Scopri milioni di ebook, audiolibri, riviste e altro ancora

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Cristalloterapia per l'Anima: Studio e pratica per il riequilibrio dei Chakra - Come sviluppare la propria consapevolezza in sintonia con le energie della Nuova Era

Cristalloterapia per l'Anima: Studio e pratica per il riequilibrio dei Chakra - Come sviluppare la propria consapevolezza in sintonia con le energie della Nuova Era

Leggi anteprima

Cristalloterapia per l'Anima: Studio e pratica per il riequilibrio dei Chakra - Come sviluppare la propria consapevolezza in sintonia con le energie della Nuova Era

Lunghezza:
256 pagine
2 ore
Pubblicato:
13 feb 2014
ISBN:
9788863652291
Formato:
Libro

Descrizione

Questo testo presenta una visione suggestiva del mondo minerale che, attraverso le sue proprietà fisiche e chimiche, si manifesta all'uomo in tutta la sua bellezza di colori e di luci, unitamente alle sue vibrazioni e proprietà energetiche, per essere uno strumento di armonia. Approfondire la conoscenza e la coscienza dei cristalli come fratelli, come utili compagni di un percorso di vita, è l'intento dell'autore, che riesce ad analizzare con profondità i vari significati delle singole energie.
Il tema della cristalloterapia è stato trattato partendo da cenni di anatomia esoterica, approfondendo in maniera innovativa il sistema dei chakra. I cristalli e le pietre,hanno un'affinità energetica ormai riconosciuta con i vari chakra e con gli apparati corporei e gli organi ad essi collegati,in virtù della loro sintonia vibratoria. Pertanto, il loro utilizzo consapevole permette di ricreare il giusto equilibrio energetico là dove si erano instaurate condizioni disarmoniche.
Metodi di ricerca delle pietre più adatte da scegliere e tecniche specifiche per la loro applicazione vengono ampiamente descritti con originalità e competenza.
Per ogni pietra è stata evidenziata la sua caratteristica energetica principale, in relazione al chakra di appartenenza e alla sua affinità con i pianeti. Infine, per la prima volta, viene rivelata la correlazione tra le singole pietre e i fiori di Bach, per un loro utilizzo vibrazionale abbinato.
Pubblicato:
13 feb 2014
ISBN:
9788863652291
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore


Correlato a Cristalloterapia per l'Anima

Libri correlati

Anteprima del libro

Cristalloterapia per l'Anima - Giorgio Picchi

fratello.

INTRODUZIONE

L’Era dell’Acquario è appena iniziata e già le sue energie di cambiamento fanno sentire la loro influenza sulle nuove generazioni.

Le energie acquariane, poco per volta, faranno spostare l’interesse delle persone dalla ricerca dei valori materiali della vita (potere, denaro, divertimenti, piaceri di vario genere) ai valori della spiritualità.

Quindi, poco per volta, la coscienza di ogni persona, nella misura in cui si lascerà andare a nuovi stimoli, sposterà l’attrazione dal polo della materia al polo dello Spirito.

L’umanità avrà circa duemila anni di tempo per fare questo salto di qualità, ma l’era in cui viviamo sarà determinante per il destino futuro dell’umanità, quindi, sarebbe saggio iniziare fin d’ora a sintonizzarci con alcune energie che, pur coabitando quotidianamente con noi, non hanno ancora colpito la nostra attenzione e sensibilizzato la nostra sfera emozionale.

Le energie di cui parlo sono, in particolare, quelle riferite alle pietre.

Dalla maggior parte delle persone le pietre vengono considerate solo come oggetti commerciali o come sassi inerti.

Il mio intento è di approfondire la conoscenza di questi fratelli, suggerendo a coloro che già li amano e li utilizzano nuove possibilità di impiego e nuove aperture, e a coloro che, invece, per la prima volta si accostano ad essi, vorrei offrire una visione suggestiva che risvegli in loro la coscienza del mondo minerale, nel senso di guardare con occhi più consapevoli le creature che la natura ci offre, al fine di interagire con esse.

PARTE PRIMA

CENNI DI ANATOMIA ESOTERICA

Per poter comprendere che cosa sono i sette chakra principali, la loro ubicazione e la loro ragione di esistere, è necessario fare un passo indietro nel tempo per spiegare brevemente la costituzione visibile e invisibile dell’entità umana, che è comunemente chiamata uomo.

In realtà esistono molti chakra, ma a noi interessa conoscere solo i sette principali, i veri responsabili dell’approvvigionamento energetico di tutto l’organismo.

L’uomo è composto da due parti: una è formata dalla sua personalità e l’altra consiste nella sua individualità.

La personalità è la parte peritura dell’uomo, mentre l’individualità è l’essenza autocosciente individuale, è la parte di noi che tutte le religioni definiscono immortale e a immagine e somiglianza di Dio, e viene chiamata con diversi nomi, come ad esempio: Scintilla divina, Sé immortale, Spirito, ecc.

Queste due parti hanno entrambe una triplice natura.

L’ essenza autocosciente e immortale è avvolta da sette involucri, che impropriamente vengono denominati corpi sottili, di cui il corpo fisico è l’appendice più esterna e visibile.

Questi sette involucri, chiamati corpi sottili, non sono separati, ma si compenetrano l’un l’altro; la sostanza di cui sono composti si fa sempre più impalpabile a mano a mano che dal corpo fisico si va in profondità, fino a raggiungere l’essenza autocosciente. Questi corpi sottili, in realtà, sono dei centri o dei serbatoi di energia, con canali di scorrimento per l’entrata e l’uscita dell’energia stessa.

Il corpo è il terminale a livello fisico di tutta l’entità umana.

Il corpo fisico è lo strumento, l’automa, che l’essenza autocosciente usa per fare esperienza nella materia, qui sulla Terra, e viene gestito da quel corpo sottile che tra i sette è quello energeticamente dominante.

I sette corpi sottili che avvolgono l’essenza divina sono i seguenti:

Come è spiegato dal grafico, la personalità è formata dal corpo eterico, dal corpo emozionale e da quello mentale.

L’individualità, invece, è formata dal corpo causale, dal corpo buddhico e da quello atmico.

Il corpo monadico li contiene e li compenetra tutti.

Il corpo fisico, come già detto, è lo strumento che l’anima utilizza per sperimentare la materia, di cui è composta la Terra, ai fini evolutivi.

L’antichissimo ed universale simbolo, vecchio quanto la Terra, della stella a sei punte, racchiude e rappresenta meravigliosamente il simbolismo della costituzione dell’entità umana:

Il triangolo con il vertice verso l’alto, con i suoi tre lati, rappresenta l’individualità, mentre il triangolo con il vertice verso il basso, con i suoi tre lati, rappresenta la personalità.

Il punto al centro della stella rappresenta l’essenza autocosciente e immortale.

Vi sono anche altri nomi, più o meno corretti, attribuiti a questi corpi sottili; ho scelto, in sintesi, solo quelli che la mia esperienza mi fa ritenere più appropriati.

Prima di addentrarci nell’esposizione dei sette chakra, la cui influenza scandisce il destino evolutivo dell’uomo, darò una spiegazione sommaria di tutti i corpi sottili che compongono l’entità umana, partendo da quello fisico.

Il corpo fisico è semplicemente il campo di battaglia nel quale interagiscono le diverse energie dei sette chakra, che lo compenetrano. E come ogni luogo in cui viene combattuta una battaglia, anch’esso viene alterato, deturpato, squilibrato, a volte anche dall’interagire più o meno bellicoso di tutte le energie diverse tra loro, ma unite da un obiettivo comune : l’evoluzione.

Quando nel corpo fisico si evidenziano alterazioni del suo funzionamento, si dice che è presente una malattia.

Il corpo fisico è composto da sette gradazioni di materia fisica, rappresentate come segue:

Le prime tre gradazioni di materia costituiscono il corpo fisico come lo vediamo e conosciamo; esso rappresenta la parte più densa e grezza di tutta l’entità umana.

Le ultime quattro gradazioni di materia, che a mano a mano si allontanano dallo stato gassoso, diventando sempre meno dense, formano il corpo eterico (detto anche doppio eterico), perché è esattamente la controparte del corpo fisico, come il negativo lo è per la fotografia.

Il corpo fisico dipende in tutto e per tutto dal suo corpo eterico, infatti, è il doppio eterico che assorbe energia vitale, per distribuirla, poi, in ogni parte dell’organismo.

Senza il corpo eterico, non potrebbe esistere il corpo fisico con il corpo emozionale, che permette a esso la coscienza dei contatti con il mondo esterno, che avvengono tramite i cinque sensi.

Il doppio eterico permette di trasmettere al cervello fisico e al sistema nervoso la coscienza del corpo emozionale e degli altri corpi superiori.

I sette chakra principali, di cui tratterò più diffusamente alla fine del capitolo, sono centri situati nel corpo eterico.

Il corpo emozionale delle sensazioni, delle emozioni, dei sentimenti e dei desideri favorisce una sensazione di stabilità emozionale e di sicurezza psicologica; mette in grado la persona di sviluppare la sensibilità necessaria per estendere la propria essenza autocosciente agli altri, in atti di condivisione, di fratellanza e di amore.

Il corpo mentale rappresenta l’intelletto e permette alla persona di pensare in maniera chiara e razionale e di ottenere una conoscenza basata sul ragionamento, sull’analisi e sulla logica.

Il corpo causale rappresenta l’essenza della ragione, il mondo degli archetipi, l’intuizione, la sintesi, la visione globale, e permette una conoscenza di tipo intuitivo basata sull’immedesimazione sintetica e globale.

Consente, quindi, di vedere in un solo istante tutti gli aspetti di un dato problema o di un oggetto, e inoltre collega l’intera personalità con la coscienza collettiva del pianeta.

Il corpo buddhico, o cristico, è il corpo che permette di esprimere e sperimentare l’amore privo di ogni attaccamento, di ogni competizione e di ogni gelosia, vale a dire: di vivere in ogni momento l’amore incondizionato, l’amore spirituale ed universale, che abbraccia ed affratella tutti gli esseri viventi, inclusi, ovviamente, anche gli animali, i vegetali e i minerali.

Il corpo atmico è il corpo della volontà spirituale, la volontà divina, e permette di sintonizzarsi con il volere divino, per attuare il piano evolutivo che ci è stato assegnato come scopo e compito in questa vita.

Il corpo monadico contiene l’essenza divina autocosciente, che è come Dio.

Tutti questi corpi sottili, visti sotto un profilo energetico, si possono considerare come dei campi di energia autonomi, in continuo movimento e flusso, che interagiscono tra di loro e che sono governati dall’essenza divina che è insita in ognuno di noi. Essi sono un ponte che collega lo spirito con la materia nei due sensi di scorrimento.

Il Figlio è la forza coesiva che permea e che mantiene unita tutta la manifestazione: è l’amore divino che contiene il Tutto.

Per completare la rappresentazione dell’entità umana nella sua totalità, si deve immaginare il corpo fisico come avvolto da un campo energetico che viene chiamato aura.

Come i corpi sottili, anche l’aura non è, normalmente, visibile ad occhio nudo; solo i chiaroveggenti e alcune persone che si esercitano, praticando quotidianamente particolari tecniche, possono vederla.

Cerchiamo ora di capire che cosa è e come si presenta.

L’aura appare come un alone luminoso e multicolore che si estende dal corpo fisico, creando intorno ad esso una forma ovoidale. La sua estensione può variare da un minimo di un metro a un massimo di otto metri nelle persone di media evoluzione.

Ovviamente, più si è evoluti spiritualmente e più l’aura si estende; quella dei Maestri può arrivare fino a 15/20 km.

L’aura è composta da tutta l’energia emessa dal corpo fisico e da tutti i corpi sottili, e si divide in due parti:

– La prima parte, di colore azzurro-grigio, è composta da quell’insieme di energia elettromagnetica, gestita dal corpo eterico, che rivela la qualità dei processi fisiologici e metabolici del corpo fisico.

Un chiaroveggente, osservandola, capisce se una persona è in buona salute, se sta per ammalarsi e in che parte del corpo, oppure, se è già ammalata, vede dove è localizzato lo squilibrio.

– La seconda parte è composta da diverse fasce, che si compenetrano, ognuna di energia diversa.

Ogni fascia corrisponde, in progressione, a uno degli altri sei corpi sottili, oltre al corpo fisico-eterico.

Un chiaroveggente, esaminando i colori delle diverse fasce energetiche, capisce lo sviluppo dei vari livelli di coscienza, che concorrono a formare l’entità umana nella sua totalità.

A causa del suo aspetto ovoidale, l’aura viene anche definita, esotericamente, uovo aurico, nel quale è contenuto il corpo fisico, esattamente come il pulcino è contenuto nell’uovo.

Ogni forma vivente, organica e inorganica, ha la sua aura.

L’aura non è statica, ma dinamica.

Questa sintetica esemplificazione della composizione dell’entità umana nei suoi due aspetti, materiale e spirituale, si è resa necessaria per comprendere meglio il significato dei sette chakra principali e il loro scopo.

Questa visione dell’uomo è senza dubbio di carattere esoterico, fortunatamente, anche la scienza, oggi, con le sue ricerche si sta orientando verso una visione sempre più olistica nei confronti dell’uomo, della Terra e dell’Universo, scoprendo legami tra di loro ancora più profondi, che confermano la loro inscindibilità.

Pertanto, è auspicabile che, in un prossimo futuro, i ricercatori più attenti riescano ad acquisire nuovi elementi a conferma dell’unità totale dell’uomo con il Creato.

Lo scopo della scienza è quello di ricercare fino in fondo la verità ultima, l’essenza di tutte le cose, anche al di là delle apparenze.

IL SISTEMA DEI CHAKRA

Parlare ora, più diffusamente, del corpo eterico aiuterà a comprendere meglio il significato dei sette chakra principali.

Il corpo eterico è un tessuto composto interamente di linee di forza. È una rete di sottilissimi canali intrecciati, formata dalla materia fisica delle quattro gradazioni meno dense, cioè, dall’eterico all’atomico, che si combinano tra di esse, secondo un determinato programma, per formare un corpo eterico specifico, adatto al tipo di vita che dovrà poi svolgere una determinata persona. Questo perché il corpo eterico è l’archetipo sul quale verrà poi plasmato il corpo fisico.

Il corpo fisico è l’esatta controparte fatta di materia fisica delle tre gradazioni più dense, cioè solida, liquida e gassosa, che tutti conoscono. È la riproduzione esatta e perfetta del corpo eterico fin nei minimi particolari ed ogni particella fisica è compenetrata dall’energia eterica.

Per capire meglio questo concetto si può fare il paragone con una fotografia: per riprodurre una fotografia occorre stampare su carta (la matrice densa) l’immagine che è stata precedentemente impressa sul negativo (il corpo eterico) da colui che ha scattato la foto (l’essenza immortale o spirito).

Quindi, affinché venga costruito il corpo fisico, occorre che l’essenza divina autocosciente abbia elaborato il corpo eterico, secondo un determinato programma, per poi riprodurre il corpo fisico con le stesse caratteristiche, pregi e difetti, e perché possa essere usato, poi, come strumento per svolgere il programma evolutivo stabilito per questa vita dall’essenza divina, che abita e usa quel corpo fisico per fare esperienza nella materia di questo Pianeta.

Il corpo eterico ha tre funzioni fondamentali: quella di ricevere l’energia vitale, quella di assimilarla e infine quella di ridistribuirla. Per poter ricevere l’energia vitale emanata dal Sole si avvale di tre centri eterici situati: uno tra le scapole, un altro appena al di sopra del plesso solare e il terzo centro è la controparte eterica della milza.

Questi tre centri eterici hanno il compito di adattare l’energia ricevuta, per poi ridistribuirla a ogni cellula del corpo fisico e ai sette chakra principali.

Il centro eterico della milza ha la funzione di inviare l’energia ai sette chakra principali, che sono, appunto, i sette centri eterici che regolano il funzionamento del corpo fisico e dai quali dipende il suo equilibrio.

Quando i medici, per poter effettuare un’operazione chirurgica,

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di Cristalloterapia per l'Anima

0
0 valutazioni / 0 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori