Food&Wine Italia

A bordo della “Cafittera”

imprenditore inglese innamoratosi di Taormina – dove, affacciato sulla baia di Mazzarò, fece costruire un’incantevole dimora che sarebbe poi diventata il lussuoso hotel Belmond Villa Sant’Andrea – presentò il progetto della ferrovia Circumetnea al Ministero dei Lavori Pubblici; il primo tratto da Catania Borgo ad Adrano fu inaugurato il 2 febbraio 1895, per raggiungere gli 833 metri), sono previsti viaggi speciali sui convogli storici. Tra il 30 settembre e il 3 ottobre 2021, gli ospiti dell’hotel Villa Sant’Andrea potranno vivere un’esperienza esclusiva grazie all’iniziativa del Curiosity Circle – che propone fine settimana all’insegna della conoscenza – ideato da Belmond: in quest’occasione il tragitto da Piedimonte a Randazzo sarà percorso a bordo di una storica littorina rossa, per una giornata dedicata alla scoperta dei vini e della gastronomia dell’Etna. Prima tappa a Rovittello, per visitare le vigne e la cantina della Tenuta di Fessina dove Silvia Maestrelli realizza grandi vini come l’Etna Bianco Doc A’ Puddara (Carricante 100%), e l’Erse Rosso, Nerello Mascalese Etna Rosso Doc prodotto anche nella versione “cru” Moscamento 1911, con le uve che crescono nella vigna impiantata nel 1932 sulla sciara creata dall’eruzione dei primi del Novecento. Poi a Randazzo, in contrada San Lorenzo, dove le sorelle Maria Pia e Cristina Madaudo hanno restaurato la storica tenuta – stazione del treno inclusa – che accolse il Re d’Italia Vittorio Emanuele, il quale l’aveva donata al suo aiutante di campo, il Cavaliere Giovanni Vagliasindi del Castello; oggi l’azienda produce vini – tra cui l’interessante Spumante Brut da uve nerello mascalese in versione bianca e rosé – e ospita eventi e cerimonie, con tanto di cappella privata. Per la visita del Curiosity Circle saranno Le Mamme del Borgo (associazione di cuoche “casalinghe” di Motta Camastra che tramandano le tradizioni gastronomiche locali) a preparare arancinetti al finocchietto selvatico e altre delizie mentre la granita sarà realizzata sul momento dalla gelatiera Giovanna Musumeci con il metodo tradizionale della “nivarata”. Ad accompagnare gli ospiti, raccontando la storia e i paesaggi del territorio etneo sarà Tom Harrow, uno dei maggiori esperti enologi internazionali, che il giorno seguente terrà in hotel una masterclass sui vini dell’Etna seguita da una cena a cura dello Chef Agostino D’Angelo.

Stai leggendo un'anteprima, registrati per continuare a leggere.

Altro da Food&Wine Italia

Food&Wine Italia3 min lettiRegional & Ethnic
Cinquanta volte Roscioli
Il pane in cassetta utilizzato nel nostro “special” è stato creato nel forno di via dei Chiavari, lo stesso che da 50 anni serve la pizza rossa più celebre (e più buona) di Roma e altri capolavori dell’arte bianca. Era infatti il 26 febbraio 1972 qua
Food&Wine Italia4 min letti
Bordeaux
L’APPASSIONATO DI VINI GIOVANE – dove per giovane intendo la definizione italica moderna, ovvero chiunque abbia meno di quarant’anni – parla con entusiasmo di molte aree vinicole: dalla Borgogna, ovviamente, alle Langhe, dalla Loira al comprensorio e
Food&Wine Italia6 min letti
A Città Del Messico Vanno Pazzi Per I Frutti Di Mare Una Rinnovata Proposta Gastronomica Si Ispira Alla Costa E Alle Spiagge Del Paese.
PER EVITARE CHE SUO PADRE scoprisse che era stato espulso dalla scuola media, tutte le mattine Irak Roaro indossava diligentemente l’uniforme scolastica per poi trascorrere le sue giornate al malecón (lungomare) di Mazatlán in compagnia dei pescatori