Sei sulla pagina 1di 23

Sistema nervoso

SNC SNP

Sistema afferente Sistema efferente


sensoriale motorio

Sistema nervoso Sistema nervoso


autonomo somatico

simpatico parasimpatico
•Muscolatura
NA liscia
•Cuore
Fibre •Ghiandole
toraco-
ACh-NA Ghiandole
lombari sudoripare
ACh
ACh Ghiandola
surrenale
 Innervazione ad ampio spettro
 Preparazione per intense attività muscolari
 Stress

Fibre Testa
cranio- Torace
ACh
sacrali Addome
ACh Pelvi
 Innervazione mirata e localizzata
 Riserva di energia
OH

OH

Neuroni postgangliari simpatici


NH2
HO

H3C

O
 Neuroni pregangliari simpatici e parasimpatici
O
 Neuroni postgangliari parasimpatici
 Placche motorie somatiche sul muscolo
H3C N
+
CH3 scheletrico
H3C

1866 Sintesi dell’ACh (Bayer)


1914: identificazione dell’ACh negli estratti di segale (Ewins)
1929: midollare di surrene di cavallo (Dale e Dudley)
1933: cervello dei mammiferi (Chang e Gaddum)
1940: la stimolazione elettrica induce liberazione di ACh dai nervi splancnici, vagali, fibre
pregangliari simpatiche, fibre motorie
1941-1950: l’ACh viene liberata dal midollo spinale perfuso e dalla corteccia cerebrale
(Elliott)
Colina acetil transferasi
(AChT)

Colina AcCoA

Fosfolipidi Aminoacidi piruvato


Acidi grassi
Idrolisi dell’ACh
glucosio
Trasporto entro le vescicole
ATP

ATPasi
ADP
H+

H+
ACh

citoplasma vescicola
• Potenziale d’azione
• Attivazione dei canali al Ca++ voltaggio dipendenti
• Ingresso di Ca++
• Fusione membrana vescicolare-membrana cellulare
• Esocitosi
Interazione con i
Autorecettori M (-) Eterorecettori
(5HT-GABAA-A1-α1)
(-)

recettori
Autorecettori N (+)

postsinaptici M
N
Amanita muscaria
Catena proteica con 7 domini
idrofobici transmembrana ad alfa
elica
Terminale carbossilico
intracellulare
Terminale aminico extracellulare
Recettore metabotropico
G
Proteina Gq/11 Proteina Gi/G0

Fosfolipasi C Adenilico ciclasi Fosfolipasi C

IP3 DAG

- Apertura canali K+
Rilascio Ca++ dal RE - Chiusura canali Ca++
PKC

Regolazione fenomeni
Ca++-dipenedenti: Fosforilazione di canali
contrazione muscolatura ionici
liscia
secrezione
Nome M1 (nervoso) M2 (cardiaco) M3 (ghiandolare) M4 M5
Tipo (+) (-) (+) (-) (+)
 SNC (corteccia,  tessuto cardiaco  Ghiandole esocrine SNC SNC
Localizzazione ippocampo)  SNC  muscoli lisci Polmone
 Gangli (presinaptico)  endotelio utero
 cellule parietali
gastriche
 ↑ IP3DAG  ↓ cAMP  ↑ IP3DAG  ↓ cAMP  ↑ IP3
 ↑ correnti K+  ↑ correnti DAG
Meccanismo di  ↑ Ca2+ intracellulare  ↑ Ca2+ intracell
K+
 ↑ cAMP  ↓ correnti Ca2+  ↑ cAMP  ↑ Ca2+
trasduzione  ↓ correnti  ↑ cAMP
 ↓ Conduttanza al K +
Ca2+

Proteine G  Gq/G11  Gi/Go  Gq/G11  Gi/Go Gq/G11

 eccitazione gangli  ↓ Vagale del  ↑ Secrezione ghiandole Broncocostri


Effetti cuore (cronotropo/ zione
 ↑ secrezione gastrica  Contrazione
dromotropo/inotropo muscolatura liscia dei
-) visceri
 ↓presinaptica nel  Dilatazione dei vasi
SNC e SNP (NO)
N

CH3
N

• Famiglia dei recettori-canale per i cationi (Na+>Ca++)


• Pentamero
• 4 domini transmembrana identificati con M1-M4
• Sito di legame per l’ACh: interfaccia tra le 2 subunità α
• Desensitizzazione: riduzione della capacità di cambiare conformazione ed
aprire il canale ionico
Il canale resta chiuso nonostante l’ACh sia legata al recettore
nAChr muscolare nAChr neuronale
MECCANISMI
RECETTORE TESSUTO RISPOSTE
MOLECOLARI
Giunzione Apertura
 Depolarizzazione della di un canale
placca motrice
neuromuscolare cationico
 Contrazione del
Muscolo scheletrico
muscolo scheletrico Combinazione delle
(NM) subunità: 2α:β:γ:δ o
2α:β:ε:δ

Gangli autonomi  Apertura di un canale


Depolarizzazione
Cellule cromaffini della midollare del dei neuroni
cationico
surrene post gangliari
 Depolarizzazione Combinazione delle
delle cellule della subunità: 2α:3β
Neuronale
midollare del
(periferico) (NN)
surrene
 Secrezione di
catecolamine
Butirril ChE (Butirrilcolina>Propionilcolina>Acetilcolina)
colinesterasi
600000 molecole ACh/min
Acetil ChE (Acetilcolina>Propionilcolina>Butirrilcolina)

Asimmetriche Globulari

• Coda simile al collagene +


tetramero catalitico
• Legata alla membrana
• Giunzione neuromuscolare
•Monomeri-dimeri-tetrameri
•Ogni subunità ha un sito catalitico
•Solubili o di membrana
ACh L’ACh si lega all’O della Ser, ma questa non è
abbastanza elettonegativa.

Per realizzare tale legame:


Sito esterasico Sito anionico
 L’O del Glu 334 attira l’H dell’His 447
O  L’N dell’His 447 attira l’H della Ser 203
O
O C L’O della Ser 203 diviene
O H NH O C
sufficientemente elettronegativo da
legare il gruppo carbonilico
dell’ACh
Serina Istidina Glutammato Glutammato
203 447 334 202

O O
O ……HN HO C O C
AChE attiva
-

O H N:
_
O

H3C
Intermedio AChE-ACh
OH

O H…………N:
_

HO

O
+
colina
H3C N CH3
H3C

O
OH : H3C
N
_ H2O

Acetil AChE
+20

-30

-40

-50

-60

-70
Tempo (sec)
mV

ACh
Effetto dromotropo negativo:
negativo Riduzione ICa++ riduzione ampiezza e plateau-Riduzione velocità di
conduzione ( il pot d’az genera correnti elettrotoniche cui è affidata la propaggazione del pot d’az
nelle cell miocardiche. La riduzione dell’ampiezza del pot d’az comporta una riduzione della
distanza alla quale tali correnti fungono da stimolo.

Effetto inotropo negativo: Riduzione ICa++- Riduzione Forza di contrazione


Pot d’az-axtura canali Ca-parte di qst ca serve per la contraz, un’altra parte xmette il rilascio di
Ca dal reticolo sarcoplasmatico che vien usato per la cotraz -rilascio di calcio attivato dal ca
Effetto Cronotropo negativo

+10

-30

-40 Soglia(-40 mV)


-50

-60

-70
0,8 sec
Tempo (sec)
mV

ACh

Aumento IK+ Iperpolarizzazione Riduzione IfNa+

Inibizione
canali Na+f
Simpatico

Fibra
pregangliare

Cellula cromaffine della


midollare del surrene
ACh

Adrenalina
ACh
Fibre pregangliari N
colinergiche
ACh M D Fibra postgangliare

DA

ACh M

Interneurone

Pot. postsinaptico
eccitatore veloce

Pot. postsinaptico
eccitatore lento

Pot. postsinaptico
t inibitore lento
mV
+25
0
-10
-20
-30
-40
-50
-60
-70
-80

0 5 10 15 msec
mV