Fortune Italia

Il vero costo del trading senza commissioni

di Washington della Securities and Exchange Commission, con due meravigliati funzionari Sec come pubblico, Doug Atkin e il professionista del ‘Ponzi scheme’ Bernie Madoff stanno facendo a gara a chi strilla di più. Siamo nel 1991, e quel giorno Madoff si trova lì per difendere una sua nuova invenzione. Si chiama ‘payment for order flow’, conosciuta a Wall Street come Pfof. Atkin, Ceo della piattaforma elettronica di trading Instinet, crede che il Pfof rappresenti un sistema in aperto conflitto con la sua mission, cioè spuntare i prezzi migliori possibili sulle azioni comprate dai suoi clienti. “Il Payment for order flow non è giusto! Dovrebbe essere messo fuori legge!”, strilla Atkin. Madoff replica che il Pfof permette di iniettare nuova liquidità nei mercati. “Dovrei poter essere libero di fare quello che voglio con il mio business!”, risponde urlando. Trent’anni dopo, il Pfof è tornato sotto i riflettori. Semplificando, è il Pfof che permette a Robinhood, TD Ameritrade, E*Trade, Charles Schwab, e alla maggior parte degli altri broker online di offrire commissioni zero agli investitori retail. Invece di essere

Stai leggendo un'anteprima, registrati per continuare a leggere.

Altro da Fortune Italia

Fortune Italia25 min lettiAmerican Government
Bugie Il Voto E Di Cause Dominion Miliardarie : Tra Grandi
IL 9 DICEMBRE NICOLE NOLLETTE, dirigente di Dominion-Voting Systems, stava tornando a casa da un appuntamento medico quando ha notato di aver perso una chiamata di uno dei suoi clienti. Si trattava di un funzionario elettorale, la cui giurisdizione u
Fortune Italia2 min letti
Il Tempo È Ora
Da più di un anno ragioniamo in termini di urgenza, di emergenza. Provvedimenti da prendere subito, con il tempo diventato una variabile decisiva. Quando si è fatto presto, e bene, si sono risolti alcuni problemi. Quando si è fatto tardi, e male, si
Fortune Italia2 min letti
La Sfida Del Bus A Lunga Percorrenza
NEL 2006, NOVELLI DAVIDE CONTRO GOLIA, sfidarono il monopolista Trenitalia sull’Alta velocità ferroviaria con il treno Italo e la concorrenza sui binari che ne è scaturita è andata a tutto vantaggio dei viaggiatori. Quindici anni più tardi, quasi la