Sei sulla pagina 1di 57

Motivi dellaffermarsi della disciplina (Maes, 1989)

3- Lo sviluppo stesso della psicologia, in grado di offrire metodi di intervento efficaci e approcci scientifici che consentono lapplicazione di nuove conoscenze allambito della salute

Cause principali mortalit (Maes, 1989)

Stili di vita Assistenza sanitaria inadeguata Fattori ambientali Deficit genetici/fattori biologici

Cause di morte in Italia (I.S.S.)


1980 3148 3 122884 263834 1990 1769 1878 147869 233921 2000 3511 945 159232 238612 2002 4191 889 162201 235492

Infettive AIDS Tumori Circolatorio

Respiratorio Digerente Genitourin. Malform.

39189 32842 7973 2859

35533 28877 7030 1923

37531 24860 7639 1365

35736 24531 8069 1352

FATTORI CHE HANNO FAVORITO LO SVILUPPO DELLA PSICOLOGIA DELLA SALUTE


Il cambiamento delle cause principali di mortalit

Maggiore consapevolezza del ruolo dei fattori psicologico-comportamentali sulla malattia

Dati macro economici


La spesa sanitaria in italia

Fattori

economici

La consapevolezza dei limiti del modello bio-medico, da un punto di vista esplicativo e ai fini del trattamento

Esercitazione
Presentare trend di spesa sanitaria in Italia e Europa dal dopoguerra ad oggi Presentare dati sulle malattie croniche in Italia e in Europa dal dopoguerra ad oggi

Esercitazione
Esaminare i materiali ponendo attenzione a:
Rilevanza degli aspetti comportamentali nei due dati Relazione tra contributi psicologici e programmazione sanitaria Rilevanza degli aspetti culturali e cognitivi in rapporto a quelli comportamentali Evidenziare i limiti del modello di cura e trattamento biomedico

15 obiettivi specifici e misurabili per rendere le persone pi sane


(Matarazzo, 1984)

Servizi di prevenzione Controllo della pressione del sangue Pianificazione familiare Salute in gravidanza e nellinfanzia Vaccinazioni Malattie sex trasmesse

Protezione della salute Controllo degli agenti tossici Sicurezza e salute al lavoro Prevenzione degli incidenti e controllo dei rischi Salute dentale Controllo malattie infettive

Promozione della salute


Fumo Alcol e droghe Alimentazione Esercizio fisico e fitness Controllo dello stress e del comportamento violento

Psicologia della salute tra clinica e comunit


Stefano Taddei Dipartimento di psicologia Universit degli Studi di Firenze

Psicologia della Salute


Linsieme dei contributi specifici (scientifici, professionali formativi) della disciplina psicologica, alla promozione e mantenimento della salute, alla prevenzione e trattamento delle malattie, allidentificazione dei correlati eziologici, diagnostici, della salute, della malattia e delle disfunzioni associate e allanalisi e lo sviluppo dei sistemi di cura e delle politiche sanitarie. (Matarazzo, 1982)

Psicologia clinica della salute


Lapplicazione delle conoscenze e dei metodi da tutti i campi della psicologia per la promozione e il mantenimento della salute fisica e mentale dellindividuo e per la prevenzione, lassessment e il trattamento di tutte le forme di disordine fisico e mentale in cui linfluenza psicologica pu contribuire o pu essere utilizzata per alleviare stress e disfunzioni individuali (Millon, 1982)

Medicina comportamentale
Campo interdisciplinare concernente lo sviluppo e lintegrazione della scienza comportamentale e biomedica. Delle conoscenze e della tecniche rilevanti per la salute e la malattia e per lapplicazione di queste conoscenze e queste tecniche alla prevenzione, diagnosi, trattamento e riabilitazione (Schwartz e Weiss, 1978)

Psicologia medica
La pratica psicologica nellinsegnamento della medicina (Gentry e Matarazzo, 1981) Lo studio dei fattori psicologici relati a uno o a tutti gli aspetti della salute fisica, della malattia e del suo trattamento a livello individuale, di gruppp e di sistema (Asken, 1979) In paese di tradizione anglosassone la Psichiatria

Altri termini
Medicina psicosomatica Psicologia pediatrica Psicologia riabilitativa Neuropsicologia ..

Paradigma biopsicosociale

Approccio clinico Approccio di comunit

Approcci in Psicologia della Salute

Approccio clinico Approccio di comunit

Psicologia della salute pubblica

Definizioni
Psicologia clinica della salute
Linsieme dei contributi specifici (scientifici, professionali formativi) della disciplina psicologica, alla promozione e mantenimento della salute, alla prevenzione e trattamento delle malattie, allidentificazione dei correlati eziologici, diagnostici, della salute, della malattia e delle disfunzioni associate e allanalisi e lo sviluppo dei sistemi di cura e delle politiche sanitarie. (Matarazzo, 1982)

Psicologia di comunit della salute


Progressi nella teoria, ricerca e azione sociale per promuovere il benessere, incrementare lempowerment e prevenire lo sviluppo dei problemi delle comunit, dei gruppi e degli individui

Definizioni
Psicologia della salute pubblica
Applicazione della teoria, ricerche e teorie psicologiche in relazione al miglioramento della salute

Pensiero critico
Lanalisi di come potere, economie e processi macro economici influenzano la salute, il sistema di cure e gli affari sociali, e lo studio delle implicazioni per la teoria e la prassi del lavoro sanitario

Fondamenti teorici
Psicologia clinica della salute
Modello biopsicosociale Salute e malattia sono il prodotto di una combinazione di fattori includenti caratteristiche biologiche (es. predisposizione genetica), fattori comportamentali (es. stili di vita, stress), e condizioni sociali (es. influenze culturali, relazioni familiari, sostegno sociale) (APA, 2001)

Psicologia di comunit della salute


Modello socioeconomico Per una efficace competenza, promozione e prevenzione dei problemi sono necessari cambiamenti di strategie sia al livello individuale sia di sistema (Society for Community Research and Action, 2001). Riconosce linterdipendenza di individui e comunit. Condivide alcuni degli scopi della psicologia della salute pubblica, es. migliorare la cultura sanitaria

Fondamenti teorici
Psicologia della salute pubblica Non c una sola teoria e filosofia; ruolo supportivo nella promozione della salute pubblica che usa strumenti legali e fisici combinati con misure preventive volte a migliorare la salute. Opera su teorie generali Pensiero critico Analisi della societ e dei valori, assunzioni e pratiche degli psicologi, professionisti della salute e di tutti coloro che ne condividono gli scopi. Condivide alcuni degli scopi della psicologia di comunit della salute ma con una consistenza universale piuttosto che locale.

Valori
Psicologia clinica della Psicologia di comunit salute della salute Creare o incrementare Incrementare e lautonomia delle persone mantenere lautonomia svantaggiate e oppresse dellindividuo attraverso attraverso lazione sociale interventi etici

Valori
Psicologia della salute pubblica Mappaggio accurato della salute pubblica come base per la politica e la promozione della salute, per la comunicazione e lintervento Pensiero critico
Comprensione della natura politica di tutta lesistenza umana, libert di pensiero, compassione per gli altri

Contesto
Psicologia clinica della salute Pazienti allinterno dei sistemi di cura (ospedali, cliniche, centri per la salute) Psicologia di comunit della salute Famiglie Comunit Popolazioni nel contesto storico, sociale e culturale.

Contesto
Psicologia della salute pubblica Scuola Luoghi di lavoro Media

Pensiero critico
Strutture sociali Economie Governo commercio

Focus
Psicologia clinica della salute Malattie fisiche e disfunzioni Psicologia di comunit della salute Promozione della salute fisica e mentale

Focus
Psicologia della salute pubblica Promozione della salute Prevenzione delle malattie

Pensiero critico
Potere

Gruppi target
Psicologia clinica della salute Pazienti in contesti clinici e sanitari Psicologia di comunit della salute Persone e gruppi sani ma vulnerabili o a rischio

Gruppi target
Psicologia della salute pubblica Gruppi di popolazione pi vulnerabili ai problemi della salute

Pensiero critico
Accordi diversificati ai contesti: dalla popolazione globale alla salute dellindividuo

Obiettivo
Psicologia clinica della salute Intervento terapeutico Psicologia di comunit della salute Cambiamento sociale e empowerment

Obiettivo
Psicologia della salute pubblica Migliorare la salute della intera popolazione: ridurre la morbilit, disabibilit e le mortalit evitabili

Pensiero critico
Uguaglianza di opportunit e di risorse per la salute

Orientamento
Psicologia clinica della salute Erogazioni di servizi TOP-DOWN Psicologia di comunit della salute Affiancamento BOTTOM-UP

Orientamento
Psicologia della salute pubblica Comunicazione eintervento

Pensiero critico
Analisi Argomentazione Critica

Abilit
Psicologia clinica della salute Cliniche Terapeutiche Psicologia di comunit della salute Partecipative Facilitazione

Abilit
Psicologia della salute pubblica Valutazione statistica Conoscenza della politica sanitaria Metodi epidemiologici

Pensiero critico
Analisi teorica Pensiero critico Azione sociale e politica Pressione Leadership

Parole significative
Psicologia clinica della salute Evidence-based Efficacia Costo-efficacia Intervento Controlli Outcomes Randomized Controlled Trials Psicologia di comunit della salute Empowering Dare voce a Diversit Sviluppo di comunit Capacit di costruzione Capitale sociale Senso di comunit Inegualianza Coalizione

Parole significative
Psicologia della salute pubblica Responsabilit Cambiamento comportamentale Rischio Outcomes Randomized Controlled Trials

Pensiero critico
Potere Diritti Sfruttamento Oppressione Neo liberismo Giustizia Dignit Rispetto

Metodi di ricerca
Psicologia clinica della salute Trials di efficacia Uso di metodi quantitativi e quasi sperimentali Psicologia di comunit della salute Ricerca azione: attiva collaborazione tra ricercatori, professionisti e membri della comunit utilizzando metodologie multiple

Metodi di ricerca
Psicologia della salute pubblica Metodi epidemiologici Trial di larga scala Statistica multivariata Valutazione

Pensiero critico
Analisi critica combinata con tutti i metodi usati negli altri tre approcci

Psicologia della Salute 2


Linsieme dei contributi specifici (scientifici, professionali formativi) della disciplina psicologica, alla promozione e mantenimento della salute, alla prevenzione e trattamento delle malattie, allidentificazione dei correlati eziologici, diagnostici, della salute, della malattia e delle disfunzioni associate e allanalisi e lo sviluppo dei sistemi di cura e delle politiche sanitarie. (Matarazzo, 1982)

John D. Matarazzo

Modello bio psico sociale


Stefano Taddei Dipartimento di Psicologia Universit degli Studi di Firenze

Modello biomedico tradizionale


Assume che la malattia pu essere pienamente spiegata come deviazione dalla norma di variabili biologiche (somatiche) misurabili (Engel, 1977). Attenzione rivolta unicamente al soma.

PUNTI DI FORZA DEL MODELLO BIOMEDICO


Consente la riduzione del fenomeno malattia a un rapporto di causa (biologica) effetto (patologico)

SEMPLICIT

PREDITTIVIT CHIAREZZA

La causa della malattia, biologicamente identificabile, si ripresenta in soggetti diversi: la costanza dei rapporti causaeffetto facilita la prognosi
Sono esplicitati gli obiettivi e i passi per raggiungerli

Garantisce la possibilit di verificare la diagnosi clinica; inoltre, lidentificazione VERIFICABILIT delloggetto di pertinenza consente la verifica di ipotesi attraverso il disegno sperimentale

I LIMITI DEL MODELLO BIO-MEDICO (ORIENTATO SULLA MALATTIA)


Eampiamente riconosciuto che limpostazione biomedica pu garantire interventi di rilevante efficacia sia sul piano diagnostico che terapeutico. Comprensione della malattia ad un solo livello, quello biologico, ripulito di ogni circostanza in cui esso si manifesta e sviluppa: la complessit della malattia viene ridotta a una successione di eventi causaeffetto (Moja & Vegni, 2000).

C ancora una significativa percentuale di disturbi che, adottando il classico modello biomedico, resta scarsamente comprensibile (Nettleton, Watt, OMalley & Duffey, in press) I fattori sociali e psicologici coinvolti nellesordio, nella manifestazione, e nella risposta dellindividuo al trattamento sono scarsamente considerati

Lidentificazione malato-malattia comporta, di frequente, un impoverimento della dimensione umana, e la specifica focalizzazione del trattamento sui meccanismi biologici trascura limportanza della relazione tra operatori sanitari e paziente nei processi di diagnosi e terapia come fattore capace di influenzare gli esiti terapeutici

La pi sofisticata comprensione delle basi biologiche del corpo umano e lavvento di tecnologie altamente sofisticate, che hanno aumentato le possibilit di prevenzione ( sufficiente pensare allimportanza di mammografia o colonscopia nella prevenzione dei tumori) e diagnosi, hanno altres aumentato il divario tra sintomi spiegabili e sintomi che non trovano una spiegazione medica

La sicurezza diagnostica garantita dalle attuali strumentazioni ha comportato una riduzione nelle abilit dei medici di fornire supporto ai pazienti laddove vi un background di incertezza diagnostica (Nettleton et al., in press), portando alcuni autori (es., Aronwitz, 2001) a parlare di un vero e proprio fenomeno di emarginazione di quei pazienti il cui disagio non rientra in precise categorie diagnostiche.

Inoltre, come suggerito da Shine (2004), lintroduzione delle nuove tecnologie ha cambiato la relazione medico-paziente: in alcuni casi, il malato viene sottoposto a numerosi accertamenti diagnostici sulla base di uninterazione minima con il medico Adottare stili di cura focalizzati sulla persona, piuttosto che sulla malattia, potrebbe essere daiuto per i pazienti con malattie non diagnosticabili sulla base del tradizionale modello medico centrato sulla malattia (Nettleton et al.; in press).

Un approccio centrato sulla persona permette, inoltre, di limitare i fenomeni dellundertreatment (sottovalutazione a favore dellazione sui meccanismi biologici - dei molti fattori che contribuiscono a produrre il disagio), overtreatment (somministrazione di un ampio numero di farmaci a dispetto delleffettiva necessit e, nella popolazione pi anziana, dei possibili effetti collaterali) e mistreatment (ai risultati positivi da un punto di vista organico non corrisponde un migliorato funzionamento psicologico e, paradossalmente, fisico) (Tinetti & Fried, 2004).

Il modello centrato sul paziente integra la dimensione biologica della medicina tradizionale con una prospettiva in cui il malato protagonista e risponde a unesigenza sempre pi condivisa dai malati di essere protagonisti della propria salute (Moja & Vegni, 2000).
Riproponendo gli obiettivi del modello centrato sulla malattia, lapproccio focalizzato sulla persona aggiunge alla necessit di identificare e trattare la malattia, la necessit di indagarne la dimensione soggettiva confrontandosi cio con il significato, puramente soggettivo, che va ad acquisire per colui che ne soffre

Modello bio-psico-sociale (Engel, 1977)


Salute e malattia sono una conseguenza di variabili fisiche, psicologiche e culturali. Esso identifica tre Ps: Persone, prevenzione, psicologia che contrastano con le tre Ds: Diagnosi, disease (malattia), drugs (medicine).

I due modelli assumono una sola realt conoscibile attraverso i metodi delle scienze naturali

IL MODELLO BIOPSICOSOCIALE

BIO Virus Batteri Lesioni ..

PSICO Comportamento Credenze Coping Stress Dolore ..

SOCIALE Classe Occupazione Etnicit .

Critici del modello biopsicosociale


Rimane essenzialmente biomedico Le sue basi teoriche devono essere ancora rese operative (Armstrong, 1987; Ogden, 1997).

In ogni caso precisi percorsi causali appaiono complicati e restano in alcune occasioni elusivi. Teorie e approcci psicologici guardano agli eventi non fisici come fortemente rilevanti nella salute, malattia e nel sistema di cura

Modello biomedico
Cosa causa la malattia? Chi il responsabile per la malattia? Come deve essere trattata la malattia? Chi il responsabile per il trattamento? Quale la relazione tra salute e malattia? Quale la relazione tra mente e corpo? Quale il ruolo della psicologia nella salute e nella malattia?

Modello biopsicosociale
Cosa causa la malattia? Chi il responsabile per la malattia? Come deve essere trattata la malattia? Chi il responsabile per il trattamento? Quale la relazione tra salute e malattia? Quale la relazione tra mente e corpo? Quale il ruolo della psicologia nella salute e nella malattia?