Sei sulla pagina 1di 22

Il Subsistema

Organizzativo
e gli elementi
che concorrono alla
sua definizione
SISTEMA
AZIENDA

Subsistema Subsistema
organizzativo Subsistema
gestionale
Subsistemi informativo
Di primo grado
(particolari)
Subsistema Subsistema
operativo del
controllo

Subsistema
dell’aspetto Subsistema Subsistema
economico dell’aspetto dell’aspetto
del S.A. finanziario patrimoniale
Subsistemi del S.A. del S.A.
di secondo grado Personale
(parti) Acquisti Investimenti
Vendite Competenza
Cassa Finanziamenti
Amministrazione
… …
istema - ambiente
SISTEMA
AMBIENTE

Subsistema Subsistema
Subsistema
del progresso dello stato delle
dei mercati
tecnologico istituzioni

Subsistema Fattori alternativi


del mercato dei
Subsistema
Fattori produttivi
Processi del regime
tecnico-produttivi politico
Subsistema
del mercato dei
Prodotti (o servizi)
capitali
da collocare Subsistema
Subsistema dell’ordinamento
del mercato Innovazione legislativo
di sbocco finanziaria
Sistema - azienda Sistema - ambiente

SISTEMA SISTEMA
AZIENDA AMBIENTE

Subsistema Subsistema
Subsistema
del progresso dello stato
Subsistema Subsistema Subsistema dei mercati
tecnologico delle istituzioni
organizzativo gestionale informativo
Subsistema Subsistema
del mercato dei Fattori alternativi
del regime
Fattori produttivi politico
Processi
Subsistema tecnico-produttivi
Subsistema Subsistema Subsistema
del mercato dei
operativo del controllo Prodotti (o servizi) dell’ordinamento
capitali
da collocare legislativo
Subsistema
del mercato Innovazione
di sbocco finanziaria
SUBSISTEMA ORGANIZZATIVO:

SI OCCUPA DI INDIVIDUARE I CENTRI DI


ATTIVITA’, DI STUDIARE LE PIU’
CONVENIENTI COORDINAZIONI TRA LE
FORZE PERSONALI ED I MEZZI
DISPONIBILI, NONCHE’ DI COMPORRE I
RAPPORTI GERARCHICI E FUNZIONALI
TRA I SOGGETTI ADIBITI AI CENTRI
OPERATIVI
Organizzazione:
riveste una funzione strumentale nei
confronti della gestione.
La gestione trova nel subsistema
organizzativo i limiti
e le condizioni che concorrono a
lo sviluppo
 determinarne:
 l’andamento
 l’efficienza
 i risultati
Subsistema organizzativo

 Il subsistema organizzativo
“attraversa” l’intera vita dell’azienda,
dall’istituzione alla cessazione e riflette
la composizione più efficiente dei mezzi
(materiali e immateriali) e delle forze
personali, di tutti quegli elementi
necessari alla funzionalità dell’azienda
stessa.

 Il buon funzionamento del subsistema


organizzativo rappresenta un utile
elemento al positivo andamento della
gestione e al successo complessivo
Subsistema organizzativo
È possibile distinguere:

Organizzazione interna:
interna include gli elementi
(variabili) che agiscono nell’ambito
aziendale;

Organizzazione esterna:
esterna riguarda una serie
di forze di ordine esterno (o variabili)
inerenti la relazione azienda/ambiente,
che rappresentano vincoli e opportunità
per il funzionamento del subsistema
organizzativo, e che producono le
dinamiche economiche, competitive,
Subsistema organizzativo
In vista del raggiungimento degli obiettivi
aziendali, le scelte organizzative rivestono un ruolo
di primo piano. Esse andranno ad influenzare:
 La qualità:
qualità la capacità di attivare un contesto
interno all’azienda dove le risorse umane
uniscano all’iniziativa personale la disponibilità
a comunicare e collaborare

 La efficacia:
efficacia il volere di tutti gli elementi
dell’organizzazione di contribuire al buon
funzionamento dell’azienda

 La efficienza:
efficienza la possibilità di impiegare le
risorse lavorative evitando sprechi,
Subsistema organizzativo

 La flessibilità:
flessibilità la propensione a reagire in
maniera tempestiva e senza difficoltà alle
sfide e alle tensioni poste in essere dal
contesto
 La soddisfazione:
soddisfazione la possibilità di
rispondere alle attese e alle esigenze delle
persone che contribuiscono al
funzionamento dell’azienda
 L’apprendimento: la capacità di innovare
continuamente e generare nuove idee,
valori, nuove conoscenze per far fronte ad
Subsistema organizzativo
 Il subsistema organizzativo una volta
progettato e realizzato, deve essere in
grado di adattarsi alle mutevoli
situazioni aziendali, deve essere capace
di rinnovarsi e modificarsi durante lo
svolgimento della vita aziendale.

 La stessa sopravvivenza dell’azienda


dipende dalla capacità di questa di
riadattare l’assetto organizzativo,
strutturale, assunto originariamente,
alle nuove situazioni di contesto e alle
mutevoli esigenze di gestione.
Subsistema organizzativo
L’organizzazione deve essere flessibile

Significa che l’assetto organizzativo deve


essere:
 in grado di rispondere con prontezza
alle variazioni tipiche del dinamismo
aziendale,
 idoneo a recepire gli impulsi e i
cambiamenti che provengono dalle
turbolenze ambientali,
 idoneo alla più razionale attuazione
dei programmi operativi tenendo conto
GLI ELEMENTI ORGANIZZATIVI DI
CARATTERE GENERALE

 Ricerca della convenienza


economica ad istituire l’azienda

 Valutazione e scelta della


localizzazione ottimale

 Ricerca della più confacente


dimensione


Ricerca della convenienza economica ad istituire l’azienda

In fase di istituzione d’azienda o fase di


primo impianto

Un problema di organizzazione che si propone


preliminarmente è quello di accertare la possibilità
di sopravvivenza dell’azienda all’interno del
contesto di riferimento (indicatori di natura
strategica);
occorre poi valutare:

• La convenienza economica ad istituire


l’azienda
• La possibilità finanziaria di realizzare
tale convenienza (fattibilità finanziaria)
Se un soggetto economico (l’imprenditore)
valuta conveniente e possibile
la remunerazione di tutti i fattori produttivi
utilizzati nel processo economico,
adotterà la decisione di impiantare l’azienda.

Si verificano, cioè le condizioni di


minima economicità oggettiva
Valutazione e scelta della localizzazione ottimale

Localizzazione:
Localizzazione s’intende la posizione spaziale in cui
situare l’istituenda azienda.

Consiste in un articolato processo rivolto


all’individuazione e alla scelta del luogo dove
l’azienda dovrà sorgere e svolgere la sua attività.
 elemento organizzativo che incide sensibilmente
sulla convenienza economica ad istituire
l’azienda
 importante fattore critico di successo
scelta poco flessibile:
flessibile i costi di una eventuale
rilocalizzazione andrebbero a incidere notevolmente
sul conto economico dell’azienda.
Fattori che condizionano la scelta ubicativa
dell’azienda,
o fattori localizzativi:

Possono essere ricondotti nell’ambito di sei


indicatori:
1. Ambiente fisico
2. Reti di comunicazione
3. Risorse umane
4. Capitali
5. Domanda
6. Economie di agglomerazione
La scelta della dimensione aziendale

La dimensione aziendale dipende:

da condizioni interne di gestione (il


volume di produzione, il livello degli
investimenti, l’entità dei finanziamenti)

dalle caratteristiche dei mercati (di


approvvigionamento dei fattori, dei
mercati di sbocco, del mercato dei
capitali).
filone concettuale di natura quantitativo

La dimensione esprime l’ampiezza e


l’estensione del sistema d’impresa,
pertanto i parametri utilizzati come
strumento di misurazione sono parametri
quantitativi. I più significativi, utilizzabili
sono:  Il capitale
investito
 Il numero degli
addetti
 Il fatturato

filone concettuale di natura qualitativa
La dimensione si riferisce non solo all’estensione del
sistema d’impresa, ma il concetto è legato anche ad
alcune caratteristiche della sua struttura e del suo
funzionamento. Sono parametri qualitativi:
 Il grado di competizione
 Le politiche perseguite dall’azienda
 Le caratteristiche del settore in cui è inserita
l’azienda considerata
 Le strategie attuate
 Le qualità personali dell’imprenditore
 Il profilo professionale medio del proprio
organico
 La natura dei prodotti e le tecniche di
La scelta della veste giuridica
Si tratta della scelta di assegnare all’istituenda azienda la più
idonea struttura legale; essa, insieme con le altre, concorre al
raggiungimento degli obiettivi aziendali, incide direttamente
sul comportamento aziendale, sull’organizzazione del lavoro e
sullo svolgimento dell’attività operativa.
Il ventaglio di alternative è così composto:

Impresa individuale
(carattere individualistico della struttura legale)
Società di
persone

Impresa societaria
(carattere societario della struttura legale)

Società di
Capitali
Società semplice

Società di Società in nome collettivo


persone

Società in accomandita semplice

A scopo
di lucro
Società per azioni

Società in accomandita per azioni


Società di Società a responsabilità limitata
capitali
Società cooperativa
A scopo
Società di mutua assicurazione mutualistico