Fortune Italia

Benvenuti nella Contradiction economy

Che cosa è andato storto nel mondo degli affari la notte di Capodanno? A quanto pare qualche onnipotente burocrate responsabile delle condizioni commerciali mondiali si è svegliato la mattina dopo con una sbornia epica. Il primo giorno di ritorno al lavoro, il 3 gennaio 2022, l’S&P 500 ha chiuso ai massimi storici. Ma da allora ha percorso una strada frastagliata verso il basso. Quattro giorni dopo, i tassi di interesse sono balzati al loro livello più alto da prima della pandemia. Tre giorni dopo, il Bureau of Labor Statistics ha riferito che l’inflazione era scesa del 7% per la prima volta dal 1982.

A metà mese, la variante Omicron di Covid aveva spinto i casi medi ha utilizzato l’attuale metodologia della Fortune 500. Nel complesso, questo gruppo di aziende è in forma e pronto ad affrontare difficili sfide aziendali che sembrano destinate a peggiorare. È una notizia incoraggiante in mezzo alle macerie economiche, ma c’è di più. Un lato positivo spesso trascurato del tumulto è che offre opportunità significative, e non solo nel senso del cliché secondo cui ogni problema è un’opportunità. I tempi turbolenti sono quelli in cui l’ordine competitivo tra le aziende cambia di più. Ha senso. Quando i tempi sono tranquilli e quasi tutti stanno andando bene, è difficile per i ritardatari superare i leader, e difficile per i leader ampliare significativamente i loro vantaggi. Ma le brutte condizioni fanno emergere differenze di prestazioni che non erano evidenti quando splendeva il sole. Questa non è solo teoria. Delle ricerche McKinsey hanno dimostrato che i tempi più difficili sono quelli durante i quali i leader del settore e i ritardatari hanno maggiori probabilità di scambiarsi i posti. Il mix di fattori economici di oggi è l’ideale per produrre grandi vincitori e grandi perdenti, essendo così contraddittorio e sconcertante. Gli enigmi riflettono in parte un’improvvisa dissonanza tra il recente passato e il presente, nettamente diverso. Coinbase è entrato nelle 500 per la prima volta quest’anno in base alle sue prestazioni da favola del 2021, con il boom del trading di criptovalute. Ma le sue azioni sono recentemente crollate in modo ancora più drammatico del Bitcoin; a fine maggio, Coinbase aveva perso il 73% del suo valore nel 2022. Durante la stagione della prima trimestrale, il 77% delle società S&P 500 ha annunciato profitti migliori del previsto, ma l’indice S&P 500 è sceso costantemente. Più sconcertanti sono le contraddizioni nel qui e ora. L’economia ha rallentato nel primo trimestre, ma il tasso di disoccupazione Usa è vicino al suo livello ultra-basso raggiunto nel pre-pandemia, al 3,5%. Questo non dovrebbe accadere. Le aziende che in precedenza hanno condotto simulazioni sulla ‘stagflazione’ non sanno cosa fare. La stagflazione è una combinazione di crescita lenta, alta inflazione e disoccupazione che è persistentemente alta, non persistentemente bassa. Un altro esempio: quando le azioni scendono, le obbligazioni e l’oro di solito salgono, ma non questa volta. Tutto sta andando giù. Come ci si protegge da questo? La fiducia dei consumatori è scesa a un minimo di 11 anni, afferma l’Università del Michigan, ma la spesa al dettaglio è aumentata ad aprile. O quell’aumento era solo inflazione? Con i manager sconcertati da segnali contrastanti, potremmo entrare in uno scossone memorabile. In questo ambiente unico, le aziende vincenti probabilmente si distingueranno in tre modi: investiranno nel loro core, tagliando i costi altrove. Le aziende che semplicemente tagliano i costi più velocemente e più profondamente hanno meno probabilità di uscire dai rallentamenti del mercato prima dei loro colleghi, afferma la ricerca di Nitin Nohria e Ranjay Gulati della Harvard Business School. I vincitori, al contrario, tagliano i costi nelle operazioni, ma investono più dei loro concorrenti in ricerca, marketing e acquisizioni strategiche, in linea con ciò che è centrale per la loro attività. Gestiranno denaro e prezzi più abilmente dei loro rivali. In caso di inflazione elevata, i prezzi diventano estremamente difficili e estremamente importanti. Oggi “la tua azienda ha bisogno di una task force a tempo pieno sui prezzi” incaricata di monitorare continuamente i prezzi dei concorrenti, i prezzi di input e la psicologia dei consumatori, afferma il consulente e autore di bestseller Ram Charan. Una gestione disciplinata della liquidità può significare la vita o la morte quando tutte le aziende stanno cercando di pagare lentamente e raccogliere denaro velocemente. Niente di tutto questo è divertente, ma è fondamentale. I leader definiranno la nuova realtà e daranno speranza. In tempi instabili, i lavoratori sono alla disperata ricerca di informazioni sulle prospettive della loro azienda. I migliori leader le forniscono. Quindi inseriscono quella realtà in un contesto più ampio, spiegando che le sfide senza precedenti sono normali, e che l’organizzazione può imparare cose nuove, quindi ci saranno giorni più luminosi. Ricerche dell’esercito americano mostrano che le persone che ricevono quel messaggio si comportano molto meglio di quelle che non lo fanno. Sarebbe sciocco prevedere che il 2022 sarà gratificante per le Fortune 500 come lo è stato il 2021, ma probabilmente sarà più istruttivo. Ci sono forti probabilità che vedremo nuovi attori, e crolli spettacolari. Ancora più importante, impareremo a identificare chi è stato bravo, chi è stato fortunato, chi si è chiuso su se stesso e chi è stato abbastanza coraggioso da cogliere le opportunità che gli altri hanno perso.

Stai leggendo un'anteprima, registrati per continuare a leggere.

Altro da Fortune Italia

Fortune Italia4 min letti
La Stagione Della Ripresa
AL TERMINE del meeting di Riccione, ovvero le consuete Giornate professionali (Ciné) nelle quali l’industria theatrical si incontra d’estate per illustrare agli addetti ai lavori il cinema che verrà, sono emerse più certezze che dubbi. Nonostante l’a
Fortune Italia2 min lettiCorporate Finance
Una Narrazione Che Passa Dalle Imprese
SIMEST EMERGE nel suo ruolo di supporto alle realtà imprenditoriali italiane nel difficile periodo post pandemico e sempre pronta a schierarsi al fianco delle Pmi per sostenerle nella conquista di nuove quote di mercato. In primo piano la riapertura
Fortune Italia1 min letti
Una Mission Incentrata Sul Paziente
TAKEDA METTE AL CENTRO della propria mission il paziente e fonda la sua strategia aziendale su due asset principali: l’alleanza con le associazioni sui territori a sostegno delle campagne di informazione e prevenzione; la ricerca costante di soluzion