Goditi milioni di eBook, audiolibri, riviste e tanto altro ancora con una prova gratuita

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Studium - Simone Weil protagonista della filosofia del Novecento. Ritrovare l'umano: n. 3 - 2020
Studium- Psicologia e lavoro: Nuove prospettive per l’orientamento e la gestione delle competenze nello scenario attuale: Rivista bimestrale 2017 (4)
Studium- I Giusti: storie e riflessioni: Rivista bimestrale 2017 (3)
Serie di e-book12 titoli

Studium

Valutazione: 0 su 5 stelle

()

Info su questa serie

Una sezione monografica di grande interesse, con contributi su "L’alleanza genitoriale: una risorsa per il benessere in famiglie con figli in età scolare" (Sonia Ranieri, Rosa Rosnati, Laura Ferrari, Elena Canzi, Francesca Danioni); "L’adolescente e la sua famiglia: fattori di rischio e di protezione" (Marco Cacioppo e Cinzia Correale); "Le relazioni familiari generative come risorsa per la transizione all’età adulta" (Margherita Lanz, Semira Tagliabue, Angela Sorgente); "Di generazione in generazione: le relazioni familiari come fonte generativa di valore" (Daniela Barni).
LinguaItaliano
Data di uscita5 ott 2017
Studium - Simone Weil protagonista della filosofia del Novecento. Ritrovare l'umano: n. 3 - 2020
Studium- Psicologia e lavoro: Nuove prospettive per l’orientamento e la gestione delle competenze nello scenario attuale: Rivista bimestrale 2017 (4)
Studium- I Giusti: storie e riflessioni: Rivista bimestrale 2017 (3)

Titoli di questa serie (12)

  • Studium- I Giusti: storie e riflessioni: Rivista bimestrale 2017 (3)
    Studium- I Giusti: storie e riflessioni: Rivista bimestrale 2017 (3)
    Studium- I Giusti: storie e riflessioni: Rivista bimestrale 2017 (3)

    Vincenzo Cappelletti Università concreta ricchezza, Giuseppe Dalla Torre Sovranismo, Sante Maletta Introduzione, Ulianova Radice La Giornata europea dei Giusti, Pietro Kuciukian I Giusti Ottomani nel genocidio armeno, Maria Peri I Giusti italiani della Shoah, Vincenzo Rizzo Il Giusto in Dostoevskij, Saverio A. Matrangolo Il giusto come dissenso. Il caso Patočka, Marta Busani Da Gioventù Studentesca a Comunione e Liberazione. Cinquant’anni di dibattiti, Maria Teresa Antonia Morelli L’associazionismo del secondo dopoguerra: il ruolo del Centro Italiano Femminile, Mario Castellana Simone Weil e la scienza come preparazione alla libertà, Giuseppe Guglielmi Motivi teologici della metafisica di W. Pannenberg, Matthew Fforde The Brexit Referendum: a Popular Revolt of Social Conservatism?, Claudia Villa Un memoriale per Cangrande: l’epistola XIII (2), Alberto Barzanò Novità nella bibliografia scientifica di storia antica.  

  • Studium - Simone Weil protagonista della filosofia del Novecento. Ritrovare l'umano: n. 3 - 2020
    Studium - Simone Weil protagonista della filosofia del Novecento. Ritrovare l'umano: n. 3 - 2020
    Studium - Simone Weil protagonista della filosofia del Novecento. Ritrovare l'umano: n. 3 - 2020

    Nata e sviluppatasi all'inizio del Novecento, l'attività pubblicistica di Studium procede attraverso tre periodi, a cui corrispondono altrettante fasi di vita e di azione culturale. 1. Dall'atto della fondazione, nel 1906, a Firenze, come rivista della Federazione degli universitari cattolici (FUCI), all'avvento del fascismo. La riflessione della rivista verte in questo periodo sui rapporti tra fede e cultura moderna, fede e scienza, cristianesimo e democrazia, e sui problemi dell'istruzione universitaria, sui rapporti tra Università e società, sul tema della libertà dell'insegnamento. Studium diventa la prima rivista di ispirazione cattolica presente in campo culturale. Rivista universitaria, anzi organo di fatto della FUCI, che tuttavia, già nella sua presentazione, non intende "restringersi in un ambito di partito come semplice organo di istituzioni cattoliche". 2. Il periodo del Ventennio. Studium, diretta da Guido Lami (1923-1925), si stampa a Bologna, fino a quando, con la nomina dall'alto della nuova presidenza della FUCI, viene definitivamente trasferita a Roma (1925). Il periodo del Ventennio è vissuto da Studium all'insegna della differenziazione, del volontario "far parte a sé" e della coraggiosa resistenza al regime e alla sua "etica"; atteggiamento che si concreta nell'opera tenace di formazione delle coscienze giovanili e nell'ispirazione cristiana della cultura e della professione. Nel 1933 Studium diventa organo del nascente Movimento Laureati di Azione Cattolica. 3. La ripresa democratica, che vede proseguire e ampliarsi i discorsi culturali e scientifici riguardanti le esigenze spirituali della persona e il concetto cristiano della professione. Nel 1945 assume la direzione di Studium Aldo Moro e la rivista affronta con particolare rigore la responsabilità della cultura cristiana nella ricostruzione politica ed economica del Paese. Studium, con fascicoli monografici, saggi, interventi critici, prosegue il suo itinerario di riflessione su grandi nuclei concettuali del pensiero contemporaneo, mentre pone attenzione costante ai temi della bioetica, dei diritti umani, della convivenza civile, così come ai problemi della scuola e dell'Università, che mettono in gioco il destino delle nuove generazioni. In un'epoca che soffre di eccesso di informazione, in larga misura omologata, la rivista segue in profondità filoni essenziali del pensiero, lo stretto rapporto tra scienza e filosofia, l'evoluzione della società, con sensibilità storica e aderenza a valori ideali perenni. Dà voce inoltre a momenti alti della letteratura e della spiritualità, ponendo in luce le ragioni della speranza nella complessità del nostro tempo.

  • Studium- Psicologia e lavoro: Nuove prospettive per l’orientamento e la gestione delle competenze nello scenario attuale: Rivista bimestrale 2017 (4)
    Studium- Psicologia e lavoro: Nuove prospettive per l’orientamento e la gestione delle competenze nello scenario attuale: Rivista bimestrale 2017 (4)
    Studium- Psicologia e lavoro: Nuove prospettive per l’orientamento e la gestione delle competenze nello scenario attuale: Rivista bimestrale 2017 (4)

    Nata e sviluppatasi all'inizio del Novecento, l'attività pubblicistica di Studium procede attraverso tre periodi, a cui corrispondono altrettante fasi di vita e di azione culturale. 1. Dall'atto della fondazione, nel 1906, a Firenze, come rivista della Federazione degli universitari cattolici (FUCI), all'avvento del fascismo. La riflessione della rivista verte in questo periodo sui rapporti tra fede e cultura moderna, fede e scienza, cristianesimo e democrazia, e sui problemi dell'istruzione universitaria, sui rapporti tra Università e società, sul tema della libertà dell'insegnamento. Studium diventa la prima rivista di ispirazione cattolica presente in campo culturale. Rivista universitaria, anzi organo di fatto della FUCI, che tuttavia, già nella sua presentazione, non intende "restringersi in un ambito di partito come semplice organo di istituzioni cattoliche". 2. Il periodo del Ventennio. Studium, diretta da Guido Lami (1923-1925), si stampa a Bologna, fino a quando, con la nomina dall'alto della nuova presidenza della FUCI, viene definitivamente trasferita a Roma (1925). Il periodo del Ventennio è vissuto da Studium all'insegna della differenziazione, del volontario "far parte a sé" e della coraggiosa resistenza al regime e alla sua "etica"; atteggiamento che si concreta nell'opera tenace di formazione delle coscienze giovanili e nell'ispirazione cristiana della cultura e della professione. Nel 1933 Studium diventa organo del nascente Movimento Laureati di Azione Cattolica. 3. La ripresa democratica, che vede proseguire e ampliarsi i discorsi culturali e scientifici riguardanti le esigenze spirituali della persona e il concetto cristiano della professione. Nel 1945 assume la direzione di Studium Aldo Moro e la rivista affronta con particolare rigore la responsabilità della cultura cristiana nella ricostruzione politica ed economica del Paese. Studium, con fascicoli monografici, saggi, interventi critici, prosegue il suo itinerario di riflessione su grandi nuclei concettuali del pensiero contemporaneo, mentre pone attenzione costante ai temi della bioetica, dei diritti umani, della convivenza civile, così come ai problemi della scuola e dell'Università, che mettono in gioco il destino delle nuove generazioni. In un'epoca che soffre di eccesso di informazione, in larga misura omologata, la rivista segue in profondità filoni essenziali del pensiero, lo stretto rapporto tra scienza e filosofia, l'evoluzione della società, con sensibilità storica e aderenza a valori ideali perenni. Dà voce inoltre a momenti alti della letteratura e della spiritualità, ponendo in luce le ragioni della speranza nella complessità del nostro tempo.

  • Studium - Armando Rigobello: la filosofia come testimonianza: Rivista bimestrale 2017 (5)
    Studium - Armando Rigobello: la filosofia come testimonianza: Rivista bimestrale 2017 (5)
    Studium - Armando Rigobello: la filosofia come testimonianza: Rivista bimestrale 2017 (5)

    Alici Luca, Quando l'astensione è impegno; Alici Luigi, Persona e vita morale; Amadò Michele, Il dottorato come allargamento della razionalità; Antiseri Dario, La domanda metafisica richiede una risposta non omogenea alla domanda stessa; Berti Enrico, Origini del pensiero di Armando Rigobello; Bonini Francesco, Armando Rigobello alla LUMSA; Borghesi Massimo, La dialettica tra struttura e significato; Buzzi Elisa, Alla scoperta della filosofia americana;  Buzzoni Marco, La ricerca filosofica e le scienze; Caltagirone Calogero, Armando Rigobello e le indagini sullo spiritualismo del '900; Congiunti Lorella, Armando Rigobello e la "seconda lettura" dei testi tomisti sulla persona;  Conti Lino, La scienza è il "futuro della filosofia, il suo esito consequenziale"?; Crivella Giuseppe, La carezza della Sfinge: Rigobello lettore di Camus; De Boni Matteo, Bibliografia scientifica di Armando Rigobello (1924-2016); Grassi Onorato, Armando Rigobello: gli ultimi scritti; Ivaldo Marco,  Apriori ermeneutico; Martini Mario, L'amicizia e il dovere della fedeltà; Mirri Edoardo, Armando Rigobello: un amico un maestro; Mollo Gaetano, Persona e saggezza;  Nepi Paolo, La filosofia tra "la miseria e il sole"; Patella Giuseppe, La metafora dà a pensare;  Pieretti Antonio, I limiti del trascendentale; Poma Iolanda, Autenticità di un pensiero relazionale;  Rizzacasa Aurelio, Persona, trascendentale e mondo della vita; Salmeri Giovanni, Un'idea di Università; Santeusanio Fausto, Il ricordo di un amico medico; Valentini Tommaso, "Ermeneutica della persona" e "antropologia della sproposizione": Rigobello letto di Paul Ricouer; Valori Furia, Armando Rigobello e le Lezioni di Filosofia morale; Vinti Carlo, L'insegnamento, la ricerca, la vita accademica.

  • Studium - Le Università cattoliche oggi
    Studium - Le Università cattoliche oggi
    Studium - Le Università cattoliche oggi

    "L'Università tace, non solo in Italia. E tacciono le Accademie, l'altro spazio elettivo della dialettica concettuale, teoretica, ideologica. Senza dare nell'occhio, la stampa quotidiana, settimanale, mensile, comunque affidata a una periodicità che s'illude di creare un flusso continuo di idee, a prescindere dalla serrata concretezza del dialogo, una stampa che questo fa per oculata scelta di campo, affidandosi di preferenza a un paradigma breve - una pagina o poche -, pervade ormai lo spazio e il tempo della società odierna, compresa, duole dirlo, la scuola gelosa fino a ieri della propria oculata lentezza. Sembra essersi interrotta una lenta continuità, del riflettere in funzione dell'apprendere, del parlarsi e del dialogare nelle molteplici circostanze e ancor più nei successivi livelli, dove si realizza, o meglio si costruisce, l'identità di ciascuna persona e di quell'entità, spesso abusata, talora mentita, che è la patria: il tutto e il flusso storico ai quali si appartiene. Con la lingua che ne esprime l' essenza festosa e gioiosa, ancor prima di affrontarne il roccioso livello dei significati. Della lingua, nel suo costruttivo accomunare speditezza e rigore, la scuola ha saputo essere una garanzia inespugnabile."Vincenzo Cappelletti: Il silenzio dell’Università Giuseppe Dalla Torre: Giustizia e misericordiaLe Università cattoliche oggi: A cura di Giuseppe Dalla TorreGiuseppe Dalla Torre: Alle origini dell’Università cattolicaStefano Zamagni: Identità e missione dell’Università cattolicaMario Pollo: L’Università cattolica tra istruzione ed educazioneMichele Riondino: L’Università cattolica nell’ordinamento canonico e nel magistero della ChiesaPaolo Cavana: L’Università cattolica negli ordinamenti stataliLECTURAE DANTIS VERSO IL 7° CENTENARIO DELLA MORTE: A cura di Claudia VillaAlessio Leggiero: Una criptocitazione dantesca. L’archeologia della lingua rivelata nella “scienza ideale” giobertianaMassimo Naro: Alta fantasia: la teologia poetica di Dante AlighieriAntonio Giovanni Pesce: L’inquietudine e il totalitarismo. Note filosofiche su Graham GreeneMaria Teresa Giuffrè: Hans Christian Andersen e le sue FiabeGian Enrico Manzoni: La Nostra biblioteca

  • Studium - I Genocidi nella storia
    Studium - I Genocidi nella storia
    Studium - I Genocidi nella storia

    In questo numero un'analisi dei genocidi nella storia.Vincenzo Cappelletti: Un luminoso ricordo: Giulio Bruno TogniGiuseppe Dalla Torre: Adozioni/adozioneI Genocidi nella storia: A cura di Cinzia BearzotCinzia Bearzot: IntroduzioneLaura Loddo: L’annientamento delle comunità cittadine come strumento imperialisticoAlessandro Galimberti: Genocidi nel mondo romano?Lucia Dell’Asta: Un genocidio prima del genocidio? Le strages gentium nel MedioevoGiorgio Del Zanna: A cento anni dal genocidio armeno: la fine della presenza cristiana in AnatoliaCarmelo Licitra Rosa: Esercizi di grazia: la vita della coscienzaGiuseppe D’Acunto: La gaia mistica. Il deserto fiorito di Adriana ZarriClaudia Villa: L’epistola XII all’amico fiorentino: un ritratto di DanteSerena Meattini, Marco Buzzoni, Alessio Musio, Luca G. Castellin, Umberto Lodovici, Antonio Giovanni Pesce, Emilia Di Rocco, Rosaria Leonardi, Paolo Pittaro, Giuseppe Piccoli: La Nostra biblioteca

  • Studium - Desideri, figli, gender
    Studium - Desideri, figli, gender
    Studium - Desideri, figli, gender

    In un'epoca che soffre di eccesso di informazione, in larga misura omologata, la rivista segue in profondità filoni essenziali del pensiero, lo stretto rapporto tra scienza e filosofia, l'evoluzione della società, con sensibilità storica e aderenza a valori ideali perenni. Dà voce inoltre a momenti alti della letteratura e della spiritualità, ponendo in luce le ragioni della speranza nella complessità del nostro tempo.Mario Belardinelli: 110° anniversario di StudiumGiuseppe Dalla Torre: LegalitàDesideri, figli, gender. A cura di Massimo BorghesiAdriano Pessina: Il controverso figlio del desiderio. La de-generazioneMassimo Borghesi: Femminismo e utero in affitto. Due anime della sinistra a confrontoLaura Palazzani: I disturbi della differenziazione sessuale e l'intersessualità: una questione gender tra teoria e prassiGiacomo Scanzi: Giorgio Rumi e il caso BresciaMario Belardinelli: Ricordo di Fausto FonziFabio Piemonte: L'aequitas come criterio di giustizia nel pensiero di san Tommaso d'AquinoSergio Novani: L'epistemologia della paura della morteGiorgio Campanini: Dopo la cristianità. Gli ottant'anni di Umanesimo integraleClaudia Villa: Il pastore "senza legge" e l'applicazione delle leggi canoniche in Inferno XIXOsservatorio politico. A cura di Paolo CarusiAntonio Scornajenghi: Il Papa e l'Italia. Da Pio IX a FrancescoRassegna bibliografica-letteratura. A cura di Giuseppe LeonelliDomenico Bilotti, Federico Zamengo, Gabriella Seveso, Stefano Zamagni: La Nostra Biblioteca

  • Studium - religioni e letteratura: nuove intersezioni
    Studium - religioni e letteratura: nuove intersezioni
    Studium - religioni e letteratura: nuove intersezioni

    Una sezione monografica di grande interesse, sullo stretto legame tra letterature e religioni, con interventi di importanti studiosi italiani e stranieri: Danilo Marino (Il Corano nella letteratura araba premoderna), Emma Mason (L'ecologia francescana di Christina Rossetti),Gonçalo Cordeiro (Harold Bloom e i limiti dello gnosticismo letterario), Rebecca Suter (Latrasformazione testuale di Amakusa Shirō).

  • Studium - Marino Gentile
    Studium - Marino Gentile
    Studium - Marino Gentile

    Una sezione monografica di grande interesse dedicata a Marino Gentile (1906-1991), filosofo e pedagogo italiano del '900, con interventi di Enrico Berti, Francesco Lioce, Massimo Naro, Gabriele De Anna, Carla Xodo, Mirca Benetton, Maria Cristina Bartolomei, Giorgio Alessandrini, Fabio Pierangeli.

  • Studium - Charles Journet: la città di Dio e la città degli uomini
    Studium - Charles Journet: la città di Dio e la città degli uomini
    Studium - Charles Journet: la città di Dio e la città degli uomini

    Scienza, filosofia, teologia: una partizione e una correlazione da migliorare, e intanto un organico profilo della ragione umana, della sua apertura alla scoperta e al mistero, nonché al dubbio e alla certezza. Pensare è avere il coraggio di accompagnarsi alla fiducia nell’intrascendibile. Verrà un giorno, dice a se stesso chi pensa, quando potrò fare il passo dall’evidenza del non sapere alla speranza di varcare il confine dell’ignoto. E così riconoscermi nel progresso di un’evidenza che intanto sussiste e ha la prerogativa di assumere il volto della promessa, ancor prima quello della speranza.

  • Studium - Carcere e Cultura
    Studium - Carcere e Cultura
    Studium - Carcere e Cultura

    Ogni ipotesi legislativa in funzione di una società più giusta deve riflettere, per poter intervenire efficacemente in un’opera di riforma, sulle istituzioni detentive e sul sistema penitenziario nel suo complesso. Con una attenzione costante agli uomini e alle donne che vi operano, dalle persone detenute agli agenti della polizia penitenziaria, al direttivo, agli educatori e ai volontari. Questa sezione monografica vuole porre all’attenzione l’esperienza di studio e di attività culturale di alcuni docenti e tutor dell’Università di Roma Tor Vergata che tende a rendere protagonista della propria rieducazione il condannato, che deve riappropriarsi in maniera consapevole dei valori di legalità attraverso una progressiva responsabilizzazione. Un’ipotesi che si scontra con diffidenze, inciampi burocratici, sovraffollamento da una parte, mancanza di personale specializzato dall’altra che grippano i meccanismi di un girone che quotidianamente rischia di trasformarsi, o rimanere, quell’inferno dove il crimine (e la recidiva, ovvero la reiterazione dei crimini dopo un periodo di detenzione) prospera e si alimenta.  

  • Studium - La famiglia in transizione: sfide e risorse
    Studium - La famiglia in transizione: sfide e risorse
    Studium - La famiglia in transizione: sfide e risorse

    Una sezione monografica di grande interesse, con contributi su "L’alleanza genitoriale: una risorsa per il benessere in famiglie con figli in età scolare" (Sonia Ranieri, Rosa Rosnati, Laura Ferrari, Elena Canzi, Francesca Danioni); "L’adolescente e la sua famiglia: fattori di rischio e di protezione" (Marco Cacioppo e Cinzia Correale); "Le relazioni familiari generative come risorsa per la transizione all’età adulta" (Margherita Lanz, Semira Tagliabue, Angela Sorgente); "Di generazione in generazione: le relazioni familiari come fonte generativa di valore" (Daniela Barni).

Autore

Diego Balducci

Diego Balducci, medico, è autore di numerose pubblicazioni. Con Più sani, più ricchi ha dato seguito ad un recente volume dal titolo Sempre in forma, edito da Lindau, per ribadire il molto che ciascuno di noi può fare, correggendo lo stile di vita e l’alimentazione, per vivere più a lungo e, quello che più conta, conservare il benessere. Per il 2013 è attesa, inoltre, l’uscita di Problemi di biopolitica in una società di longevi sani (ebook). Opere pubblicate: 1949 - Laurea con Lode in Medicina e Chirurgia dell’Università di Roma,La Sapienza 1950 - Specializzazione con Lode in Pediatria dell’Università di Roma, La Sapienza. 1952 - Incarico dal Ministero della Sanità di organizzare il Centro di Virologia presso l’ospedale di S. Camillo per isolare i primi virus influenzali e valutare le risposte dei primi soggetti vaccinati. 1955 - Assistente in Batteriologia e Malattie da Virus presso l’Università di Sheffield in Inghilterra per eseguire i primi isolamenti di virus in colture di cellule umane e animali. 1956 - Classificato primo al concorso di assistente di Microbiologia dell’Istituto Superiore di Sanità con l’incarico di progettare e dar vita al Laboratorio di Virologia. Ha diretto questo laboratorio per undici anni, rendendo possibile in Italia la produzione e il controllo dei vaccini contro l’influenza e la poliomelite. 1957 - Libera Docenza in Microbiologia dell’Università di Roma,La Sapienza. 1966 - Libera Docenza in Virologia dell’Università di Roma, La Sapienza. 1967 - Ha fondato e diretto l’Italdiagnostic per produrre e vendere, primo in Europa, colture cellulari e diagnostici per le malattie da virus esportati in quarantadue Paesi. 1970 - Specializzazione con Lode in Patologia dell’Università di Roma, La Sapienza. 1975 - Ha fondato e diretto l’ISMUNIT (Istituto Immunologico Italiano), come espansione dell’Italdiagnostic, che ha prodotto il vaccino contro l’influenza a virus intero e a sub unità (Miniflu). Le prime gammaglobuline per uso endovenoso brevettate(Venogamma) e l’interferon con leucociti umani (Alfaferone) che è stato il primo farmaco che ha guarito le epatiti da virus. 1991 - Presidente onorario e consulente scientifico della Schiapparelli Diagnostici Ismunit. 1996 - Consulente scientifico della Analyzer Medical System di Guidonia (Roma). 2003 - Ha fondato la Life Line Lab di Pomezia (Roma). Autore di sessantacinque pubblicazioni scientifiche e dei seguenti volumi: 1954 - “I 40 ANNI”, ed. Raggio. 1960 - “LE COLTURE DEI TESSUTI IN BIOLOGIA”, ed. Il Pensiero Scientifico (tradotto anche in inglese). 1963 - “TISSUE CULURE IN BIOLOGICAL RESEARCH”, ed. Elsevier. 1993 - “L’INDUSTRIA DELLA SCIENZA”, ed. Il Mulino. 2007 - “I MICROARRAYS PER LO STUDIO DELLE BASI CHIMICHE DELLA VITA”, ed. Life Line. 2008 - “SEMPRE IN FORMA”, ed. L’Età dell’Acquario. 2010 - “L’ITALIA POSITIVA”, auto pubblicazione. 1949 - Laurea con Lode in Medicina e Chirurgia dell’Università di Roma,La Sapienza 1950 - Specializzazione con Lode in Pediatria dell’Università di Roma, La Sapienza. 1952 - Incarico dal Ministero della Sanità di organizzare il Centro di Virologia presso l’ospedale di S. Camillo per isolare i primi virus influenzali e valutare le risposte dei primi soggetti vaccinati. 1955 - Assistente in Batteriologia e Malattie da Virus presso l’Università di Sheffield in Inghilterra per eseguire i primi isolamenti di virus in colture di cellule umane e animali. 1956 - Classificato primo al concorso di assistente di Microbiologia dell’Istituto Superiore di Sanità con l’incarico di progettare e dar vita al Laboratorio di Virologia. Ha diretto questo laboratorio per undici anni, rendendo possibile in Italia la produzione e il controllo dei vaccini contro l’influenza e la poliomelite. 1957 - Libera Docenza in Microbiologia dell’Università di Roma,La Sapienza. 1966 - Libera Docenza in Virologia dell’Università di Roma, La Sapienza. 1967 - Ha fondato e diretto l’Italdiagnostic per produrre e vendere, primo in Europa, colture cellulari e diagnostici per le malattie da virus esportati in quarantadue Paesi. 1970 - Specializzazione con Lode in Patologia dell’Università di Roma, La Sapienza. 1975 - Ha fondato e diretto l’ISMUNIT (Istituto Immunologico Italiano), come espansione dell’Italdiagnostic, che ha prodotto il vaccino contro l’influenza a virus intero e a sub unità (Miniflu). Le prime gammaglobuline per uso endovenoso brevettate(Venogamma) e l’interferon con leucociti umani (Alfaferone) che è stato il primo farmaco che ha guarito le epatiti da virus. 1991 - Presidente onorario e consulente scientifico della Schiapparelli Diagnostici Ismunit. 1996 - Consulente scientifico della Analyzer Medical System di Guidonia (Roma). 2003 - Ha fondato la Life Line Lab di Pomezia (Roma). Autore di sessantacinque pubblicazioni scientifiche e dei seguenti volumi: 1954 - “I 40 ANNI”, ed. Raggio. 1960 - “LE COLTURE DEI TESSUTI IN BIOLOGIA”, ed. Il Pensiero Scientifico (tradotto anche in inglese). 1963 - “TISSUE CULURE IN BIOLOGICAL RESEARCH”, ed. Elsevier. 1993 - “L’INDUSTRIA DELLA SCIENZA”, ed. Il Mulino. 2007 - “I MICROARRAYS PER LO STUDIO DELLE BASI CHIMICHE DELLA VITA”, ed. Life Line. 2008 - “SEMPRE IN FORMA”, ed. L’Età dell’Acquario. 2010 - “L’ITALIA POSITIVA”, auto pubblicazione.

Leggi altro di Diego Balducci

Correlato a Studium

Categorie correlate

Recensioni su Studium

Valutazione: 0 su 5 stelle
0 valutazioni

0 valutazioni0 recensioni

Cosa ne pensi?

Tocca per valutare

La recensione deve contenere almeno 10 parole