Melaverde

Verdi spinaci

ra gli ortaggi a foglia più coltivati al mondo, gli spinaci sono una verdura caratterizzata da foglie grandi e spesse, di color verde scuro, nota per il grande contenuto di sali minerali, vitamina C, A e acido folico. Coltivati da secoli in Europa, dove vennero introdotti dagli Arabi, oggi, che si differenziano per le foglie (grandi, piccole, sottili, spesse, lisce, bollose) e per il periodo di coltivazione (primaverile o invernale). La semina avviene infatti in primavera o verso la fine dell’estate su un terreno soffice e leggero, ben drenato, in posizioni semiombreggiate, per evitare la fioritura e la conseguente perdita del raccolto. Alti circa 30 centimetri con foglie lunghe dai 20 ai 40 centimetri, gli spinaci non temono il freddo, ma le gelate durante i mesi più rigidi. La raccolta avviene quando tutto il cespo ha sviluppato foglie carnose e grandi, tagliandolo a livello del colletto: dalle sei alle otto settimane dopo la semina primaverile, mentre in autunno-inverno bisognerà aspettare invece circa 12 settimane. Gli esemplari nati dalla fine dell’estate in avanti, però, danno generalmente più di un raccolto, visto che riescono a ricrescere dalla base. Durante i mesi caldi, invece, le piantine si esauriscono velocemente e raramente è possibile realizzare più di un raccolto. Leggendariamente legati al muscoloso Braccio di Ferro, sono noti per il loro alto contenuto di ferro, ma anche di sali minerali, vitamine e fibre. Gli spinaci sono inoltre una ricca fonte di vitamina A, vitamina C, vitamina B, ed è quindi consigliabile consumarli crudi, in insalata, o previa breve cottura. Per conservarli congelandoli, bisognerà sbollentarli leggermente in acqua, e poi fermare la cottura con del ghiaccio. Come molte altre verdure a foglia, con la cottura perdono volume e quello che sembrava un ottimo raccolto si riduce decisamente; dall’altra parte, però, gli spinaci hanno il vantaggio di non avere praticamente scarto: si consuma tutta la parte aerea della pianta. Semplici da coltivare, sia in semenzaio che sul balcone, gli spinaci traggono beneficio dalla prossimità con altre verdure: cicorie, radicchio, lattuga, cavoli. Attenzione però a non far seguire o precedere altre piante chenopodiacee (erbette, coste, barbabietole), o di piantare spinaci su terreni appena coltivati a leguminose, per evitare eccessi di azoto.

Stai leggendo un'anteprima, registrati per continuare a leggere.

Altro da Melaverde

Melaverde2 min lettiDiet & Nutrition
La Radice Dal Gusto Unico
→ A differenza delle patate, il topinambur non contiene amido, ma inulina, una molecola nutritiva dalle eccellenti proprietà. → Recenti studi hanno dimostrato che il consumo di topinambur favorisce la produzione di latte nelle donne in gravidanza. →
Melaverde3 min letti
Taccuino Di Viaggio
Al Bue Grasso Con una mostra fotografica permanente sull’animale simbolo del luogo, il ristorante “Al Bue Grasso” di Carrù dal 2003 rinnova l’antica osteria di nonna Rina che dal 1950 propone piatti della tradizione, tra cui non può mancare la specia
Melaverde6 min lettiDiet & Nutrition
Risparmiare Energia In Cucina
Con il cambiamento climatico che sempre di più sta diventando attualità (e non solo teoria) e la crisi energetica generata repentinamente dalla guerra tra Russia e Ucraina, il conto è stato presentato ai consumatori sotto forma di bollette salate e h