Sei sulla pagina 1di 35

Volume Primo

Il personaggio di YOGINO nato dalla mia, hem... mente fervida nel 1974: l'intenzione era di proporre ad una rivista settimanale locale, la striscia, ma non fu ritenuta, evidentemente, interessante. E il personaggio, anche se avevo gi disegnato diverse strisce, cadde nell'oblio. Ma il caldo afoso dellestate 2011 che, invece di buttarmi gi, mi ha stimolato al punto che ho scaricato ben 28 mie opere (saggi, poesie, fumetti, vari omaggi ecc. ) in SCRIBD.COM, la Biblioteca virtuale pi grande del mondo, ha riportato alla memoria il personaggio di YOGINO, piccolo asceta del XX, ora del XXI, secolo, cos, con grande piacere, ho rispolverato le strisce, arricchendole con altre situazioni comico-filosofiche. Ma chi YOGINO? Negli anni 70 era molto di moda la filosofia indiana, lo Yoga, la meditazione trascendentale, gli ind e i santoni ecc. Il fenomeno con il tempo apparentemente sembr ridimensionarsi, tuttavia, nel corso degli anni, esploso in mille altre confessioni filosofico-religiose che oggi, a distanza di 40 anni, sembrano offrire di tutto e di pi: tutti hanno un loro paradiso da offrire. Il fenomeno assume, oggi, la pretesa di raggiungere una coscienza immanente, desiderio opportuno, ma il pi delle volte mediato da un dio che non ha n nome n corpo: un dio sconosciuto, ma che sembra possedere migliaia di risposte. YOGINO mira appunto a questo dio, ma Buona lettura

Antonio Dal Muto autore di tante cose, oltre che pittore anche critico darte, caricaturista, vignettista, scenografo, autore di fumetti esclusivamente storici, ritrattista, designer, ma con una singolare caratteristica: la maggior parte della sua produzione pare non interessare ( non vende pittura, non pubblica le sue opere) Una constatazione che lo ha portato a ritenere che le sue creazioni o sono banali o sono geniali, poich risaputo che la genialit e la banalit parlano lo stesso linguaggio incomprensibile. Voi direte: Ma perch non riprovarci con le strisce? Vi posso assicurare che il pi delle volte si ha a che fare con personaggi saccenti che scoraggiano qualsiasi iniziativa. Quando ti rispondono Beh, dalla vita non si pu pretendere di avere successo. Chissenefrega!!! Non si pu morire dentro cantava Marcella Bella, per lincapacit altrui di valutare. Ma la speranza l diura a morire. Affido la lacrima al vento dei lettori che invito ( anche se difficilissimo oggi scrivere una e-mail) ad esprimere il loro genuino parere. Grazie

dalmuto_antonio@tin.it

la linea azzurra sotto lindirizzo nasconde il trattino tra il cognome e il nome