Lonely Planet Magazine Italia

Gnaoua, musica e trance

, città marocchina sull’Atlantico a tre ore da Agadir, deve la propria notorietà alla lila – dall’arabo layla (notte) – un rituale nel corso del quale vengono invocate sette famiglie di spiriti (mhalate), ognuna contraddistinta da un diverso colore delle “divise” dei musicisti che offrono la colonna sonora al rito. Il sacrificio di un vitello o di un montone apre la cerimonia, si accendono bacchette di incenso e al culmine molti vanno in trance. Tutta la notte è scandita dalla gnaoua, consolidato vessillo sonoro di quest’area e attrazione irresistibile per gli adepti – eredi della comunità di ex schiavi che l’ha codificata

Stai leggendo un'anteprima, registrati per continuare a leggere.

Interessi correlati

Altro da Lonely Planet Magazine Italia

Lonely Planet Magazine Italia2 min letti
El Salvador, Surf E Poi Tanto Altro
Ho visitato El Salvador una dozzina di volte a partire dal 2006. Nel mio prossimo viaggio porterò con me mio figlio, che ha nove anni, per visitare la Isla de los Pájaros e i leggendari parchi acquatici per i quali questo paese meriterebbe di essere
Lonely Planet Magazine Italia9 min letti
Quei Trasporti Eccezionali
@beatricetomasinitravel @lucianasquadrilli SI DICE CHE IN UN VIAGGIO non sia importante la meta ma il percorso. E aggiungeremmo specialmente se quest’ultimo si intraprende a bordo di mezzi fuori dal comune, tanto particolari da diventare attrazion
Lonely Planet Magazine Italia3 min letti
Appunti Di Viaggio
@beatricetomasinitravel Il rapporto tra la “Suberba” e uno dei massimi esponenti della pittura fiamminga barocca sarà al centro della mostra Rubens a Genova, fino al 22 gennaio a Palazzo Ducale: cento opere provenienti da musei e collezioni internaz