Goditi milioni di eBook, audiolibri, riviste e tanto altro ancora con una prova gratuita

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Il colosso di marmo: L'ardore di Michelangelo
Il fermaglio di perla: La grazia di Raffaello
Il cavallo di bronzo: L'avventura di Leonardo
Serie di e-book4 titoli

Il secolo dei giganti

Valutazione: 0 su 5 stelle

()

Info su questa serie

È l’anno del signore 1550 L’Europa è ancora percorsa da venti di guerra.

Il lungo scontro tra Spagna e Francia, durato decenni, causando tante morti e tanta distruzione, senza risparmiare nemmeno Roma, messa a ferro e fuoco dai lanzichenecchi, non si è ancora concluso. Il luteranesimo e le altre confessioni protestanti infiammano gli animi del Nord Europa e dell’Inghilterra. E la minaccia dei turchi, che hanno già conquistato tutto l’Oriente e raso al suolo quel che restava dell’impero bizantino, è più viva che mai.

A Roma è stato eletto un nuovo papa, Giulio III, inerte, creta nelle mani dei Farnese. Michelangelo Buonarroti, oramai vecchio e stanco, teme per il futuro, e non si riconosce più in quella città che pure ha così amato e così lo ama.

A Istanbul, la nuova capitale turca, anche Solimano avverte la stanchezza degli anni, ed è caduto sotto la malia di Roxane, la sua bellissima concubina, che lo ha isolato dal resto della corte e ha fatto uccidere i figli che lui non ha avuto con lei, con l’accusa di tradimento.

Ma pure a Roma le grandi famiglie tremano, dove lo sfarzo della bellezza e del potere è minacciato da costumi sempre più corrotti, dall’impudenza dei giovani, come Innocenzo, figlio del popolo di bellezza straordinaria, nominato cardinale, neanche diciottenne, dal suo amante, il nuovo papa. Non rinunciano però, i patrizi d’Italia, nonostante la decadenza che sembra attenderli, al loro amore per l’arte, mentre brilla sempre di più la stella di un grande pittore veneto: Tiziano Vecellio.

Forcellino, il più grande restauratore italiano e maestro del romanzo storico, torna a raccontare il “secolo dei giganti”, con la sua arte meravigliosa, i suoi intrighi, le sue passioni e le sue donne eccezionali. Perché sono loro le vere protagoniste di questa storia: dalla perfida Roxane, a quelle che animano le feste e i palazzi romani, con la loro bellezza, la loro forza, la loro indipendenza, a Eleonora e Giulia Gonzaga, o Vittoria Farnese che fa innamorare di sé ogni uomo.
LinguaItaliano
Data di uscita30 ago 2018
Il colosso di marmo: L'ardore di Michelangelo
Il fermaglio di perla: La grazia di Raffaello
Il cavallo di bronzo: L'avventura di Leonardo

Titoli di questa serie (4)

  • Il cavallo di bronzo: L'avventura di Leonardo
    Il cavallo di bronzo: L'avventura di Leonardo
    Il cavallo di bronzo: L'avventura di Leonardo

    Il secolo dei giganti 1 L'avventura di Leonardo Una grande trilogia: il Rinascimento come nessuno l’ha mai raccontato. "Forcellino sa stemperare la grande cultura in una scrittura avvincente e pop." Brunella Schisa, il Venerdì di Repubblica "Gli intrighi e le avventure di una delle più straordinarie epoche italiane." La Stampa.it 15 aprile 1452. In un piccolo borgo fuori Firenze nasce il figlio illegittimo di Ser Piero da Vinci: Leonardo. È un bambino precoce, curioso e geniale, e quando diventa allievo di Andrea del Verrocchio, il più grande esperto di arte fusoria di Firenze, la sua vita e la sua arte si intrecciano con le lotte di potere tra la Signoria e Roma, tra i Medici, i della Rovere e i Borgia. Mentre nelle botteghe si creano i più grandi capolavori del Rinascimento e si studiano armi innovative in grado di contrastare l’invasione turca, ai mecenati diventa sempre più chiaro il potere di propaganda nascosto nelle opere d’arte. Fra loro non ci sono solo uomini, ma anche donne straordinarie: consapevoli del loro potere seduttivo, profondamente intelligenti e colte, Giulia Farnese, Isabella d’Este e Lucrezia Borgia travalicano i limiti del ruolo in cui erano state costrette per imporsi sulla scena politica e intellettuale del secolo. Fra delitti, ambizioni feroci, complotti efferati e passioni proibite, Il cavallo di bronzo, primo capitolo della saga Il secolo dei giganti, ci trasporta nel cuore della più appassionante, sublime epoca della Storia italiana: il Rinascimento.

  • Il colosso di marmo: L'ardore di Michelangelo
    Il colosso di marmo: L'ardore di Michelangelo
    Il colosso di marmo: L'ardore di Michelangelo

    Il secolo dei giganti 2 L'ardore di Michelangelo Una grande trilogia: il Rinascimento come nessuno l’ha mai raccontato. "Forcellino sa stemperare la grande cultura in una scrittura avvincente e pop." Brunella Schisa, il Venerdì di Repubblica "Gli intrighi e le avventure di una delle più straordinarie epoche italiane." La Stampa.it Firenze, 1500. Un enorme blocco di marmo giace immobile da quasi mezzo secolo. Un uomo lo osserva in silenzio, poi ci gira attorno, liberandolo dai rovi che lo ricoprono: è Michelangelo Buonarroti. Da quella maestosa massa informe, il grande artista dovrà estrarre una statua raffigurante il giovane David che si appresta ad affrontare Golia, da innalzare nella piazza della Signoria per convincere i cittadini che insieme possono difendere la città dalle mire di Cesare Borgia e che la Repubblica fiorentina rimarrà indomabile e fiera come il giovane eroe di marmo. Ma Firenze non è l’unico teatro di scontri; l’Italia tutta è appesa a un filo, e i principi d’Europa si preparano a giocare la partita della propria vita: Ludovico il Moro, il sultano Bajazet, Luigi XII sono determinati ad accaparrarsi una parte della penisola e a stravolgere per sempre le vecchie gerarchie del potere. Tra guerre sanguinose, complotti, festini sontuosi e passioni proibite, Il colosso di marmo, secondo romanzo della saga Il secolo dei giganti, ci porta nelle botteghe degli artisti e nelle alcove dei potenti, e ci svela i segreti di alcune tra le opere d’arte più indimenticabili di sempre.

  • Il fermaglio di perla: La grazia di Raffaello
    Il fermaglio di perla: La grazia di Raffaello
    Il fermaglio di perla: La grazia di Raffaello

    Il secolo dei giganti 3 La grazia di Raffaello Una grande trilogia: il Rinascimento come nessuno l’ha mai raccontato. "Forcellino sa stemperare la grande cultura in una scrittura avvincente e pop." Brunella Schisa, il Venerdì di Repubblica "Gli intrighi e le avventure di una delle più straordinarie epoche italiane." La Stampa.it Febbraio 1519. Raffaello Sanzio passeggia lungo il Tevere, lasciandosi ispirare dai colori che si riflettono nell’acqua e nel cielo. Agostino Chigi, il banchiere più ricco della città, lo ha ingaggiato per dipingere la loggia di villa Farnesina, dove presto convolerà a nozze con Francesca Ordeaschi, la cortigiana che ha conquistato il suo cuore e un posto d’onore tra gli scranni del potere. Eppure non è solo l’arte a occupare la mente di Raffaello, e nemmeno la bellezza di donne come Giulia Farnese, Felicia della Rovere o Vittoria Colonna, che tessono con grazia e abilità gli intrighi del tempo. Ad accendere la sua fantasia oggi è l’umile figlia di un fornaio di Trastevere, la Fornarina, ritratta seminuda e lasciva in una tavola che scandalizza i prelati della Santa Sede. Ma la passione infiamma non solo Roma; divampa attraverso l’Europa fino all’Impero Ottomano: Enrico VIII, Francesco I, il sultano Solimano I e Carlo d’Asburgo si contendono, tra scandali politici, intrighi sessuali e guerre di religione, il potere del mondo. Il fermaglio di perla, terzo capitolo della saga Il secolo dei giganti, è un affresco indimenticabile che ci trasporta nelle città italiane del Rinascimento, incendiate dalle battaglie e dagli scandali e meravigliosamente ornate dalle più belle opere d’arte di sempre.

  • Il papa venuto dall'inferno
    Il papa venuto dall'inferno
    Il papa venuto dall'inferno

    È l’anno del signore 1550 L’Europa è ancora percorsa da venti di guerra. Il lungo scontro tra Spagna e Francia, durato decenni, causando tante morti e tanta distruzione, senza risparmiare nemmeno Roma, messa a ferro e fuoco dai lanzichenecchi, non si è ancora concluso. Il luteranesimo e le altre confessioni protestanti infiammano gli animi del Nord Europa e dell’Inghilterra. E la minaccia dei turchi, che hanno già conquistato tutto l’Oriente e raso al suolo quel che restava dell’impero bizantino, è più viva che mai. A Roma è stato eletto un nuovo papa, Giulio III, inerte, creta nelle mani dei Farnese. Michelangelo Buonarroti, oramai vecchio e stanco, teme per il futuro, e non si riconosce più in quella città che pure ha così amato e così lo ama. A Istanbul, la nuova capitale turca, anche Solimano avverte la stanchezza degli anni, ed è caduto sotto la malia di Roxane, la sua bellissima concubina, che lo ha isolato dal resto della corte e ha fatto uccidere i figli che lui non ha avuto con lei, con l’accusa di tradimento. Ma pure a Roma le grandi famiglie tremano, dove lo sfarzo della bellezza e del potere è minacciato da costumi sempre più corrotti, dall’impudenza dei giovani, come Innocenzo, figlio del popolo di bellezza straordinaria, nominato cardinale, neanche diciottenne, dal suo amante, il nuovo papa. Non rinunciano però, i patrizi d’Italia, nonostante la decadenza che sembra attenderli, al loro amore per l’arte, mentre brilla sempre di più la stella di un grande pittore veneto: Tiziano Vecellio. Forcellino, il più grande restauratore italiano e maestro del romanzo storico, torna a raccontare il “secolo dei giganti”, con la sua arte meravigliosa, i suoi intrighi, le sue passioni e le sue donne eccezionali. Perché sono loro le vere protagoniste di questa storia: dalla perfida Roxane, a quelle che animano le feste e i palazzi romani, con la loro bellezza, la loro forza, la loro indipendenza, a Eleonora e Giulia Gonzaga, o Vittoria Farnese che fa innamorare di sé ogni uomo.

Autore

Antonio Forcellino

Tra i maggiori studiosi europei di arte rinascimentale, ha realizzato restauri di opere di grande valore, come il Mosè di Michelangelo e l’Arco di Traiano. La sua attenzione si rivolge da sempre a tutta la ricchezza del fare arte, ai contesti storici, alle tecniche e ai materiali, alle radici psicologiche e biografiche dei grandi capolavori. È stato eletto membro del Comitato per le celebrazioni dei 500 anni della morte di Leonardo da Vinci, promosso dal Ministero per i beni e le attività culturali.

Correlato a Il secolo dei giganti

Libri correlati

Articoli correlati

Categorie correlate

Recensioni su Il secolo dei giganti

Valutazione: 0 su 5 stelle
0 valutazioni

0 valutazioni0 recensioni

Cosa ne pensi?

Tocca per valutare