Fortune Italia

La Cina guida la corsa alle monete digitali

Kublai Khan, imperatore mongolo che ha fondato la dinastia Yuan cinese, capovolse le convenzioni monetarie con un editto geniale: “Accetta il mio denaro, o muori”. La minaccia di un’esecuzione non era una novità allora, naturalmente. La vera innovazione di Khan risiede nel suo voler rinnovare il concetto stesso di denaro. Il nipote del leggendario Genghis aveva capito che poteva finanziare il suo reame libero da legami con risorse finite e metalli preziosi. Il suo raggio d’azione geopolitico non sarebbe stato più limitato da rocce estratte e fuse con immensa fatica lungo la Via della Seta. Così, invece, aveva a disposizione una fonte infinita di risorse: per lui il denaro cresceva sugli alberi. Alberi di gelso, per la precisione. In un resoconto dell’epoca, Marco Polo si meraviglia del fatto che “il grande Khan usa la corteccia degli alberi, trasformata in qualcosa di simile alla carta, per creare le banconote di tutto il Paese”. Le banconote venivano rilasciate, scrive ancora, “con la stessa solennità e autorità di monete in argento o oro”. Gli europei del Medioevo rimasero sbalorditi dal racconto di Polo. Ma l’imperatore era un precursore. Le monete odierne, discendenti del chao di Kublai Khan, sostenute dai governi piuttosto che da asset reali, sono diventate lo standard. Avanti veloce a questo secolo e la Cina sta, nuovamente, reinventando il denaro. Questa volta però sono proprio le banconote di carta ad essere rimpiazzate: la Cina va verso il digitale. E mentre le cose per i Mongoli non finirono bene (stamparono fino all’iper-inflazione, perdendo il trono), i leader attuali di Pechino hanno in mente qualcosa di molto più stabile e durevole. La Cina è avanti a qualunque altro grande Paese nello sviluppo di una moneta digitale nazionale. Per la precisione uno

Stai leggendo un'anteprima, registrati per continuare a leggere.

Altro da Fortune Italia

Fortune Italia2 min letti
Clandestino: Nella Baia Di Portonovo La Cucina Incontra Il Cinema
ALLE SETTE DEL MATTINO nella baia di Portonovo il sole è già un palmo sopra l’orizzonte. Incorniciata dalla natura benigna delle ginestre e dalle acque cristalline della Riviera del Conero, la porzione di spiaggia selvaggia dove si trova ancorato - è
Fortune Italia1 min lettiIndustries
La Grande Scommessa Elettrica
Le tre grandi case automobilistiche americane – i giganti di Fortune 500 Ford, General Motors e Chrysler, ora di proprietà di Stellantis – hanno promesso collettivamente oltre 120 mld di dollari nei prossimi anni per convertire le loro linee di produ
Fortune Italia14 min letti
Google E Il Santo Graal Del Lavoro Ibrido
ENTRATE $257,6 MLD GUADAGNI $76 MLD DIPENDENTI 165,000 RITORNO PER GLI AZIONISTI (MEDIA ANNUALE 2011–2021) 24,5% Fortune 500 Inquadra il QR code per scoprire la lista completa PER UN’AZIENDA che dovrebbe essere in grado di prevedere tutto, da ciò