Goditi milioni di eBook, audiolibri, riviste e tanto altro ancora con una prova gratuita

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Sherlock Holmes e l'ultimo preraffaellita
Sherlock Holmes e il diario afgano
Sherlock Holmes e il tesoro di Sir Francis Drake
Serie di e-book30 titoli

Sherlockiana

Valutazione: 0 su 5 stelle

()

Info su questa serie

Giallo - racconto (20 pagine) - Un delitto della stanza chiusa; "un caso da una pipa", per Holmes!

Holmes, alle prese con un “caso da una pipa”, scommette con l’amico Watson che risolverà un omicidio scelto a caso sul giornale ‒ il classico delitto della stanza chiusa ‒ senza muoversi da casa, nel tempo di una fumata.
Chi vincerà la scommessa?

Stefano Attiani è nato a Roma nel 1960, dopo aver studiato sceneggiatura e collaborato ai testi di sit-com e serie tv si è dedicato alla narrativa. Ha pubblicato i gialli Il Diaro Afgano (Sherlock Award 2006), Una Scommessa per Watson e L’Avventura del Licantropo (Delos Digital, 2014), e il romanzo storico Il Sentiero del Serpente (libro/mania, 2015). Di prossima pubblicazione il fantathriller Il Risveglio, primo libro della trilogia I Guardiani della Terra.
LinguaItaliano
Data di uscita1 ott 2013
Sherlock Holmes e l'ultimo preraffaellita
Sherlock Holmes e il diario afgano
Sherlock Holmes e il tesoro di Sir Francis Drake

Titoli di questa serie (40)

  • Sherlock Holmes e il tesoro di Sir Francis Drake
    Sherlock Holmes e il tesoro di Sir Francis Drake
    Sherlock Holmes e il tesoro di Sir Francis Drake

    RACCONTO LUNGO - Le intuizioni di Watson e le deduzioni di Sherlock Holmes alla ricerca della mente geniale del crimine che ha lanciato la sfida. Gennaio 1891. In una Londra avvolta da una nebbia fitta e vischiosa, Sherlock Holmes, per sfuggire alla noia dell’inattività, si dedica anima e corpo alla soluzione dell’unico mistero di cui parlano i giornali: il furto dei diari del corsaro sir Francis Drake. Un furto bizzarro, perché i diari non hanno valore economico. Le indagini di Holmes e del dottor Watson non portano a nulla e vengono interrotte per dedicarsi alla soluzione di un mistero ben più intrigante: l’uccisione di Ben Jordan, segretario dell’Union Club, circolo che accoglie solo irlandesi. Non ci sono indizi, a parte un enigmatico disegno che sembra essere stato tratteggiato da un bambino. Prima un’intuizione di Watson e poi una complessa catena di deduzioni di Holmes chiariranno, finalmente, la trama di un mistero assai complesso, nel quale il furto dei diari di Drake e l’omicidio di Jordan risulteranno strettamente intrecciati. Comincia la caccia al colpevole. L’epilogo è sulle scogliere del Kent. Holmes, sebbene abbia risolto il caso, si è mosso in ritardo e la mente geniale del crimine che gli ha lanciato la sfida riesce a farla franca. Anche se momentanea, è una sconfitta bruciante. Nato a Siena nel 1964, ma pratese d’azione, è giornalista presso l’Ufficio stampa del Consiglio regionale della Toscana. È autore di testi narrativi e teatrali e cene con delitto. Il suo primo romanzo, Il palio di Sherlock Holmes (Alacràn, 2009), è stato tradotto in Francia e in Turchia. Nel 2011 è uscito Lo strano caso del falso Sherlock Holmes (Ur Editore) e l’anno successivo Sherlock Holmes e la morte del cardinale Tosca (Ur Editore), vincitore del premio “Garfagnana in giallo” e finalista del “Premio scrittore toscano dell’anno”. Ha pubblicato anche racconti apocrifi sulla Sherlock Magazine e nelle antologie a cura di Luigi Pachì Le cronache di Sherlock Holmes (Fabbri editore, 2003) e Sherlock Holmes in Italia (Delos Books, 2012). Un suo apocrifo uscirà presto sul Giallo Mondadori.

  • Sherlock Holmes e l'ultimo preraffaellita
    Sherlock Holmes e l'ultimo preraffaellita
    Sherlock Holmes e l'ultimo preraffaellita

    Giallo - romanzo breve (73 pagine) - In questo romanzo breve, un’acuta indagine di Sherlock Holmes tra i segreti della vita, dell’arte e della morte! Un fantomatico cliente non si presenta all’appuntamento in Baker Street, ma Sherlock Holmes non si dà per vinto e comincia a indagare seguendo le esili tracce che trova sul suo cammino. Cosa unisce le vite di un povero operaio immigrato, di un giovane e appassionato pittore e di una bellissima ragazza? Qual è il labile confine che separa la vita dall’arte e la vita dalla morte? Solo l’eccezionale acume di Sherlock Holmes, assistito dal buon dottor Watson, riuscirà a dipanare un mistero che appare senza soluzione. L’ultimo preraffaellita è un avvincente ricerca al buio, un viaggio nei meandri di una Londra oscura e affascinante in cui anche i morti possono avere un segreto da rivelare. Luca Sartori è  nato a Torino nel 1973 ma è cresciuto vicino a Urbino. Ha vissuto e lavorato nel nord Italia per molti anni, soggiornando anche all’estero per brevi periodi. Dal 2011 risiede nuovamente a Urbino, dove è iscritto a un corso di laurea in lingue e culture straniere. Pur avendo scoperto la vocazione alla scrittura relativamente tardi, ha sempre avuto una grande passione per Sherlock Holmes e sin da giovanissimo colleziona tutto il materiale che riesce a trovare sulle opere di Sir Arthur Conan Doyle in particolare e il mondo tardo vittoriano in generale. Attualmente sta collaborando con la Delos Books in veste di traduttore per la collana Baker Street Collection e ama anche dedicarsi alla traduzione di testi poetici nonché alla stesura di componimenti originali in lingua inglese. È stato inoltre coautore di una biografia romanzata di Lord Alfred Douglas, Il garofano blu, pubblicato nel 1999 da Simonelli Editore. Sottile conoscitore del Canone, ha scritto finora due romanzi brevi sotto forma di apocrifi sherlockiani, e altri due ne ha già in produzione.

  • Sherlock Holmes e il diario afgano
    Sherlock Holmes e il diario afgano
    Sherlock Holmes e il diario afgano

    Giallo - racconto lungo (24 pagine) - Sherlock Holmes e un inconfessabile segreto… Chi sta ricattando Sherlock Holmes, al punto da costringerlo a fingersi morto? E quale inconfessabile segreto contiene il diario del dottor Watson, tale da fargli considerare l’idea del suicidio? Le risposte nel Diaro Afgano. Stefano Attiani è nato a Roma nel 1960, dopo aver studiato sceneggiatura e collaborato ai testi di sit-com e serie tv si è dedicato alla narrativa. Ha pubblicato i gialli Il Diaro Afgano (Sherlock Magazine Award 2006), Una Scommessa per Watson e L’Avventura del Licantropo (Delos Digital, 2014), e il romanzo storico Il Sentiero del Serpente (libro/mania, 2015). Di prossima pubblicazione il fantathriller Il Risveglio, primo libro della trilogia I Guardiani della Terra.

  • Sherlock Holmes e il colore dei fiori
    Sherlock Holmes e il colore dei fiori
    Sherlock Holmes e il colore dei fiori

    Giallo - racconto lungo (34 pagine) - Qualcuno vuole giocare con la mente di Sherlock Holmes. È davvero possibile distorcere le deduzioni dell’investigatore a proprio vantaggio? Le tinte assurde dei quadri di casa Pendracke e la distruzione della balconata che ha ucciso la domestica Mary Hutcliff rappresentano la sfida che Sherlock Holmes stava cercando. I singolari interessi dell’ammaliante padrona di casa sarebbero un valido aiuto, se non fosse che in quella dimora nulla è come sembra. Questa volta, chimica e biologia potrebbero essere armi a doppio taglio e il colore di un fiore rivelare un’intera vita nascosta. Sherlock Holmes e il colore dei fiori si è classificato terzo allo Sherlock Magazine Award ed è approdato in libreria con l’antologia Sherlock Holmes in Italia, edita da Delos Books e curata da Luigi Pachì. Per la prima volta è disponibile in formato digitale. Fabio Vaghi è nato in Brianza nel 1978 e lavora a Milano, dove si occupa di servizi IT. Porta avanti, per passione, una certa attività letteraria: pubblicazioni amatoriali e fanzine a parte, ha curato la parte storica dei testi degli Scacchi di Re Artù, mensile a fascicoli di Fabbri Editore/RCS Edicole. Per Delos Books ha firmato più di 570 tra news, articoli e recensioni su FantasyMagazine, alcuni racconti sui primi numeri della Writers Magazine Italia ed è tra gli autori dell’antologia Sherlock Holmes in Italia.

  • Sherlock Holmes e l'avventura dell'abominevole moglie
    Sherlock Holmes e l'avventura dell'abominevole moglie
    Sherlock Holmes e l'avventura dell'abominevole moglie

    Giallo - racconto (18 pagine) - Riuscirà Holmes a salvare la vita e la reputazione di Ricoletti, un artista circense accusato dell’omicidio di sua moglie? Riuscirà Holmes a salvare la vita e la reputazione di Ricoletti, un artista circense accusato dell’omicidio di sua moglie? Watson rimane sbalordito scoprendo che l’indagine del suo amico ruota attorno a un nuovo paio di scarpe rosse e a un cane fedele! Paul D. Gilbert è nato nel 1954 e ha sempre vissuto a Londra e dintorni. È sposato da quarant’anni con Jackie, che condivide la sua grande passione per Sherlock Holmes. Ha due figli, uno dei quali fa l’agricoltore in Spagna. La gran parte della sua vita lavorativa si è svolta nel settore dell’abbigliamento, anche se ora fa l’impresario di pompe funebri. Ha una particolare predilezione per la storia antica e ama il cinema e lo sport. La sua massima ambizione è fare lo scrittore a tempo pieno perché la cosa lo appassiona molto. Tra le sue pubblicazioni di apocrifi sherlockiani, si annoverano: The Lost Files of Sherlock Holmes (2007), The Chronicles of Sherlock Holmes (2008), Sherlock Holmes and the Giant Rat of Sumatra (2011), The Annals of Sherlock Holmes (2013) Sherlock Holmes and the Unholy Trinity (2015).

  • Sherlock Holmes e l'avventura del cutter Alicia
    Sherlock Holmes e l'avventura del cutter Alicia
    Sherlock Holmes e l'avventura del cutter Alicia

    Giallo - racconto lungo (48 pagine) - Una grossa barca a vela scompare in un esteso banco di nebbia, mentre Holmes cerca di gettar luce su una cospirazione più sinistra di quanto si possa immaginare. I figli di un vecchio lupo di mare chiedono a Holmes di scoprire se è possibile che una grossa barca a vela sia scomparsa in un esteso banco di nebbia. Per salvare l’uomo dal carcere, Holmes si precipita sulla costa dell’Essex per gettare luce su una cospirazione più sinistra di quanto lui stesso avrebbe potuto immaginare! Paul D. Gilbert è nato nel 1954 e ha sempre vissuto a Londra e dintorni. È sposato da quarant’anni con Jackie, che condivide la sua grande passione per Sherlock Holmes. Ha due figli, uno dei quali fa l’agricoltore in Spagna. La gran parte della sua vita lavorativa si è svolta nel settore dell’abbigliamento, anche se ora fa l’impresario di pompe funebri. Ha una particolare predilezione per la storia antica e ama il cinema e lo sport. La sua massima ambizione è fare lo scrittore a tempo pieno perché la cosa lo appassiona molto. Tra le sue pubblicazioni di apocrifi sherlockiani, si annoverano: The Lost Files of Sherlock Holmes (2007), The Chronicles of Sherlock Holmes (2008), Sherlock Holmes and the Giant Rat of Sumatra (2011), The Annals of Sherlock Holmes (2013) Sherlock Holmes and the Unholy Trinity (2015).

  • All'ombra di Sherlock Holmes - 11. Qua viva
    All'ombra di Sherlock Holmes - 11. Qua viva
    All'ombra di Sherlock Holmes - 11. Qua viva

    Giallo - romanzo breve (64 pagine) - L'indagine su un terrorista anarchico che voleva vendicare la “domenica di sangue” a Trafalgar Square fa emergere una verità più complessa delel apparenze L’omicidio di un poliziotto amico di Holmes e Watson per mano di un terrorista anarchico che voleva vendicare la “domenica di sangue” a Trafalgar Square dove il fratello era morto sotto le cariche della polizia fa emergere una verità più complessa e nascosta a Holmes che non si accontenta delle apparenze. Giacomo Mezzabarba: di un tale che va sotto questo nome (che potrebbe anche essere uno pseudonimo), autore di vari scritti, si sa poco o niente. Le notizie su di lui sono confuse e contraddittorie, a cominciare dal suo luogo di nascita e addirittura riguardo l’epoca della sua venuta al mondo. C’è chi crede che sotto tal nome si celi un prete lombardo, notorio falsario, che assieme a fra Giovanni Pantaleo di Castelvetrano fu al seguito di Garibaldi nell’impresa dei Mille, pur senza essere mai ascritto nei ruoli di quella gloriosa milizia e che a partire dalla fine dell’Ottocento scrisse falsi racconti di Sherlock Holmes, come molti facevano in tutta Europa. Altri invece menzionano un omonimo avvistato negli anni Settanta del secolo scorso in una scuola della Valtellina, e altri ancora credono di riconoscere in lui un insegnante in uno sperduto paesino del Cilento, all’incirca negli stessi anni. Anche se de minimis non curat praetor, come saggiamente sentenziavano i nostri padri, citiamo a solo titolo di curiosità la seguente notizia, risalente a un erudito sannita, noto per essere un grande cultore di Bacco. Costui afferma che nella capitale dell’ex Regno delle Due Sicilie esisterebbero tracce di un tale (di cui però si guarda bene dal fornire il nome) che potrebbe essere identificato col Mezzabarba di cui sopra, in servizio presso un Ateneo vesuviano. Secondo un gazzettiere cui fu rivelata la cosa nel corso di un simposio, e sempre che sia lui il soggetto di cui si ragiona, questo impostore si spaccerebbe per un discendente diretto di Sir Arthur Conan Doyle in linea materna, cianciando di aver ereditato una cassa contenente i manoscritti inediti del suo celebre avo; ma con tutta evidenza trattasi di goffi e puerili tentativi di camuffare la sua vera natura di volgare plagiario. Se questo soggetto sia poi proprio lui l’autore di dieci falsi racconti che vorrebbe proditoriamente e surrettiziamente attribuire all’illustre penna del dottor Watson, l’amico dell’impareggiabile signor Holmes, è cosa degna di nessun interesse. Bene disse Don Abbondio: Carneade. Chi era costui?

  • Sherlock Holmes e il caso del maiale malnutrito
    Sherlock Holmes e il caso del maiale malnutrito
    Sherlock Holmes e il caso del maiale malnutrito

    Giallo - racconto (19 pagine) - Quattro clienti e un unico problema per Sherlock Holmes Sherlock Holmes e il dottor Watson accettano un caso con quattro clienti e un unico problema, che ruota attorno a una blasonata scrofa appartenente al nono conte di Elmsworth. L'Imperatrice di Blandings si rifiuta di mangiare, e la Fiera dell’Agricoltura incombe. Si scoprirà la causa del suo sciopero della fame, o è forse l’unico caso in cui Sherlock Holmes rimane con un pugno di… pancetta? Gayle Lange Puhl è nata nell'Illinois e ha vissuto in Wisconsin per oltre metà della sua vita. È fan di Sherlock Holmes fin dall’adolescenza. Ha scritto per il Journal of the Baker Street Irregulars e per The Serpentine Muse, la rivista ufficiale delle Adventuresses of Sherlock Holmes (ASH), di cui è anche membro. Il suo primo libro, Sherlock Holmes e i misteri del fiabesco volume 1, ha ricevuto il premio Outstanding Creative Writer della Janesville Area Creative Awards 2016. Al momento conduce un programma radiofonico settimanale, Holmes World, a Janesville, Wisconsin. È un membro attivo della Criterion Bar Association di Chicago e degli Original Tree Worshippers of Rock County di Janesville, un altro gruppo sherlockiano. Ha una figlia, quattro nipotini e un lavoro part-time con la Ringhand Bros. Bus Company di Evansville, Wisconsin. La signora Puhl è in pensione e cura una sempre crescente collezione sherlockiana a Evansville.

  • Sherlock Holmes e il caso del quadro a soqquadro
    Sherlock Holmes e il caso del quadro a soqquadro
    Sherlock Holmes e il caso del quadro a soqquadro

    Giallo - racconto (16 pagine) - Un nuovo mistero della stanza chiusa Il tipico mistero della stanza chiusa. Sherlock Holmes e il dottor Watson incappano in un problema imbarazzante quando un insolito dipinto scompare da una galleria chiusa a chiave. E che cosa hanno a che fare con il crimine una ricca signora di Chicago e una scala traballante? Gayle Lange Puhl è nata nell'Illinois e ha vissuto in Wisconsin per oltre metà della sua vita. È fan di Sherlock Holmes fin dall’adolescenza. Ha scritto per il Journal of the Baker Street Irregulars e per The Serpentine Muse, la rivista ufficiale delle Adventuresses of Sherlock Holmes (ASH), di cui è anche membro. Il suo primo libro, Sherlock Holmes e i misteri del fiabesco volume 1, ha ricevuto il premio Outstanding Creative Writer della Janesville Area Creative Awards 2016. Al momento conduce un programma radiofonico settimanale, Holmes World, a Janesville, Wisconsin. È un membro attivo della Criterion Bar Association di Chicago e degli Original Tree Worshippers of Rock County di Janesville, un altro gruppo sherlockiano. Ha una figlia, quattro nipotini e un lavoro part-time con la Ringhand Bros. Bus Company di Evansville, Wisconsin. La signora Puhl è in pensione e cura una sempre crescente collezione sherlockiana a Evansville.

  • All'ombra di Sherlock Holmes - 12. Gli impiccati di Kensal Green
    All'ombra di Sherlock Holmes - 12. Gli impiccati di Kensal Green
    All'ombra di Sherlock Holmes - 12. Gli impiccati di Kensal Green

    Giallo - romanzo breve (67 pagine) - Due uomini vengono ritrovati impiccati allo stesso albero del cimitero di Kensal Green. Un'indagine atipica per Sherlock Holmes che deve vedersela con suo fratello Mycroft Due uomini vengono ritrovati impiccati a pochi giorni di distanza l’uno dall’altro allo stesso albero del cimitero di Kensal Green. Holmes e Watson indagano sul passato dei due ma questa volta le conclusioni del principe dei detective saranno sorprendentemente confutate dal suo fratello maggiore, Mycroft. Giacomo Mezzabarba: di un tale che va sotto questo nome (che potrebbe anche essere uno pseudonimo), autore di vari scritti, si sa poco o niente.  Le notizie su di lui sono confuse e contraddittorie, a cominciare dal suo luogo di nascita e addirittura riguardo l’epoca della sua venuta al mondo. C’è chi crede che sotto tal nome si celi un prete lombardo, notorio falsario, che assieme a fra Giovanni Pantaleo di Castelvetrano fu al seguito di Garibaldi nell’impresa dei Mille, pur senza essere mai ascritto nei ruoli di quella gloriosa milizia e che a partire dalla fine dell’Ottocento scrisse falsi racconti di Sherlock Holmes, come molti facevano in tutta Europa. Altri invece menzionano un omonimo avvistato negli anni Settanta del secolo scorso in una scuola della Valtellina, e altri ancora credono di riconoscere in lui un insegnante in uno sperduto paesino del Cilento, all’incirca negli stessi anni. Anche se de minimis non curat praetor, come saggiamente sentenziavano i nostri padri, citiamo a solo titolo di curiosità la seguente notizia, risalente a un erudito sannita, noto per essere un grande cultore di Bacco. Costui afferma che nella capitale dell’ex Regno delle Due Sicilie esisterebbero tracce di un tale (di cui però si guarda bene dal fornire il nome) che potrebbe essere identificato col Mezzabarba di cui sopra, in servizio presso un Ateneo vesuviano. Secondo un gazzettiere cui fu rivelata la cosa nel corso di un simposio, e sempre che sia lui il soggetto di cui si ragiona, questo impostore si spaccerebbe per un discendente diretto di Sir Arthur Conan Doyle in linea materna, cianciando di aver ereditato una cassa contenente i manoscritti inediti del suo celebre avo; ma con tutta evidenza trattasi di goffi e puerili tentativi di camuffare la sua vera natura di volgare plagiario. Se questo soggetto sia poi proprio lui l’autore di dieci falsi racconti che vorrebbe proditoriamente e surrettiziamente attribuire all’illustre penna del dottor Watson, l’amico dell’impareggiabile signor Holmes, è cosa degna di nessun interesse. Bene disse Don Abbondio: Carneade. Chi era costui?

  • Sherlock Holmes e il segreto dei frati di St. Peter's
    Sherlock Holmes e il segreto dei frati di St. Peter's
    Sherlock Holmes e il segreto dei frati di St. Peter's

    Giallo - racconto lungo (40 pagine) - Con l’assistenza preziosa del dottor Watson e del giovane Wiggins, Sherlock Holmes risolve un caso dai risvolti così sorprendenti che quasi nessuno può immaginare. Chi sta sterminando i gatti della tranquilla signora Wisley? La povera donna è convinta che il responsabile della strage sia da cercarsi nel vicino convento cattolico di St. Peter’s. Holmes, nonostante la gravissima forma influenzale che lo ha colpito e costretto a letto, si dedica all’indagine con il solito rigore. Con l’assistenza preziosa del dottor Watson e del giovane Wiggins, risolverà un caso dai risvolti così sorprendenti che nessuno (quasi, nessuno), avrebbe potuto immaginare. Luigi Brasili è nato a Tivoli, in provincia di Roma, dove vive tuttora. Ha pubblicato racconti in decine di libri e riviste, per vari editori e testate tra cui Fanucci, Rai-Eri, Cronaca Vera, Writers Magazine Italia, Delos Science Fiction. Alcuni suoi racconti sono stati letti in trasmissioni radiofoniche e università. Con la Delos Books ha già pubblicato, oltre a un racconto vincitore del premio WMI nel 2008, il romanzo Lacrime di drago (nella collana Storie di draghi maghi e guerrieri, 2009) e i racconti Forse domani e Seta nelle antologie 365 racconti erotici e 365 racconti horror. Ha pubblicato inoltre La strega di Beaubois (Magnetica, Napoli, 2006), e La stirpe del sentiero luminoso (La penna blu, Barletta, 2011).

  • Sherlock Holmes e l'ombra di James Moriarty
    Sherlock Holmes e l'ombra di James Moriarty
    Sherlock Holmes e l'ombra di James Moriarty

    Giallo - racconto lungo (42 pagine) - La ricerca del perfetto regalo di Natale per Holmes innesca una serie di eventi esplosivi che mettono a repentaglio la vita del nostro eroe. Riuscirà la gelida mano di James Moriarty in persona a raggiungerlo dalla tomba e completare la sua vendetta? Racconto appartenente alla Trilogia di Julia Moriarty È il Natale del 1894 e Watson è alla ricerca del perfetto regalo di Natale per Holmes. La scelta ricade su una raffinatissima pipa di schiuma e su un biglietto teatrale ma, nell’acquistarli, Watson mette inavvertitamente in moto una catena esplosiva di eventi, che mette a repentaglio la vita di Holmes. Sembra quasi che la gelida mano di James Moriarty in persona si stia allungando dalla tomba per distruggere finalmente Holmes. Dopo essere sopravvissuto a stento a un attentato alla sua vita, Holmes sfrutta la nuova ferrovia metropolitana di Londra per realizzare un inganno magistrale e intrappolare il nemico. Da sempre grande fan di Sherlock Holmes, Dick Gillman ha saputo cogliere la vera essenza dei personaggi originali di Conan Doyle, in una maniera che ricalca lo stile proprio dell’autore. Gillman ha lavorato nel campo dell’industria e come funzionario statale, prima di diventare insegnante. Ha insegnato scienze in una scuola secondaria per 25 anni, ed è andato in pensione nel 2005. Si autodefinisce uno ‘smanettone’. Da quando è in pensione, e quando non è impegnato a smontare qualcosa, si è dedicato a creare nuovi rompicapi per l’infaticabile mente di Sherlock Holmes. Vive in Bretagna (Francia) con la moglie, due cani e un gatto tigrato A oggi ha scritto, e pubblicato con successo, più di venti racconti sherlockiani. Questo racconto presenta l'affascinante personaggio di Julia Moriarty, la vendicativa sorella del defunto professor James Moriarty. Il suo obiettivo è nientemeno che l’eliminazione di Holmes.

  • Sherlock Holmes e l'illusionista di Highgate: Trilogia di Julia Moriarty 2
    Sherlock Holmes e l'illusionista di Highgate: Trilogia di Julia Moriarty 2
    Sherlock Holmes e l'illusionista di Highgate: Trilogia di Julia Moriarty 2

    Giallo - racconto lungo (38 pagine) - Un patto segreto stretto tra il governo e Julia Moriarty minaccia di dare inizio a una guerra in Europa e il solo agire repentino di Holmes può impedire che qualcuno venga ucciso pubblicamente. Racconto appartenente alla Trilogia di Julia Moriarty Convinto che Julia Moriarty sia stata giustiziata dopo un giudizio di colpevolezza, Holmes è assalito dalla rabbia quando, nel 1897, scopre la verità. La scomparsa dell'assistente di un illusionista lo conduce, insieme a Watson, nell'oscuro universo dello spionaggio internazionale. Un pianista tedesco risentito, un diplomatico che lavora per il Kaiser, nega a Holmes di soddisfare un'ambizione segreta ma, nel fare ciò, gli salva inavvertitamente la vita. Nonostante questo, un patto segreto stretto tra il governo e Julia Moriarty minaccia di dare inizio a una guerra in Europa e il solo agire repentino di Holmes può impedire che qualcuno venga ucciso pubblicamente. Da amante fedele di Sherlock Holmes, Dick Gillman ha saputo cogliere l'essenza dei personaggi di Conan Doyle in uno stile paragonabile a quello del loro creatore. Gillman ha lavorato nell'industria manufatturiera e nella pubblica amministrazione, prima di dedicarsi all'insegnamento. È stato insegnante di scienze in una scuola secondaria inglese per 25 anni, fino alla pensione nel 2005. Ha ammesso in più occasioni la sua ossessione per i congegni tecnologici. Nella sua vita da pensionato, nei momenti in cui non è alle prese con qualcosa da smantellare, si è dedicato alla creazione di situazioni enigmatiche che mettono alla prova il formidabile ingegno di Sherlock Holmes. Vive con sua moglie, due cani e un gatto soriano, nella regione francese della Bretagna. A oggi ha scritto, e pubblicato con successo, più di venti racconti brevi sul personaggio di Sherlock Holmes. Questo racconto appartiene alla raccolta "The Julia Moriarty Trilogy" nella quale l'autore ci permette di conoscere il nuovo affascinante personaggio di Julia Moriarty. Julia è la vendicativa sorella del defunto professor James Moriarty e il suo obiettivo è niente meno che l'annientamento di Sherlock Holmes.

  • All'ombra di Sherlock Holmes - 13. Domicile Conjugal
    All'ombra di Sherlock Holmes - 13. Domicile Conjugal
    All'ombra di Sherlock Holmes - 13. Domicile Conjugal

    Giallo - romanzo breve (62 pagine) - Holmes deve risolvere il caso apparentemente inspiegabile di una donna trovata morta nella sua vasca da bagno. Il frammento di un biglietto con una richiesta d’aiuto finisce nella tasca di una giacca portata in lavanderia e Holmes risolve il caso di una donna, trovata morta nella sua vasca da bagno, che sembrava inspiegabile. Giacomo Mezzabarba: di un tale che va sotto questo nome (che potrebbe anche essere uno pseudonimo), autore di vari scritti, si sa poco o niente.  Le notizie su di lui sono confuse e contraddittorie, a cominciare dal suo luogo di nascita e addirittura riguardo l’epoca della sua venuta al mondo. C’è chi crede che sotto tal nome si celi un prete lombardo, notorio falsario, che assieme a fra Giovanni Pantaleo di Castelvetrano fu al seguito di Garibaldi nell’impresa dei Mille, pur senza essere mai ascritto nei ruoli di quella gloriosa milizia e che a partire dalla fine dell’Ottocento scrisse falsi racconti di Sherlock Holmes, come molti facevano in tutta Europa. Altri invece menzionano un omonimo avvistato negli anni Settanta del secolo scorso in una scuola della Valtellina, e altri ancora credono di riconoscere in lui un insegnante in uno sperduto paesino del Cilento, all’incirca negli stessi anni. Anche se de minimis non curat praetor, come saggiamente sentenziavano i nostri padri, citiamo a solo titolo di curiosità la seguente notizia, risalente a un erudito sannita, noto per essere un grande cultore di Bacco. Costui afferma che nella capitale dell’ex Regno delle Due Sicilie esisterebbero tracce di un tale (di cui però si guarda bene dal fornire il nome) che potrebbe essere identificato col Mezzabarba di cui sopra, in servizio presso un Ateneo vesuviano. Secondo un gazzettiere cui fu rivelata la cosa nel corso di un simposio, e sempre che sia lui il soggetto di cui si ragiona, questo impostore si spaccerebbe per un discendente diretto di Sir Arthur Conan Doyle in linea materna, cianciando di aver ereditato una cassa contenente i manoscritti inediti del suo celebre avo; ma con tutta evidenza trattasi di goffi e puerili tentativi di camuffare la sua vera natura di volgare plagiario. Se questo soggetto sia poi proprio lui l’autore di dieci falsi racconti che vorrebbe proditoriamente e surrettiziamente attribuire all’illustre penna del dottor Watson, l’amico dell’impareggiabile signor Holmes, è cosa degna di nessun interesse. Bene disse Don Abbondio: Carneade. Chi era costui?

  • Il dito mozzato: Trilogia di Julia Moriarty 3
    Il dito mozzato: Trilogia di Julia Moriarty 3
    Il dito mozzato: Trilogia di Julia Moriarty 3

    Giallo - racconto lungo (42 pagine) - Un biglietto criptico e un dito mozzato sono alcuni elementi di questa intrigante avventura. Racconto appartenente alla Trilogia di Julia Moriarty In una nebbiosa serata del 1899, Holmes e Watson vengono turbati dalla scoperta di un misterioso pacchetto, abbandonato in una carrozza. Il contenuto è allarmante: ci sono dentro un biglietto criptico e il dito mozzato di un giovane uomo. Holmes, scoprendo la trama di un macabro ricatto, è costretto a coinvolgere suo fratello, Mycroft, poiché Julia Moriarty pretende armi in cambio della vita del giovane uomo. Watson è sconvolto quando Holmes acconsente al patto e consegna le pistole a Moriarty. Sembrerebbe che Holmes sia stato definitivamente sconfitto… ma non tutto è come sembra. Da sempre grande fan di Sherlock Holmes, Dick Gillman ha saputo cogliere la vera essenza dei personaggi originali di Conan Doyle, in una maniera che ricalca lo stile proprio dell’autore. Gillman ha lavorato nel campo dell’industria e come funzionario statale, prima di diventare insegnante. Ha insegnato scienze in una scuola secondaria per 25 anni, ed è andato in pensione nel 2005. Si autodefinisce uno ‘smanettone’. Da quando è in pensione, e quando non è impegnato a smontare qualcosa, si è dedicato a creare nuovi rompicapi per l’infaticabile mente di Sherlock Holmes. Vive in Bretagna (Francia) con la moglie, due cani e un gatto tigrato A oggi ha scritto, e pubblicato con successo, più di venti racconti sherlockiani. Questo racconto presenta l'affascinante personaggio di Julia Moriarty. Si tratta della vendicativa sorella del defunto professor James Moriarty, e il suo obiettivo è nientemeno che l’eliminazione di Holmes.

  • Sherlock Holmes contro l'uomo invisibile
    Sherlock Holmes contro l'uomo invisibile
    Sherlock Holmes contro l'uomo invisibile

    Giallo - racconto lungo (26 pagine) - “Signor Sherlock Holmes, ho prenotato per lei e per il dottor Watson un tavolo al ristorante The Pale Horse, a Kensington High Street. Alle 20 in punto ucciderò! L’uomo invisibile”. Come può il grande detective, il più grande al mondo, mancare a questo stuzzicante appuntamento? La prima vittima è una cuoca crudelmente uccisa mentre fa la pasta sfoglia, e l’arma del delitto è proprio il suo matterello. La stanza in cui avviene il delitto è chiusa e l’assassino, se c’è, guarda caso è invisibile! Sherlock Holmes dovrà impiegare tutte le sue armi induttive, comprese quelle inaspettatamente culinarie, per risolvere questo macabro caso che affonda le radici nel lontano 1850, in Canada, dove avvenne una sanguinosissima strage… Lucio Nocentini è nato ad Halloween nel 1954. È del 1999 il suo primo romanzo giallo Il mistero della minestrina vegetale (Mursia). Ha curato per Coniglio editore la fortunata antologia La minestra sul cortile (2006). Nel 2007 con Alimentare Watson! ha vinto il primo premio a “I sapori del giallo, gusti tra le righe”. A questo è seguito un altro romanzo apocrifo, Alimentare Sherlock! (Morganti editore). A quattro mani con Lia Volpatti ha pubblicato Il terrore corre sul Nilo, (2008-2012, Hobby & Work) doveroso omaggio ad Agatha Christie. Altri titoli di Nocentini, Assassinio sul Malpensa-Express, Caccia al lardo, Algida, Dieci piccoli sette nani, Diavoli e cavoli. Finalista al premio Alberto Tedeschi (2015) con La verità è un’altra, di prossima pubblicazione. Quando non scrive, non dipinge e non fa il giornalista, fa il dentista!

  • Sherlock Holmes e l'avventura della Peste Nera
    Sherlock Holmes e l'avventura della Peste Nera
    Sherlock Holmes e l'avventura della Peste Nera

    Giallo - racconto (16 pagine) - Uno spietato ricattatore nell’East End. Holmes dovrà mettersi in gioco per sconfiggere La Peste Nera Un’accesa discussione fra Holmes e Watson sui meriti delle rispettive arti viene interrotta da Lestrade che chiede aiuto per il drammatico problema di uno spietato ricattatore che perseguita la East End… Holmes dovrà mettersi in gioco per sconfiggere “La Peste Nera”, e Watson sarà al suo fianco. Paul D. Gilbert è nato nel 1954 e ha sempre vissuto a Londra e dintorni. È sposato da quarant’anni con Jackie, che condivide la sua grande passione per Sherlock Holmes. Ha due figli, uno dei quali fa l’agricoltore in Spagna. La gran parte della sua vita lavorativa si è svolta nel settore dell’abbigliamento, anche se ora fa l’impresario di pompe funebri. Ha una particolare predilezione per la storia antica e ama il cinema e lo sport. La sua massima ambizione è fare lo scrittore a tempo pieno perché la cosa lo appassiona molto. Tra le sue pubblicazioni di apocrifi sherlockiani, si annoverano: The Lost Files of Sherlock Holmes (2007), The Chronicles of Sherlock Holmes (2008), Sherlock Holmes and the Giant Rat of Sumatra (2011), The Annals of Sherlock Holmes (2013) Sherlock Holmes and the Unholy Trinity (2015).

  • Sherlock Holmes e l'avventura del judoka sfortunato
    Sherlock Holmes e l'avventura del judoka sfortunato
    Sherlock Holmes e l'avventura del judoka sfortunato

    RACCONTO LUNGO (28 pagine) - GIALLO - Perché un giovane e brillante ufficiale inglese ha assassinato il suo maestro di ju-jitsu davanti a tutti gli allievi della scuola?A Londra va molto di moda l'interesse per il Sol Levante: l'Esposizione universale ha mostrato ai cittadini le abitudini esotiche del Giappone. Due ufficiali inglesi ottengono di frequentare l'esclusiva scuola di ju-jitsu per militari e diplomatici giapponesi a Londra, ma uno di loro uccide inspiegabilmente il suo maestro durante l'allenamento. Un errore? Un delitto voluto? Holmes è chiamato a dipanare la matassa, usando come sempre le sue formidabili capacità di analisi e deduzione. Enrico Solito è considerato uno dei massimi esperti italiani di Sherlock Holmes. "Past president" di "Uno studio in Holmes", l'associazione degli appassionati  italiani, è iscritto ad analoghe associazioni negli USA, Australia, Francia, Inghilterra e Giappone. Primo non anglofono a conseguire il  brevetto di CHS(d) della Franco Midland Hardware Company inglese (Certfied in Holmesian Studies, distinguished) è stato il primo Italiano a essere nominato membro dei Baker Street Irregulars di New York, la più antica ed esclusiva associazione sherlockiana (non ci si può  iscrivere né chiedere l'iscrizione, solo attendere di essere chiamati). Collabora con la "Sherlock Magazine" italiana curata da Luigi Pachì da circa dieci anni. Ha scritto decine di articoli di critica pubblicati in Australia,  Francia, Inghilterra, Giappone e Stati uniti, e curato per anni la  rivista di "Uno studio in Holmes", oltre a essere editor (con G.  Salvatori) di due volumi editi dai BSI negli USA. I suoi apocrifi  sono stati editi in Giappone  e tradotti in varie lingue. Ha inoltre scritto (con S. Guerra) una "Enciclopedia di Sherlock Holmes" e un volume (con Guerra, Vianello ed altri) sui viaggi di Conan Doyle in Italia, nonché vari romanzi e racconti gialli non holmesiani.

  • Sherlock Holmes e la scomparsa di Lady Freemont
    Sherlock Holmes e la scomparsa di Lady Freemont
    Sherlock Holmes e la scomparsa di Lady Freemont

    RACCONTO LUNGO (42 pagine) - GIALLO - Tra mummie e misteri, un'avventura "egiziana" di Sherlock HolmesL'affascinante moglie di un famoso archeologo è scomparsa e Holmes è chiamato a prevenire lo scandalo. La donna è come svanita nel nulla e un'atmosfera di mistero aleggia nella casa londinese piena di reperti egiziani. Sarà solo partendo dai piccoli particolari che tutti trascurano che l'investigatore riuscirà a  rintracciarla. Enrico Solito è considerato uno dei massimi esperti italiani di Sherlock Holmes. Past president de "Uno studio in Holmes", l'associazione degli appassionati  italiani, è iscritto ad analoghe associazioni negli USA, Australia, Francia, Inghilterra e Giappone. Primo non anglofono a conseguire il  brevetto di CHS(d) della Franco Midland Hardware Company inglese (Certfied in Holmesian Studies, distinguished) è stato il primo Italiano a essere nominato membro dei Baker Street Irregulars di New York, la più antica ed esclusiva associazione sherlockiana (non ci si può  iscrivere nè chiedere l'iscrizione, solo attendere di essere chiamati). Collabora con la "Sherlock Magazine" italiana da circa dieci anni. Ha scritto decine di articoli di critica pubblicati in Australia,  Francia, Inghilterra, Giappone e Stati uniti, e curato per anni la  rivista de "Uno studio in Holmes", oltre che ad essere editor (con G.  Salvatori) di due volumi editi dai BSI negli USA. I suoi apocrifi  sono stati editi in Giappone  e tradotti in varie lingue. Ha inoltre scritto (con S. Guerra) una Enciclopedia di Sherlock Holmes e un volume (con Guerra, Vianello ed altri) sui viaggi di Conan Doyle in Italia, nonché vari romanzi e racconti gialli non holmesiani.

  • Sherlock Holmes e il caso di follia contagiosa
    Sherlock Holmes e il caso di follia contagiosa
    Sherlock Holmes e il caso di follia contagiosa

    RACCONTO LUNGO (42 pagine) - GIALLO - Storia e mistero per Holmes su un'isola battuta dal vento Fuori dall'accogliente salotto di Baker Street, Holmes e Watson si trovano ad affrontare un angosciante mistero in un maniero a picco sul mare, su una isoletta battuta dai venti. Un destino feroce, una condanna alla malattia mentale che incombe su una giovane donna tra vento e marosi, tra fantasmi e incubi, per un'unica affascinante spiegazione.   Enrico Solito è considerato uno dei massimi esperti italiani di Sherlock Holmes. Past president de "Uno studio in Holmes", l'associazione degli appassionati  italiani, è iscritto ad analoghe associazioni negli USA, Australia, Francia, Inghilterra e Giappone. Primo non anglofono a conseguire il  brevetto di CHS(d) della Franco Midland Hardware Company inglese (Certfied in Holmesian Studies, distinguished) è stato il primo Italiano a essere nominato membro dei Baker Street Irregulars di New York, la più antica ed esclusiva associazione sherlockiana (non ci si può  iscrivere nè chiedere l'iscrizione, solo attendere di essere chiamati). Collabora con la "Sherlock Magazine" italiana a cura di Luigi Pachì da circa dieci anni. Ha scritto decine di articoli di critica pubblicati in Australia,  Francia, Inghilterra, Giappone e Stati uniti, e curato per anni la  rivista de "Uno studio in Holmes", oltre che ad essere editor (con G.  Salvatori) di due volumi editi dai BSI negli USA. I suoi apocrifi  sono stati editi in Giappone  e tradotti in varie lingue. Ha inoltre scritto (con S. Guerra) una Enciclopedia di Sherlock Holmes e un volume (con Guerra, Vianello ed altri) sui viaggi di Conan Doyle in Italia, nonché vari romanzi e racconti gialli non holmesiani.

  • Sherlock Holmes e il caso della deduzione errata
    Sherlock Holmes e il caso della deduzione errata
    Sherlock Holmes e il caso della deduzione errata

    Una sorprendente deduzione e un mistero risolto...Holmes non si occupa mai di "gossip", né di faccende matrimoniali. Ma questa volta un suicidio di un uomo all'interno della casa di uno dei più ricchi e famosi aristocratici d'Inghilterra non può non coinvolgere il grande investigatore, chiamato dalla polizia a risolvere i suoi dubbi. Sarà stato davvero suicidio? E qual è la vicenda che lo sottende? O è stato ucciso?... e da chi allora? Enrico Solito è considerato uno dei massimi esperti italiani di Sherlock Holmes. Past president de "Uno studio in Holmes", l'associazione degli appassionati  italiani, è iscritto ad analoghe associazioni negli USA, Australia, Francia, Inghilterra e Giappone. Primo non anglofono a conseguire il  brevetto di CHS(d) della Franco Midland Hardware Company inglese (Certfied in Holmesian Studies, distinguished) è stato il primo Italiano a essere nominato membro dei Baker Street Irregulars di New York, la più antica ed esclusiva associazione sherlockiana (non ci si può  iscrivere nè chiedere l'iscrizione, solo attendere di essere chiamati). Collabora con la "Sherlock Magazine" italiana da circa dieci anni. Ha scritto decine di articoli di critica pubblicati in Australia,  Francia, Inghilterra, Giappone e Stati uniti, e curato per anni la  rivista de "Uno studio in Holmes", oltre che ad essere editor (con G.  Salvatori) di due volumi editi dai BSI negli USA. I suoi apocrifi  sono stati editi in Giappone  e tradotti in varie lingue. Ha inoltre scritto (con S. Guerra) una Enciclopedia di Sherlock Holmes e un volume (con Guerra, Vianello ed altri) sui viaggi di Conan Doyle in Italia, nonché vari romanzi e racconti gialli non holmesiani.

  • All'ombra di Sherlock Holmes - 14. Maelzel’s Second Chessplayer
    All'ombra di Sherlock Holmes - 14. Maelzel’s Second Chessplayer
    All'ombra di Sherlock Holmes - 14. Maelzel’s Second Chessplayer

    Giallo - racconto lungo (53 pagine) - L’automa giocatore di scacchi torna a Londra a distanza di alcuni decenni e si trova al centro di una serie di delitti che il detective di Baker Street dovrà risolvere grazie al suo solito acume. Ricordate "Il Turco", l’automa giocatore di scacchi creato alla fine del Settecento, creato da un inventore ungherese per l'Arciduchessa d'Austria, che fece il giro del mondo e sul quale cui Poe scrisse un celebre saggio? Ora torna a Londra dopo alcuni decenni e si trova al centro di una serie di delitti. Riuscirà Holmes a risolverli col solito acume, e a svelare il mistero del Turco? Giacomo Mezzabarba: di un tale che va sotto questo nome (che potrebbe anche essere uno pseudonimo), autore di vari scritti, si sa poco o niente.  Le notizie su di lui sono confuse e contraddittorie, a cominciare dal suo luogo di nascita e addirittura riguardo l’epoca della sua venuta al mondo. C’è chi crede che sotto tal nome si celi un prete lombardo, notorio falsario, che assieme a fra Giovanni Pantaleo di Castelvetrano fu al seguito di Garibaldi nell’impresa dei Mille, pur senza essere mai ascritto nei ruoli di quella gloriosa milizia e che a partire dalla fine dell’Ottocento scrisse falsi racconti di Sherlock Holmes, come molti facevano in tutta Europa. Altri invece menzionano un omonimo avvistato negli anni Settanta del secolo scorso in una scuola della Valtellina, e altri ancora credono di riconoscere in lui un insegnante in uno sperduto paesino del Cilento, all’incirca negli stessi anni. Anche se de minimis non curat praetor, come saggiamente sentenziavano i nostri padri, citiamo a solo titolo di curiosità la seguente notizia, risalente a un erudito sannita, noto per essere un grande cultore di Bacco. Costui afferma che nella capitale dell’ex Regno delle Due Sicilie esisterebbero tracce di un tale (di cui però si guarda bene dal fornire il nome) che potrebbe essere identificato col Mezzabarba di cui sopra, in servizio presso un Ateneo vesuviano. Secondo un gazzettiere cui fu rivelata la cosa nel corso di un simposio, e sempre che sia lui il soggetto di cui si ragiona, questo impostore si spaccerebbe per un discendente diretto di Sir Arthur Conan Doyle in linea materna, cianciando di aver ereditato una cassa contenente i manoscritti inediti del suo celebre avo; ma con tutta evidenza trattasi di goffi e puerili tentativi di camuffare la sua vera natura di volgare plagiario. Se questo soggetto sia poi proprio lui l’autore di dieci falsi racconti che vorrebbe proditoriamente e surrettiziamente attribuire all’illustre penna del dottor Watson, l’amico dell’impareggiabile signor Holmes, è cosa degna di nessun interesse. Bene disse Don Abbondio: Carneade. Chi era costui?

  • Sherlock Holmes: la sfida degli spettri
    Sherlock Holmes: la sfida degli spettri
    Sherlock Holmes: la sfida degli spettri

    ROMANZO (168 pagine) - GIALLO - Un romanzo apocrifo cosparso di riferimenti canonici che in alcuni tratti ci fa tornare in mente le atmosfere gotiche del "Mastino dei Baskerville". Imperdibile!Cosa ci fa il celebre investigatore Sherlock Holmes assieme all'illusionista Houdini? E come mai Sir Arthur Conan Doyle storce tanto il naso di fronte al detective a cui dedicherà numerosi libri e racconti? Siamo nei primi del Novecento e tanti, troppi fantasmi si aggirtano per l'Europa e nella nebbiosa Bracknell, nell'Inghilterra del sud. Sarà il dottor Watson a guidarci nell'unica avventura ancora non raccontata di Sherlock Holmes. E forse persino il Mastino dei Baskerville potrebbe essere tornato... Luciano Bacchin (1965) è un perito industriale, convertito alla filosofia, che ha studiato all'Università degli Studi di Milano. Appassionato di Sherlock Holmes, ha provato a combinare la sua vena creativa con l'idea di una nuova avventura del grande investigatore. "Sherlock Holmes e la sfida degli spettri" è stato approvato, quanto a coerenza con l'opera di Doyle, dall'associazione italiana "Uno studio in Holmes".

  • Sherlock Holmes e il labirinto della solitudine
    Sherlock Holmes e il labirinto della solitudine
    Sherlock Holmes e il labirinto della solitudine

    ROMANZO (116 pagine) - GIALLO - La sparizione di una biografia inedita di William Shakespeare è solo l'inizio di un'intricata indagine nel SomersetSherlock Holmes e il dottor Watson vanno in trasferta in un paesino del Somerset per indagare sulla sparizione di un manoscritto inedito, una nuova biografia di William Shakespeare che l'autore, letterato di fama, ha assicurato per una cifra piuttosto rilevante. Gli indizi lasciano supporre che le cose non siano esattamente andate come qualcuno vuol far credere, e quando all'ipotesi di un furto si aggiunge la certezza di un omicidio il mistero s'infittisce ulteriormente. Solo grazie all'acume e alla tenacia del celebre "consulting detective", supportato dal suo più fraterno amico, si giungerà alla soluzione di un caso intricato e oscuro, le cui ombre si allungano nel labirinto di un passato popolato da fantasmi inquietanti e riferimenti letterari.       Luca Sartori è nato a Torino nel 1973. Dopo aver vissuto e lavorato diversi anni in Italia settentrionale, tra Milano e Torino, ha messo a frutto le sue conoscenze linguistiche da autodidatta, acquisite tramite letture e in frequenti soggiorni a Londra, laureandosi in lingue e culture straniere all'Università di Urbino con una tesi sull'apocrifo sherlockiano. Attualmente vive e lavora a Torino, dove si sta specializzando in traduzione letteraria ed editoriale dall'inglese. Grande appassionato e cultore del mondo narrato da Watson e dal suo agente letterario Arthur Conan Doyle, adora la cultura tardovittoriana in generale e fin da giovanissimo raccoglie tutto il materiale che riesce a trovare su questi soggetti. Dal 2013 è un membro dell'associazione USIH, e dal 2014 della John H. Watson Society. Ha collaborato come traduttore con la Delos Books, altri editori e alcuni docenti universitari. È stato coautore di una biografia romanzata di Lord Alfred Douglas e ha al suo attivo diverse pubblicazioni come autore: "L'avventura dei candelabri provenzali" (The Strand Magazine e Delos Books, 2014), "L'ultimo preraffaellita" (Delos Books, 2013), "Il cane e l'anatra" (Delos Books, 2014), "Il labirinto della solitudine" (Delos Books, 2014). Per il 2015 sono previste le uscite di un saggio dedicato all'apocrifo sherlockiano e di un romanzo breve scritto direttamente in inglese, "The Adventure of the Duke's Study," edito negli USA.

  • La maledizione dei Baskerville
    La maledizione dei Baskerville
    La maledizione dei Baskerville

    ROMANZO (219 pagine) - GIALLO - L'ULTIMO DEI MASTINI. La maledizione dei Baskerville nella nuova traduzione di Alessandra Calanchi Una nuova edizione dell'intramontabile "Mastino dei Baskerville", il capolavoro di Arthur Conan Doyle, col titolo che ebbe nella prima edizione italiana uscita sulla "Domenica del Corriere". A cura di Alessandra Calanchi. Con una sorprendente introduzione, "Baskerville, go home!", che svela tutto ciò che  è sempre stato lasciato fra le righe: i legami imprevisti fra Doyle e l'America,  le relazioni pericolose fra personaggi e pubblico, la nascita della genetica e della psicologia comportamentale, il femminicidio. Sir Arthur Conan Doyle (Edimburgo, 22 maggio 1859 - Crowborough, 7 luglio 1930), scrittore e medico scozzese, è l'autore dei 56 racconti e 4 romanzi che rappresentano il cosiddetto "canone" sherlockiano. È l'autore capostipite del sottogenere letterario noto come "giallo deduttivo", reso famoso dal personaggio del suo investigatore Sherlock Holmes, assurto poi a ruolo di icona di tutta la letteratura gialla, superando di gran lunga la fama dello stesso Arthur Conan Doyle.   Alessandra Calanchi è professore associato di Letteratura e Cultura Angloamericana all'Università degli Studi di Urbino "Carlo Bo"; socio onorario dell'Accademia Italiana di Scienze Forensi, all'interno della quale coordina la Sezione di Letteratura Criminale; direttrice del CCH (Comitato Culturale Holmesiano) nell'associazione Uno Studio in Holmes; e membro della John Watson Society. Ha scritto e curato numerosi volumi e saggi nell'ambito degli studi su Sherlock Holmes, fra cui "Quattro studi in rosso. Lo spazio privato maschile nella narrativa vittoriana", (1997), Arthur Conan Doyle, "221B Baker Street. Sei ritratti di  Sherlock  Holmes" (2001), "Sherlock Holmes in America: "American Sherlockitis", ovvero come Sherlock Holmes conquistò il Nuovo Mondo" (2005), "I mille e uno Sherlock Holmes", (con G. Ovarelli, 2007). Ha curato, nel DVD allegato all'edizione scolastica de "Il mastino dei Baskerville" (a cura di S. Gianni, 2011), le interviste a Nando Gazzolo e a Luciano  Garofano. Ha scritto più di venti articoli su Sherlock Holmes, partecipato a programmi televisivi (Rai Uno Mattina, Giallo Pistoia) e pubblicato interviste ("L'Eco di Bergamo, Il Corriere del Ticino, La Sicilia, Il Giornale di Brescia"). Ha organizzato convegni su Sherlock Holmes (Pesaro 2005, 2006, 2007; Urbino 2008, 2011) e partecipato a numerosi convegni nazionali e internazionali e conferenze. Per Delos Books, ha scritto le Introduzioni di tutti i sei volumi della collana a cura di Luigi Pachì "Baker Street Collection"  e ha tradotto "Sherlock Holmes e il mistero del golf club" (2008) di J. M. Gregson (2008) e "Il diario segreto del dottor Watson" (2013) di P. Growick, entrambi recentemente ripubblicati nella collana Gialli Mondadori - Sherlock.

  • Sherlock Holmes a Roma
    Sherlock Holmes a Roma
    Sherlock Holmes a Roma

    ROMANZO (205 pagine) - GIALLO - Holmes e Watson in un intrigo internazionale in cui le spie di alcuni paesi europei si fronteggiano senza esclusione di colpiNella fitta nebbia di Londra, come nelle autunnali e limpide giornate romane, Sherlock Holmes è sempre all'altezza della sua fama. In Italia, con Watson, per un'indagine poliziesca su tre quadri e due morti, il grande investigatore si ritroverà coinvolto in un intrigo internazionale in cui le spie di alcuni paesi europei si fronteggiano senza esclusione di colpi. Doppie identità, omicidi e travestimenti sono infatti gli ingredienti di questa storia ricca di colpi di scena. Nella Roma di fine Ottocento i protagonisti incontrano alcuni personaggi storici dell'epoca, e sono attratti dalle inquietanti suggestioni della città e dai curiosi aspetti della sua vita quotidiana. Luigi Calcerano e Giuseppe Fiori, scrittori in proprio, da tempo firmano insieme saggistica e narrativa poliziesca, svolgendo un'ideale "detection" sui tanti generi che il giallo ha prodotto nel suo secolo e mezzo di vita. I loro ultimi lavori sono: "Ladri e guardie" (Editori Riuniti, 2007), "Un delitto elementare" (Sovera 2008), "Teoria e pratica del giallo" (Edizioni Conoscenza, 2009) e l'ebook "Clandestini" (ilpepeverde.it, 2014). Luigi Calcerano scrive anche di fantascienza, con Loredana Marano ha pubblicato "L""'""ultima Eneide" (Bonaccorso, 2014). Giuseppe Fiori, nel suo ultimo lavoro "La conversazione sparita" (Manni, 2013), tesse un sottile elogio della conversazione nel secondo dopoguerra.  

  • Sherlock Holmes e l'epidemia misteriosa
    Sherlock Holmes e l'epidemia misteriosa
    Sherlock Holmes e l'epidemia misteriosa

    ROMANZO (125 pagine) - GIALLO - Tratto da una storia vera, un caso di risonanza internazionale che porterà il celebre detective a indagare su una serie di inspiegabili morti che sconvolgono l'opinione pubblica nel nord dell'Inghilterra.La sonnacchiosa quiete del 221B viene interrotta dall'arrivo di un'accorata richiesta d'aiuto da parte di un ex compagno di studi del dottor Watson, ora primario in un ospedale di Manchester: una lunga serie di strani decessi sta terrorizzando gli abitanti della regione, e i medici sembrano incapaci di individuarne le cause. Grazie a una minuziosa analisi dei documenti originali dell'epoca, Voudì ripercorre un caso realmente avvenuto, la cui gravità spinse Edoardo VII a nominare una Reale Commissione d'Inchiesta per accertare i fatti e le responsabilità di quanti ne furono coinvolti. Alain Voudì, genovese giramondo, ha già pubblicato per Delos Digital l'apocrifo "Sherlock Holmes e lo scottante segreto di Mrs. Hudson". Tra le altre sue opere si conta la serie distopica "Trainville" e diversi episodi della serie horror "The Tube"; ha pubblicato inoltre numerosi racconti, alcuni dei quali apparsi nei Gialli Mondadori oltre che nelle riviste "Robot" e "Writers Magazine", ed è stato più volte finalista di concorsi quali il Premio Italia, il Premio Vegetti, il RiLL, lo Stella Doppia e il Premio Robot.

  • Sherlock Holmes contro il Fantasma dell'Opera
    Sherlock Holmes contro il Fantasma dell'Opera
    Sherlock Holmes contro il Fantasma dell'Opera

    Giallo - romanzo breve (58 pagine) - Un fantasma si aggira per l'Opéra di Parigi. Chi meglio di un provetto violinista come Sherlock Holmes può mescolarsi agli orchestrali per indagare? Il Fantasma dell'Opera e Sherlock Holmes, due icone di fine Ottocento, si incontrano per la prima volta tra le pagine di questo romanzo breve. Quando fatti misteriosi iniziano a verificarsi all'Opèra di Parigi, un giovane Sherlock Holmes entra nell'orchestra come violinista per indagare. Ben presto scoprirà che i sotterranei del teatro nascondono un oscuro segreto in cui si mescolano vendetta e amore. Per dipanare il mistero il detective dovrà districarsi nel territorio che gli è meno congegnale, quello della passione che annoda i destini di giovani soprano, nobiluomini innamorati e del fantasma stesso. Un pastique che ripercorre le vicende del celebre romanzo di Gaston Leroux, intersecandole con le indagini del più celebre investigatore del mondo. Antonella Mecenero vive col marito a Briga Novarese (No) dove insegna e collabora con l’Associazione Ecomuseo del Lago d’Orta. Ama correre lungo sentieri reali e immaginari dove trova spesso delle storie da raccontare. Il suo primo romanzo, La roccia nel cuore, un giallo ambientato sul Lago d’Orta, è stato pubblicato nel 2013 da Interlinea Edizioni. Ha poi pubblicato nella collana Baker Street Collection il romanzo apocrifo Sherlock Holmes e il mistero dell’uomo meccanico (Delos Books, 2014). Suoi racconti sono apparsi sul Giallo Mondadori, riviste (tra cui la Sherlock Magazine) e antologie come Delitti d’Acqua Dolce (Lampi di Stampa, 2012) e Giallo Lago (Eclissi Editrice, 2013).

  • Lo studiolo del duca
    Lo studiolo del duca
    Lo studiolo del duca

    Giallo - romanzo breve (57 pagine) - Un’insolita indagine in solitaria per il dottor Watson tra oscure verità passate e presenti Watson non vive più in Baker Street ma non si dimentica del suo vecchio compagno d’avventure Sherlock Holmes, che da una settimana, però, non fa più avere sue notizie. Watson teme che possa trovarsi nei guai e decide di cercarlo. Sarà l’inizio di un’insolita indagine in solitaria per il dottore che, seguendo labili tracce filologiche e pensando come penserebbe il grande investigatore, lo condurrà alla scoperta di oscure verità sospese tra passato e presente. Luca Sartori, laureato in Lingue e Culture Straniere all’Università di Urbino, è membro dell’associazione italiana USIH (Uno Studio in Holmes) e della John Watson Society americana, per la quale ha pubblicato The Adventure of the Duke’s Study (2014). È autore de Il garofano blu, biografia su Lord Alfred Douglas (Simonelli 1999), e per Delos Books di cinque e-books: L’ultimo preraffaellita (2013), Il cane e l’anatra (2014), Il labirinto della solitudine (2014), L’avventura dei candelabri provenzali (2015) e Lo studiolo del duca (2016). Per la Aras Edizioni ha scritto e pubblicato il saggio Oltre il “Sacro Canone”: variazioni apocrife sul tema di Sherlock Holmes. Specializzatosi in traduzione editoriale a Torino, ha tradotto numerosi saggi, racconti, e l’apocrifo sherlockiano I delitti di Mayfair di David Britland (Mondadori 2015).