Sei sulla pagina 1di 21

LINNO DITALIA

o Inno di Mameli

di FEDERICO SEVERIN - cl.3C a.s. 2007/08

Il ppt

Gprp Mmli Il pmppsitpr pvrp

L stpri llInn

IL POETA
GOFFREDO MAMELI DEI MANNELLI NASCE A GENOVA IL 5 SETTEMBRE 1827. STUDENTE E POETA PRECOCISSIMO, DI SENTIMENTI LIBERALI E REPUBBLICANI, ADERISCE AL MAZZINIANESIMO NEL 1847, L'ANNO IN CUI PARTECIPA ATTIVAMENTE ALLE GRANDI MANIFESTAZIONI GENOVESI PER LE RIFORME E COMPONE IL CANTO DEGLI ITALIANI. D'ORA IN POI, LA VITA DEL POETA-SOLDATO SAR DEDICATA INTERAMENTE ALLA CAUSA ITALIANA. NEL MARZO DEL 1848, A CAPO DI 300 VOLONTARI, RAGGIUNGE MILANO INSORTA, PER POI COMBATTERE GLI AUSTRIACI SUL MINCIO COL GRADO DI CAPITANO DEI BERSAGLIERI.

DOPO L'ARMISTIZIO SALASCO, TORNA A GENOVA, COLLABORA CON GARIBALDI E, IN NOVEMBRE, RAGGIUNGE ROMA DOVE, IL 9 FEBBRAIO 1849, VIENE PROCLAMATA LA REPUBBLICA. NONOSTANTE LA FEBBRE, SEMPRE IN PRIMA LINEA NELLA DIFESA DELLA CITT ASSEDIATA DAI FRANCESI: IL 3 GIUGNO FERITO ALLA GAMBA SINISTRA, CHE DOVR ESSERE AMPUTATA PER LA SOPRAGGIUNTA CANCRENA. MUORE D'INFEZIONE IL 6 LUGLIO, ALLE SETTE E MEZZA DEL MATTINO, A SOLI VENTIDUE ANNI. LE SUE SPOGLIE RIPOSANO NEL MAUSOLEO OSSARIO DEL GIANICOLO.

IL COMPOSITORE

Michele Novaro nacque il 23 ottobre 1818 a Genova, dove studi composizione e canto. Nel 1847 a Torino, con un contratto di secondo tenore e maestro dei cori dei Teatri Regio e Carignano. Convinto liberale, offr alla causa dell'indipendenza il suo talento compositivo,musicando decine di canti patriottici e organizzando spettacoli per la raccolta di fondi destinati alle imprese garibaldine.

Di indole modesta, non trasse alcun vantaggio dal suo inno pi famoso, neanche dopo l'Unit. Tornato a Genova, fra il 1864 e il 1865 fond una Scuola Corale Popolare, alla quale avrebbe dedicato tutto il suo impegno. Mor povero, il 21 ottobre 1885, e lo scorcio della sua vita fu segnato da difficolt finanziarie e da problemi di salute. Per iniziativa dei suoi ex allievi, gli venne eretto un monumento funebre nel cimitero di Staglieno, dove oggi riposa vicino alla tomba di Mazzini.

Come nacque lInno La testimonianza pi nota quella resa,seppure molti


anni pi tardi, da Carlo Alberto Barrili,patriota e poeta, amico e biografo di Mameli. Siamo a Torino
Col, in una sera di mezzo settembre, in casa di Lorenzo Valerio, fior di patriota e scrittore di buon nome, si faceva musica e politica insieme. Infatti, per mandarle daccordo, si leggevano al pianoforte parecchi inni sbocciati appunto in quellanno per ogni terra dItalia, da quello del Meucci a quella del Bertoldi. In qual mezzo entra nel salotto un nuovo ospite. Giungeva egli appunto da Genova; e voltosi al Novaro, con un foglietto che aveva cavato di tasca in quel punto T - gli disse - te lo manda Goffredo. Il Novaro apre il foglietto, legge, si commuove. Gli chiedono tutti cos; gli fan ressa dattorno. Una cosa stupenda! esclama il maestro, e legge ad alta voce, e solleva ad entusiasmo tutto il suo uditorio.

Io sentii - mi diceva il Novaro nellaprile del 75, avendogli io chiesto notizie dellinno, per una commemorazione - io sentii dentro di me qualche cosa di straordinario, che non saprei definire ora, con tutti i ventisette anni trascorsi. So che piansi, che ero agitato e non potevo star fermo. Mi posi al cembalo, coi versi di Goffredo sul leggio, e strimpellavo, assassinavo colle dita convulse quel povero strumento, sempre cogli occhi allinno, mettendo gi frasi melodiche, lun sullaltra, ma lungi le mille miglia dallidea che potessero adattarsi a quelle parole. Mi alzai scontento di me; mi trattenni ancora un po in casa Valerio, ma sempre con quei versi davanti agli occhi della mente. Vidi che non cera rimedio, presi congedo e corsi a casa. L, senza neppure levarmi il cappello, mi buttai al pianoforte. Mi torn alla memoria il motivo strimpellato in casa Valerio: lo scrissi su dun foglio di carta, il primo che mi venne alle mani: nella mia agitazione rovesciai la lucerna sul cembalo e, per conseguenza, anche sul povero foglio; fu questo loriginale dellinno Fratelli dItalia

Fratelli dItalia lItalia se desta Dellelmo di Scipio S cinta la testa. Dov la vittoria? Le porga la chioma Che schiava di Roma Iddio la cre. Stringiamoci a coorte Siam pronti alla morte

Noi siamo da secoli Calpesti e ,derisi, Perch non siam popolo, Perch siam divisi. Raccolgaci ununica Bandiera,una speme: Di fonderci insieme Gi lora suon. Stringiamoci a coorte Siam pronti alla morte

Lunificazionedel 1858 strinse un'alleanza Italiana Cavour con gli accordi di Plombires
con Napoleone III, il quale si impegn a combattere a fianco dell'esercito piemontese, ma solo in caso di aggressione austriaca e in cambio di Nizza e della Savoia. Il 23 aprile 1859 lAustria lanci un ultimatum al Piemonte, con il quale si spingeva a un disarmo immediato. Cavour trasse pretesto dall'ultimatum austriaco per intensificare i preparativi militari. All'avanzata austriaca rispose una manovra su tre fronti: Garibaldi con i Cacciatori delle Alpi occup Varese e Como; Napoleone III trasfer il grosso delle truppe a Novara, mentre le forze piemontesi coprivano il centro dello scacchiere occupando Palestro. Il primo scontro a Montebello vide respinta un'offensiva degli austriaci, che vennero poco dopo attaccati a Palestro in un'azione diversiva, attuata per favorire l'avanzata dell'esercito franco-piemontese verso Milano. La prima grande battaglia fu combattuta a Magenta: gli austriaci sconfitti ripiegarono verso le fortezze del Quadrilatero, mentre Napoleone III e Vittorio Emanuele II facevano ingresso a Milano e Garibaldi liberava Como, Bergamo e Brescia. Le due ultime sanguinose battaglie si combatterono a Solferino i piemontesi e a San Martino i francesi ebbero la meglio sugli austriaci che ripiegarono al di l del

La sera del 5 luglio, tuttavia, Napoleone III decise di ritirarsi dal conflitto, preoccupato sia per le perdite subite, sia per le sollevazioni guidate da gruppi liberali e democratici nel centro, sia per timore di una discesa in guerra dell'esercito prussiano a fianco dell'Austria. Senza preavvertire Cavour apr negoziati per un armistizio con Francesco Giuseppe. I due imperatori si incontrarono a Villafranca accordandosi sui preliminari di pace. Con questi accordi la Lombardia veniva ceduta alla Francia, che successivamente l'avrebbe consegnata al Piemonte; che si formasse una confederazione di stati italiani presieduta dal papa e che nel centro tornassero i legittimi sovrani. Le ultime due clausole non ebbero seguito, perch le popolazioni emiliane e toscane chiesero l'annessione al Piemonte, che Napoleone fin per accettare in cambio di Nizza e della Savoia. Il progetto venne poi portato a compimento con la spedizione dei Mille di Garibaldi, che nel 1860 avrebbe portato alla liberazione dalla dominazione borbonica. La costituzione del Regno d'Italia, venne proclamato il 17 marzo 1861 dal parlamento unitario, eletto nel gennaio dello stesso anno.

Bandiera degli St Stati Uniti

La statua della Li

Tradition holds that George Washington proclaimed: We take the stars from Heaven, the red from our mother country, separating by white stripes, thus showing that we have separated from her, and the white stripes shall go down to posterity representing Liberty.

Gli Stati Uniti dAmerica sono uno dei pi grandi paesi del modo, con una superficie simile a quella del Canada o della Cina. Lovest comprende un vasto insieme di montagne e altipiani. Nellinterno ci sono le montagne rocciose,una poderosa costola di montagne giovani con alcune vette superiori ai 4000 m. I fiumi principali sono lo Snake e il Colorado. Il centro una zona di pianure e basse colline. Esso costituisce la met di tutto il paese. Il Missisipi (3778 km) nasce presso il lago Maggiore e attraversa la pianura. Da un lato riceve il Missouri e lArkansas, dallaltro lOhio e il Tennessee. LEst sono montagne antiche, basse e arrotondate, che raggiungono la massima altezza di 2037 m. Le pianure costiere sono attraversate da fiumi brevi il pi noto dei quali lHudson che sfocia a New York. Nella parte settentrionale si trovano i cinque laghi Maggiori dei quali solo il Michigan appartiene interamente agli Stati Uniti.

La parte centrale e orientale ha un clima simile a quello europeo con inverni freddi ed estati calde. Nella fascia meridionale il clima diventa subtropicale umido con piogge estive. Il paese chiamato anche in lingua inglese United States of America, abbreviato con le iniziali USA o con la parola States. Gli Stati uniti sono una federazione di 50 stati, due dei quali (Alaska e Hawai) staccati dal territorio principale. E un distretto federale, in cui si trova la capitale Washington. Gli Stati Uniti hanno una popolazione simile a 295 milioni di abitanti e sono il terzo paese per popolazione dopo Cina e India. Tre aree raccolgono le principali metropoli: -la megalopoli atlantica ( 45 milioni) comprende New York, Philadelfia e Washington;-la regione dei grandi laghi(45 milioni) comprende Chicago, Detroit e molti centri minori,- la California (35 milioni) ospita San Francisco, Los Angeles e San Diego.

I bianchi sono il 75,1% e sono in prevalenza di cultura anglossasone. Un gruppo omogeneo sono gli ebrei (6 milioni). I neri (12,3%) erano condotti li per lavorare nelle piantagioni. I messicani (5,4%) sono numerosi sul confine meridionale dove ogni giorno migliaia di clandestini cercano di attraversare la frontiera. Gli asiatici (3.6%) sono per la maggior parte discendenti di Cinesi, Filippini, Giapponesi. Gli amerindi sono una piccola parte (1%). La lingua ufficiale linglese- americano una variante nel lessico e nella pronuncia della lingua parlata nel Regno Unito. Gli amerindi usano la lingua Athabasca; eschimesi e aleuti parlano dialetti propri. Le minoranze etniche spesso conservano dialetti propri. La religione pi praticata quella protestante ma esistono centinaia di altre credenze.

Il naso lungo 1 m, gli occhi sono larghi 76 cm, la bocca 90 cm

La statua della Libert


I sette raggi della corona rappresentano i sette mari e i sette continenti sui quali si diffonde la luce della libert. Il basamento alto 46,4 m si pu salire in cima sia su per una scala, sia con un ascensore dalle pareti di vetro, che permette di ammirare la strutura interna. Esposto allaria umida il rame diventa verde. Il bel colore della statua dovuto proprio a questo fenomeno. Nel corso degli anni 80 la statua stata ripulita ulteriormente protetta dallinvecchiamento.

La scala mettalica allinterno a chiocciola sale lungo la struttura centrale,alte 33.5 m. Ivisitatori giungono alla gallerietta panoramica della corona salendo 171 gradini. Laltezza totale della statua di 93,5 m. Di questi,46.4m sono della statua vera propria e il rimanente al basamento su cui poggia. Per raddopiare laltezza della statua in modo che torreggiasse sulla baia di New York, gli americani costruirono in due anni una piattaforma di cemento e pietra.

La statue de la Libert
Si lon promen sur la Seine en bateau-moche, du cot de la Tour Eiffel, on passe prs dune petite le, lle de Longchamp. Il ny a rien, pas de maison, seulement un peu dherbe et une statue. Cest la maquette de la gigantesque statue de la libert qui accueille les bateaux lentre du port de New York. Construict par le sculpteur Bartholdi, celle-ci fut en effet offerte par la France aux TATS-Unis, en 1886, pour rappeler que, cent ans auparavant, la fayette avait contribu lindepndance des colonies dAmrique. Depuis le XV siecle, et grce surtout ses philosophes qui, par leurs crits, ont prpar la Rvolution, la France est considre comme le pays de la libert. La dclaration des Droits de lHomme, datant justement de la Rvolution, est encore aujourdhui un modle pour les constitutions des pays du monde antier. Lis la France par un mme idal et par des annes damiti. Les tats-Unis lont aussi aide. deux reprises, en 1917 et en 1994, se librer de loccupant allemand. Mais ces deux nations se sont un peu loignes lune de lautre durant ces dernires annes. La France a quitt lOTAN et renvoy les troupes amricaines tblies sur son sol. Cependant, de nombreux changes subsistent encore: beaucoup damricains viennent tudier en France, de mme que des jeunes franais se rendent dans les universits amricaines. Il existe, Paris, plusieurs centres amricains trs actifs. La musique et les films amricains y sont, dautre part, trs populaires. Et, au fond, chaque franais et chaque amricain sait bien que la recconnaissance rciproque qui lie leurs deux pays et leur idal commun de libert sont les gages les plus srs de leur amiti.

I TERREMOTI
Terremoto Fenomeno naturale che consiste nellimprovvisa liberazione di energia meccanica da un punto della Terra, sotto forma di vibrazioni che si propagano nella roccia in tutte le direzioni. Il punto in cui ha origine il terremoto prende il nome di ipocentro; si pu trovare anche a notevole profondit al di sotto della superficie terrestre, fino a un massimo di circa 700 km; il punto della superficie terrestre corrispondente allipocentro - quello raggiunto per primo dalle onde sismiche provenienti dallipocentro - prende il nome di epicentro. Le vibrazioni possono avere diversi gradi di intensit: a volte sono appena percettibili, in qualche caso, invece, distruttive.

Nel processo sismico vengono generati sei tipi di onde; due di essi sono classificati come onde di volume (si propagano all'interno della Terra); gli altri quattro come onde di superficie. Le onde di volume si suddividono in primarie o di compressione (onde P) e secondarie o trasversali (onde S). Le primarie, in qualit di onde longitudinali, provocano successive compressioni e decompressioni della materia nella stessa direzione in cui si propagano, mentre le secondarie, in qualit di onde trasversali, provocano loscillazione delle particelle di materia investite in direzione perpendicolare alla direzione di propagazione. Le onde P viaggiano a velocit maggiore delle onde S (sono circa 1,7 volte pi veloci), pertanto sono le prime a poter essere rilevate dai sismografi delle stazioni di osservazione distribuiti in tutto il mondo. La disciplina che si occupa dello studio, della misura e della previsione dei terremoti la sismologia.