Goditi milioni di eBook, audiolibri, riviste e tanto altro ancora con una prova gratuita

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

La Schiavitu Contemporanea
La Schiavitu Contemporanea
La Schiavitu Contemporanea
E-book57 pagine39 minuti

La Schiavitu Contemporanea

Valutazione: 0 su 5 stelle

()

Leggi anteprima

Info su questo ebook

Uno sguardo alla schiavitù nella società contemporanea in un’ottica neutrale, oggettiva.

Siamo inclini a pensare che la schiavitù appartenga al passato, questo libro mostra chiaramente che non è così. Il testo spiega e chiarisce le diverse forme di schiavitù presenti nella società attuale e in che modo le persone diventano schiavi.

La tratta di esseri umani è proprio sotto i nostri occhi, ma non si vede.

Leggendo queste pagine capirete come funziona il traffico di esseri umani e perché passa del tutto inosservato.

LinguaItaliano
EditoreBadPress
Data di uscita23 gen 2016
ISBN9781507129661
La Schiavitu Contemporanea
Leggi anteprima

Categorie correlate

Recensioni su La Schiavitu Contemporanea

Valutazione: 0 su 5 stelle
0 valutazioni

0 valutazioni0 recensioni

Cosa ne pensi?

Tocca per valutare

La recensione deve contenere almeno 10 parole

    Anteprima del libro

    La Schiavitu Contemporanea - Tyler Taplin

    LA SCHIAVITU’ CONTEMPORANEA

    La tratta di esseri umani e altre forme di schiavitù nell'era moderna

    ––––––––

    Tyler Taplin

    Traduzione di Maria Grazia Pozzi

    Tutti i diritti riservati. Non è consentito citare o riprodurre pagine o porzioni di questa pubblicazione né le informazioni in essa contenute possono essere citate o riprodotte in qualunque  forma o con qualsiasi mezzo incluso la stampa, la scansione, la fotocopia o in altro modo, senza la preventiva autorizzazione scritta del titolare del copyright.

    Disclaimer e Termini di Utilizzo: particolare attenzione è stata dedicata all'esattezza e completezza delle informazioni fornite nel libro, tuttavia l’autore e l’editore non garantiscono l’accuratezza delle informazioni, del contenuto e dei grafici presenti nel libro per via del carattere evolutivo continuo della materia, della ricerca, dei fatti noti e non noti e di internet. L’autore,  l’editore e il traduttore non si assumono alcuna responsabilità per errori, omissioni o interpretazioni contrarie o divergenti in relazione agli argomenti trattati in questa sede. Questo libro viene proposto esclusivamente con finalità motivazionali e informative

    Indice

    Indice..................................................................4

    Introduzione......................................................6

    Capitolo 1 CAPIRE LA SCHIAVITU’ CONTEMPORANEA: CONCETTI BASE E PROBLEMATICHE  10

    Capitolo 2 TIPOLOGIE DI SCHIAVITU’......20

    Capitolo 4 CASI IN ESAME..........................42

    Capitolo 5 COME AFFRONTIAMO LA SCHIAVITU’ CONTEMPORANEA  51

    CONCLUSIONI...............................................67

    Introduzione

    La schiavitù è una condizione che molti ritengono appartenga al passato. Nel 1833 la Gran Bretagna ha approvato la legge per l’abolizione dello schiavismo e da quel momento tutti gli uomini sono liberi e uguali, sulla carta. Significa che nessun essere umano appartiene a qualcuno, nessuno può essere considerato alla stregua di una proprietà o di un investimento con un valore commerciale. In base ai codici vigenti all’epoca i proprietari di schiavi avevano obblighi e doveri nei confronti di questi ultimi, dovevano fornire loro vestiti, alloggio, cibo e rispettare le restrizioni  dell’orario di lavoro; ma erano  pur sempre schiavi, non erano liberi. 200 anni dopo nessuna nazione al mondo riconosce la schiavitù come pratica legittima, tuttavia, secondo il Global Slavery Index, un dossier che analizza la presenza di schiavismo nel mondo, si stima che 35,8 milioni di persone vivano in condizioni di schiavitù.

    La cifra è impressionante, ed è ancor più sconcertante vedere che resta indelebile l’onta di cui si è macchiata la nostra storia, quegli orrori proseguono nell’ombra. Ciò che stupisce maggiormente è il constatarne la presenza, oggi, in tutti i continenti e in quasi tutti i Paesi del mondo, incluso quelli con sistemi giudiziari avanzati e maturi come il Regno Unito.

    Se ne deduce che la schiavitù non è mai scomparsa veramente dopo la sua abolizione. Al contrario, é scesa nella clandestinità svincolandosi dagli obblighi e dai doveri imposti ai proprietari di schiavi nel pre-abolizionismo. Perciò nessun impegno a sfamare e vestire gli schiavi, a fornire un alloggio adeguato, orari di lavoro accettabili e, ovviamente, il ricorso a minacce e violenze che restano invisibili e nascoste. Questa nuova tipologia di schiavismo richiede un investimento di capitali molto inferiore e offre un ritorno decisamente maggiore.  Ciò spiega, forse, perché questa pratica sia ancora così presente oggi come schiavitù-merce (una schiavitù di tipo tradizionale dove l’individuo viene catturato, nasce o è venduto e resta in uno stato di servitù permanente), come schiavitù contrattualizzata (all’individuo viene offerto un contratto di lavoro verosimile ma che in realtà lo sottopone a restrizioni di varia natura e lo riduce a una condizione di schiavo) oppure come schiavitù

    Ti è piaciuta l'anteprima?
    Pagina 1 di 1