Sei sulla pagina 1di 26

Esperienza di meditazione Sahaja Yoga in un gruppo di pazienti diabetici di Verona

Dottoressa Baldelli Maria Valeria Universit di Modena e Reggio Emilia

DIABETE
Il diabete una condizione caratterizzata da un patologico aumento della concentrazione di glucosio nel sangue (valore normale fino a 110 mg/dl, valori di glicemia uguali o superiori a 126 mg/dl. sono sufficienti secondo l'american diabetes association a porre diagnosi di diabete. La diagnosi di diabete certa con un valore = a 200 mg/dl). mg/dl). Responsabile di questo fenomeno un difetto assoluto o relativo di insulina, ormone secreto dalle insule di Langherhans del pancreas ed indispensabile per il metabolismo degli zuccheri.

DIABETE
1600 a.C. Un papiro egiziano (papiro di Ebers) accenna ai sintomi del diabete e propone varie cure a base di datteri, tritello di grano, gomma, miele, ginepro, lievito di birra 1000 a. C. Documenti dell'antica medicina indiana e della medicina cinese narrano di individui che eliminano urina che attira cani, formiche ed api. Nei secoli seguenti si conferma che taluni hanno sete insaziabile ed eliminano abbondante urina. III secolo a. C. Viene coniato da Demetrio di Apameia e da Apollonio di Menfi il termine Diabete il cui significato "acqua che passa".

DIABETE
Il diabete lazione del lato destro influenzato dal lato sinistro. sinistro. Il lato destro vulnerabile. Prima di tutto, quando pensate troppo, non fate troppo, attenzione e rimanete nelle vostre abitudini,un elemento di paura si aggiunge alla vostra vulnerabilit. Prendiamo ad esempio un uomo che lavora molto, che pensa troppo. Tutte le sue cellule sono usate per il cervello. Il lato inaridisce. sinistro si inaridisce. Diventate vulnerabili; se qualche paura si insedia in voi e iniziate anche a sentirvi in colpa, sviluppate il diabeteLorigine lo Swadhistana e il Nabhi sul lato sinistrola vostra vulnerabilit a quel punto causa il diabete. (Shivaratri 1987)

DIABETE
 Non pensate troppo. Entrate in troppo. consapevolezza senza pensieri. Spostate il lato sinistro sul lato destro... Mettete il ghiaccio sullo Swadhistana e Nabhi destro. (Shivaratri 1987) destro.  il diabete insorge perch si pensa troppo. (Discorso troppo.
alle madri e ai bambini, 1983)

 Quindi, prima di tutto, curate il diabete curando lo Swadisthana Potete anche mettere ghiaccio intorno allo Swadisthana sulla parte posteriore (Discorso
sullAgnya chakra,Delhi 3/2/83,Nirmala Yoga,18) 3/2/83,Nirmala Yoga,18)

 Se una donna incinta pensa troppo, il bambino troppo, potrebbe contrarre il diabete. (Conferenza medica, Mosca,
giugno 1990)

Nabhi destro Swadisthan destro

Nabhi sinistro Canale sinistro

Swadisthan sinistro

Scopo dello studio

 Valutare gli effetti della meditazione Sahaja Yoga in un gruppo di persone con diabete mellito.

Disegno dello studio


 Hanno partecipato 26 soggetti  8 maschi e 18 femmine.
Pazienti Totali sesso
maschi femmine Pi

69,23%

30,77%

Disegno dello studio


 Le 26 persone sono state divise in due gruppi:  15 hanno seguito gli incontri di meditazione  11 non hanno fatto meditazione
Pazienti Totali
treated control , 2,0 %

sesso
maschi femmine

40,00 6,0

Pi

60,00 9,0

81,82% 9,0

Disegno dello studio


 I due gruppi sono stati valutati con una serie di esami allinizio ed alla fine di un ciclo di incontri di meditazione sahaja yoga  Gli incontri di meditazione si sono tenuti una volta la settimana per un periodo di tre mesi  Nel corso dello studio i partecipanti hanno continuato ad assumere la loro solita terapia per il diabete  La ricerca stata impostata come modello caso controllo.

Disegno dello studio


 Il compenso glicometabolico dipende da vari fattori (dieta, attivit fisica, terapia con anti-diabetici orali, insulina) anti Sia chi ha fatto meditazione che il gruppo di controllo, non hanno cambiato le loro precedenti abitudini durante lo studio

Disegno dello studio


 Sono stati valutati separatamente i dati allinizio dellesperienza per verificare se i due gruppi fossero confrontabili  Le differenze tra le variabili all inizio ed alla fine del trattamento sono state valutate nei due gruppi

Risultati
 I risultati hanno evidenziato che, allinizio dellesperienza, i due gruppi (studio e controllo) (studio controllo) non erano statisticamente differenti per peso, et, BMI e per gli altri parametri psicometrici e bioumorali: Hb-glicossilata, Glucosio colesterolo Hbtotale, colesterolo-HDL, colesterolo LDL, colesterolotrigliceridi, creatinina  Si evidenziato un diverso comportamento tra il gruppo di studio e quello di controllo a seguito dellesperienza di meditazione  Non si sono modificati durante le meditazioni i valori dei test bioumorali.  Alcuni pazienti per hanno riferito che, nel periodo in cui hanno fatto le sedute di meditazione, hanno dovuto ridurre i dosaggi dei farmaci che assumevano per la malattia diabetica

Risultati:
 Le variabili che al t-test per dati appaiati sono trisultate significativamente diverse alla fine dellesperienza nel gruppo trattato erano:  SPSMQ Short Portable Mental Status
Questionaire

 SAS-tot Self rating Anxiety Scale SAS GDS Geriatric Depression Scale  UmoreAutovalutazione del tono dellumore  AnsiaAutovalutazione dello stato dansia  Autostima Autovalutazione del livello di
autosima

Risultati
 Sui parametri antropologici ha un impatto variabile  Peso, BMI, giro vita non sono statisticamente differenti

Risultati
Sono state significativamente diverse:
 SPMSQ: Short Portable Mental Status SPMSQ: Questionaire test per il rendimento cognitivo  SAS-tot: Self rating Anxiety Scale test per la SASvalutazione dello stato ansioso  GDS: Geriatric Depression Scale test per la GDS: valutazione del tono dellumore  Umore: Autovalutazione del tono dellumore Umore:  Ansia: Autovalutazione dello stato dansia Ansia:  Autostima: Autovalutazione del livello di autosima Autostima:

Test Cognitivi: SPSMQ


gruppo treated
10,0

control

9,5

9,0

Mean +- 2 SE

8,5

8,0

7,5

7,0 S MSQ pre S MSQ post S MSQ pre S MSQ post

SPSMQ: rendimento cognitivo aumentato nei trattati

Test stato ansioso: SAS-tot SASgruppo treated


45

control

40

Mean +- 2 SE

35

30

25 SAS tot. pre SAS tot. post SAS tot. pre SAS tot. post

Stato Ansioso: ansia diminuisce nei trattati.

Test affettivi: GDS


gruppo treated control

15,0

12,5

Mean +- 2 SE

10,0

7,5

5,0

2,5

GDS pre

GDS post

GDS pre

GDS post

Tono dellumore: stato depressivo diminuito nei trattati

Test Autovalutazione: Umore


gruppo treated
10

control

Mean +- 2 SE

4 Umore pre Umore post Umore pre Umore post

Umore: migliorata autovalutazione nel gruppo di studio

Test Autovalutazione: Ansia


gruppo treated control

Mean +- 2 SE

2 Ansia pre Ansia post Ansia pre Ansia post

Ansia: migliorata autovalutazione nel gruppo di studio

Autostima
gruppo treated
9

control

Mean +- 2 SE

5 Auto tima pre Auto tima po t Auto tima pre Auto tima po t

Autostima: migliorata autovalutazione nel gruppo di studio

Conclusioni:
 La meditazione Sahaja Yoga ha influenzato alcuni parametri del dominio cognitivio-affettivo cognitivio Non ha modificato i parametri bioumorali  Ha avuto un impatto sul peso in alcuni pazienti (trend verso calo ponderale, anche se non raggiunge la significativit statistica)  Alcuni pazienti hanno ridotto i dosaggi dei farmaci che assumevano per la malattia diabetica

Conclusioni
 La meditazione Sahaja Yoga ha apportato modificazioni positive e concrete al benessere dei nostri pazienti diabetici, sia perch ha favorito il riequilibrio dello stato affettivo e cognitivo dei pazienti stessi, sia perch ha avuto un effetto positivo sullaspetto terapeutico.