Sei sulla pagina 1di 32

ETICAMBIENTE

Sustainability Management & Communications Consulting

Competitivit, Innovazione e Sostenibilit: la sfida della Gestione Sostenibile e della Responsabilit Sociale per sviluppare nuovi modelli di business

Seminario SAS Institute Milano, 31 Marzo 2009

Paola Fiore Sustainability Management & Communications Specialist www.eticambiente.com

Cos la Sostenibilit?
Approccio olistico > innovativo multi-disciplinare specialistico
Strategia integrata dimpresa e nuovo obiettivo di mercato Insieme di strumenti per rafforzare competitivit e innovazione

Ogni azienda basata su una gestione insostenibile ha davanti a s un grande cambiamento: reinventare il proprio modo di fare impresa
Worldwatch Institute, State of the World 2006

Definizioni di Sostenibilit
lo Sviluppo Sostenibile uno sviluppo che soddisfa i bisogni del presente senza compromettere la possibilit delle generazioni future di soddisfare i propri bisogni Rapporto Brundtland (Our Common Future), Commissione mondiale sullambiente e lo sviluppo (WCED), 1987 Lo Sviluppo Sostenibile, cos definito, ha posto le basi dellapprocio Triple Bottom Line (TBL, John Elkington 1994) o 3BL (People, Planet, Profit, SustainAbility) quale principio etico cardine per offrire spunti concreti, al fine dadottare una Gestione Sostenibile di Impresa a livello macro economico.

Definizioni di Sostenibilit
Il concetto di Sviluppo Sostenibile, a livello micro economico, sidentifica con la Corporate Sustainability e si basa sui tre pilastri TBL (economia, ambiente, societ). La dimensione sociale dellapproccio aziendale alla Sostenibilit si definisce CSR o Corporate Social Responsibility, ma questo lo vedremo pi avanti...

Le Tappe della Sostenibilit


1992 Conferenza di Rio de Janeiro su Ambiente e Sviluppo

1994 Convenzione per la Lotta alla Desertificazione


1999 Dow Jones Sustainability Group Indexes 2002 Vertice Mondiale di Johannesburg > GRI Guideline 2005 Entrata in vigore del Protocollo di Kyoto 2006 Sustainable Development Strategy (EU SDS)

2007 An Inconvenient Truth, documentario di Al Gore

Strumenti di Sostenibilit
Strumenti vincolanti per la Sostenibilit
Leggi nazionali (Dlgs 152/2006 e successive modifiche del Dlgs 4/2008), direttive e regolamenti europei recepiti in Italia su: Acqua, Aria, Bonifiche, Cambiamenti Climatici, Danno Ambientale, Energia, Qualit, Rifiuti, Rumore, Sicurezza sul Lavoro, Sostanze Pericolose, Trasporti, Valutazione di Impatto Ambientale ...

Strumenti di Sostenibilit
Strumenti volontari per la Sostenibilit
Politiche UE (Enterprise, Environmental, Employment) e Internazionali (UN, ILO, OECD): V Piano dAzione Ambientale Europeo 1992-2000 et VI 2002-2010, EU SDS, Agenda XXI Certificazioni Ambientali e Standard di Performance Ambientale: EMAS/ISO 14001, EPE Certificazioni e Politiche di Prodotto: EU-Ecolabel, EPD, IPP, GPP e Fair-trade Valutazione del Ciclo di Vita: LCA

Cos la Responsabilit Sociale?


La Responsabilit Sociale di Impresa (RSI) o CSR un modello di crescita sostenibile e Gestione Strategica di Impresa, che integra:
Governance allargata e multi-stakeholder

Impegni globali in favore della Sostenibilit


Politiche globali declinabili a livello locale Strumenti di gestione dimpresa sostenibili

Le Tappe della CSR


2001 Libro Verde della Commissione UE sulla CSR
2002 UE Multi-stakeholder Forum e Progetto CSR-SC 2003 Presidenza UE CSR e Forum Multi-stakeholder

2004 Protocollo dIntesa Ministero Welfare e Unioncamere


2005 Consiglio UE per il rilancio della Strategia di Lisbona 2006 Commissione UE e lancio Alleanza UE per la CSR

Definizioni di CSR
...lintegrazione volontaria delle preoccupazioni sociali ed ecologiche delle imprese nelle loro operazioni commerciali e nei loro rapporti con le parti interessate. Libro Verde Commissione Europea, 2001 La letteratura definisce la CSR in quanto: 1) insieme dinteressi sociali tutelati (stakeholder theory), 2) dimensione sociale dello Sviluppo Sostenibile o 3) suo sinonimo (Corporate Sustainability o Corporate Responsibility) ex modello TBL.

Definizioni di CSR
Limpresa socialmente responsabile quando consapevole di creare valore per la societ civile nel medio lungo periodo, nel rispetto dei diversi gruppi dinteresse. E dal contemperamento e dalla tutela di tali interessi diversi che dipende la buona riuscita delle politiche e delle strategie aziendali di CSR, non dal mero rispetto di norme vincolanti nazionali o standard volontari a livello europeo e internazionale.

Modelli e Strumenti di CSR


Strumenti vincolanti per la CSR
Organizzazione, gestione e controllo ex Dlgs 231/2001

Modelli e strumenti volontari per la CSR


Progetto CSR-SC Ministero del Welfare, Partnership Pubblico Privato, Linee Guida GBS, Linee Guida ABI, Incentivi Economici Regionali Socially Responsible Investment (SRI) Certificazioni e Standard Internazionali > SA 8000, AA 1000 e ISO 26000 Linee Guida per il Non-financial Reporting (Social Reporting) e KPI > GRI, UNGC, OCSE, WBCSD, ICLEI

Trend Europeo sulla CSR


10 febbraio 2009 > EU Multi-stakeholder Forum
Si discusso su come:

Sostenere il valore aggiunto europeo in processi e


strumenti globali di CSR

Influenzare la supply chain per diffondere pratiche di


lavoro pi sicure e decorose

Creare nuovi modelli di business e forme di


collaborazione con gli stakeholder per generare nuovo valore

Trend Europeo sulla CSR


Generare trasparenza sulla CSR > comunicazione
ambientale, sociale e di governance sulle performance aziendali a investitori, consumatori e cittadini

Fornire educazione sulla CSR > dare alle generazioni


presenti e future le competenze necessarie per fare dellEuropa un polo globale deccellenza sulla CSR

Perch scegliere la Sostenibilit?


Per creare nuovi valori dimpresa e...
Sviluppare processi e prodotti innovativi Migliorare efficienza e risparmio energetico Ottimizzare obiettivi e strategie di vendita Accrescere la propria rete di clienti e fornitori Implementare efficaci programmi di CSR Aumentare il valore del capitale umano

Sostenibilit: Credibilit-Fiducia?
Secondo lEdelman Trust Barometer 2009 la fiducia nelle aziende in diminuzione.
Livello globale: 51% nel 2008 > 49% nel 2009 Italia: 41% nel 2008 > a 27% nel 2009 Calo della fiducia in Italia: - 14%

Anche le multinazionali con sede in Italia hanno subito un forte calo di fiducia: si passati da 53% nel 2008 a 43% nel 2009 > -10% Comunicazione e credibilit sono considerate importanti per la brand reputation (91%) tanto quanto il valore economico generato dallazienda Riallineare il proprio modello di business verso pratiche di Gestione Sostenibile contribuisce al ritorno della fiducia, a maggiori benefici per la societ e la BL.

Come gestire la Sostenibilit?


Metodologie e sistemi di rendicontazione
Per gestire la Sostenibilit in modo efficace ed efficiente occorre saperla analizzare, misurare e monitorare in modo continuo e corretto.

Modello

Global Reporting Initiative, Sustainability Reporting Guidelines (GRI-G3)

Standard volontario per la Rendicontazione di Sostenibilit pi riconosciuto e utilizzato a livello internazionale; Principi e Guida, Protocolli, KPI (3 categorie: economica, ambientale, sociale)

Come gestire la Sostenibilit?


Processo di attivazione del Sustainability
Reporting > Bilancio di Sostenibilit Fattori chiave:

Integrazione con strumenti di pianificazione e controllo strategico gi esistenti


Creazione dun sistema gestionale informativo

Contemperamento degli interessi stakeholder


Strategia strutturata di dialogo con gli stakeholder per attivare un processo di miglioramento condiviso e partecipato.

Indicatori Strategici di Impresa


Leadership Pianificazione Strategica Gestione dei Processi

Informazione e Analisi
Coinvolgimento del Personale Partecipazione degli Stakeholder

Risultati Finanziari
Consistente generazione di futuri flussi di cassa
Crescita dei rendimenti per gli azionisti Maggiore profittabilit e incremento delle vendite Maggiori ritorni sugli investimenti

Risultati Non Finanziari

Riduzione sostenibile demissioni di carbonio


Migliore efficienza energetica da operazioni e processi Crescita delle risorse umane per aumentare le potenzialit di business Diminuzione degli incidenti sul lavoro e migliori condizioni di sicurezza Rendicontazione pi trasparente sugli obiettivi strategici dimpresa

Sostenibilit: Opportunit-Priorit?
Aspetti prioritari da misurare e monitorare
Le aree pi importanti da monitorare per una corretta Gestione Sostenibile di Impresa, ovvero gli aspetti legati alla Sostenibilit che possono generare i maggiori rischi o le maggiori opportunit per limpresa sono:

Sostenibilit: Opportunit-Priorit?
Cap & Trade > il Sistema europeo di scambio delle
quote demissione dei gas serra (EU ETS European Union Emission Trading Scheme)

Carbon

Footprint Management dellImpronta Emissiva

>

il

calcolo

Green Ict > la riduzione e lottimizzazione dei consumi


energetici dei datacenter Il miglioramento continuo della gestione di tali aspetti ambientali, e dei conseguenti impatti, pu essere facilmente valutato con la misurazione dei risultati (KPI).

Climate Change & Energy Efficiency


Di cambiamento climatico ha iniziato a parlare lONU nel 1992 (UNFCCC); nel 1997 nasce il Protocollo di Kyoto, che prevede:

Riduzione gas serra in misura non < 5% sulle emissioni


del 1990 (preso come anno base) nel periodo 2008-2012

Meccanismi di Mercato Flessibili (Clean Development


Mechanism CDM, Joint Implementation JI ed Emissions Trading ET)

Climate Change & Energy Efficiency


In Italia il Protocollo di Kyoto stato ratificato dalla Legge 120/2002; lEuropa ha regolato lo scambio di quote demissione con la Direttiva ETS 2003/87/CE, recepita in Italia dal Decreto Legge 273/2004, convertito nella Legge 316/2004. Nel 2002 lISO ha standardizzato la contabilit e la verifica dei processi GHG > Corporate Accounting & Reporting Standard (Protocollo di GHG - ISO 14064).

Cap & Trade


LEU ETS un sistema di tipo Cap & Trade delle emissioni; fissato un tetto alle emissioni totali dei partecipanti con lallocazione di quote demissione per un dato ammontare in un certo periodo.

Ogni anno i partecipanti devono restituire un numero di quote pari alle loro emissioni annue verificate. Il deficit di quote sanzionato, il surplus venduto o accantonato.

Cap & Trade


Misurare e controllare il rischio legato allo scambio delle quote di CO2 un scelta strategica di medio lungo periodo, che mette limpresa al riparo da:

Pagamento di possibili penali di rilevante entit

Mancata approvazione del bilancio annuale sulle quote


demissione

Mancato saldo entro laprile successivo delle proprie


quote assegnate

Mancato scambio delle quote con accordi bilaterali o in


borse dei fumi

Carbon Footprint Management


Limpronta emissiva (carbon footprint) uguale alla somma di tutte le emissioni di CO2 equivalente prodotte da unattivit antropica in un anno; sesprime in tonnellate equivalenti di CO2 o in chilogrammi di carbonio e chilogrammi di CO2. CO2 = Energia = Costi > Programmi e modelli di Carbon Management portano a:

Riduzione dei costi: risparmiare energia e diminuire altri


costi operativi

Carbon Footprint Management


Conformit: rispettare le leggi e adempiere alle proprie
responsabilit

Vendite: sostenere le richieste di offerte competitive da


parte dei clienti

Sviluppo del mercato: migliorare la competitivit > da


riposizionamento tattico a sviluppo strategico del business

Gestione degli Stakeholder: raggiungere gli obiettivi di


CSR, migliorare le condizioni di lavoro e il morale del personale e attrarre nuovi investitori

Green Ict & Energy Efficiency


Il settore ICT rappresenta il 2-3% delle emissioni di CO2 a livello mondiale.
Si prevede un forte incremento dei costi dovuti ad alimentazione/raffreddamento dei datacenter e rimane difficile realizzare progetti di dematerializzazione. Inefficienze, dispersioni, comportamenti non consapevoli e il costo elevato dellenergia (in Italia > 50% sulla media UE) causano sprechi insostenibili. Critica anche la gestione del ciclo di vita dapparecchiature, RAEE, riciclo e riuso.

Green Ict & Energy Efficiency


LIT manager diventer Green IT Manager secondo obiettivi di CSR; parteciper alle scelte sui temi energetico ambientali, esiger responsabilit sui costi energetici del reparto IT con revisione del budget di spesa e si proporr come Energy Manager, qualora manchino funzioni specifiche in azienda.
Una corretta gestione, formazione e comunicazione sostenibile di impresa per il personale incaricato sono dunque aspetti fondamentali per attuare efficaci ed efficienti Piani di Sostenibilit nel settore IT e negli altri comparti dellIndustria e del Terziario Avanzato.

ETICAMBIENTE
Sustainability Management & Communications Consulting

Grazie per lattenzione!


Domande?
paola.fiore@eticambiente.com

Seminario SAS Institute Milano, 31 Marzo 2009

Paola Fiore Sustainability Management & Communications Specialist www.eticambiente.com