You are on page 1of 30

Piazza bellini

DICHIARAZIONE DI NASCITA
La dichiarazione di nascita obbligatoria ai fini delliscrizione del nuovo nato nel registro comunale dello stato civile. civile. Essa pu essere resa da: da: - uno dei genitori; genitori; - persona con procura speciale di uno dei genitori; genitori; - un medico, ostetrica o qualsiasi persona che abbia assistito il parto

La dichiarazione di nascita deve essere fatta oralmente, senza bisogno di testimoni entro il termine di: di: - Tre giorni dalla nascita, se fatta presso un ospedale o casa di cura; cura; - Dieci giorni dalla nascita, se fatta presso un Comune. Comune. La dichiarazione deve essere iscritta nei registri dello stato civile, se ricevuta in Comune, o formando un verbale, se ricevuta presso un ospedale o casa di cura. cura. Se la dichiarazione di nascita fatta presso un Comune deve essere inviata al Sindaco tramite lUfficiale dello Stato Civile entro 10 giorni successivi al parto (art. 70, (art. 70, RD 9 luglio 1939, n. 1238). 1939, 1238)

DENUNCIA DELLA NASCITA DI INFANTI DEFORMI Anche tale denuncia rientra negli obblighi disciplinati dal Decreto del Ministero della Salute 16 luglio 2001 n. 349. 349. FINALIT:
 

preventiva statistica Tale denuncia sar pi valida ed efficace quanto pi numerosi saranno i dati clinici in riferimento a: professione della gestante; malattie pregresse; stato di salute della gestante; pregresse; gestante e del partner; consanguineit; ordine di nascita; et partner; consanguineit; nascita; della gestante; peso, sesso e vitalit del neonato alla nascita, gestante; ecc. ecc.

DENUNCIA DI NEONATO IMMATURO La legge stabilisce che si considera immaturo ogni neonato di peso inferiore ai Kg 2,5, indipendentemente dalla durata della gravidanza. gravidanza. FINALITA
  

preventivo statistico Assistenziale Lobbligo di denuncia sussiste anche per le ostetriche che abbiano assistito al parto in sostituzione dei medici. medici. Deve essere consegnata al responsabile del servizio di igiene pubblica e del territorio dellASL competente, entro e non oltre le 24 ore dal parto. parto.

DENUNCIA DEI CASI DI LESIONI INVALIDANTI

Lobbligo riguarda tutti quei casi di lesione da cui sia derivata o possa derivare una inabilit al lavoro a carattere permanente, anche se parziale, fatta eccezione per i casi di interesse INAIL o INPS, gi segnalati in altro modo e con altre certificazioni. certificazioni. La denuncia va inviata al Sindaco ed al responsabile del Servizio di Igiene Pubblica e Territoriale (SIPT) della ASL competente entro 10 giorni dallaccertamento (RD 27 luglio 1934, n. 1265 e RD 1934, 17 febbraio 1941, n. 1127). 1941, 1127)

DENUNCIA DELLE MALATTIE INFETTIVE E DIFFUSIVE Tale obbligo riguarda il medico nellesercizio delle sue funzioni, sia come libero professionista sia come medico dipendente. dipendente. Le malattie che sono soggette a denuncia (o notifica) obbligatoria sono espressamente indicate nellelenco di cui al DM 5-7-1975 aggiornato con DM 28-11-1986 ed 28-11integrato con il DM 15-12-1990. 15-12-1990. Il decreto stabilisce anzitutto una norma a carattere generale valida per qualsiasi malattia infettiva e diffusiva o sospetta di esserlo: il medico che nellesercizio della esserlo: professione venga a conoscenza di un caso qualsiasi di malattia infettiva e diffusiva o sospetta di esserlo, pericolosa per la salute pubblica, deve notificarlo allAutorit sanitaria (ASL) competente per territorio. territorio.

Le malattie infettive e diffusive vengono distinte in cinque classi: classi:




Classe I : malattie per le quali si richiede la segnalazione


immediata, anche telefonica, perch soggette al Regolamento sanitario internazionale (malattie cosiddette quarantenarie) o perch rivestono particolare rilevanza per gravit (in termini di letalit ed elevato costo sociale ed economico). economico). Esse sono: botulismo, colera, difterite, febbre gialla, influenza sono: con isolamento virale, tetano, rabbia, poliomelite, ecc. ecc. Il medico, anche in presenza di soli sintomi o segni di sospetto, ha lobbligo di far pervenire al competente SIPT della ASL la notifica del caso entro 12 ore dalla conoscenza della malattia o anche dal sospetto che si tratti di malattia infettiva o diffusiva. diffusiva. Seguir la segnalazione immediata dalla ASL alla Regione e da questa al Ministero e allIstituto Superiore di Sanit e allISTAT. allISTAT.

Classe II: malattie rilevanti perch ad elevata II: frequenza e/o passibili di interventi di controllo e di prevenzione. prevenzione. Esse sono: brucellosi, diarree infettive non da sono: salmonella, epatite (A, B, non A e non B), febbre tifoide, legionellosi, leishmaniosi, meningite ed encefalite acuta virale, morbillo, parotite, pertosse, rosolia, sifilide, varicella, ecc. ecc. La segnalazione va fatta dal medico entro 2 giorni dallosservazione del caso allASL alla Regione Ministero della Sanit e INSTAT. INSTAT.


singolo caso sono richieste particolari documentazioni. documentazioni. Esse sono: AIDS, lebbra, malaria, micobatteriosi non sono: tubercolare, tubercolosi. tubercolosi. La segnalazione va fatta entro 2 giorni dalla osservazione o conoscenza del caso. La denuncia viene fatta servendosi di caso. opportune schede costituite da : 1) Sezione A che contiene i dati anagrafici del soggetto e lidentificazione della malattia; malattia; 2) Sezione B che contiene le informazioni differenziate per ciascuna delle malattie soggette a notifica. notifica. Le informazioni sono rigorosamente segrete. La denuncia segrete. viene inviata dallASL alla Regione (nel caso dellAIDS vanno direttamente alla Regione ed al Ministero) e quindi dalla Regione al Ministero e allIstituto Superiore della Sanit, nonch allISTAT. allISTAT.

Classe III: malattie per le quali alla segnalazione del III:

segnalazione medica allASL sempre necessaria, ma non lo quella della ASL alla Regione che avviene solo quando si verificano focolai epidemici. epidemici. Esse sono: dermatofitosi, infezioni, tossinfezioni ed sono: infestazioni di origine alimentare, pediculosi, scabbia. scabbia. La segnalazione del caso va fatta entro 24 ore dallosservazione del caso. caso.

Classe IV: comprende quelle malattie per le quali la IV:

Classe V: Malattie infettive e diffusive non comprese

nelle classi precedenti qualora assumano carattere epidemico dovranno essere segnalate alla ASL di competenze entro le 24 h dallosservazione. dallosservazione.

DENUNCIA DELLE MALATTIE A TRASMISSIONE SESSUALE Legge del 25 luglio 1956, n. 837 Lobbligo riguarda le malattie nella loro fase di contagiosit e sono: sono: sifilide, blenorragia, ulcera venerea, linfogranulomatosi inguinale. inguinale. Al di fuori della fase di contagiosit, vige comunque lobbligo della denuncia di malattie infettive e diffusive o sospette di esserlo (v. classe II), tale obbligo dovrebbe valere anche per tutti (v. i casi di malattia a trasmissione sessuale che comprendono le infezioni da: Clamydia, Candida, Herpes, Cytomegalovirus e da: Papillomavirus ed Epatite B. Al malato il medico ha lobbligo di riferire circa: circa: Significato della contagiosit e pericolosit della malattia; malattia;

Eventuali responsabilit penali per il paziente in caso di trasmissione della malattia; malattia; Diritto di essere visitato e curato gratis; gratis; Diritto di essere ricoverato e curato gratis Se minore occorre informare i genitori quali persone che hanno lobbligo di far curare il paziente. paziente. La denuncia inviata al SIPT della ASL deve contenere: contenere: - Informazioni assunte direttamente dal medico sulla persona malata circa la fonte del contagio; contagio; - Ai soli fini statistici: il sesso, let, il comune di residenza. statistici: residenza. La notifica non nominativa. Sar nominativa solo per nominativa. specifiche ragioni di sanit pubblica o quando lassistito non sottost alle cure o le interrompe (art. 5). (art.

DENUNCIA DI MALATTIA DI INTERESSE SOCIALE

1. 2. 3.

Si tratta di un gruppo di malattie che si debbono segnalare allAutorit Sanitaria per le opportune misure di prevenzione o per eventuali opere di bonifica che per essere effettuate richiedono necessariamente lintervento pubblico. pubblico. Lobbligo di denuncia sussiste nei casi di: di: tracoma; tracoma; malaria ed in particolare dei casi di malaria perniciosa; perniciosa; pellagra. pellagra.

DENUNCIA DEI CASI DI INTOSSICAZIONE CRONICA DA SOSTANZE STUPEFACENTI E PSICOTROPE


Lart. Lart. 120 del TU delle leggi in materia di disciplina degli stupefacenti e sostanze psicotrope, prevenzione, cura e riabilitazione dei relativi stati di tossicodipendenza (DPR 9 ottobre 1990 n. 309) stabiliva al comma 5 che gli esercenti la 309) professione medica dopo aver informato linteressato al proprio diritto allanonimato dovevano inoltrare Scheda sanitaria al SERT. SERT. Con il Referendum del 18 aprile 1993 stato abrogato lobbligo del medico di segnalare il caso al SERT. Il medico ha la facolt SERT. di prescrivere egli stesso qualsiasi farmaco (rispettando le disposizioni concernenti la prescrizione di sostanze stupefacenti di cui gli art 38 e 43 del TU 309/1990) nella quantit che ritiene 309/1990) pi opportuna anche a tempo indeterminato. indeterminato.

DENUNCIA DELLE VACCINAZIONI OBBLIGATORIE Calendario delle vaccinazioni per let evolutiva DM 7 aprile 1999; 1999; DM 18 giugno 2002. 2002. Esse sono: antitifica, antipoliomielitica, antidifterica, sono: antitetanica, antitubercolare, obbligatoria per le reclute allatto dellarruolamento(antimengococcica, antitifica, antidifetericaantidifeterica- tetanica, antimorbillo - parotite - rosolia), epatite B. Lesenzione dallobbligo vaccinale c nei casi di: di: - immunodeficienza congenita o acquisita, leucemie, linfomi o in terapia con immunosoppressori; immunosoppressori; - in trattamenti radianti o con chemioterapici; chemioterapici; - in caso di reazione anafilattica ad una precedente dose dello stesso vaccino; vaccino; - nel primo trimestre di gravidanza. gravidanza.

DENUNCIA DEI CASI DA INTOSSICAZIONE DA ANTIPARASSITARI Legge 2 dicembre 1975 n. 638, allart. 1 stabilisce: 638, allart. stabilisce: lesercente la professione di medico chirurgo ha lobbligo, entro 2 giorni da quello in cui ne sia venuto a conoscenza nellesercizio della sua professione di denunciare ogni caso, anche sospetto, di intossicazione da antiparassitari allASL, che deve trasmettere la denuncia al competente organo sanitario regionale il quale, entro 10 giorni successivi, ne informa il Ministero della Sanit. Sanit. FINALITA: 1) conoscenza dellesatta incidenza statistica FINALITA: delle intossicazioni da pesticidi per tipo di lavoro e prodotto; prodotto; 2) individuazione dei prodotti pi pericolosi e tossici; tossici; 3) attuazione di adeguate misure preventive; 4) preventive; informazione ed educazione sanitaria. sanitaria.

DENUNCIA DI DETENZIONE DI APPARECCHI RADIOLOGICI E SOSTANZE RADIOATTIVE

Chiunque possiede apparecchi radiologici a scopo diagnostico o terapeutico deve denunciarli al Sindaco per ottenere il nulla osta per la detenzione (ex art. 93 DPR 185/1964). Il nulla osta viene art. 185/1964) rilasciato dal Prefetto. Prefetto. Deve essere denunciato anche il possesso delle sostanze radioattive detenute. detenute. Se il detentore un Istituto Universitario la denuncia va fatta al Ministero della Pubblica Istruzione. Istruzione. Se il detentore un privato oppure unaltra struttura, la denuncia va fatta al Ministero dellIndustria e del Commercio. Commercio.

SEGNALAZIONE NON NOMINATIVA DELLA INTERRUZIONE VOLONTARIA DI GRAVIDANZA


Legge 22 maggio 1978 n. 194 art. 11 stabilisce che lEnte art. Ospedaliero, la casa di cura o il poliambulatorio nei quali lintervento stato effettuato sono tenuti ad inviare al medico provinciale competente per territorio una dichiarazione con la quale il medico che lo ha eseguito d notizia dellintervento stesso e delle documentazione sulla base della quale avvenuto senza fare menzione dellidentit della donna. donna. La scheda di segnalazione costituita da due parti: parti: - la prima contiene notizie circa la gestante, lo stato civile, eventuali aborti pregressi, let gestazionale della gravidanza attuale ecc; ecc; - la seconda contiene notizie circa linterruzione della gravidanza gi effettuata (data, luogo, modalit ecc). ecc). Le finalit sono di tipo prevalentemente statistico e preventivo. preventivo.

DENUNCIA DI INFORTUNIO SUL LAVORO NEL SETTORE INDUSTRIALE


Il lavoratore colpito da infortunio deve darne egli stesso immediata notizia al datore di lavoro. lavoro. Questi a sua volta tenuto a denunciare personalmente allINAIL linfortunio per il quale sia stata espressa una prognosi clinica superiore ai 3 giorni. giorni. La denuncia deve essere presentata entro i 2 giorni successivi al momento in cui il datore di lavoro ha avuto notizia dellinfortunio all Autorit locale di Pubblica Sicurezza del Comune ove levento si verificato e deve essere correlata da un certificato medico. medico.


Se la prognosi inferiore ai 3 giorni si prolunga il termine per la presentazione della denuncia allINAIL a partire dal IV giorno. giorno. Se linfortunio ha causato la morte o c stato pericolo di morte, la denuncia deve essere presentata dal datore di lavoro per telegrafo entro le 24 ore dallinfortunio o immediatamente allINAIL. allINAIL.

La denuncia deve essere presentata indipendentemente dalla ricorrenza dei requisiti di legge per la indennizzabilit INAIL e deve indicare: indicare: generalit dellinfortunato; dellinfortunato; localit giorno ed ora dellinfortunio; dellinfortunio; cause e circostanze di esso; esso; natura e sede anatomica delle lesioni; lesioni; rapporto con le cause denunciate; denunciate; eventuali menomazioni preesistenti. preesistenti. LINAIL disporr quindi i suoi accertamenti di controllo ed entro 20 giorni provveder al pagamento dellinabilit temporanea allinfortunato (art.100 DPR 1124/1965). (art. 1124/1965) Il primo certificato denuncia redatto dal medico che ha assistito il lavoratore al verificarsi dellinfortunio. dellinfortunio. I certificati-denuncia di continuazione e di chiusura sono certificatiinviati allINAIL dal medico curante o dal medico di fiducia del lavoratore. lavoratore.

DENUNCIA DELLINFORTUNIO SUL LAVORO ARTIGIANO Lart. Lart.203 del DPR 1124/1965 dispone che nel caso 1124/ di infortunio sul lavoro del titolare di azienda artigiana, ove questi si trovi nellimpossibilit di provvedere di persona alla prescritta denuncia di infortunio, il sanitario che ne abbia per primo constatato le conseguenze obbligato a darne immediata notizia allINAIL. allINAIL.

DENUNCIA DEGLI INFORTUNI SUL LAVORO AGRICOLO Nel settore dellagricoltura lart. 239 del DPR 1124/1965 stabilisce che il lavoratore colpito da infortunio deve farsi visitare dal medico il quale, non oltre il giorno successivo a quello della prima visita, deve provvedere a denunciare egli stesso (il medico deve presentare la denuncia e non il datore di lavoro in caso di lavoratore dipendente) allINAIL linfortunio qualora determini unastinenza dal lavoro per pi di tre giorni. In caso di infortunio mortale il medico deve farne notizia immediatamente o entro le 24 ore allINAIL. Solo nei casi in cui linfortunio mortale o determini uninabilit permanente per pi di 30 giorni, una copia della denuncia viene inviata allAutorit di pubblica Sicurezza che a sua volta entro il giorno successivo a quello del ricevimento la trasmetter allispettorato del lavoro e al pretore.

DENUNCIA DI MALATTIA PROFESSIONALE NEL SETTORE INDUSTRIALE


Il lavoratore deve informare della malattia il datore di lavoro nel termine di 15 giorni dal momento in cui essa si manifestata. Il datore entro i successivi 5 giorni deve trasmettere la denuncia allINAIL correlata di certificato medico. Il certificato medico oltre le generalit dellinfortunato, domicilio e luogo di ricovero, deve contenere una relazione dettagliata sulla sintomatologia accusata dal ammalato e di quella obiettivata dal medico certificatore. Il medico che viene a conoscenza di determinate malattie professionali ha lobbligo di denuncia, oltre che allASL ed allIspettorato del Lavoro, anche alla sede dellIstituto assicuratore competente per territorio. DLgs 38/2000 art.10 Costituzione di una Commissione scientifica per lelaborazione e la revisione periodica delle malattie soggette a denuncia: malattie la cui origine di elevata probabilit (lista I); malattie la cui origine lavorativa di limitata probabilit (lista II); malattie la cui origine invece possibile (lista III).

1) 2) 3)

DENUNCIA DI MALATTIA PROFESSIONALE IN AGRICOLTURA Lart. Lart. 250 dpr 1124/1965 dispone che il lavoratore entro il 1124/ termine di 15 giorni dalla manifestazione della malattia, ha lobbligo di chiedere visita al medico curante (a domicilio o presentazione nellambulatorio). Questi entro 10 giorni dalla nellambulatorio). prima assistenza deve trasmettere allINAIL il certificatocertificatodenuncia se la tecnopatia a suo giudizio comporti astensione assoluta dal lavoro per pi di 3 giorni. giorni.

DENUNCIA DI LESIONI DEI MEDICI ESPOSTI A RADIAZIONI IONIZZANTI


Lobbligo della denuncia riguarda i medici che abbiano accertato sulla persona di radiologi o di altri sanitari comunque esposti al rischio di manifestazioni radiolesive in atto (art 10 legge 20 febbraio 1958, n. 3). La denuncia va presentata allINAIL entro 1958, 5 giorni dalla visita. visita. Se per si verificata la morte (ivi compresa quella per folgorazione) oppure se vi pericolo di morte, la segnalazione va fatta per telegrafo entro le 24 ore o immediatamente allIstituto assicuratore. assicuratore. Ove il radiologo rivesta la qualit di dipendente e si abbia motivo di ritenere che siano state disattese le norme in materia di prevenzione degli infortuni e di sicurezza del lavoro, il medico denunciante deve presentare anche referto allAutorit Giudiziaria. Giudiziaria.

DENUNCIA DELLE CAUSE DI MORTE Per ogni caso di morte di persona da loro assistita, i medici devono far pervenire la denuncia in questione al Sindaco del Comune ove il decesso si verificato (nella sua veste di Autorit Sanitaria) entro le 24 ore dallaccertamento dellexitus, segnalando la malattia che, a loro giudizio, ne sarebbe stata la causa. causa. Lobbligo presuppone lassistenza effettiva da parte del medico alla persona in vita o la conoscenza diretta delle cause e quindi spetta a chi per lesercizio e a causa della professione ha conoscenza CERTA della morte

MEDICO CURANTE O MEDICO DI FIDUCIA

Se la morte si verificata senza assistenza medica, la denuncia deve essere fatta dal medico necroscopo. Allorch sussista il dubbio sulle cause della morte il sanitario (medico curante o necroscopo) dovr richiedere alla competente Autorit sanitaria di disporre il riscontro diagnostico. Quando invece sorga il sospetto di morte da causa violenta, occorrer soddisfare lobbligo del referto ed inviare quindi apposita e sollecita comunicazione allAutorit Giudiziaria. La denuncia delle cause di morte avviene attraverso:  la scheda di morte  Certificato di constatazione del decesso

LA SCHEDA DI MORTE
Ha finalit: finalit: - Sanitarie; Sanitarie; - Statistiche; Statistiche; - Epidemiologiche Si compone di due copie la prima di competenza dellISTAT, mentre la seconda di competenza del Ministero della sanit e dellASL. dellASL. Esistono 3 diverse schede ISTAT: 1) riguarda il rilievo delle ISTAT: cause di morte per maschi e femmine oltre lanno di vita; 2) se il vita; deceduto ha meno di un anno di vita; 3) scheda di nascita vita; completata nella parte che riguarda la morte del nato. nato. Le schede sono costituite da: parte sanitaria e parte demografica da: morte per causa naturale morte per causa violenta

CERTIFICATO DI CONSTATAZIONE DEL DECESSO E il certificato che viene rilasciato dal medico che constata il decesso ai familiari del defunto. E redatto sul ricettario personale del sanitario. I sanitari se ne serviranno per denunciare lexitus allufficiale di stato civile, che former latto di morte e ne trasmetter una copia allASL. Il coordinatore sanitario incaricher il medico dipendente della struttura di effettuare la prescritta visita necroscopica ed il medico necroscopo rilascia il certificato che verr inviato allufficiale di stato civile e questi conceder lautorizzazione alla sepoltura.