Trova il tuo prossimo book preferito

Abbonati oggi e leggi gratis per 30 giorniInizia la tua prova gratuita di 30 giorni

Informazioni sul libro

L'imputabilità del minorenne

L'imputabilità del minorenne

Azioni libro

Inizia a leggere
Lunghezza: 47 pagine24 minuti

Descrizione

Dall'autrice di dequo.it - il tuo avvocato online, un lavoro orientato verso un'analisi del tema dell'imputabilità minorile per raggiungere principalmente l'obiettivo di capire cosa la legge intenda quando richiede la capacità di intendere e di volere perché un minorenne possa ritenersi imputabile. Il nostro legislatore ha indicato, infatti, come fondamento dell’imputabilità sia del soggetto maggiore d'età che del minore la capacità di intendere e di volere, ma non ha precisato quando essa deve ritenersi sussistente, non ha cioè indicato i criteri in base ai quali verificarne la sussistenza. È compito arduo dell’interprete individuarli con l’ausilio delle conoscenze acquisite dalle scienze criminalistiche, mediche e psicologiche al tempo del giudizio. Problema che risulta ancora più complesso in relazione ai minorenni in virtù della peculiarità della condizione minorile: la considerazione che l’imputato è un soggetto che non ha ancora raggiunto una completa maturità psico-fisica rende ancor più problematico l'accertamento della capacità di intendere e di volere, e anzi pone come primaria, accanto all'accertamento della verità dei fatti, l’esigenza di differenziazione del trattamento penale dal punto di vista processuale.
Leggi altro
L'imputabilità del minorenne

Azioni libro

Inizia a leggere

Informazioni sul libro

L'imputabilità del minorenne

Lunghezza: 47 pagine24 minuti

Descrizione

Dall'autrice di dequo.it - il tuo avvocato online, un lavoro orientato verso un'analisi del tema dell'imputabilità minorile per raggiungere principalmente l'obiettivo di capire cosa la legge intenda quando richiede la capacità di intendere e di volere perché un minorenne possa ritenersi imputabile. Il nostro legislatore ha indicato, infatti, come fondamento dell’imputabilità sia del soggetto maggiore d'età che del minore la capacità di intendere e di volere, ma non ha precisato quando essa deve ritenersi sussistente, non ha cioè indicato i criteri in base ai quali verificarne la sussistenza. È compito arduo dell’interprete individuarli con l’ausilio delle conoscenze acquisite dalle scienze criminalistiche, mediche e psicologiche al tempo del giudizio. Problema che risulta ancora più complesso in relazione ai minorenni in virtù della peculiarità della condizione minorile: la considerazione che l’imputato è un soggetto che non ha ancora raggiunto una completa maturità psico-fisica rende ancor più problematico l'accertamento della capacità di intendere e di volere, e anzi pone come primaria, accanto all'accertamento della verità dei fatti, l’esigenza di differenziazione del trattamento penale dal punto di vista processuale.
Leggi altro