Scopri milioni di ebook, audiolibri, riviste e altro ancora

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Assioco

Assioco

Leggi anteprima

Assioco

Lunghezza:
22 pagine
12 minuti
Editore:
Pubblicato:
8 gen 2015
ISBN:
9788898925834
Formato:
Libro

Descrizione

Nel dialogo pseudo-platonico "Assioco", Socrate discute sul tema della morte.
Gli storici della filosofia dubitano che il dialogo possa essere attribuito a Platone. Alcune caratteristiche dell'opera come le considerazioni mistiche che vengono espresse e l'interesse per l'astronomia e i fenomeni celesti hanno fatto attribuire l'opera ad un autore vissuto all'incirca nel I secolo a.C. in età alessandrina. Secondo lo storico della filosofia greca antica il professor D.J. Furley dell'Università di Toronto il dialogo pseudo-platonico "Assioco" può essere ricondotto in parte a Epicuro e a Prodico.

L'autore

Platone (in greco antico Πλάτων, traslitterato in Plátōn; Atene, 428 a.C./427 a.C. – Atene, 348 a.C./347 a.C.) è stato un filosofo greco antico. Assieme al suo maestro Socrate e al suo allievo Aristotele ha posto le basi del pensiero filosofico occidentale

Traduzione a cura di Francesco Acri
Francesco Acri (Catanzaro, 19 marzo 1834 – Bologna, 21 novembre 1913) è stato un filosofo e storico della filosofia italiano.
Editore:
Pubblicato:
8 gen 2015
ISBN:
9788898925834
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore


Correlato a Assioco

Libri correlati

Articoli correlati

Categorie correlate

Anteprima del libro

Assioco - Platone

.

I

Uscito fuor di città mi misi in via verso al Cinosargo, e giunto che io fui allo Ilisso, sentii gridare: - Socrate, Socrate -. Perché io mi volsi intorno, guardando di dove venisse la voce; e vedo Clinia, il figliuolo di Assioco, che correva verso alla Bella Fontana con Damone il musico, e con Carmide, il figliuolo di Glaucone: l'uno maestro suo in musica; l'altro, un amico ch'egli molto avea caro. Io, dalla voglia di esser presto con loro, pensai, lasciando la via diritta, andare loro incontro.

E Clinia, tutto empiendosi di lacrime, disse:

- O Socrate, ora egli è tempo di mostrare quella sapienza della quale tu sempre hai predicato le laudi. Non sai? A mio padre, da alcuna ora in qua, sono subitamente venute meno tutte le forze sue, e già egli è al termine di sua vita, ed è in grande disperazione; comeché egli per lo innanzi ridesse di quelli che avean paura della morte e motteggiasseli dolcemente. Vieni tu, e,

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di Assioco

0
0 valutazioni / 0 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori