Ville & Casali

PARETI SCORREVOLI INDOOR

el contesto dell’abitare contemporaneo, la porta contribuisce all’unicità di un ambiente e rappresenta, sempre di più, un plus progettuale, non – che vengono utilizzate per esempio nella zona living per dare nuova vitalità alla zona cucina; creare angoli studio o semplicemente per dividere gli ambienti e far passare maggiormente la luce”. La parete vetrata non è, tuttavia, la miglior soluzione se si ricercano anche prestazioni acustiche. In tal caso è necessario preferire materiali che abbiano un coefficiente di trasmittanza termica maggiore, come, per esempio, l’abbinamento di metallo e vetro o legno e vetro. L’architetto Capello aggiunge: “Utilizziamo le pareti scorrevoli indoor anche per chiudere le cabine armadio, preferiamo i vetri righettati per quell’aspetto “vedo non vedo” che maschera alla perfezione e crea nuovi ambienti glamour”. Utilizzate a seconda delle esigenze: c’è chi preferisce che le porte scompaiano una volta aperte, chi invece interpreta le vetrate come un muro. Importante ricercare la soluzione che si adatti meglio al contesto architettonico, soddisfacendo le esigenze dei clienti e, perché no, dei progettisti.

Stai leggendo un'anteprima, registrati per continuare a leggere.

Interessi correlati