juventus:

    Carlo Alberto Folla @CFolla

    La cosa più triste è stata quel 5 maggio, la cosa più bella vedere Ronaldo e Kanu con la nostra maglia #grazieMoratti

    Quanti ricordi, quante emozioni:

    Daniele Mari @danmari83

    Mai sentito un Massimo Moratti così emozionato

    Eva A. Provenzano @EvaAProvenzano

    #moratti: ci sono mille sentimenti e devi cercare di fare ordine

    Johnathan Scaffardi @jonnyscaffardi

    L’emozione di un uomo che, anche sbagliando, ha amato la sua creatura come un padre.. #moratti per sempre.. anche con #thohir #inter

    Bauscia Cafè @BausciaCafe

    Mi basta che l’Inter conservi la sua anima. Anche a noi. Grazie, Presidente

    Andrea Sorteni @Sorteni2000

    Moratti commosso: L’Inter è in buone mani... ...speriamo! #Thoir #IndoInter

    Matte @mfusco89

    Leggendo le parole di #Moratti mi viene una stretta al cuore pensando all’#Inter che verrà. Ma si sa, sono un tenerone. #amala

    αr23. @Kate22_7

    I calciatori li puoi comprare, le emozioni no. #GrazieMassimo

    DominioNeroBlu @DNeroBlu

    Giornata emozionante e già malinconica #GrazieMassimo #Thohir #Moratti

    Nicola Savino @NicoSavi

    Ed è malinconia

    Malinconia ed emozioni. Ma l’emozione più grande resta naturalmente il Triplete del 2010. Coppa Italia, campionato e Champions League conquistati nella stessa stagione:

    Nonleggerlo @nonleggerlo

    Grazie, presidente Moratti. 18 anni di sogni e delusioni, sfociati nel più grande orgasmo calcistico che si possa immaginare: il #triplete

    il daddy @ildaddyblog

    Grazie zio Massimo. Un triplete è per sempre!

    Si scrive Triplete, si legge José Mourinho. Gli interisti non hanno mai avuto dubbi: lo special one è stato il principale artefice dei successi ottenuti al termine della stagione calcistica 2009/10. Una stagione che è già leggenda. Mourinho è paragonabile ai più grandi campioni che hanno vestito la maglia nerazzurra:

    Stefano Cade10 @Cadelux

    Ringrazio Moratti per aver portato a Milano 2 persone. Il primo mi ha fatto godere in campo, l’altro fuori #Ronaldo #Mou

    Ma anche la Juve in serie B nell’estate di Calciopoli, quella del 2006, resta sempre e comunque un bel ricordo dei 18 anni di presidenza di Massimo Moratti. E il ricordo di quella retrocessione regala ancora oggi emozioni forti, emozioni simili a quelle trasmesse dagli straordinari successi dell’Inter:

    Eudoro il Mirmidone @EudoroilMirmido

    Che generazione magnifica siamo stati! La Juve nel fango, Mourinho, i 5 scudi, la Champions, il Triplete, il passaggio di consegne a Thohir!

    Davide Petrizzelli @DPetrix

    Zanetti, Ronaldo e Ibra, la Juve in B e i 5 scudetti consecutivi, José Mourinho e Samuel Eto’o, il Triplete e la notte di Madrid.. #amalo

    Per il popolo nerazzurro, la Juve è l’avversario per eccellenza. Lo è stata anche per Moratti durante i suoi 18 anni di presidenza:

    Eudoro il Mirmidone @EudoroilMirmido

    Doping, calciopoli, connivenze col potere, scommesse, bilanci truccati, evasioni fiscali...quanti avrebbero saputo resistere in anni bui?

    Moratti ha resistito. Ha lottato e vinto. E chissà quanto gli sarà costato, dopo tutte quelle battaglie, abbandonare la sua creatura e affidarla a personaggi conosciuti solo alcuni mesi prima:

    Bauscia Cafè @BausciaCafe

    In questa mossa c’è tutto l’amore, ma anche il sollievo di aver lasciato l’Inter in buone mani. Grazie, Presidente

    Sara✌♥ @sarafalb

    Penso che la mano tremava, tanto. Scendono lacrime amare, amarissime #sivavanti #graziepresidente #unico

    Il distacco, quello vero, si consuma in realtà quasi due mesi più tardi, il 9 novembre, in occasione di Inter-Livorno. È questa, per Massimo Moratti, l’ultima partita da presidente dell’Inter. Sei giorni più tardi, il 15 novembre, è in programma l’assemblea dei soci che dovrà ratificare il definitivo passaggio di proprietà. Inter-Livorno diventa una partita speciale, diventa la partita. Massimo saluta San Siro, saluta il suo stadio. E il pubblico del Meazza regala all’ormai quasi ex presidente il meritato tributo:

    Tony Laganà @laganheart

    preparate le mani per gli applausi e tanti fazzoletti..stasera salutiamo Moratti! #amala #InterLivorno

    Fabrizio Romano @FabRomano21

    Moratti è la fidanzata di sempre che ti lascia. Amore da banchi di scuola. Da domani sarà un’amica. Speciale. Ma non smetterai mai di amarla

    mateo kovacic @LoveSandra_Emma

    Ogni volta che penso che Moratti non sarà più presidente mi viene un tonfo al cuore. Grazie davvero presidè, di tutto.

    mauriziopizzoferrato @PeriodistaM

    In piedi. Grazie a tuo padre. Grazie a te. Orgogliosi di essere interisti #moratti

    G&G @avvgg1

    Senza Moratti non sarà più la mia INTER, ma continuerò ad amarla come e più di prima #amalasempre

    La Storia, a volte, scrive pagine emozionanti. La Storia, in questo anticipo di Serie A di inizio novembre, ha voluto che l’addio di Massimo Moratti coincidesse con il ritorno in campo di Javier Zanetti. Il capitano era fuori da fine aprile, da Palermo-Inter, a causa della rottura del tendine d’Achille. Un rientro record, il suo. Dopo neppure sette mesi, l’argentino è di nuovo tra i convocati. E per tornare, Pupi sceglie la serata migliore:

    Bauscia Cafè @BausciaCafe

    San Siro applaude Zanetti, Moratti lancia un ultimo sguardo malinconico al suo Stadio prima di girarsi. Se non piangete, non siete umani

    Luu~ @_Pupi4

    Un pezzo di Inter che torna e un pezzo di Inter che se ne va. Oggi solo lacrime. #BentornatoCapitano #GraziePresidente

    ELP @dedalux

    Partita storica, che in alcuni gesti e momenti definisce ciò che siamo. Cioè un mondo a parte rispetto a Milan e Juve. #amala

    Stefano Cade10 @Cadelux

    Poi se qualcuna prova a spiegarmi come si

    Ti è piaciuta l'anteprima?
    Pagina 1 di 1