Sei sulla pagina 1di 28

Leonardo da Vinci

(1452 – 1519)
La Nascita
•Leonardo nasce ad Anchiano, frazione di Vinci
(in Toscana), il 15 aprile 1452;

•Era il figlio primogenito di Piero da Vinci (un


notaio) e di Caterina di Anchiano (una
popolana);

•Leonardo era un figlio illegittimo; fu


riconosciuto legalmente dal padre solo qualche
anno più tardi.
Casa natale di Leonardo, ad
Anchiano
Nel 1462, Leonardo seguì
il padre a Firenze.

Impressionato dalle
abilità di disegno del
figlio, Ser Piero presenta
Leonardo all’artista
Andrea del Verrocchio
Il giovane Leonardo entra allora nella
bottega del Verrocchio e vi rimane dal 1469
al 1474 circa.

Qui Leonardo impara a dipingere, a scolpire


e a disegnare diventando uno degli allievi
migliori del Verrocchio.

Affiancato dal maestro, Leonardo dipinge la


parte sinistra del Battesimo di Cristo
(conservato agli Uffizi a Firenze)
Abbandonata la bottega del Verrocchio,
tra il 1474 e il 1478 Leonardo inizia a
studiare la natura e ad interessarsi di
anatomia.

Nel 1476 viene denunciato come


eretico ma si salva grazie all’amicizia
con il signore di Firenze, Lorenzo de
Medici detto «Il Magnifico».
Ritratto di Lorenzo il Magnifico
In quegli anni Leonardo lavora
all’Adorazione dei Magi. Tuttavia, è
costretto a fermarsi e a lasciare il
quadro incompiuto: il duca di
Milano, Ludovico il Moro lo ha
chiamato alla sua corte.
Ritratto di Ludovico il Moro
Leonardo arriva a
Milano nel 1482 circa,
come dono di Lorenzo
il Magnifico agli Sforza
e ci resterà fino al 1499.
Presentandosi a Ludovico il Moro,
Leonardo descrive se stesso come uno
straordinario:

- Architetto
- Artista
- Ingegnere
- Scenografo
- Scultore

Leonardo si impegna a realizzare per gli


Sforza:
ARMI
Statua equestre in bronzo di Francesco
Sforza
OPERE D’ARTE

 Vergine delle Rocce

Dama con l’ermellino 


L’Ultima Cena, affresco nel refettorio
del convento di S. Maria delle Grazie
(fuori Milano)
Con lo scoppio delle Guerre
d’Italia (1494) e la sconfitta patita
dagli Sforza contro i Francesi,
Leonardo lascia Milano.

Inizia a girovagare per l’Italia:


prima fu a Mantova, poi a
Venezia ed infine fece ritorno a
Firenze.

Qui Leonardo dipinse ….


È l’opera più famosa di
Leonardo da Vinci.
La Gioconda o Monna
Ritrae Lisa Gherardini,
Lisa, Parigi, Louvre moglie di Francesco
Bartolomeo del
Giocondo.
A partire dal 1517
Leonardo si
trasferisce in
Francia.
Divenuto amico del
re Francesco I, il
genio italiano si
stabilisce nel
Castello di Amboise
dove trascorrerà gli
ultimi anni di vita.
Ritratto di Francesco I di Francia
Questa è l’unica immagine che
abbiamo di Leonardo. Si tratta
di un autoritratto dell’artista
ormai anziano, databile al
1515.
Oggi è conservato a Torino.
Leonardo morì il 2 maggio 1519 ad Amboise, all’età di 67 anni.
Quest’anno ricorre il 500° anniversario della sua scomparsa
La Morte di Leonardo ad Amboise - 1519
QUALCHE CURIOSITA’
SU LEONARDO …
Per tenere segreti i propri progetti, Leonardo aveva imparato a scrivere
al contrario i suoi appunti
Leonardo da Vinci
visitò la Valle
Camonica e il Lago
d’Iseo nel 1510. Uno
schizzo leonardesco in
possesso della regina
Elisabetta rappresenta
dettagliatamente il
corso del fiume Oglio.
Leonardo ha anticipato molte invenzioni
moderne come la bicicletta, l’elicottero e l’aereo.
Leonardo è l’autore dell’Uomo Vitruviano. Il disegno – il
quale rappresenta la perfezione delle proporzioni del corpo
umano – è diventato il simbolo dell’Umanesimo-
Rinascimento, della centralità dell’uomo nell’Universo.
La zecca italiana ha reso omaggio allo schizzo leonardesco
mettendolo a verso nella moneta da 1 euro.

Potrebbero piacerti anche