Freedom - Oltre il confine

LA DONNA CHE SALVÒ PORTOFINO

I racconti degli abitanti dell’epoca parlano della baronessa Jeannie Watt come di una donna elegante, austera e solitaria, che ama prendersi cura degli animali e sempre pronta ad aiutare tutti, senza tirarsi indietro.

Portofino è certamente uno dei luoghi più suggestivi al mondo per le bellezze della natura e per il suo borgo di pescatori, con le sue caratteristiche case color pastello affacciate su una piccola baia. Ma quella che oggi è una meta turistica ambita a livello internazionale, approdo per gli yacht extra-lusso, rischiava di essere cancellata per sempre per un ordine militare.

E se Portofino è ancora in piedi lo si deve a una donna scozzese, Jeannie Watt, che secondo alcune ricostruzioni storiche la avrebbe salvata pronunciando la frase giusta al momento giusto.

DALLA SCOZIA ALLA LIGURIA

Jeannie Mackay Watt nasce a Glasgow nel 1866 da una famiglia dell’alta borghesia. Giovanissima, si trasferisce a Berlino, dove conosce il barone Alfons von Mumm. I due si sposeranno, ma il loro matrimonio sarà mal visto dalla nobiltà tedesca e dallo stesso imperatore Guglielmo II.

Stai leggendo un'anteprima, registrati per continuare a leggere.

Altro da Freedom - Oltre il confine

Freedom - Oltre il confine1 min letti
Riparazioni Al Telescopio Spaziale James Webb
Piccolo incidente per il nuovo telescopio spaziale James Webb, che ha sostituito il più famoso Hubble. L’incidente ha riguardato proprio lo specchio principale, che è stato colpito da un micrometeorite delle dimensioni di un granello di polvere tra i
Freedom - Oltre il confine1 min letti
Il Mediterraneo Sale Di Livello
Più di 38.000 chilometri quadrati di coste del Mediterraneo e più o meno un’area grande come la Svizzera potrebbero scomparire sommerse dalle acque del Mediterraneo il cui livello, a causa del riscaldamento globale, entro il 2100 potrebbe aumentare d
Freedom - Oltre il confine1 min letti
Un Parco Digitale Del’appia Antica
Sta prendendo forma un progetto di rilievo e digitalizzazione dell’antica via Appia (nella foto), la strada consolare che collegava Roma a Brindisi. Lo scopo è quello di creare un modello in 4D che sarà messo a disposizione non solo degli esperti, ma