Goditi milioni di eBook, audiolibri, riviste e tanto altro ancora con una prova gratuita

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Oltre la scuola e l’homeschooling: Riparare i danni della pandemia ed educare per il mondo che verrà
L'Agricoltore e il Ginecologo: L'industrializzazione della nascita
La salute dei bambini: Come aiutarli a crescere felici
Serie di e-book30 titoli

Il bambino naturale

Valutazione: 3 su 5 stelle

3/5

()

Info su questa serie

La guida gentile non è essere sempre perfetti e nemmeno essere sempre accondiscendenti: è porsi ai nostri bambini con onestà e rispetto della loro integrità, è scegliere di saper essere piuttosto che di saper fare, di avventurarsi nel mare tempestoso delle emozioni e attraversarlo, insieme a loro, con empatia, e usare queste emozioni come guida per comprendere e conciliare i bisogni di tutti.
Confermare il bambino nei suoi sentimenti e nelle sue sensazioni, accogliere la sua percezione anche quando non collima con la nostra, aiutandolo ad ampliare la sua visione delle cose e includere quella più vasta della società, è la strada per crescere individui integri, capaci di valutare in modo critico ciò che la vita propone loro, e quindi in grado di esprimere al massimo il loro potenziale.
Al di là della falsa scelta fra autoritarismo e lassismo, nell’educazione dei bambini c’è una terza via: quella della gentilezza.
Attraverso la presenza affettuosa, l’ascolto dei loro sentimenti e bisogni, il dialogo onesto e rispettoso, gli adulti possono, senza rinunciare al loro ruolo di guida, accompagnare i bambini a diventare individui integri e capaci di empatia, con una base affettiva sicura e la capacità di connettersi con gli altri e con l’ambiente intorno a loro, cambiando in meglio il mondo.
LinguaItaliano
Data di uscita29 giu 2022
Oltre la scuola e l’homeschooling: Riparare i danni della pandemia ed educare per il mondo che verrà
L'Agricoltore e il Ginecologo: L'industrializzazione della nascita
La salute dei bambini: Come aiutarli a crescere felici

Titoli di questa serie (40)

  • La salute dei bambini: Come aiutarli a crescere felici
    La salute dei bambini: Come aiutarli a crescere felici
    La salute dei bambini: Come aiutarli a crescere felici

    Elena Balsamo riassume in questo libro i temi più importanti riguardanti la salute dei bambini in un’ottica olistica e offre ai genitori il suo bagaglio di esperienza di tanti anni di pratica pediatrica con i più piccoli. Soprattutto, però, cerca di trasmettere il messaggio che più le sta a cuore: nel periodo perinatale è racchiuso il segreto della salute! Questo suo lavoro, intitolato La salute dei bambini, si pone quindi anche un fine educativo, per rendere i genitori sempre più consapevoli del grande compito che li attende per il quale occorre una rigorosa preparazione. Ecco perché prima di educare i bambini bisognerebbe educare gli adulti che se ne fanno custodi. Una lettura semplice e agevole che può, attraverso la sensibilizzazione dei grandi, aiutare i piccoli a crescere felici.  

  • Oltre la scuola e l’homeschooling: Riparare i danni della pandemia ed educare per il mondo che verrà
    Oltre la scuola e l’homeschooling: Riparare i danni della pandemia ed educare per il mondo che verrà
    Oltre la scuola e l’homeschooling: Riparare i danni della pandemia ed educare per il mondo che verrà

    Negli anni della pandemia, la scuola è stata travolta da uno tsunami che l’ha trasformata da luogo dell’accoglienza e dell’inclusione a luogo della sofferenza e della discriminazione, con danni incalcolabili per bambini e ragazzi. Diventa urgente un intervento riparativo, ma non può evidentemente essere la scuola pubblica a rimediare. Il libro di Patrizia Scanu presenta, sulla base di un’analisi dei bisogni eccezionali degli studenti vittime del disastro, una proposta di intervento educativo in due fasi, la prima riparativa e la seconda trasformativa, da realizzare nel contesto dell’istruzione parentale per gli allievi della scuola secondaria inferiore e superiore. Oltre la scuola e l’homeschooling si rivolge a insegnanti e genitori che intendano educare e non solo istruire, per un mondo futuro più giusto e consapevole. Si ispira al modello umanistico dell’educazione integrale (che coinvolge corpo, mente, anima e spirito), trasversale, profonda, ricca, gioiosa e nella natura, guidata dalla creatività, dalla bellezza, dall’amore per la conoscenza e dal proposito di formare anime libere e capaci di sentire e di pensare.

  • L'Agricoltore e il Ginecologo: L'industrializzazione della nascita
    L'Agricoltore e il Ginecologo: L'industrializzazione della nascita
    L'Agricoltore e il Ginecologo: L'industrializzazione della nascita

    Sembra il titolo di una favola moderna: durante uno scambio di idee, l’agricoltore e il ginecologo comprendono fino a che punto entrambi hanno manipolato le leggi della Natura e analizzano le impressionanti similitudini fra l’industrializzazione dell’agricoltura e quella del parto, ambedue sviluppatesi nel corso del ventesimo secolo.

  • Il parto cesareo: Solo se indispensabile, sempre con rispetto
    Il parto cesareo: Solo se indispensabile, sempre con rispetto
    Il parto cesareo: Solo se indispensabile, sempre con rispetto

    Negli ultimi anni alcuni Paesi hanno registrato un allarmante incremento dei parti con taglio cesareo, al punto che per molti costituisce addirittura il modo più frequente di nascere. Senza alcun dubbio questa “cultura” non tiene conto delle conseguenze psicologiche, oltre che fisiche, tanto per la madre quanto per il figlio. Contro questa tendenza, il presente saggio intende incoraggiare le madri a ritrovare la fiducia nel proprio corpo e recuperare la dignità della nascita.

  • Libertà e amore: L'approccio Montessori per un'educazione secondo natura
    Libertà e amore: L'approccio Montessori per un'educazione secondo natura
    Libertà e amore: L'approccio Montessori per un'educazione secondo natura

    L’autrice di Sono qui con te ci propone con questo suo ultimo volume un viaggio attraverso il tempo e lo spazio per scoprire una nuova modalità di approccio al bambino, dalla vita prenatale all’adolescenza: è la visione di Maria Montessori, che ha dato origine ad un sistema educativo rivoluzionario diffuso in tutto il mondo ma ancora poco noto da noi in Italia. Le sue scuole sono un vero e proprio laboratorio creativo in cui, in un clima di estremo rispetto e di autentica libertà di scelta,le potenzialità del bambino possono svilupparsi e sbocciare in tutta la loro forza e bellezza. Ma quello montessoriano non è solo un metodo educativo, è molto di più: è un modo di guardare il mondo e le creature che lo abitano con gentilezza e amore, nella consapevolezza che siamo tutti parte della stessa grande ragnatela… Elena Balsamo, Scrittrice, insegnante, pediatra, mamma… Una vita dedicata a farsi interprete dei bambini, a dare parola a chi è troppo piccolo per farlo da solo… Specialista in puericultura, si occupa da anni di pratiche di maternage nelle diverse culture e lavora in particolare a sostegno della coppia madre-bambino nei momenti critici della gravidanza, del parto e dell’allattamento, attraverso strumenti quali l’omeopatia e la floriterapia. Dopo esperienze di viaggi in diversi paesi africani e di lavoro sul campo in Guinea-Bissau, ha dedicato un decennio della sua vita ad attività di formazione all’interno dell’Associazione Interculturale Bambaràn, da lei fondata a Bologna, città in cui vive. Attualmente, oltre a continuare l’attività di medico libero-professionista e l’impegno in ambito formativo sui temi dell’etnopediatria e del maternage consapevole, in un’ottica prettamente montessoriana, svolgendo corsi e interventi in tutta Italia, si dedica alla grande passione della sua vita: la scrittura. Ha curato il volume Lui,lei,noi (EMI,1994), è coautrice di Mille modi di crescere (Franco Angeli, 2002) e Etnopediatria (Fimp, 2003). Con il Leone Verde ha pubblicato Sono qui con te (2007) e Libertà e Amore (2010); e per i bambini nel 2010 Il latte di mamma sa di fragola, Girotondo intorno al mondo e Il Quaderno del Neonato. Nel 2012 e apparso sempre per i bambini Storia di un piccolo seme.

  • E se poi prende il vizio?: Pregiudizi culturali e bisogni irrinunciabili dei nostri bambini
    E se poi prende il vizio?: Pregiudizi culturali e bisogni irrinunciabili dei nostri bambini
    E se poi prende il vizio?: Pregiudizi culturali e bisogni irrinunciabili dei nostri bambini

    Esistono molti libri sull’accudimento dei bambini. Spesso si presentano come manuali di istruzioni, come magiche ricette di felicità per genitori e figli. Questo libro non propone metodi uguali per tutti, poiché è rivolto a genitori unici che vogliono mettersi in gioco in prima persona e compiere scelte libere,informate e autonome. È un invito a riflettere sulla particolarità di ogni famiglia, sul diritto di allevare i bambini in piena libertà lasciando da parte i pregiudizi culturali, ascoltando il proprio cuore e il proprio istinto. Viviamo, infatti, in una società che impone tempi e spazi basati sulla logica della produttività e del consumismo e che non si cura a sufficienza di proteggere lo sviluppo affettivo dei più piccoli. I nostri figli crescono perciò in un mondo adultocentrico che spesso si è dimenticato di loro pretendendo che diventino da subito autonomi, grandi e indipendenti, che non disturbino, che ignorino fin dai primi istanti di vita i propri istinti e la capacità di comunicare le proprie necessità. Attraverso l’analisi dei bisogni primari ed universali di ogni bambino in queste pagine vengono trattati temi quali l’allattamento, il sonno dei neonati e dei bambini più grandi, il bisogno di contatto e le più efficaci forme comunicative fra genitori e figli. Questo libro vuole “liberare” i genitori che compiono scelte di accudimento basate sull’amore incondizionato e sull’importanza primaria della relazione affettiva coi propri bambini. Il testo è arricchito da numerose fonti bibliografiche che rimandano alle ultime scoperte delle neuroscienze e delle ricerche sulla fisiologia di gravidanza, parto e allattamento per sottolineare in maniera semplice e chiara, come rispondere ai bisogni affettivi di base dei nostri bambini non abbia nulla a che vedere coi vizi ma, anzi, sia un patrimonio irrinunciabile che può influenzare positivamente l’equilibrio fisico ed emotivo di tutta la loro vita. Alessandra Bortolotti, madre di due bimbe e psicologa perinatale si occupa da anni di puericultura e di fisiologia di gravidanza, parto e allattamento. E consulente di numerose riviste e siti internet dedicati ai genitori, scrive su varie pubblicazioni scientifiche. E ideatrice e curatrice del sito www.psicologiaperinatale.it Conduce incontri dopo parto in provincia di Firenze dove attualmente risiede.

  • La dislessia: Una guida per genitori e insegnanti: teoria, trattamenti e giochi
    La dislessia: Una guida per genitori e insegnanti: teoria, trattamenti e giochi
    La dislessia: Una guida per genitori e insegnanti: teoria, trattamenti e giochi

    La dislessia è ancora vissuta, troppe volte, come un grave handicap sociale e cognitivo. Anche da ciò, l’idea e l’esigenza di un manuale che spieghi come riconoscerne i segni, con quali strumenti intervenire, sia in ambito clinico sia scolastico, e quale giusta interpretazione dare ad un evento spesso enfatizzato o sottovalutato. Questo testo vuole abolire etichette e luoghi comuni, fornendo una visione strutturata e chiara del problema, spiegando il funzionamento della lettura nei suoi processi sottostanti: linguistico, visuo-percettivo e attentivo (e la loro interazione). Questo perché non esiste un dislessico uguale a un altro. La parola chiave del metodo proposto è “allenamento”, una vera e propria “palestra” per la mente. La parte riservata agli esercizi ludico-ricreativi permette di allenare il bambino divertendolo e interessandolo alla lettura con l’uso di illustrazioni, fiabe o attività manuali, a loro volta tappe di un percorso propedeutico. Eva Benso (1980), laureata all’Accademia di Belle Arti di Torino e grafico creativo, è operatrice specializzata in abilitazione cognitiva con soggetti affetti da DSA (Disturbi Specifici dell’Apprendimento).

  • Di notte con tuo figlio: La condivisione del sonno in famiglia
    Di notte con tuo figlio: La condivisione del sonno in famiglia
    Di notte con tuo figlio: La condivisione del sonno in famiglia

    Dormire insieme ai propri figli è stata la norma in quasi ogni epoca e in quasi tutte le culture. Nella società moderna, invece, tale pratica è diventata fonte di innumerevoli interrogativi e motivo di colpevolizzazione. In Di notte con tuo figlio ogni teoria scientifica a sostegno dell’inopportunità, se non addirittura della pericolosità o dell’immoralità di questa abitudine, viene puntualmente confutata. L’autore, massima autorità a livello internazionale in materia, attraverso le più recenti evidenze scientifiche a sostegno dei potenziali benefici del sonno condiviso e tanti utili consigli per prevenire eventuali rischi e inconvenienti, illustra le diverse modalità con cui è possibile dormire con i propri piccoli in tutta sicurezza, e i benefici di stare tutti insieme nel lettone. James J. McKenna, titolare della cattedra di Antropologia Edmund P. Joyce C.S.C., nonché Direttore del Mother-Baby Behavioral Sleep Laboratory (laboratorio di ricerca sul sonno materno infantile) dell’Università di Notre Dame, è tra le massime autorità in materia di allattamento al seno in relazione alla SIDS (Sindrome della morte in culla) e al sonno condiviso. Richiestissimi i suoi interventi a conferenze e convegni medici e sulla genitorialità in tutto il mondo.

  • Via il pannolino!: Come dare l'addio al pannolino in una prospettiva educativa, etica ed ecologica
    Via il pannolino!: Come dare l'addio al pannolino in una prospettiva educativa, etica ed ecologica
    Via il pannolino!: Come dare l'addio al pannolino in una prospettiva educativa, etica ed ecologica

    Negli ultimi anni l’età a cui si toglie il pannolino si è innalzata notevolmente, complici i pannolini usa e getta, tanto comodi quanto poco biodegradabili, e i timori di genitori, pediatri ed educatori di non mettere ansia al bambino. Mamme e papà si trovano allora disorientati: da una parte si vorrebbe il bambino autonomo dal pannolino il prima possibile, e dall’altra si temono le conseguenze di un’educazione troppo precoce alla pulizia. Che fare? Questa guida illustra quale sia il percorso più semplice e più piacevole per togliere il pannolino, senza forzature e conflitti, tenendo presente che non esistono ricette precosituite, ma molto dipende dal temperamento del bambino e dalla reale disponibilità del genitore. Sfata i miti più comuni riguardo all’educazione al vasino, all’enuresi, all’età di inizio del processo di “spannolinamento”. Prende in considerazione i vari approcci esistenti, alla luce delle ultime ricerche scientifiche e nella consapevolezza di come questo aspetto sia una pietra miliare nella maturazione fisica e psicologica del bambino e uno dei primi passi verso il raggiungimento dell’autonomia, in una prospettiva educativa, etica ed ecologica. Il volume è arricchito delle testimonianze di tante mamme e papà che hanno voluto condividere le loro esperienze. Elena Dal Prà è pedagogista e insegnante di massaggio infantile; approfondisce tematiche legate all’allattamento, alla crescita dei bambini, alla disciplina dolce e in particolare alle questioni educative e ambientali relative allo svezzamento da pannolino. Dopo alcuni anni di lavoro nell’ambito della formazione e dell’orientamento professionale, dal 2005 svolge attività di consulenza per enti pubblici e associazioni per il sostegno della donna, madre e lavoratrice. Scrive per il web aggiornandositi dedicati alla genitorialità e moderando forum di discussione.

  • Tutte le mamme hanno il latte 2° edizione: Quello che tutti dovrebbero sapere sull'allattamento e l'alimentazione artificiale
    Tutte le mamme hanno il latte 2° edizione: Quello che tutti dovrebbero sapere sull'allattamento e l'alimentazione artificiale
    Tutte le mamme hanno il latte 2° edizione: Quello che tutti dovrebbero sapere sull'allattamento e l'alimentazione artificiale

    Nel corso del XX secolo abbiamo assistito a una drammatica diminuzione dell’allattamento al seno in favore di quello basato sul latte artificiale. Una domanda sorge spontanea: quali implicazioni può avere questo cambiamento di stile di vita sullo sviluppo e la salute psico-fisica del bambino? È vero che poter allattare è solo una questione di fortuna oppure sono altri i motivi che inducono tantissime madri a ritenere (erroneamente) di non avere abbastanza latte o che questo non sia adeguato? "Tutte le mamme hanno il latte" vuole dare una risposta a queste e mille altre domande sull’allattamento, illustrando in modo esauriente i tanti motivi che all'oggi conducono moltissime madri a ricorrere al latte artificiale. Appoggiandosi su un linguaggio scorrevole e alla portata di tutti, il libro propone un’ananisi documentata e accurata sull’impatto che l'alimentazione nei primi anni di vita ha sulla salute del bambino, riportando le più recenti raccomandazioni di affermati professionisti e le azioni intraprese da istituzioni e associazioni a livello italiano e europeo. "Tutte le mamme hanno il latte" ti invita a riscoprire una pratica naturale, accessibile, economica, piacevole e soprattutto salutare per i bambini, le famiglie e il pianeta. Il libro però non si rivolge soltanto a genitori e futuri genitori, ma anche a educatori, medici, operatori sanitari e a tutti coloro che hanno a che fare con mamme e bimbi piccoli, come anche a chiunque sia interessato a temi di salute pubblica e consumo consapevole. Paola Negri si occupa di allattamento da oltre 15 anni. Ha allattato peroltre 10 anni i suoi 4 figli, è stata consulente volontaria per La Leche League Italia e successivamente è diventata consulente professionale IBCLC ed Educatrice Perinatale, lavorando con donne in attesa e madri, e nella formazione specifica rivolta a gruppi di auto-aiuto e a operatori sanitari. Opera da anni in associazioni come MAMI e IBFAN Italia (di dui e presidente), in attività di sostegno, promozione e protezione dell’allattamento. Si occupa inoltre di decrescita e di alimentazione. Questo è il suo primo libro, a cui ne sono seguiti altri due sull’allattamento (Sapore di mamma, Il leone verde, 2009 e Allattare, un gesto d’amore, Bonomi, 2005, coautrice Tiziana Catanzani), euno sull’alimentazione dei bambini e della famiglia (W la pappa!, Apogeo 2010)

  • Me lo leggi?
    Me lo leggi?
    Me lo leggi?

    Fiabe, storie e filastrocche. Lette e rilette decine e decine di volte o inventate lì per lì. Cantate, raccontate, sognate. Con la voce e con il cuore, per raccontare al nostro bambino la storia più importante, la storia del nostro amore per lui. Cosa sente il bimbo nel pancione? Perché è importante leggere e raccontare storie sin dai primi mesi di vita? Possiamo favorire l’amore per la lettura in età scolare? C’è ancora spazio per le fiabe classiche? Le informazioni scientifiche, gli approfondimenti di vari esperti (pediatri, psicologi, pedagogisti) e i suggerimenti pratici proposti in questo libro offrono una risposta a tutti questi interrogativi. Le testimonianze di numerosi genitori raccontano l’importanza delle storie per una crescita serena e felice. Perché quando il genitore legge o racconta, quella che si crea è una situazione di intenso benessere. Il bimbo assapora la storia narrata e, ancor di più, l’attenzione esclusiva che gliviene riservata. Fiabe e racconti lo aiutano a comprendere meglio la realtà che lo circonda, ma anche i suoi stessi sentimenti, le sue emozioni e le sue paure. Di libro in libro si creano rituali e ricordi che il bambino porterà con sé negli anni e custodirà come preziosi tesori. E quando sarà cresciuto, il libro rappresenterà un’opportunità di dialogo con i genitori, per ritrovarsi – nell’età delicata dell’adolescenza – grazie a un linguaggio comune, quello dell’amore per la lettura. Una ricca raccolta di filastrocche e ninnenanne rende questo libro uno strumento ancor più completo e prezioso per tutti i genitori. Giorgia Cozza, giornalista comasca, collabora a varie riviste specializzate occupandosi di gravidanza, allattamento al seno, psicologia e salute della mamma e del bambino. Autrice di E adesso… cresco, un manuale sullo sviluppo psico-fisico del bambino (Sfera Editore, 2007), in questa collana ha pubblicato Bebè a costo zero. Guida al consumo critico per future mamme e neogenitori (Il leone verde, 2008). Quando l’attesa si interrompe (Il leone verde, 2010), Me lo leggi? (Il leone verde, 2011). Ha scritto anche nella collana il Giardino dei Cedri Alice e il fratellino nel pancione, Alice e il primo giorno di asilo, Alice salva il pianeta e Alice sorella maggiore, Alice, Ti voglio bene mamma, Alice, Ti voglio bene papà.

  • Partorire e accudire con dolcezza: La gravidanza, il parto e i primi mesi con tuo figlio, secondo natura
    Partorire e accudire con dolcezza: La gravidanza, il parto e i primi mesi con tuo figlio, secondo natura
    Partorire e accudire con dolcezza: La gravidanza, il parto e i primi mesi con tuo figlio, secondo natura

    Sapere è potere, partorire è potere. Con questo testo rivoluzionario Sarah J. Buckley, esperta di gravidanza e parto nota e apprezzata in tutto il mondo, fa luce sull’evento nascita e sui primi mesi da genitori mettendo a disposizione conoscenze attinte dalla saggezza antica e dalla medicina moderna. Un libro che accompagna i genitori più sensibili verso una maggior consapevolezza e fiducia in se stessi e nel proprio bambino, guidandoli nella meravigliosa danza della nascita e della crescita di un figlio.

  • Eco-famiglie: Riflessioni, esperienze, idee per una consapevolezza e un orientamento più sostenibile
    Eco-famiglie: Riflessioni, esperienze, idee per una consapevolezza e un orientamento più sostenibile
    Eco-famiglie: Riflessioni, esperienze, idee per una consapevolezza e un orientamento più sostenibile

    L'ecologia oggi va di moda: non si fa che parlare di pannolini lavabili, borsette biodegradabili, raccolta differenziata e cibo biologico. A volte sembra persino una cosa da ricchi o per persone che hanno molto tempo. Ma un vero cambiamento che ci permetta di consegnare alle generazioni future un ambiente più salubre e pulito è necessario e improcrastinabile, e può avvenire soprattutto grazie alla costruzione di relazioni virtuose tra famiglie; relazioni che ci aiutino a cambiare gradualmente le nostre abitudini nel segno di un consumo critico e responsabile, di una mobilità più sostenibile, di un nuovo modo di vedere la pulizia e la cura della persona, di costruire la nostra casa e di gestire il denaro. In questo libro troverete idee e proposte concrete per essere più ecologici senza spendere una follia, per ridurre i consumi, per insegnare ai vostri bambini la sostenibilità e per viverla assieme ad altre famiglie: troverete consigli pratici per organizzare gli acquisti, ricette di autoproduzione, proposte creative per giocare, andare in vacanza, gestire i rifiuti. Ogni capitolo è corredato da testimonianze di persone che stanno sperimentando un'ecologia nuova e concreta, senza estremismi: il vero cambiamento parte dalle piccole cose, se si pensa solo in grande si rischia di non iniziare mai. Elisa Artuso, libera professionista e blogger, si occupa di comunicazione digitale e scrive di ambiente ed infanzia. È socia fondatrice di un gruppo d’acquisto solidale e autrice di www.mestieredimamma.it, un blog-magazine per famiglie amiche dell’ambiente. Vive a Bassano del Grappa.

  • Portare i piccoli_2a edizione: Un modo anitico, moderno e... comodo per stare insieme
    Portare i piccoli_2a edizione: Un modo anitico, moderno e... comodo per stare insieme
    Portare i piccoli_2a edizione: Un modo anitico, moderno e... comodo per stare insieme

    Da diversi anni la modalità di portare i bambini addosso è un fenomeno in crescita anche nel nostro Paese. "Portare i piccoli" chiarisce che portare, oltre ad essere una pratica antica tutt'ora presente in molte parti del mondo, è una modalità rispettosa e adatta nella relazione tra genitori e figli anche nella realtà occidentale, e lo fa rispondendo in maniera pronta e sicura ai molti quesiti pratici di chi porta, offrendo nello stesso tempo una disamina oggettiva sui supporti ausiliari reperibili (fasce porta bebè, marsupi, zaini porta-bambini, etc.) e delle tecniche più semplici che le neo-mamme e i neo-papà possono adottare. Esther Weber, svizzera tedesca, è madre di due bambine. Vive in Italia dal 1995. Dopo la maturità classica linguistica ed un percorso lavorativo che le ha permesso di raccogliere esperienze in diversi ambienti sanitari, sociosanitari ed aziendali, si dedica dal 2001, in occasione della gravidanza e nascita della prima figlia, teoricamente e praticamente al tema del "portare i piccoli". Ha progettato e realizzato interamente il sito indipendente di informazione www.portareipiccoli.it. È socia fondatrice e presidente dell'associazione "Portare i piccoli", che promuove in Italia la cultura del portare attraverso l'informazione accurata ed indipendente ed una formazione di qualità. Tiene incontri informativi e corsi per genitori. È consulente per la formazione al portare ad operatori della prima infanzia.

  • Giocare tra gli alberi: Attività nel bosco con le corde secondo la pedagogia della natura
    Giocare tra gli alberi: Attività nel bosco con le corde secondo la pedagogia della natura
    Giocare tra gli alberi: Attività nel bosco con le corde secondo la pedagogia della natura

    I bambini hanno un gran bisogno di muoversi, meglio se in un ambiente ricco di stimoli e sfide. Il bosco ci mette a disposizione questa possibilità risvegliando tutti i sensi – soprattutto se ci portiamo qualche corda e sappiamo fare i nodi necessari. Il libro illustra passo per passo il materiale adatto e i nodi più importanti per poter realizzare con le corde oltre 30 giochi e attività originali, tutte sperimentate dall’autrice.

  • La sculacciata: Perché farne a meno: domande e riflessioni
    La sculacciata: Perché farne a meno: domande e riflessioni
    La sculacciata: Perché farne a meno: domande e riflessioni

    Molti dei mali che affliggono bambini e adulti (depressione, delinquenza, tendenza ad avere incidenti…) sono connessi al modo in cui sono stati trattati nel periodo in cui si sviluppava il loro sistema nervoso. D’altra parte, schiaffi e sculacciate rendono più obbedienti i bambini? Migliorano l’apprendimento? Perché le punizioni corporali sono così distruttive? È possibile educare senza picchiare? Come fare?

  • Travaglio e parto senza paura: Comprendere la funzione del dolore e alleviarlo con i metodi naturali
    Travaglio e parto senza paura: Comprendere la funzione del dolore e alleviarlo con i metodi naturali
    Travaglio e parto senza paura: Comprendere la funzione del dolore e alleviarlo con i metodi naturali

    "Travaglio e parto senza paura" ci insegna che oggi il dolore che accompagna la nascita non può più essere interpretato come un nemico da sconfiggere con ogni mezzo, anche a costo di mettere a rischio la salute della madre e del bambino. Questa sofferenza può essere un potente mezzo di cui la natura ci ha dotate per essere guidate nel processo che conduce alla nascita, per spingerci a trovare un luogo sicuro per dare alla luce il neonato, per capire a che punto è la progressione del travaglio, per assumere posizioni e atteggiamenti e muovere il corpo allo scopo di alleviare il dolore e facilitare la nascita. Una volta compresa la natura di questo dolore e i meccanismi che ne aumentano o diminuiscono la percezione, possiamo volgerlo a nostro favore per farne un potente alleato verso una nascita sicura e consapevole, nel rispetto della salute della mamma e del nascituro. Non sempre è facile, occorre un accompagnamento alla nascita che ci restituisca quella nostra innata e istintiva capacità di partorire, costituita da fiducia nel proprio corpo e nelle proprie competenze di donne! Questo testo vuole accompagnare le future mamme, e chiunque possa essere interessato ad approfondire, verso la conoscenza dei mezzi che possiamo sfruttare come alleati per una nascita consapevole e sana, senza paura! Emanuela Rocca, mamma di tre bimbi e ostetrica libera professionista a Genova dove risiede, si occupa da anni di assistenza alla gravidanza, accompagnamento alla nascita, assistenza al travaglio, assistenza in puerperio, allattamento e primi anni di vita con il bambino. Crede profondamente nella sapienza delle donne e nella loro capacità innata di dare la vita e accudire il proprio neonato; l’ostetrica è colei che le accompagna attraverso questa riscoperta, con rispetto e fiducia.

  • Il giusto respiro: Proteggere i bambini da adenoidi ingrossate, allergie, infezioni respiratorie ricorrenti e altre patologie
    Il giusto respiro: Proteggere i bambini da adenoidi ingrossate, allergie, infezioni respiratorie ricorrenti e altre patologie
    Il giusto respiro: Proteggere i bambini da adenoidi ingrossate, allergie, infezioni respiratorie ricorrenti e altre patologie

    "Il giusto respiro" ci ricorda come nella vita frenetica di oggi si diano per scontate molte cose, prima di tutto le malattie dei nostri figli. Il pensiero dominante ci porta a pensare che problemi come le allergie, le adenoidi, i denti storti, i raffreddori frequenti, il russamento, l'asma e i disturbi dell’apprendimento siano il destino naturale di tutti i bambini, che difatti affollano le sale d’attesa di pediatri, otorini e neuropsichiatri come se fossero a una festa di compleanno. Ma siamo sicuri che le cose stiano davvero così? Gli studi epidemiologici dimostrano che questi problemi sono in netto aumento nei Paesi occidentali (in gran parte inurbati e tecnologizzati), ma lo stato di salute pediatrico non è sempre stato così. Esso nel corso del tempo si è spostato dalle malattie acute infettive a quelle croniche caratterizzate da risposte alterate del sistema immunitario; denominatore comune di tale fenomeno pare essere l’alterazione degli automatismi di respirazione e di deglutizione nei bambini piccoli indotta dal nostro stile di vita poco indicato e dai nostri ritmi artificiali. Ne "Il giusto respiro" si fa il punto della situazione con argomenti vecchi e nuovissimi, proponendo tantissime soluzioni pratiche per il trattamento domiciliare del bambino adenoideo allergico, la cura del quale è affidata a una famiglia non più passiva dispensatrice di pasticche bensì attiva somministratrice di cure e stimoli funzionali necessari alla crescita naturale e equilibrata dei propri bambini.

  • Crescere insieme nella gioia: Prendersi cura dei bambini nella Via del Cerchio
    Crescere insieme nella gioia: Prendersi cura dei bambini nella Via del Cerchio
    Crescere insieme nella gioia: Prendersi cura dei bambini nella Via del Cerchio

    "Non è mai troppo tardi per avere un'infanzia felice", Manitonquat. Crescere insieme nella gioia: un progetto meraviglioso che per noi genitori del XXI secolo è difficile anche solo immaginare… Ma si può realizzare? Presi nel vortice frenetico delle preoccupazioni, dei ritmi di lavoro e delle esigenze familiari, non siamo neppure consapevoli dell’immensa solitudine che ci circonda, dell’incredibile e innaturale condizione dell’essere adulti del tutto soli o quasi a mandare avanti una serie di compiti che richiederebbero invece la presenza di un’intera tribù di persone. Fatichiamo a immaginare che la Natura abbia previsto una gioiosa strada attraverso la relazione d’amore fra adulti e bambini… In questo suo libro, Manitonquat, storyteller nativo del Nord America, con la sua esperienza quarantennale a contatto con i bambini e le loro famiglie, illustra un bellissimo percorso alla scoperta dei tanti strumenti a nostra disposizione per trasformare la vita quotidiana con i bambini e i ragazzi in un’avventura divertente, consapevole, gioiosa. Offre ai genitori degli aiuti preziosi per prendersi innanzi tutto cura di se stessi, per guarire le proprie antiche ferite e guardare alla relazione con i più giovani da una prospettiva nuova, pervasa da un profondo sentimento di rispetto e di amore incondizionato. Manitonquat, il cui nome tradotto in inglese è Medicine Story (la storia che cura), è narratore, poeta e guida spirituale della nazione nativa americana Wampanoag.Svolge attività di insegnante e formatore, in tutto il mondo, sui temi della pace e della non violenza, della giustizia, dell’ambiente e della presa di coscienza per una società più giusta. Negli Stati Uniti è responsabile di un programma di sostegno per nativi nelle carceri. Ha pubblicato numerosi libri e articoli. In italiano sono apparsi Ritorno alla Creazione (Urra, 2006), Cambiare il mondo (Spirito Libero, 2009), Gli antichi insegnamenti dei nativi americani (Terra Nuova, 2011) e La via del cerchio (La meridiana, 2011).

  • Il parto in casa: Nascere nell'intimità familiare, secondo natura
    Il parto in casa: Nascere nell'intimità familiare, secondo natura
    Il parto in casa: Nascere nell'intimità familiare, secondo natura

    Negli ultimi tempi sempre più donne vorrebbero vivere il parto da protagoniste, in un’atmosfera di intimità e fiducia, per vivere la nascita del proprio bambino con consapevolezza e presenza. In questo libro sul parto in casa, una scelta che in Italia è ancora oggetto di resistenze, pregiudizi e tabù, Elisabetta Malvagna, con l’occhio attento della giornalista, indaga senza prevenzioni su questa pratica e ne sostiene la sicurezza. Documenta con un’ampia letteratura scientifica, proponendo anche un'interessante riflessione sulla condizione della donna moderna e la nascita. Partendo dalla propria esperienza di mamma di due bambini nati tra le mura domestiche, l’autrice riporta dati, statistiche e numerose testimonianze di personalità del settore, operatori e mamme che hanno scelto questa opzione. Sono poi forniti anche numerosi e utili consigli pratici per prepararsi ad affrontare al meglio questo straordinario momento nella vita di una donna. Non mancano un decalogo sull’allattamento e un manuale di sopravvivenza per gravidanza, parto e post-parto, oltre a capitoli sulla figura dell’ostetrica e sulle Case di Maternità. A firmare l’introduzione è la cantante Giorgia, che ha fatto nascere in casa il suo piccolo Samuel. La prefazione è di Verena Schmid, ostetrica nota a livello internazionale, autrice di numerosi libri e direttrice della Scuola Elementale di Arte Ostetrica di Firenze.

  • Sono qui con te 2 edizione: l'arte del maternage
    Sono qui con te 2 edizione: l'arte del maternage
    Sono qui con te 2 edizione: l'arte del maternage

    Sono qui con te, un classico della collana del Bambino Naturale, amato da tante mamme e papà, si ripresenta in una veste completamente rinnovata. Elena Balsamo, con questa rivisitazione della sua opera prima, ha voluto offrirci uno sguardo nuovo sulla vita prenatale e sulla nascita, una prospettiva rivoluzionaria riguardo al periodo perinatale. Se la prima parte del libro mira a esplorare nello specifico le pratiche di maternage – con riferimento alle diverse culture e ai saperi innati sulle cure materne che si rivelano simili in ogni parte del mondo –, la seconda, invece, è un vero e proprio excursus che fa rivivere al lettore la propria esperienza intrauterina e di parto, unica e diversa per ognuno di noi. È quindi uno strumento terapeutico, dedicato alle mamme e ai papà, ma anche agli operatori della nascita, per rivedere la propria vita sin dagli inizi, così da modificarne gli schemi ripetitivi che la limitano. Il messaggio di Sono qui con te diventa quindi ancora più potente e ci apre alla speranza nella certezza che la Vita ci offre sempre un’altra possibilità… Basato su un’accurata e ampia documentazione scientifica ma scritto con un linguaggio semplice e poetico, questo libro sa toccare il cuore di chi lo legge.

  • Genitori e figli insieme: Dall'infanzia all'adolescenza con amore e rispetto
    Genitori e figli insieme: Dall'infanzia all'adolescenza con amore e rispetto
    Genitori e figli insieme: Dall'infanzia all'adolescenza con amore e rispetto

    L’attesissimo seguito del best seller mondiale Besame Mucho. In questo libro, i consigli di uno dei più famosi e amati pediatri del mondo per crescere insieme ai nostri figli, dall’infanzia all’adolescenza. Di particolare interesse la trattazione del tema dell’iperattività (ADHD), sul quale il dott. González assume posizioni decisamente contrarie all’approccio farmacologico. Una rassegna dei fantasmi che i genitori di oggi devono affrontare. E come sempre, il tutto esposto con semplicità, umorismo e buon senso.

  • Bebè a costo zero crescono: meno oggetti e più affetti per crescere felici dalla prima infanzia alle soglie dell'adolescenza
    Bebè a costo zero crescono: meno oggetti e più affetti per crescere felici dalla prima infanzia alle soglie dell'adolescenza
    Bebè a costo zero crescono: meno oggetti e più affetti per crescere felici dalla prima infanzia alle soglie dell'adolescenza

    Giocattoli, abbigliamento, cartelle, astucci e materiale scolastico, corsi di sport, playstation e telefonini, feste e regali di compleanno per amici e compagni... Quante e quali spese siamo chiamati a sostenere negli anni dell'infanzia? D'altronde, nessuno di noi vorrebbe far mancare qualcosa ai propri figli. Per un figlio solo il meglio. Ma cos'è il meglio per un bambino? Torna la domanda che è stata il punto di partenza del best seller Bebè a costo zero – la guida al consumo critico per futuri e neogenitori che ha aiutato migliaia di famiglie ad evitare spese inutili, senza far mancare assolutamente nulla ai propri piccini. Anzi... Ora l'attenzione si sposta sui bambini più grandi, a partire dai 2 anni di età, fino alle soglie dell¹adolescenza, perché se accogliere un bimbo a costo pressoché zero è possibile, vedremo che è possibile anche crescerlo serenamente senza affrontare continue spese. Bebè a costo zero crescono vi aiuterà a comprendere e soddisfare le esigenze del vostro bambino, garantendogli gli strumenti necessari per crescere felice ed equilibrato. Con tanti suggerimenti per giocare, cucinare, divertirsi e far festa a costo zero! Le testimonianze dei genitori e gli approfondimenti degli esperti (pediatri,psicologi, pedagogisti) confermano che "fare meglio con meno" è possibile, e può essere la via per trovare una nuova dimensione, più umana e familiare,per assaporare gli anni dell¹infanzia insieme ai propri bambini con meno oggetti... e più affetti!

  • Mi fai una storia: Inventare, raccontare, vivere avventure fantastiche nel quoatidiano con i nostri bambini
    Mi fai una storia: Inventare, raccontare, vivere avventure fantastiche nel quoatidiano con i nostri bambini
    Mi fai una storia: Inventare, raccontare, vivere avventure fantastiche nel quoatidiano con i nostri bambini

    Dall'autrice di Ecco Dove, un manuale divertente e serio, provocante e pratico, ricco di ricette, aneddoti e rimandi per conoscere e applicare strategie narrative nella vita in famiglia e nelle faccende in cui tutti i giorni siamo coinvolti insieme, noi e i piccoli. Come far diventare “amica” la fatica usando le storie? Come gestire in maniera fantastica i rituali e le avventure della giornata? Mamma e papà vengono invitati a scoprire e ricordare, con esempi concreti e incoraggianti suggerimenti, quanto possa essere utile condividere narrazioni con i figli, e in quali condizioni il racconto sia una modalità di sostegno per vivere appieno la realtà e la lealtà del rapporto affettivo più importante.

  • Bambini e (troppe) medicine 2° edizione: Difendersi dall'eccessiva medicalizzazione dei nostri figli
    Bambini e (troppe) medicine 2° edizione: Difendersi dall'eccessiva medicalizzazione dei nostri figli
    Bambini e (troppe) medicine 2° edizione: Difendersi dall'eccessiva medicalizzazione dei nostri figli

    Questo libro è pensato e scritto per aiutare i genitori ad acquisire fiducia e sicurezza nelle proprie capacità di accudire il bambino nel suo percorso di crescita. Da tempo l’Organizzazione Mondiale di Sanità raccomanda, per quanto riguarda la gestione della salute, di passare da un sistema prescrittivo a una scelta partecipata; tuttavia, specialmente in ambito pediatrico, si assiste alla tendenza a delegare sempre più al medico non solo le scelte che riguardano semplici problemi di salute ma anche decisioni da prendere nel corso della crescita e dello sviluppo dei bambini. Il medico dovrebbe aiutare il bambino e i suoi genitori a esercitare un maggior controllo sulla salute e a migliorarla al fine di attuare quel processo di empowerment che rende gli individui capaci di acquisire un ruolo attivo nei cambiamenti del loro ambiente, della loro vita e di tutti gli elementi che vanno ad agire sullo stato di salute. L’autore vuole offrire ai genitori degli spunti critici per valutare con maggiore consapevolezza le risposte – quasi sempre farmacologiche, spesso inappropriate – che vengono proposte per trattare i disagi dei bambini. Il libro è completato da semplici ricette di preparati casalinghi e di cibi che, utilizzati al momento giusto e nella gran parte dei casi, possono evitare di fare ricorso, nelle piccole patologie dell’infanzia, a farmaci chimici i cui effetti collaterali superano spesso i loro effetti terapeutici.

  • Crescere i nostri figli, crescere noi stessi: Eliminare conflitti e litigi con i nostri bambini grazie all'amore incondizionato
    Crescere i nostri figli, crescere noi stessi: Eliminare conflitti e litigi con i nostri bambini grazie all'amore incondizionato
    Crescere i nostri figli, crescere noi stessi: Eliminare conflitti e litigi con i nostri bambini grazie all'amore incondizionato

    Crescere i nostri figli, crescere noi stessi prende le mosse da una premessa radicale: né il bambino né il genitore devono dominare. La Aldort offre suggerimenti specifici per rinunciare al controllo in favore dell'autenticità. Tanto aiuto e consigli per tutti coloro che desiderano smetterla con i rimproveri, le minacce e le punizioni. Solo la formula S.A.L.V.E. vale tutto il libro. Peggy O' Mara (Editore e Direttore della rivista "Mothering") Naomi Aldort ci ricorda che dobbiamo sul serio aver fiducia nei nostri figli nel nostro istinto ad amarli senza condizioni. Ma non solo, ci fa vedere come si fa, con chiarezza e determinazione. La sua formula S.A.L.V.E. è un vero balsamo per l'anima nei momenti difficili. John Breeding, Ph.D. (Psichiatra e autore di The Wildest Colts Make the best Horses)

  • Cantami ancora!: Antiche melodie e giochi per crescere con la musica
    Cantami ancora!: Antiche melodie e giochi per crescere con la musica
    Cantami ancora!: Antiche melodie e giochi per crescere con la musica

    Una raccolta di melodie antiche, cantate e suonate da secoli, che risuonano in noi e nei nostri bambini come il profumo dei fiori di campagna, dei sentieri conosciuti, già percorsi. È una raccolta di giochi, da fare con i propri figli, in coppia o insieme a più persone, che i nonni ci hanno tramandato. Canti e giochi con storie lontane, che il tempo ha custodito, commentati da genitori, da esperti di musica, pedagogia e pediatria, che possono aiutare i bambini e i genitori di oggi a trovare e mettere radici in questo nuovo mondo, radici vitali, gioiose, musicali.

  • Il tesoro dei bambini sensibili: Conoscerlo, gestirlo, valorizzarlo
    Il tesoro dei bambini sensibili: Conoscerlo, gestirlo, valorizzarlo
    Il tesoro dei bambini sensibili: Conoscerlo, gestirlo, valorizzarlo

    I bambini altamente sensibili sono quelli che vivono in modo più profondo, empatico ed emotivo ciò che gli accade e che li circonda. Sono introspettivi, abili osservatori e tendono a essere più facilmente sovraccaricati dagli stimoli intensi; hanno spesso forti reazioni emotive e momenti di chiusura. Se accolti, ascoltati e valorizzati mostreranno aspetti notevolmente efficaci della loro sensibilità, come l’abilità di percepire le emozioni altrui e di farvi fronte, la capacità di trovare soluzioni creative ai problemi, e di entrare in sintonia con ambienti, animali e persone in modo molto profondo. Nella mia esperienza professionale – tra clinica, progetti nelle scuole e seminari sull’Ipersensibilità – ad oggi ho incontrato molti adulti, molti genitori, e molti bambini che si sono riconosciuti in questa caratteristica e che grazie a questa consapevolezza sono riusciti a comprendere e gestire aspetti propri o del proprio figlio in modo completamente nuovo. Questo libro si rivolge primariamente a genitori e operatori, ha un taglio teorico ma soprattutto pratico, per riconoscere l’ipersensibilità nei bambini e valorizzarla nel modo migliore. Nel contempo potrà essere utile a ogni Persona Altamente Sensibile, per riconoscersi e rivedere la propria storia secondo una nuova prospettiva.  

  • Giocate all’aria aperta!: perché il gioco libero nella natura rende i bambini intelligenti, forti e sicuri
    Giocate all’aria aperta!: perché il gioco libero nella natura rende i bambini intelligenti, forti e sicuri
    Giocate all’aria aperta!: perché il gioco libero nella natura rende i bambini intelligenti, forti e sicuri

    Oggi è raro vedere bambini che si rotolano giù dai pendii erbosi o si arrampicano sugli alberi per divertimento. Preoccupazioni legate alla sicurezza ci hanno indotto a eliminare giostrine e altalene. Ma mentre la vita dei nostri figli è sempre più “virtuale” e ruota attorno agli schermi di Tv, smartphone e computer, gli insegnanti notano una diminuzione dell’attenzione e i dottori denunciano un aumento allarmante dei disturbi emotivi e sensoriali. E dunque, come assicurare ai nostri bambini un pieno coinvolgimento di mente, corpo e tutti i sensi? In Giocate all’aria aperta! Angela Hanscom – ergoterapeuta pediatrica e fondatrice di TimberNook – getta una luce sulla silenziosa epidemia che affligge i bambini moderni, spiega perché il movimento e il gioco libero all’aperto sono vitali per lo sviluppo cognitivo e fisico dei nostri figli, e offre persino strategie divertenti e coinvolgenti che li aiutino a trasformarsi in adulti sani, equilibrati e resilienti.

  • Cyberbullismo: la comolicata vita sociale dei nostri figli iperconnessi
    Cyberbullismo: la comolicata vita sociale dei nostri figli iperconnessi
    Cyberbullismo: la comolicata vita sociale dei nostri figli iperconnessi

    Nella complessa vita sociale dei giovani iperconnessi il fenomeno del cyberbullismo è in forte crescita; con la complicità degli adulti che, illudendosi di avere dei figli nativi digitali perfettamente equipaggiati per affrontare il mondo del web senza correre rischi, non si sono preoccupati di fornire loro un’adeguata educazione ai media, capace di sviluppare il senso critico e la cultura del rispetto, indispensabili anche per vivere online. Il mondo virtuale rispecchia, talvolta amplificandola, la deriva del mondo reale e obbliga genitori ed educatori a riflettere sulle proprie responsabilità, senza poter ravvisare nel demone digitale un comodo capro espiatorio, utile per alleggerire le coscienze assopite sotto la confortevole coperta del mito del digital kid.

Correlato a Il bambino naturale

Categorie correlate

Recensioni su Il bambino naturale

Valutazione: 3 su 5 stelle
3/5

3 valutazioni0 recensioni

Cosa ne pensi?

Tocca per valutare