Scopri milioni di ebook, audiolibri, riviste e altro ancora

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Sindone, Firenze e i misteri del sacro telo

Sindone, Firenze e i misteri del sacro telo

Leggi anteprima

Sindone, Firenze e i misteri del sacro telo

Lunghezza:
127 pagine
2 ore
Pubblicato:
29 gen 2015
ISBN:
9788899303020
Formato:
Libro

Descrizione

Duemila anni ci separano dall’evento centrale della cristianità, la Resurrezione di Gesù di Nazareth da allora la Sindone si è imposta come la reliquia più preziosa della storia occidentale, testimonianza di un evento unico impresso su un semplice panno di lino. Dopo la trafugazione da Bisanzio e il suo arrivo ad Atene la Sindone scomparve per ben 150 anni, fino a ricomparire ufficialmente nel 1356, in Francia. Gli “anni perduti” della Sindone permettono lo sviluppo di una nuova suggestiva ipotesi: il suo possibile passaggio da Firenze, luogo in cui sarebbe stata segretamente custodita. Antichi affreschi, legami genealogici, intrighi politici e simbolismi esoterici delineano una via di ricerca carica di richiami tangibili e di tracce dissimulate. Un viaggio rigoroso attraverso i secoli, un’analisi minuziosa della storia e dei segreti del Sacro Telo attraverso lo studio delle fonti antiche e delle più recenti scoperte documentali.



Questa pubblicazione rappresenta forse la prima effettiva concretizzazione editoriale di una serie di ipotesi storiche che, ormai da tempo, serpeggiano nel mondo dei ricercatori fiorentini e che hanno a che fare con la possibilità del passaggio della Sacra Sindone da Firenze nel XIV secolo.
Enrico Baccarini ha avuto il coraggio di affrontare un tema complesso, ricco senz’altro di pericoli di fraintendimento, di vuoti ed ambiguità, con un metodo filologico tutt’altro che semplicistico anzi assolutamente minuzioso nel ricostruire genealogie, tragitti e trame simboliche.

Si passa dalla ricerca sui legami tra lle famiglie neotemplari come Brienne e De La Roche all’analisi della situazione fiorentina al tempo del Duca di Atene, ma soprattutto si ripercorre la storia della Sindone e la storia delle ricerche operate su di essa, vagliando le ipotesi di illustri studiosi. Si tratta al contempo di un libro sulla Sindone e di un libro su Firenze, che appassionerà i sindonologi di tutta italia come gli appassionati di “cose fiorentine”.
Pubblicato:
29 gen 2015
ISBN:
9788899303020
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore


Correlato a Sindone, Firenze e i misteri del sacro telo

Libri correlati

Anteprima del libro

Sindone, Firenze e i misteri del sacro telo - Enrico Baccarini

Crediti

ENIGMA Edizioni

via Cino da Pistoia, 2

Firenze (FI)

50133 - Italia

http://www.enigmaedizioni.com

enigmaedizioni@gmail.com

P.I.(VAT Code): 06513450483

Sindone, Firenze e i misteri del Sacro Telo

ISBN - 9788899303020 (ePub e Mobi)

Prossimamente anche nei formati iBooks e PDF

Enrico Baccarini,

e.baccarini@gmail.com

http://www.enricobaccarini.com

© Proprietà letteraria riservata

Prima edizione, Settembre 2010 (Press & Archeos)

Seconda Edizione, Dicembre 2013 (Secreta Edizioni Soc. Coop.)

Terza Edizione, Gennaio 2015 (Enigma Edizioni©)

SINDONE: FIRENZE E I MISTERI DEL SACRO TELO

Enrico Baccarini

ENIGMA Edizioni

Introduzione

Unanimemente considerata la più importante reliquia della cristianità, la Sacra Sindone manifesta ed emana ancora oggi un incredibile potere sacrale tale da richiamare ad ogni Sua ostensione milioni di fedeli da tutto il mondo.

La storia del sacro sudario presenta ancora molti lati oscuri, anfratti inesplorati la cui comprensione sembra tuttora sfuggire alle nostre analisi. Fin dal suo primo manifestarsi nel XIV secolo sono state innumerevoli le voci che, fuori dal coro, hanno cercato di razionalizzarne se non anche ridurne la valenza, attribuendole origini umane come anche una fattura artificiale. Se le analisi al Carbonio 14 compiute sul finire degli anni ’80 sembrano aver posto la parola fine alla secolare diatriba, collocandone la realizzazione in un periodo storico tra il XIII e il XIV secolo, questi stessi risultati sono stati oggi ribaltati e confutati evidenziando come il telo, i pollini presenti e la stessa filatura siano collocabili proprio nel I secolo d.C. Lo stesso processo che ha portato alla formazione dell’immagine sul sudario sfugge ad ogni nostra comprensione lasciando i sindonologi con l’unica certezza che tale meccanismo può essere unicamente imputato ad una fonte radiante sconosciuta la cui azione impresse sulla trama superficiale del tessuto stesso¹ la figura che ancora oggi possiamo vedere.

In questo nostro saggio abbiamo voluto intraprendere direttrici di ricerca differenti dalla speculazione teologica o dall’analisi scientifica cercando di studiare la storia del Sacro Telo attraverso fonti documentali e genealogiche ovvero ripercorrerndo il tragitto ed i ‘passaggi’ che portarono alla sua prima ostensione ufficiale nel 1356. E’ proprio all’interno di questo complesso periodo che si collocano 150 anni in cui la reliquia scompare dalla storia, un lasso di tempo conosciuto come ‘gli anni perduti della Sindone’. Recenti studi, assieme al presente testo, fanno emergere nuovi scenari di analisi, non ultima la possibilità di un Suo fugace passaggio nella città di Firenze. Tesi che certamente si sottopongono al vaglio della critica storica ma che parimenti offrono quadri interpretativi nuovi, plausibili e sussistenti.

Il presente studio vorrebbe essere anche uno stimolo alla ricerca e ai ricercatori del Sacro Lino. Con questo spirito abbiamo deciso di dare sostanza ai contenuti piuttosto che alle pagine. Nasce così un testo volutamente non ingombrante dal punto di vista librario ma intenzionalmente sul piano contenutistico, un saggio teso a recuperare tracce tangibili che ci permettano di comprendere meglio la storia e le vicissitudini di questa reliquia.

Ripercorrendo la millenaria storia della Sindone ci siamo spinti oltre l’accademismo ufficiale lavorando anche su una possibilità che potrebbe definirsi ‘eretica’ ma che costituisce uno di quei tanti tasselli che sembrano manifestarsi durante uno studio, spesso diverso e non correlato, e balenare agli occhi del ricercatore quasi a volerne richiamare l’attenzione.

Percorrendo le strade della storia abbiamo voluto analizzare e raccogliere i frammenti storici legati alla Sacra Sindone, verificarne le possibilità e l’attendibilità come anche proporre nuovi indirizzi interpretativi sovente tralasciati o trascurati. Riemergono così uomini e Ordini cavallereschi sul cui nome si è spesso abusato ma che la verità storica strappa dalle maglie della folle commercializzazione attuale ricollocandoli all’interno di un terreno realistico e concreto. Troppo spesso si è assistito infatti ad una ricerca priva di basi oggettive, carente di documentazioni storiche o raffronti tangibili. Una modalità di ‘fare storia’ che, soprattutto negli ultimi anni, ha condotto a false attribuzioni o ad impossibili scoperte.

Molti elementi hanno concorso, durante la stesura del volume, a tracciare un quadro quantomeno complesso celato dietro insospettabili documenti o ignoti affreschi. Una fenditura sottile ci ha permesso di indagare oltre il dato apparente, l’elemento noto, attingendo a nuove fonti e cercando, attraverso nuove modalità, come la genealogia e i collegamenti dinastici, di comprendere come la reliquia più importante della cristianità possa essersi preservata fino ai nostri giorni. Abbiamo cercato di riferirci ai dati oggettivi integrandoli con le più recenti scoperte del settore ovvero presentando al lettore una tesi tanto suggestiva quanto plausibile, il passaggio della Sindone da Firenze. Quanto proposto vuole essere un primo tassello di una analisi certamente più ampia ed in cui ulteriori elementi stanno già emergendo dalle nebbie del tempo.

Le domande e le ipotesi sono innumerevoli, le risposte certe molte meno. Più si scava nei Segreti della Sindone, nel profondo di queste vicende, più sembra levarsi una polvere sottile, offuscante, in cui un piccolo barlume di luce sembra indicare la strada da seguire, un via che sembra condurci a duemila anni fa e ad una nuova comprensione del nostro passato.

Enrico Baccarini

8 Settembre 2010

Premessa

Ho accettato la proposta, venuta dallo stesso autore, d’introdurre questa nuova edizione di Sindone, Firenze e i misteri del Sacro Telo non senza qualche riserva. Se ho superato tali esitazioni è per l’amicizia che mi lega all’autore e per il rispetto nei confronti del suo «coraggio».

Fui io, in quanto produttore editoriale della prima edizione del libro (che ora passa a ENIGMA Edizioni), a credere nell’iniziativa e investire il mio tempo e i miei soldi nella sua pubblicazione. È evidente quindi che, per lo meno da un punto di vista commerciale, il sottoscritto abbia approvato e incoraggiato la ricerca e vi abbia a suo modo partecipato. Questo oggi renderebbe superflua una mia interpretazione positiva dell’operato dell’autore, o tanto meno una celebrazione dello stesso, la quale sembrerebbe esser svolta, per così dire, allo specchio.

D’altro canto se vi fosse stata da parte mia l’evoluzione di un pensiero, e un repentino cambio di parere sulle possibilità evocate da Enrico, non credo che riterrei opportuna, vista la natura ambigua del soggetto trattato, una qualche forma di pubblico ritrattare. Non ha senso rinnegare il mistero, al limite lo si può ignorare. Volendo invece riconoscergli un ruolo nell’economia dell’attualità, penso ancora che il libro di Enrico resti uno dei più curiosi e rappresentativi pubblicati a Firenze negli ultimi anni.

Tuttavia, accettando quindi la proposta di introdurre ciò che ritengo in qualche modo valido, non posso e non voglio offrire un contributo sul piano della scienza storica, perché non ho mai approfondito l’argomento quanto dovrebbe fare un vero ricercatore. Piuttosto, ho sempre preferito fermarmi al gusto quasi «sensoriale» dell’accostamento tra Sindone e Firenze, alla semplice fantasiosa possibilità che il Telo sia passato da questa città. Posso insomma passare dallo stato d’essere dell’editore, talvolta cinico e un po’ ironico,

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di Sindone, Firenze e i misteri del sacro telo

0
0 valutazioni / 0 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori