Trova il tuo prossimo book preferito

Abbonati oggi e leggi gratis per 30 giorniInizia la tua prova gratuita di 30 giorni

Informazioni sul libro

L'Astore gentile

L'Astore gentile

Azioni libro

Inizia a leggere
Lunghezza: 166 pagine1 ora

Descrizione

Un diario di gioventù, la ricerca di sè stesso attraverso la gratuità dell'amore, i migliori anni della giovinezza sacrificati per aiutare un amore non corrisposto. La felicità scoperta dietro le sofferenze del cuore. La Speranza eterna cresciuta giorno per giorno fra di una vita forse mai vissuta appieno: questo è l'Astore gentile, da un'antica leggenda alla quaotidiana realtà.
Marco Felis è un giovane studente universitario, introverso, calmo, appassionato di fotografia e cultura islamica.
Nell'anno lunare 1412 –il nostro 1991: così egli d'ora in poi computerà il tempo - vive nella sua città natale amare delusioni di lavoro, di amicizie e d'amore.
I seguenti tre mesi d'estate - e siamo già nell'anno 1413 - lì trascorre in campagna, a C***.
Le colline, le vigne, gli orti sono per Marco un rifugio, un luogo sicuro per ricercare una libertà personale ancora incerta.
Principia qui, dunque, a scrivere un diario: sono le riflessioni di un uomo come un altro, solo, deluso e stanco del mondo in cui sta vivendo.
Vuole isolarsi dalla realtà, dai problemi della vita quotidiana, vivere un pochino nel mondo che si è creato con i suoi sogni, le sue immaginazioni...
Forse un po' come noi...

Leggi altro
L'Astore gentile

Azioni libro

Inizia a leggere

Informazioni sul libro

L'Astore gentile

Lunghezza: 166 pagine1 ora

Descrizione

Un diario di gioventù, la ricerca di sè stesso attraverso la gratuità dell'amore, i migliori anni della giovinezza sacrificati per aiutare un amore non corrisposto. La felicità scoperta dietro le sofferenze del cuore. La Speranza eterna cresciuta giorno per giorno fra di una vita forse mai vissuta appieno: questo è l'Astore gentile, da un'antica leggenda alla quaotidiana realtà.
Marco Felis è un giovane studente universitario, introverso, calmo, appassionato di fotografia e cultura islamica.
Nell'anno lunare 1412 –il nostro 1991: così egli d'ora in poi computerà il tempo - vive nella sua città natale amare delusioni di lavoro, di amicizie e d'amore.
I seguenti tre mesi d'estate - e siamo già nell'anno 1413 - lì trascorre in campagna, a C***.
Le colline, le vigne, gli orti sono per Marco un rifugio, un luogo sicuro per ricercare una libertà personale ancora incerta.
Principia qui, dunque, a scrivere un diario: sono le riflessioni di un uomo come un altro, solo, deluso e stanco del mondo in cui sta vivendo.
Vuole isolarsi dalla realtà, dai problemi della vita quotidiana, vivere un pochino nel mondo che si è creato con i suoi sogni, le sue immaginazioni...
Forse un po' come noi...

Leggi altro