Sei sulla pagina 1di 34

Università degli Studi Di Cagliari

Facoltà di Medicina e Chirurgia


Dipartimento di Scienze Chirurgiche e Trapianti d’organo
Clinica Urologica
Scuola di Specializzazione in Urologia
Direttore: Prof. Antonello De Lisa

L’ EMATURIA
Relatore: Prof. Antonello De Lisa
EMATURIA
 DEFINIZIONE: presenza di sangue
nelle urine (almeno 10 emazie p c m
a 400x)
 MICROEMATURIA: emazie rilevabili
solo all’esame microscopico del
sedimento urinario
 MACROEMATURIA: la presenza
delle emazie è in numero tale da
modificare il colore delle urine
“condizione discriminante per la scelta
di un algoritmo diagnostico”
EMATURIA: epidemiologia
 18% degli individui normali presenta emazie nelle
urine (3/4 p c v)
 8% dei casi rimane indeterminata
 5% dei bambini presenta microematuria “sine
causa”

 “ OGNI EMATURIA A PRESCINDERE DAL TIPO,


DALLE CARATTERISTICHE, DAL SESSO, DALL’ETA’
OBBLIGA A VALUTAZIONI ACCURATE E
RESPONSABILI”
 “ L’EMATURIA RAPPRESENTA UN SEGNO GRAVE
SINO ALLA DIMOSTRAZIONE DEL CONTRARIO”
EMATURIA
Ematuria nell’adulto Ematuria nel
bambino

DIFFERENTE SIGNIFICATO CLINICO ED


INDIRIZZO DIAGNOSTICO
EMATURIA: classificazione
etiopatogenetica
 Pseudoematuria

 Ematuria di origine medica

 Ematuria “urologica”
PSEUDOEMATURIA
(DISCROMIE URINARIE)
 PIGMENTI  DA SFORZO FISICO
.porfirine
.emoglobina  URETRORRAGIA
.mioglobina  FALSA EMATURIA
 ALIMENTI DOLOSA
.barbabietole  FALSA EMATURIA IN
BUONA FEDE
.rabarbaro
 FARMACOLOGICA
 (SANGUINAMENTO
VAGINALE)
.rifampicina
.fenolftaleina
EMATURIA “MEDICA”
ETIOPATOGENESI
 PRERENALE:
- coagulopatie
- emoglobinopatie
 RENALE:
- glomerulare
- immunovascolare
- tubulare
EMATURIA “UROLOGICA”

 Patologie della via escretrice


(sistema calico-pielico-uretero-
vescico-uretrale)

 Patologie parenchimali renali


(neoplasie, tbc, traumi, pielonefrite)
EMATURIA “UROLOGICA”
etiologia nell’uomo
 Carcinoma della vescica
31,5 %
 Adenoma della prostata
17,5 %
 Calcolosi urinaria 11,0 %
 “sine causa” 5,0 %
 Due e più affezioni concomitanti
6,2 %
 Carcinoma renale 3,2 %
 Prostatovescicoliti 3,0 %
 Carcinoma della prostata 2,8 %
 Traumi 2,6 %
 Flogosi vescicali 2,3 %
 Tbc urinaria 1,6 %
 Altre
12,3 %
EMATURIA “UROLOGICA”
etiologia nella donna
 Calcolosi urinaria 31,2 %
 Carcinoma vescicale
21,2 %
 Cistiti 15,0 %
 Cisto-rettocele 5,0 %
 “sine causa” 4,5
%
 Traumi 3,3 %
 Tbc urinaria 2,5
%
 Malformazioni renali 2,0
%
 Carcinoma renale 1,8 %
 Patologia della GPU 1,6
%
 Ptosi renale 1,6
%
IL PAZIENTE CON EMATURIA
raccolta dati anamnestici
 è associata, preceduta, seguita da dolore?
 a quali sintomi urinari è associata?
 tonalità del colore delle urine (DD con
emoglobinurie)
 presenza e morfologia di coaguli
 Modalità d’insorgenza e durata
 rapporti con minzione
 l’anamnesi è positiva per calcolosi renale?
 Abitudini voluttuarie (fumo)
 il paziente ha subito traumi o interventi chirurgici
sull’apparato urinario o organi limitrofi?
 anamnesi farmacologica!
IL PAZIENTE CON EMATURIA
l’esame obiettivo
 Palpazione addominale:
- palpazione renale bilaterale
- valutazione punti ureterali
- presenza di globo vescicale
 Ispezione ed esplorazione dei GE
 Esplorazione rettale
 Esplorazione vaginale (eventuale
colposcopia)
LA VALUTAZIONE DELLE
URINE
Esame chimico-fisico:
aspetto, densità, pH, proteinuria
Esame microscopico del sedimento:
morfologia emazie, cilindruria, cristalluria,
leucocituria, batteriuria
Esame culturale:
controllo qualità del laboratorio, mai escludere
ABG e conta colonie. Certezza modalità di raccolta
Citologia urinaria esfoliativa:
su tre campioni.
“con un buon citologo”!
L’EMATURIA:
ALGORITMO DIAGNOSTICO
 è realmente presente ematuria?
 anamnesi accurata

per realizzare una

a) economicità della valutazione diagnostica


ed
b) ottenere la correttezza dell’ approccio
clinico
Flow-chart diagnostica
Ematuria

US
IVP
CT

Normale Tumore renale


Calcoli
Cistoscopia+citolog Minus
ia+pielografia
retrograda
Valutazione
specifica
Ureteroscopia diagnostica e
terapeutica
L’EMATURIA:
ACCERTAMENTI DIAGNOSTICI
 ecografia d’apparato
 urografia perfusionale/TAC
 uretrocistoscopia
 ureteroscopia (narcosi), eventuale
UPGA
 angio TC
 RMN
Urografia perfusionale
• Esame di prima scelta nel caso di ematuria

In caso di tumore uroteliale :

• Molte volte eseguita prima della diagnosi


endoscopica e istologica di Ca uroteliale
• risulta alterata nel 47-98% dei casi
• mancata visualizzazione dell’emuntore nel 28%
dei casi per esclusione funzionale
Urografia perfusionale

Minus pelvi renale da carcinoma uroteliale


Urografia perfusionale

Difetto di riempimento da voluminosa


neoformazione vescicale dell’emitrigono destro
Urografia perfusionale

Minus da calcolo
Urografia perfusionale

Minus ureterale e vescicale da polipo fibroso


ureterale protrudente in vescica
ECOGRAFIA, TAC, RMN ADDOME

• Utili nel valutare le lesioni di tipo infiltrativo


• Efficacia comunque limitata nella valutazione dei
difetti di riempimento (eccetto che per i calcoli
radiotrasparenti)
ECOGRAFIA VESCICALE

Piccola neoformazione endovescicale a carico della


parete laterale sinistra
TAC ADDOME

Voluminosa neoformazione vescicale


TAC ADDOME

Minus pelvi renale da carcinoma uroteliale


TAC ADDOME

Minus vescicale da polipo fibroso ureterale


protrudente in vescica
RMN

Neoplasia uroteliale infiltrante la pelvi renale


L’EMATURIA NEL BAMBINO
 Ematuria di origine medica
- glomerulonefriti (postinfettiva, Berger, Alport)
- malattie sistemiche (LES, coagulopatie)

 Ematuria di pertinenza urologica


- malformazioni apparato urinario
- reflusso vescicoureterorenale
- neoplasie (nefroblastoma)
- infezioni
 Ematuria “sine causa”

Attenzione alle
L’EMATURIA NEL BAMBINO

 Anamnesi familiare

 Anamnesi patologica remota

 Anamnesi patologica prossima


L’EMATURIA NEL BAMBINO
Esame obiettivo
 Presenza di masse addominali

 Edemi e loro sede

 Ispezione dei genitali esterni

 Ipertensione arteriosa
L’EMATURIA NEL BAMBINO
 esami  esame urine
ematochimici - chimico
- sedimento
 valutazione stato - morfologia emazie
immunologico
 urinocultura con
ABG e conta
colonie
L’EMATURIA NEL BAMBINO
Diagnostica radiologica
 ecografia renale e vescicale

 cistoscintigrafia

 uretrocistografia retrograda e
minzionale
 Uroflussimetria
L’EMATURIA NEL BAMBINO
Diagnostica strumentale

 uretrocistoscopia
- morfologia uretrale (valvole uretrali)
- aspetto del collo vescicale
- caratteristiche e sedi degli osti ureterali
- aspetto della vescica
L’EMATURIA
“conclusioni”
 Importante impadronirsi di alcuni
concetti essenziali per evitare di
disperdersi nella richiesta di esami
certamente utili ma spesso NON
indispensabili

È necessario saper orientarsi nella


scelta dell’opzione diagnostica più
appropriata per un corretto approccio
terapeutico