Uomini e Donne Magazine

«SOGNO L’ABITO BIANCO E UNA FIGLIA FEMMINA»

In queste due edizioni che l’hanno vista tra le protagoniste del Trono Over di Uomini e Donne, abbiamo imparato a conoscere solo alcune delle sfaccettature della dama Pamela Barretta. Reduce dalla fine della storia con Enzo Capo da cui pian piano si sta riprendendo, Pamela ha deciso di raccontarsi sulle pagine di Uomini e Donne magazine in un’intervista esclusiva in cui ci ha aperto le porte del suo privato per mostrarci altri lati della sua persona e presentarci – attraverso scatti esclusivi – i due grandi amori della sua vita: la mamma Rachele e il figlio Simone. «Mia madre è una donna straordinaria e mi sento fortunata ad averla avuta come genitore» ci ha infatti confidato l’ex dama brindisina che, a sua volta, è una grande mamma. «Io vivo per mio figlio, farei qualsiasi cosa per lui» ha ammesso Pamela il cui cuore in questo momento è in stand-by, anche se non rinuncia al sogno sempre vivo di poter allargare la sua famiglia e sposarsi con un lungo vestito bianco a sirena.

Pamela, partiamo dalle sue origini: lei è nata in una famiglia numerosissima.

«Sì. Siamo dieci figli, sei femmine e quattro maschi e io sono

Stai leggendo un'anteprima, registrati per continuare a leggere.

Altro da Uomini e Donne Magazine

Uomini e Donne Magazine2 min letti
Posta Del Cuore
Cara Ida, sono Annalisa da Verona. Mio marito quest’estate mi ha proposto di andare in vacanza in campeggio, perché gli piacerebbe fare questa esperienza e perché i nostri conti non sono messi molto bene e vorrebbe risparmiare. Saremmo solo noi due e
Uomini e Donne Magazine3 min letti
Nuvole All’orizzonte
La vita di Gemma GRANDI AMORI, FORTI LEGAMI, ESPERIENZE INDIMENTICABILI: VI RACCONTIAMO LA VITA DI GEMMA DAL PRIMO GIORNO Il tempo della meravigliosa vacanza a Ibiza era finito ed ero pronta a tornare in Italia. Durante il viaggio di rientro ebbi mod
Uomini e Donne Magazine4 min letti
«non Voglio Parlare»
Un grande cantautore italiano, forse il più grande, scriveva versi indimenticabili: “Ricordi sbocciavano le viole/Con le nostre parole/Non ci lasceremo mai/Mai e poi mai/Vorrei dirti, ora, le stesse cose/Ma come fan presto, amore/Ad appassire le rose