Nautica

MOTORI MARINI

Il mercato dei fuoribordo è in continua ascesa e i concessionari hanno un solo problema: la mancanza di motori dovuta alla pandemia con la relativa diminuzione di produzione e dunque l’impossibilità di soddisfare la domanda, che negli ultimi mesi è stata molto alta. I principali marchi (Mercury, Yamaha, Honda, Suzuki) hanno comunque messo in mostra la loro produzione di motori di ultima generazione, tutti alla ricerca di soluzioni per ridurre i consumi e le emissioni nocive. Quindi diventa fondamentale il rispetto dell’ambiente, oltre che il risparmio in termini di costo carburante. C’è anche la tendenza a creare propulsori ancora più potenti, in grado di motorizzare le imbarcazioni più grandi, fino ad ora progettate per soli motori entrobordo. Nel mondo degli entrobordo ci sono poche novità e riguardano tutte il mondo dell’elettrico.

ha presentato al salone un nuovissimo motore elettrico, chiamato . È un fuoribordo che, alimentato con un voltaggio di 48 Volt, sviluppa una potenza massima di 3,7 kW, equivalente a 9,9 HP nei motori a combustione. Harmo si presenta come design e tecnologia applicata in un modo molto diverso,

Stai leggendo un'anteprima, registrati per continuare a leggere.

Altro da Nautica

Nautica1 min letti
I Partner Del Nostro Test
La Guardia Costiera ha concesso l’autorizzazione all’esecuzione del test, ha diramato gli avvisi ai naviganti per segnalare la presenza della zattera e ha monitorato costantemente tutte le operazioni nel corso delle 30 ore di permanenza in mare. www.
Nautica3 min letti
Greenline Yachts 58 Fly
Una nuova era comincia all’interno di Greenline Yachts, che nell’autunno del 2022 lancerà il nuovo Greenline 58 Fly, modello con il quale va a colmare il gap attualmente presente tra il popolare 48 Fly e l’ammiraglia 68 Ocean Class. Comincia una nuov
Nautica11 min letti
Aggiungi Un Pesce A Tavola
Se la gola non fosse quella subdola tentazione di fronte alla quale è così dolce cedere, forse alla luce delle minacce che riceviamo ogni giorno dai media faremmo bene a vivere d’aria. Tralasciando gli allarmi obesità, ma soprattutto tralasciando il