Sei sulla pagina 1di 12

FINZIONI

Borges
MESSAGGIO
• La verità rende liberi e finalmente in
grado di vedere il mondo con un occhio
scevro da influenze esterne.
TEMI
• Labirinto (Il giardino dei sentieri
che si biforcano, La biblioteca di
babele)

• Memoria (Funes, o della memoria)

• Cristianesimo (Tre versioni di


Giuda)
TEMA
DELL'INCOMUNICABILITA'
• "Aveva imparato l'inglese, il francese, il
portoghese, il latino. Sospetto, tuttavia,
che non fosse molto capace di pensare.
Nel mondo sovraccarico di Funes, non
c'erano che dettagli, quasi immediati."

• "Funes, o della memoria"


Enigma del tempo, esplorato in: 

Funes, o della memoria

Pierre Menard

MOTIVI Il giardino dei sentieri che si


biforcano
Specchio

Vittima-carnefice (Il Sud, La forma


della Spada)
MOTIVO DELLO SPECCHIO

• "Gli specchi e la copula sono abominevoli, perché moltiplicano e


propagano il numero degli uomini" cita, nella finzione del racconto, il suo
amico Bioy Casares.

• Tlon, Uqbar, Orbius Tertius

• Lo specchio è capace di moltiplicare lo spazio potenzialmente all'infinito:


nell'atrio della Biblioteca di Babele c'è uno specchio che serve a:
"raddoppiare fedelmente le apparenze; […] io preferisco sognare che le
superfici terse figurano e promettono l'infinito"
• Narrazione autodiegetica: La lotteria a
VOCE Babilonia

NARRANTE • Narrazione eterodiegetica: Rovine circolari


• Preciso, incisivo e nitido ma...
STILE • Costanti richiami filosofici (Schopenhauer), teologici,
mitologici, letterari, scientifici (Funes, o della
memoria)...
RIFERIMENTI
INTERTESTUALI • In "Pierre Menard, autore
del Don Chisciotte", come
si evince già dal titolo, si
riprende in maniera palese
l'opera di Miguel De
Cervantes, "Don Quixote".
"<Sono come le Odi di Cowley>
mi scrisse da Longford il 6
marzo del 1939. <Non
appartengo all'arte, ma solo alla
storia dell'arte>. Non esisteva,
RIFERIMENTI per lui, disciplina inferiore alla
INTERTESTUALI storia"
Esame dell'Opera di Herbert
Quain
RIFERIMENTI AUTOBIOGRAFICI
(setticemia e insonnia)

LE ROVINE CIRCOLARI • IL SUD

• "Tutta quella notte e il giorno • "Uscirono, e se in Dahlmann non


seguente la lucidità intollerabile c'era speranza, non c'era nemmeno
dell'insonnia s'abbattè su di lui. timore. Sentì, nel varcare la soglia,
Volle esplorare la selva, estenuarsi; che morire in una rissa a coltellate,
ma poté appena..." sarebbe stata per lui una
liberazione, una gioia e una festa,
nella prima notte d'ospedale,
quando gli conficcarono l'ago."
RIFERIMENTI STORICI
TLON, UQBAR, ORBIS
TERTIUS • "Dieci anni fa, bastava una
qualunque simmetria – il
materialismo dialettico,
l'antisemitismo, il nazismo – per
mandare in estasi la gente. Come,
allora, non sottomettersi a Tlon,
alla vasta e minuziosa evidenza di
un pianeta ordinato?"

• Potrebbe trattarsi di una critica ai


totalitarismi, per cui una realtà
così assurda, come quella dei
regimi tirannici del '900, abbia
preso forma nonostante le sue
esagerazioni.