Inizia a leggere

Allevata per l’erede dello Sceicco

Valutazioni:
34 pagine30 minuti

Sintesi

‘ALLEVATA PER L’EREDE DELLO SCEICCO’ è il più recente lavoro dell’autore di bestseller internazionali Alex Anders ed è stato scritto per coloro che amano i racconti brevi in cui innocenti vergini vengono travolte da forti maschi alfa che esigono sottomissione e a cui piace il BDSM.

Emma Cole era avventurosa in tutto, tranne il sesso. Ma quando arriva a Dubai e incontra il bellissimo straniero, dai capelli ondulati e gli occhi come un turbinio di cioccolato al latte, il suo caldo corpo urlò per lui. Caduta prigioniera del suo forte dominio sessuale, lui esige la sua completa sottomissione. E a migliaia di chilometri da casa, Emma deve decidere di sottomettersi o di rischiare di essere punita dal maschio alfa che lentamente la consumerà.
8,000 parole.

*Si prega di notare che questa storia contiene situazioni erotiche e sessuali scritte con gusto solo per lettori maturi.

vergine, bdsm, romanzo erotico, capture fantasy, maschio alpha, breeding, dominazione maschile, sottomissione femminile, sceicco, principe, Dubai

Estratto:
Appena Emma tirò per aprire la porta, con sua spossante sorpresa, trovò un uomo in piedi di fronte a lei con le braccia incrociate. Era lui. Era venuto a cercarla. Ed ora confrontandosi con lui realmente, la paura la investì come un’onda calda. Emma barcollò indietro nel bagno.

L’uomo dagli occhi d’acciaio si avvicinò minaccioso come se inseguisse una preda. Emma arretrò come un coniglio spaventato. Il suo cuore batteva rapacemente e il suo corpo fremeva dall’eccitazione. Bloccata contro il muro inclinò la testa per guardare in volto l’uomo. Le ginocchia le tremavano, minacciando di cedere, e non appena la grande mano di lui avvolse la sua vita sottile, tremò come una bambola di pezza nella forte stretta di lui.

L’uomo tirò il corpo di Emma contro il suo. Incantata dal suo volto, lei si controllò il corpo per capire cosa stava succedendo. Schiacciato contro il suo stomaco trovò quello che doveva essere il suo cazzo indurito. Era più grande di quanto avesse mai immaginato un cazzo potesse essere. Al solo pensiero, il respiro le si bloccò e il sangue le fece arrossire il viso. Si sentì stordita anche se desiderosa di esplorare di più la sua magnificenza.

Stordita, Emma si allungava verso la bocca di lui. Voleva essere consumata da lui e l’unica cosa a cui la sua mente innocente riusciva a pensare era il suo bacio. Ogni cosa dentro di lei pretendeva di baciare lo sconosciuto e , facendo scivolare il suo corpo su quello di lui, chiuse gli occhi sperando che si sarebbe inchinato verso di lei.

“No,” disse l’uomo con una voce che suonò leggermente familiare a quella del suo sogno.

Emma aprì gli occhi scioccata dalla risposta di lui. Ricercando il suo viso per una risposta, inspirò profondamente quando la mano libera di lui le sollevò improvvisamente la gonna e le strinse la figa. Impreparata, quella sensazione devastò il suo corpo esplodendo nella sua mente. Non era mai stata toccata lì prima. La sensazione era travolgente.

Leggi sull'app mobile di Scribd

Scarica l'app mobile gratuita di Scribd per leggere sempre e ovunque.