Goditi milioni di eBook, audiolibri, riviste e tanto altro ancora con una prova gratuita

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Fear on the Catwalk - Language Course Italian Level A1: A crime novel and tourist guide through Milano
Fear on the Catwalk - Language Course Italian Level A1: A crime novel and tourist guide through Milano
Fear on the Catwalk - Language Course Italian Level A1: A crime novel and tourist guide through Milano
E-book283 pagine1 ora

Fear on the Catwalk - Language Course Italian Level A1: A crime novel and tourist guide through Milano

Valutazione: 0 su 5 stelle

()

Leggi anteprima

Info su questo ebook

With her series, the author invites the reader to a trip through Italy: to Rome (Vol. 1 "The War of the Roman Cats" A1), to Busseto, the city of Verdi (Vol. 2 "The Theft of Aida" B1), to Cremona, the city of Stradivari (Vol. 3 "The Lost Stradivari" B2), to Venice (Vol. 4 "The Gondolier of Death" A2), to Florence (Vol. 5 "The Poison of the Medici" A1), to verona (Vol. 6 "Death at the Opera" A2) and to Milano (Vol. 7. "Fear on the Catwalk" A1)
LinguaItaliano
Data di uscita18 nov 2015
ISBN9783944124643
Fear on the Catwalk - Language Course Italian Level A1: A crime novel and tourist guide through Milano
Leggi anteprima

Leggi altro di Alessandra Barabaschi

Correlato a Fear on the Catwalk - Language Course Italian Level A1

Ebook correlati

Categorie correlate

Recensioni su Fear on the Catwalk - Language Course Italian Level A1

Valutazione: 0 su 5 stelle
0 valutazioni

0 valutazioni0 recensioni

Cosa ne pensi?

Tocca per valutare

La recensione deve contenere almeno 10 parole

    Anteprima del libro

    Fear on the Catwalk - Language Course Italian Level A1 - Alessandra Barabaschi

    Milano

    Prefazione:

    Annika è stata invitata¹ dai suoi amici² Angela e Masum a trascorrere³ qualche giorno a Milano, in occasione della Settimana della Moda.

    La ragazza accetta volentieri⁴ l’invito⁵. Ma un drammatico evento⁶ rischia di rovinare⁷ il suo soggiorno⁸ nella capitale⁹ della moda.

    I personaggi della storia:

    Annika Hemd: una giovane inglese¹⁰, che sogna una carriera da soprano. Annika studia canto e lavora come guida turistica¹¹ presso il Museo Casa Barezzi di Busseto¹².

    Andrea Bonetti: il ragazzo¹³ di Annika. Andrea suona il violino¹⁴ nella Filarmonica Arturo Toscanini¹⁵ di Parma¹⁶.

    Angela Mardle: un’amica americana¹⁷ di Annika, che sta facendo uno stage¹⁸ a Milano presso la stilista¹⁹ Margot Gentileschi.

    Masum Schmidt: un amico tedesco di Annika. Anche lui sta facendo uno stage a Milano presso la stilista Margot Gentileschi.

    Margot Gentileschi: un’affermata²⁰ stilista milanese, convinta²¹ vegana e salutista²².

    Laura Willsox: l’assistente²³ di Margot Gentileschi.

    Sandra Belsol: una modella²⁴ brasiliana²⁵.

    Antonio Sgherri: l’autista²⁶ di Margot.

    Michele Fannelli: un giornalista²⁷.

    Rocco Giobbe: l’ex marito²⁸ di Margot Gentileschi.

    Katja Wladorova: fa parte dello staff di Margot ed è figlia²⁹ di Dimitri Wlador.

    Dimitri Wlador: un ricco³⁰ imprenditore³¹ padre³² di Katja Wladorova.

    Nota: Si ricorda ai lettori che la storia qui raccontata, così come i personaggi che ne fanno parte, sono frutto dell’immaginazione dell’autrice.

    When you see this symbol, you will need paper and pencil in order to complete the exercise.

    Una sorpresa³³ in aeroporto

    ³⁴

    Per aiutare la sua amica Corinna, che era in difficoltà³⁵, Annika ha accettato di passare le festività natalizie³⁶ lavorando come guida turistica³⁷ presso la Galleria degli Uffizi³⁸ di Firenze³⁹. Poco prima di partire per Firenze, la ragazza ha ricevuto una mail da Angela, un’amica⁴⁰ americana⁴¹ che ha conosciuto durante un soggiorno⁴² a Roma⁴³.

    Annika legge⁴⁴ la mail di Angela sul treno⁴⁵ per Firenze.

    "Angela e Masum lavorano per Margot Gentileschi? Wow! Questa sì che è una bella sorpresa! Mi piacerebbe tanto poter assistere⁴⁶ alla Settimana della Moda! Sarebbe fantastico!, esulta⁴⁷ la ragazza. Ma come faccio? Dato che le vacanze di Natale le passo a Firenze, ho promesso⁴⁸ ai miei genitori⁴⁹ di andarli a trovare almeno⁵⁰ a febbraio, considera⁵¹ Annika aprendo la sua agenda. Dopotutto⁵², forse una soluzione⁵³ c’è… Potrei trascorrere⁵⁴ qualche giorno a casa dei miei e, al ritorno⁵⁵, fermarmi a Milano da Angela e vedere qualche sfilata⁵⁶, no?!"

    Dopo averci riflettuto⁵⁷ per qualche secondo, la ragazza annuisce⁵⁸ convinta⁵⁹: Sì, mi sembra un’ottima idea! E, detto fatto⁶⁰, si affretta⁶¹ a rispondere⁶² all’amica per accettare⁶³ l’invito⁶⁴.

    Qualche mese dopo, Annika è all’aeroporto di Londra, in attesa di⁶⁵ imbarcarsi⁶⁶ sul volo⁶⁷ per Milano.

    Mentre è in coda ai controlli di sicurezza⁶⁸, suona il suo cellulare⁶⁹.

    Pronto?, si affretta a rispondere la ragazza.

    È Andrea, il suo ragazzo⁷⁰.

    "Ciao tesoro⁷¹! Sei già in aeroporto?"

    "Sì. Ho appena stampato la carta d’imbarco⁷² e spedito⁷³ la valigia⁷⁴. Devo solo passare i controlli.

    E tu dove sei?"

    "Sono a casa. Stasera abbiamo le prove⁷⁵ per un nuovo concerto, ma non ne ho proprio voglia⁷⁶…"

    "Come mai? È molto impegnativo⁷⁷?"

    "No, ma sono stanco⁷⁸. E poi mi manchi⁷⁹… Quando torni a casa?"

    "Presto⁸⁰!"

    "Mi sembra che siano passati secoli⁸¹ dall’ultima volta⁸² che ci siamo visti⁸³".

    "Ma Andrea, ho trascorso giusto⁸⁴ un paio di giorni dai miei genitori, lo rimprovera⁸⁵ Annika con tono scherzoso. E adesso passerò solo una settimana⁸⁶ a Milano…"

    Solo?!

    "Non sarai geloso⁸⁷…", ride Annika divertita.

    Chissà quanta gente conoscerai tra feste e sfilate…

    "Sì, sarà proprio un’esperienza⁸⁸ indimenticabile⁸⁹! Tesoro, scusa, ma ora ti devo salutare. Hanno già annunciato il mio volo e devo proprio passare i controlli e presentarmi al gate".

    "Sì, certo, buon viaggio⁹⁰, salutami⁹¹ tutti e… divertiti⁹²!"

    Poco dopo, Annika è seduta in aereo⁹³, con la cintura di sicurezza⁹⁴ allacciata⁹⁵, e sfoglia⁹⁶ distrattamente⁹⁷ una guida turistica⁹⁸ di Milano.

    "Angela ha detto che mi attende una sorpresa in aeroporto. Sono proprio curiosa⁹⁹ di sapere di cosa si tratta¹⁰⁰", riflette¹⁰¹ la ragazza fra sé e sé¹⁰², osservando gli assistenti di volo¹⁰³ che aiutano gli ultimi¹⁰⁴ passeggeri¹⁰⁵ a prendere posto¹⁰⁶.

    Un’anziana¹⁰⁷ signora minuta¹⁰⁸ e dagli occhi vispi¹⁰⁹ si siede vicino¹¹⁰ a lei.

    È la prima volta che visiti Milano?, le domanda la donna con un sorriso¹¹¹.

    "Sì, come l’ha indovinato¹¹²?"

    "Facile¹¹³, risponde l’anziana indicando¹¹⁴ la guida turistica che ha in mano la ragazza. Lei abita¹¹⁵ a Milano?"

    "Sì, da oltre cinquant’anni. C’è chi la trova grigia¹¹⁶ e fredda¹¹⁷, ma per me Milano è la città più bella del mondo¹¹⁸. Invece¹¹⁹ tu non sei italiana, vero? Da dove vieni?", le chiede poi la donna.

    Sono inglese.

    Anche l’Inghilterra ha delle belle città, annuisce¹²⁰ la donna e, estratta¹²¹ una rivista scandalistica¹²² dalla borsa¹²³, si concentra¹²⁴ nella lettura¹²⁵.

    Durante il volo, Annika ammira il panorama fuori dal finestrino¹²⁶. Che belle le Alpi¹²⁷ ricoperte¹²⁸ di neve¹²⁹, ma, brrr… Speriamo¹³⁰ che a Milano non faccia così freddo!

    "Vuoi darle un’occhiata¹³¹?", le domanda la signora al suo fianco offrendole¹³² la rivista.

    "Volentieri¹³³! Grazie! Il mio marchio¹³⁴ non si tocca, la regina¹³⁵ della moda in un’intervista¹³⁶ esclusiva". Annika legge ad alta voce¹³⁷ il titolo che accompagna¹³⁸ la bella immagine di Margot Gentileschi in copertina¹³⁹. I capelli neri, gli intensi occhi verdi e l’espressione¹⁴⁰ determinata¹⁴¹ della stilista la fanno somigliare¹⁴² a una pantera. Ad Annika non sfuggono¹⁴³ i preziosi¹⁴⁴ orecchini¹⁴⁵ e la collana¹⁴⁶ di diamanti che adornano¹⁴⁷ il suo bel volto.

    "Che lusso¹⁴⁸! Dovendo viaggiare in aereo con un bagaglio contenuto¹⁴⁹, ho messo in valigia solo qualche maglione pesante¹⁵⁰ per non patire il freddo¹⁵¹…., sospira¹⁵² la ragazza. Magari¹⁵³ mi fossi potuta portare mezzo armadio¹⁵⁴ come quando sono andata in auto a Verona¹⁵⁵ con Andrea… Spero di non fare una figuraccia¹⁵⁶…".

    L’anziana signora vicino a lei commenta¹⁵⁷: Eh, povera Margot…

    La conosce?, domanda Annika stupita.

    "Certo che no! Ma ho una vera passione¹⁵⁸ per il gossip", dice facendole l’occhiolino¹⁵⁹.

    Due miei amici lavorano per Margot. Sto andando a trovarli, spiega la ragazza orgogliosa¹⁶⁰.

    Che cosa interessante!, esclama la donna. "Così potrai scoprire¹⁶¹ se è vero¹⁶²…"

    Che cosa?

    "Che Margot cederà¹⁶³ presto il marchio a Dimitri Wlador!"

    Dimitri Wlador?

    "Il ricco¹⁶⁴ imprenditore¹⁶⁵ russo¹⁶⁶! Vedo che non ti interessi di gossip", sentenzia¹⁶⁷ la donna scuotendo la testa¹⁶⁸ rassegnata¹⁶⁹ e mettendosi a sfogliare un’altra rivista.

    Che tipa!, sorride Annika divertita. "Chissà se almeno il giornalista¹⁷⁰ mi aiuterà a capire meglio chi è il signor Dimitri Wlador…", pensa sfogliando la rivista, mentre il comandante¹⁷¹ comunica ai passeggeri l’imminente¹⁷² atterraggio¹⁷³ a Milano.

    Dopo aver ritirato¹⁷⁴ la sua valigia, Annika si avvia¹⁷⁵ in fretta¹⁷⁶ verso l’uscita¹⁷⁷ dell’aeroporto.

    Una eterogenea¹⁷⁸ folla¹⁷⁹ attende i passeggeri in arrivo: parenti¹⁸⁰ con macchine fotografiche¹⁸¹ e cagnolini¹⁸² al seguito¹⁸³, fidanzati con mazzi di fiori¹⁸⁴, colleghi¹⁸⁵ in giacca¹⁸⁶ e cravatta¹⁸⁷ e diversi autisti¹⁸⁸ che sventolano¹⁸⁹ cartelli¹⁹⁰ col nome del cliente¹⁹¹ che devono trasportare¹⁹².

    Annika cerca¹⁹³, tra questi volti¹⁹⁴, quelli di Angela e Masum, ma non riesce a trovarli¹⁹⁵.

    "Ma dove sono? Si sono nascosti¹⁹⁶ per farmi una sorpresa? Non ho nemmeno il loro indirizzo di casa …", riflette la ragazza preoccupata¹⁹⁷, rallentando¹⁹⁸ il passo¹⁹⁹.

    Signorina Hemd?, chiede²⁰⁰ una voce²⁰¹ alle sue spalle²⁰².

    Annika si volta²⁰³ e si trova di fronte²⁰⁴ un gran marcantonio²⁰⁵, con capelli e occhi neri²⁰⁶ e una bella abbronzatura²⁰⁷. L’uomo, sulla trentina²⁰⁸, indossa²⁰⁹ un elegante abito scuro con camicia bianca e cravatta nera.

    È lei la signorina Hemd, sul volo da Londra, vero?, ripete²¹⁰ l’uomo con un sorriso.

    Sì, sono io, arrossisce²¹¹ la ragazza imbarazzata²¹². Ma come ha fatto a riconoscermi?

    "Angela e Masum l’hanno descritta²¹³ molto bene, prosegue²¹⁴ l’autista sorridendo e porgendole²¹⁵ la mano. Io sono Antonio. Prego, mi segua²¹⁶, i suoi amici l’attendono". E, presa la sua valigia, si avvia all’uscita.

    I miei amici? Angela e Masum l’hanno mandata a prendermi?, domanda Annika incredula²¹⁷ affrettandosi²¹⁸ a seguire lo sconosciuto²¹⁹ fuori dall’aeroporto.

    Ma l’autista non ha modo di risponderle. È già lontano²²⁰ e Annika si deve quasi mettere a correre²²¹, per tenere il suo passo.

    "Questo tipo deve essere un campione²²² di atletica leggera²²³!", commenta la ragazza sbuffando²²⁴, mentre osserva l’uomo che, con grande agilitಲ⁵, si muove veloce²²⁶ tra la folla.

    Arrivati al parcheggio, Antonio si ferma davanti a un’elegante berlina²²⁷ nera, che brilla²²⁸ sotto al pallido²²⁹ sole²³⁰ di febbraio. Prego, si accomodi²³¹, dice l’autista aprendo una portiera²³² e invitandola a salire in auto.

    La ragazza rimane a bocca aperta²³³, annuisce e si accomoda sul lussuoso²³⁴ sedile posteriore²³⁵. Dopo aver caricato la sua valigia nel bagagliaio della macchina²³⁶, Antonio si siede al posto di guida²³⁷ e mette in moto²³⁸.

    Annika si guarda intorno stupita²³⁹. Sedili in pelle²⁴⁰ e minibar, questa è sicuramente²⁴¹ l’auto di Margot! Angela e Masum mi hanno proprio fatto una sorpresa! Se l’avessi saputo, mi sarei vestita²⁴² meglio, riflette facendo una smorfia²⁴³ e osservando i jeans e le scarpe da ginnastica²⁴⁴ che indossa. Poi scuote la testa²⁴⁵. Chissà dove stiamo andando… La ragazza vorrebbe domandarlo ad Antonio, ma poi decide di non disturbarlo²⁴⁶ e di godersi²⁴⁷, invece²⁴⁸, il confortevole²⁴⁹ viaggio in macchina.

    Da dietro i finestrini oscurati²⁵⁰, Annika osserva la città, mentre la vettura²⁵¹ si fa largo²⁵² tra l’intenso²⁵³ traffico²⁵⁴ milanese. Questa sì che sarà un’avventura²⁵⁵…!

    Il made in Italy

    Milano celebra²⁵⁶ ogni anno il Made in Italy con una serie di eventi di rilevanza internazionale²⁵⁷. Tra questi ricordiamo la Settimana della Moda e il Salone Internazionale del Mobile.

    La Settimana della Moda prevede eventi fashion due volte all’anno, per la presentazione delle collezioni primavera²⁵⁸/estate²⁵⁹ e autunno²⁶⁰/inverno²⁶¹, nelle quattro capitali²⁶² mondiali della moda che, oltre a Milano, sono New York, Parigi e Londra.

    La Settimana della Moda di Milano, istituita²⁶³ nel 1958, viene organizzata dalla Camera Nazionale della Moda Italiana²⁶⁴, un’organizzazione che disciplina²⁶⁵, coordina e promuove²⁶⁶ lo sviluppo²⁶⁷ della moda italiana nel mondo.

    Gli eventi della Settimana della Moda si dividono in moda per la donna e moda per l’uomo.

    Milano Moda Uomo è l’appuntamento²⁶⁸ internazionale con le novità²⁶⁹ del prêt-à-porter per uomo presentate²⁷⁰ dai marchi più importanti della Moda Italiana.

    Questa manifestazione²⁷¹ ospita²⁷² regolarmente²⁷³ più di 100 sfilate e accoglie²⁷⁴ circa 1.000 giornalisti e 10.000 acquirenti²⁷⁵ da tutto il mondo.

    A gennaio viene presentata la collezione autunno/inverno, mentre a giugno quella primavera/estate.

    Milano Moda Donna, invece, organizza le sfilate primavera/estate a settembre/ottobre, mentre le sfilate autunno/inverno si tengono a febbraio/marzo.

    In passato²⁷⁶, la Settimana della Moda si svolgeva presso la Fiera²⁷⁷ di Milano, ma oggi gli eventi sono dislocati²⁷⁸ in diversi punti della città, poiché i grandi marchi li organizzano direttamente presso i loro atelier o cercano di creare sfilate-evento in location particolari.

    Ti è piaciuta l'anteprima?
    Pagina 1 di 1