Sei sulla pagina 1di 19

ANALISI DI BILANCIO

F.LLI CERESA S.P.A.


Professor Adriano Gios
DALMAZZO, GALLO, GIACONE, LONGO, MANCE

RN in funzione del volume d'affari


10%

0% 2003 -10% 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010

-20%

Volume d'affari Net profit

-30%

-40%

-50%

Volume daffari -41,22% Risultato netto passa da 0,84% a 4,31%


2

Periodo di riferimento: 2003-2010

Dalmazzo, Gallo, Giacone, Longo, Mance

Analisi Costi e EBIT


2.99% 15.51% 3.07% 16.13%

0.72%
14.34%

4.16% 10.50%

5.92% 15.03%

5.85% 11.70% 14.52%

4.92% 14.27%

7.24% 12.97%

17.21% 24.68% 19.61%

13.25%

13.25%

16.16%

17.86%

Ebit
Costi fissi Costi variabili 61.19% 67.73% 72.08% 65.80% 67.93% Costi del venduto 64.64% 61.93%

56.82%

2003

2004

2005

2006

2007

2008

2009

2010

Periodo di riferimento: 2003-2010

Maggiore efficienza nei costi ha permesso un aumento percentuale dellEBIT

Dalmazzo, Gallo, Giacone, Longo, Mance

ANALISI ECONOMICA
Capacit economica
12.00%

10.00%

8.00% EBIT 6.00% EBITDA RISULTATO NETTO 4.00%

2.00%

0.00% 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010

Periodo di riferimento: 2003-2010

Dalmazzo, Gallo, Giacone, Longo, Mance

BEP e Margine di sicurezza


2010 64.19% 35.81%

2009

74.36%

25.64% BEP

2008

66.65%

33.35% MARGINE DI SICUREZZA

2007

71.74%

28.26%

2006

71.63%

28.37%

2005

95.22%

4.78%

2004

84.02%

15.98%

2003 0% 10% 20% 30%

83.84% 40% 50% 60% 70% 80%

16.16% 90% 100%

Periodo di riferimento: 2003-2010

Dalmazzo, Gallo, Giacone, Longo, Mance

ANALISI ECONOMICA
Dallanalisi economica emerge un trend positivo dellEBIT, dellEBITDA e del Risultato Netto; Situazione anomala nel 2005 con picco negativo dellEBIT e dellEBITDA a causa della crescita dei costi del venduto. Il Risultato Netto stato comunque positivo, ma solo per effetto di una sopravvenienza attiva; BEP e Margine di sicurezza hanno un trend positivo durante il periodo in esame; Situazione anomala nel 2005 con BEP al 95% che lascia poco spazio al margine di sicurezza.

Dalmazzo, Gallo, Giacone, Longo, Mance

ANALISI PATRIMONIALE
Margine di struttura
2.00 1.80 1.60 1.40

1.20
1.00 0.80 0.60 0.40 0.20 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 Margine di struttura

Periodo di riferimento: 2003-2010

Dalmazzo, Gallo, Giacone, Longo, Mance

Debts/Equity
7.00

6.00

5.00

4.00

3.00

2.00

1.00

0.00

-1.00 D/E

2003 6.53

2004 3.70

2005 0.94

2006 0.05

2007 -0.23

2008 -0.21

2009 -0.26

2010 -0.34

Periodo di riferimento: 2003-2010

Dalmazzo, Gallo, Giacone, Longo, Mance

ANALISI PATRIMONIALE

Il Margine di struttura ha un trend positivo. Il patrimonio netto arriva a coprire per quasi il doppio lattivo immobilizzato; Il rapporto Debts/Equity dimostra come lazienda ha avuto la capacit di essere indipendente da finanziatori esterni;

Dalmazzo, Gallo, Giacone, Longo, Mance

ANALISI REDDITUALE
ROI - ROS - T/O
12.00 70.00%

10.00

60.00%

50.00% 8.00 40.00% T/O 6.00 30.00% 4.00 20.00% ROI ROS

2.00

10.00%

0.00 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010

0.00%

Periodo di riferimento: 2003-2010

Dalmazzo, Gallo, Giacone, Longo, Mance

10

ROE e Equity
40.00% 600%

35.00% 500% 30.00% 400% 25.00%

ROE
EQUITY

20.00%

300%

15.00% 200% 10.00% 100% 5.00%

0.00% 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010

0%

Periodo di riferimento: 2003-2010

Dalmazzo, Gallo, Giacone, Longo, Mance

11

ANALISI REDDITUALE
Nonostante la diminuzione del capitale investito netto, il ROI ha trend positivo grazie allaumentare del Risultato operativo frutto di una maggiore efficienza nella gestione dei costi. Il ROS ha raggiunto il 7,24% di margini sul totale del volume daffari sempre grazie allottimizzazione dei costi. Il T/O ha un picco positivo nel 2006 e uno negativo nel 2009 per effetto dellabbassamento e dellinnalzamento del CIN. Il ROE ha un trend altalenante poich il patrimonio netto non cresciuto proporzionalmente al risultato netto. Si cos creato un patrimonio netto consistente, ma una bassa redditivit per gli azionisti.
Dalmazzo, Gallo, Giacone, Longo, Mance

12

ANALISI MONETARIA
1.4 7.53% 1.26 8.00% 1.26 1.2 1.07 1 1.02 0.98 4.96% 0.8 4.23% 3.79% 0.6 0.61 3.00% 2.66% 0.4 AUTOFINANZIAMENTO AUTOFIN/RICAVI 0.2 1.00% 2.00% 4.00% 7.00%

6.00%

5.69%
5.06% 0.86 5.00%

0 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010

0.00%

Dalmazzo, Gallo, Giacone, Longo, Mance

13

ANALISI MONETARIA
Lautofinanziamento rapportato ai ricavi netti ha un andamento oscillante in particolar modo negli anni 2005 e 2009 per effetto di variazione dei costi su volumi di vendita differenti. La tendenza comunque positiva poich rispetto ai ricavi si genera una quota sempre maggiore di moneta potenziale.

Periodo di riferimento: 2003-2010

Dalmazzo, Gallo, Giacone, Longo, Mance

14

10,000,000.00 9,000,000.00 8,000,000.00 7,000,000.00

6,000,000.00
5,000,000.00 4,000,000.00 3,000,000.00 2,000,000.00 1,000,000.00 0.00 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 CASH FLOW Cash flow cumulata

Periodo di riferimento: 2003-2010

Dalmazzo, Gallo, Giacone, Longo, Mance

15

ANALISI MONETARIA

Raffontando le curve relative al Cash Flow e al Cash Flow cumulato si pu notare come in termini assoluti la generazione di cassa sia molto positiva, arrivando alla soglia dei 9 milioni di euro. Osservando per landamento puntuale evidente che si ha un aumento importante durante i primi tre anni.

Periodo di riferimento: 2003-2010

Dalmazzo, Gallo, Giacone, Longo, Mance

16

Efficienza/Efficacia
3.00 3,000,000.00

2.50

CASH FLOW/AUTOFIN
CASH FLOW AUTOFINANZIAMENTO

2,500,000.00

2.00

2,000,000.00

1.50

1,500,000.00

1.00

1,000,000.00

0.50

500,000.00

0.00 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010

Periodo di riferimento: 2003-2010

Dalmazzo, Gallo, Giacone, Longo, Mance

17

ANALISI MONETARIA

Osservando landamento del Cash Flow in rapporto allautofinanziamento si nota che durante i primi tre anni vi stata particolare efficacia nella gestione del credito. Durante gli anni successivi si evidenzia, invece, che il rapporto tra Cash Flow e Autofinanziamento si attesta su valori intorno al 100%.

Periodo di riferimento: 2003-2010

Dalmazzo, Gallo, Giacone, Longo, Mance

18

CONCLUSIONI
Miglioramento capacit della gestione dei crediti Ottimizzazione struttura dei costi Aumento Patrimonio Netto Aumento Risultato Operativo EBIT aumenta non proporzionalmente agli investimenti Passaggio da posizione debitoria a creditoria

Dalmazzo, Gallo, Giacone, Longo, Mance

19