Sei sulla pagina 1di 13

EMPIRISMO

Da Locke ai ragionamenti di Kant

Locke (1632 1704)


Locke considerato il fondatore dell EMIPIRISMO, corrente diffusasi in Inghilterra intorno alla met del 1600.

Saggio sullintelletto umano (1690)

Nellopera antecitata del filosofo lEsperienza ritenuta essere limite della ragione, ma anche:

Unica fonte di conoscenza


Critica delle idee innate
Modi = qualit o affezioni delle sostanze Sostanze = sostrati delle qualit ( x sconosciuta) Relazioni = rapporti (causaeffetto, identit ecc.)

Unico criterio di verit


Primarie (oggettive)

Fornitrice di idee semplici

-Idee di sensazione -Idee di riflessione

Secondarie (soggettive)

La RAGIONE elabora con il materiale fornito dallesperienza le idee complesse, ma esse non sono la conoscenza, in quanto essa si basa anche sullindividuare un accordo o disaccordo di queste idee

La conoscenza intuitiva quando questo accordo o disaccordo visto immediatamente, ed in quanto tale la conoscenza pi certa a cui luomo possa giungere
La conoscenza dimostrativa quando si ottiene utilizzando come prove catene di conoscenze intuitive La conoscenza delle cose esistenti al di fuori di noi vera solo se c conformit tra idee e cose reali

Lio (per intuizione)

Dio (per dimostrazione)

Le cose (per sensazione attuale)

-La ragione pu sbagliare - molta conoscenza solo PROBABILE

FILOSOFIA CRITICA
(indagine dei limiti della ragione)

Indirizzo ANTIMETAFISICO

RAGIONE:
- debole e imperfetta - unica guida per luomo

ILLUMINISMO

Berkeley (1685 1763)


Critica allidea di sostanza

Critica di Locke

Critica della distinzione tra qualit primarie e secondarie

Empirismo radicale

Le uniche cose conoscibili sono le nostre sensazioni


La realt esiste solo nel momento in cui qualcuno la percepisce

ESSE EST PERCIPI


Essere significa essere percepito

Il mondo esiste come idea nella mente di Dio

Negazione del dualismo Idee cose Esistono solo le idee

IMMATERIALISMO
(idealismo)

Hume, partendo dalle conclusioni a cui era giunto Berkeley, tent di formulare una scienza della natura umana, ricerca che port levolversi dellempirismo ad un risultato importante, quale lo SCETTICISMO

Hume (1711 1776)

Trattato sulla natura umana (1739)

Ricerca sullintelletto umano (1748)

Ricerca sui principi della morale (1752)

Impressioni (sensazioni attuali)

Idee (ricostruzioni delle impressioni)

Non esistono idee astratte, la consuetudine che le genera In pi, lassociazione delle idee avviene tramite lIMMAGINAZIONE , che opera tramite il principio di ASSOCIAZIONE:
-Somiglianza -Contiguit nello spazio e nel tempo -Causalit

SCETTICISMO
Lo scettico colui che nega la possibilit di conoscere la verit o pi specificatamente non nega di possedere l'idea della cosa pensata ma, poich la nozione dell'oggetto reale si basa sui sensi, che danno percezioni ingannevoli e mutabili nel tempo, dubita che al pensiero della cosa corrisponda la realt fisica dell'oggetto pensato

Critica al principio di causa

Crisi della METAFISICA

Crisi della metafisica,


Scetticismo (Hume)

Illuminismo

Rivoluzione Scientifica

Kant (1724 1804)


Immanuel Kant probabilmente uno tra i pi importanti ed influenti filosofi di sempre. Egli, acquisendo leredit lasciata dai filosofi dellempirismo inglese, elabor una propria visone del tutto che presto fu riconosciuta come una delle teorie pi complete della storia

La firma di I. Kant

Che cosa posso sapere? Come posso agire? Che cosa posso sperare?
Indagine programmatica sul fondamento di ogni esperienza umana, volta al chiarimento di possibilit (condizioni di esistenza), la validit (legittimit o non legittimit) e limiti (confini di validit) della stessa.

Cos luomo?

Criticismo
(ermeneutica della finitudine)

I limiti della ragione coincidono con i limiti delluomo

Indagine dei fondamenti di:

Estetica

Morale

SAPERE

Critica della ragion pura (1781)

Struttura del libro:

PREFAZIONE
E possibile la metafisica come scienza?

La Rivoluzione Copernicana del metodo: non pi la conoscenza che ruota attorno agli oggetti, ma sono questi ultimi che ruotano attorno al modo di conoscere del soggetto

Critica della ragion pura, I. Kant

INTRODUZIONE

Concetti chiave
Analitici (il predicato compreso nel soggetto sempre a priori)

A priori
Ci che prescinde lesperienza

Giudizi
Attribuzione di un predicato al soggetto A priori

Sintetici (il predicato aggiunge qualcosa al soggetto vera fonte di conoscenza)


A posteriori

Filosofia trascendentale

I PARTE:
DOTTRINA TRASCENDENTALE DEGLI ELEMENTI

chiamo trascendentale ogni conoscenza che si occupi in generale, non tanto di oggetti quanto del nostro modo di conoscere gli oggetti nella misura in cui questo deve essere possibile a priori

ESTETICA TRASCENDENTALE

LOGICA TRASCENDENTALE

Analisi delle categorie di

la scienza di tutti i principi a priori della sensibilit

Scienza delle regole della sensibilit

SPAZIO

TEMPO

Senso esterno

Senso interno

A cura di :

CANNAVALE ALBERTO
Sez. IV E Anno 2011/2012