Sei sulla pagina 1di 22

(Ford e Lerner, 1992)

Corso di Psicologia dello sviluppo I 2009-10

critica agli assunti metateorici delle visioni dominanti dello sviluppo

ricerca di modelli alternativi

in realt lipotesi stessa di un metamodello ad essere respinta come non adeguata


Corso di Psicologia dello sviluppo I 2009-10

Analisi delle interpretazioni dei metamodelli dominanti rispetto alle questioni fondamentali che riguardano:

Fattori dello sviluppo (come ) Natura dello sviluppo (cosa) Processo dello sviluppo (quando)

Corso di Psicologia dello sviluppo I 2009-10

FORD e LERNER (1992)

A partire dagli anni 70

Teorici dello sviluppo

tentano di dare vita ad approcci alternativi pi capaci di accogliere le conoscenze attuali soprattutto quelle che evidenziano la complessit e la differenziazione dello sviluppo

Corso di Psicologia dello sviluppo I 2009-10

inoltre esplicito riferimento ai paradigmi sistemici

TEORIA GENERALE DEI SISTEMI di Von Bertalanffy

se gli altri settori della psicologia si occupano dellandamento dinamico di sistemi complessi, che nel corso del tempo interagiscono a vari livelli tra loro e con lambiente, la psicologia dello sviluppo ha a che fare con sistemi che, nel corso del tempo, non solo interagiscono dinamicamente, ma nel corso dellinterazione addirittura trasformano la loro propria struttura
Dalla prefazione alla edizione italiana allopera di Ford e Lerner (1995)

Corso di Psicologia dello sviluppo I 2009-10

Teoria dei sistemi evolutivi contestualismo evolutivo quadro di riferimento dei sistemi viventi

sintesi di
e

rappresenta una struttura di riferimento per la comprensione dello sviluppo umano di pi ampia portata rispetto ai metamodelli storicamente dominanti organismico meccanicistico) (organismic e meccanicistico
Corso di Psicologia dello sviluppo I 2009-10 6

contributi da concezione transazionale

nozione relazionale interazionismo dinamico metamodello dialettico


concetti di cambiamento e contesto

Corso di Psicologia dello sviluppo I 2009-10

discussione sulla nozione di causalit

nozione classica Concetto di causa finale, a carattere teleologico, deterministico

scienza moderna nozione sistemica, flusso di eventi interdipendenti

Corso di Psicologia dello sviluppo I 2009-10

rischio di concepire:  una plasticit infinita

dal contestualismo radicale

 qualsivoglia direzione al cambiamento  totale assenza di elementi comuni

al contestualismo evolutivo

variabilit relativa

Ogni persona : diversa da tutte le altre sotto un certo profilo diversa da qualche altra sotto qualche profilo simile a tutti gli esseri umani

Corso di Psicologia dello sviluppo I 2009-10

un sostegno agli sforzi di integrazione tra aspetti biologici e tratti comportamentali venuto dagli sviluppi a livello concettuale e dallimpiego sempre maggiore di modelli basati su sistemi dinamici che ha consentito di comprendere meglio la relazione reciproca tra strutture corporee e funzionamento psicologico Ci si resi conto che la crescita delle prime raramente una semplice causa dello sviluppo del secondo, poich le strutture biologiche, persino i geni, sono attivit dipendenti, devono cio essere effettivamente utilizzate per potere dispiegare le proprie potenzialit. Pensare, quindi, agli aspetti biologici come cause o basi dello sviluppo psicologico fuorviante
Corso di Psicologia dello sviluppo I 2009-10 10

per quanto concerne il ruolo delle componenti biologiche

Contributo degli studiosi dei processi di maturazione


( GESELL, scale di sviluppo.)

Contributo degli studiosi di impostazione evoluzionista


(DARWIN, BOWLBY, funzione biologica del legame di attaccamento .)

Contributo delle teorie etologiche


(LORENZ, TINBERGEN, schemi fissi/stimoli segnale; periodi critici/periodi sensibili)

Corso di Psicologia dello sviluppo I 2009-10

11

da

Schemi fissi

Schemi flessibili

da

Periodi critici

Periodi sensibili

da

Processi in attesa di esperienza

Processi dipendenti dallesperienza

da

Quanto geni e ambiente si


influenzano reciprocamente

Come geni e ambiente si


influenzano reciprocamente
Corso di Psicologia dello sviluppo I 2009-10

12

Il contestualismo evolutivo come un metamodello che fornisce semplicemente delle linee guida

Corso di Psicologia dello sviluppo I 2009-10

13

ORGANIZZAZIONE MULTIVARIATA SU PI LIVELLI

allo sviluppo prendono attivamente parte variabili che appartengono a molteplici livelli di organizzazione

Corso di Psicologia dello sviluppo I 2009-10

14

INTERCONNESSIONE TRA BIOLOGIA E CONTESTO NELLO SVILUPPO: NATURA E CULTURA FATTORI RECIPROCAMENTE FACILITANTI E VINCOLANTI

processi biologici e psicologici e condizioni ambientali si influenzano reciprocamente e dinamicamente

Corso di Psicologia dello sviluppo I 2009-10

15

VISIONE SISTEMICA O EPIGENETICO-PROBABILISTICA

il cambiamento evolutivo relativamente plastico contraddistinto da percorsi pluridirezionali

Corso di Psicologia dello sviluppo I 2009-10

16

LA PERSONA COME SISTEMA APERTO AUTOREGOLATO E AUTOCOSTRUITO

il neonato un sistema vivente autopoietico costruisce se stesso sia a livello strutturale sia funzionale unit integrata dellaspetto biologico e psicologico-comportamentale

Corso di Psicologia dello sviluppo I 2009-10

17

CAMBIAMENTO EVOLUTIVO

4 tratti carattere ex-attativo effetto traccia


Corso di Psicologia dello sviluppo I 2009-10

18

1. 2. pertanto 3. 4.

un campo di possibilit quasi infinite pu imboccare direzioni inattese non rende il soggetto prigioniero del suo passato consente al soggetto di interagire efficacemente con ambienti mutevoli implica sia guadagni sia perdite il futuro non sempre prevedibile ed il soggetto attrezzato per affrontare svolte inattese caratterizzato da continuit e discontinuit caratteristiche personale e contestuali interagiscono le une in funzione delle altre

lo sviluppo
5. 6.

7. 8.

Corso di Psicologia dello sviluppo I 2009-10

19

Implicazioni applicative: Programmi di consulenza psicologica che mettono in primo piano lo sviluppo dellindividuo piuttosto che gli aspetti patologici.

Corso di Psicologia dello sviluppo I 2009-10

20

Lo sviluppo individuale umano implica processi incrementali e di trasformazione che, attraverso il flusso delle interazioni tra gli aspetti attuali della persona e i suoi attuali contesti, producono una successione di cambiamenti relativamente duraturi, e tali da incrementare o rendere pi complessa larticolazione dei tratti strutturali e funzionali della persona e i paradigmi delle sue interazioni con lambiente, mantenendo al tempo stesso unorganizzazione coerente e ununit strutturale e funzionale della persona come un tutto inscindibile
Corso di Psicologia dello sviluppo I 2009-10

21

ma in senso metaforico potremmo definire lo sviluppo come. . .

.un viaggio continuo e talvolta imprevedibile attraverso la vita, facendo vela da mari ormai familiari verso oceani per ora sconosciuti, in direzione di destinazioni ancora da immaginare, da definire e ridefinire nel corso del viaggio; tutto ci mentre circostanze inattese occasionalmente trasformano, spesso in modi imprevisti, la nostra nave, le nostre capacit di velisti, e gli oceani sopra cui navighiamo

Corso di Psicologia dello sviluppo I 2009-10

22