Nautica

Un Fisherman su Misura

C’è una differenza fra hobby e passione? Sicuramente sì se analizziamo nel merito la questione, soprattutto se poi parliamo di pesca sportiva o ricreativa. Perché un hobby è un modo simpatico ed intelligente a cui dedicare il proprio tempo libero, che magari a volte alleggerisce anche il nostro portafoglio, ma che è fondamentalmente una gioia senza troppi sacrifici. La passione, nel caso specifico della pesca, offre qualcosa di più intenso di un semplice entusiasmo temporaneo, in quanto si radica nel più profondo dell’anima assorbendo istinti ancestrali e sfumature mistiche, impegno mentale e applicazione pratica, ma soprattutto la pesca richiede sacrifici: a livello fisico ed economico. Perché svegliarsi all’alba per cogliere le ore migliori della giornata può essere anche gradevole in piena estate, ma lo è molto meno in pieno inverno quando buio e freddo potrebbero spegnere i più accesi entusiasmi, solo che il vero pescatore non conosce stagione e insieme a qualche coraggioso velista è il solo ad animare i freddi e spesso scontrosi mari invernali.

Quando si passa poi all’impegno economico, tralasciando il fattore barca che è comunque parte integrante dell’attrezzatura, si scopre che c’è chi è disposto ad investire cifre impensabili senza la minima remora pur di avere la canna più efficiente, il mulinello più sofisticato o, perché no, l’ecoscandaglio più attuale in grado di svelargli i segreti del fondo marino.

Cataloghiamo quindi la pesca come una passione vera e profondamente radicata e, senza voler approfondire più di tanto l’argomento, almeno in questa sede, rimandiamo al mittente le banali critiche frutto del più disinformato “populismo ambientale” con una semplice osservazione: il momento in cui metto a tavola un bel pesce, che lo abbia comprato in pescheria o lo abbia pescato in mare fa poca differenza, salvo che probabilmente dal punto di vista ambientale una canna fa infinitamente molti, ma molti meno danni di una rete da pesca. Tutto questo per dire che la pesca sportiva e ricreativa (la differenza è quella fra l’impegno agonistico e quello amatoriale) è una realtà di

Stai leggendo un'anteprima, registrati per continuare a leggere.

Altro da Nautica

Nautica8 min letti
La navigazione ROMANA
Il mare Mediterraneo conserva i resti di un numero notevole di imbarcazioni romane. Spesso, tuttavia, quello che gli archeologi ritrovano sui fondali è solo qualche pezzo informe di fasciame o di chiglia, elementi che non si prestano a una facile let
Nautica2 min letti
Grand Banks 85
Nonostante Grand Banks sia il cantiere che più di altri ha scritto la storia dei trawler dislocanti da diporto, le mutate esigenze dei nuovi diportisti e di un mercato in continua evoluzione in termini di sostenibilità ambientale, hanno spinto il can
Nautica3 min letti
Wallypower58
Al Salone di Venezia che si è svolto dal 28 maggio al 5 giugno scorso, Wally ha presentato in anteprima il nuovo wallypower58, imbarcazione che, nonostante possa essere considerata come evoluzione del wallypower52, non trae ispirazione dal wallytende