Sei sulla pagina 1di 12

L’ACQUA E LE SUE

PROPRIETÀ
TROVATO MARIA
G.GALILEI 2H
L’ORIGINE DELL’ACQUA SULLA TERRA

 Le osservazioni astronomiche più recenti hanno dimostrato che l’acqua sia arrivata sulla terra
durante la formazione del pianeta avvenuta 4,6 miliardi di anni fa. L’acqua è stata portata dagli
asteroidi , piccoli corpi rocciosi in orbita attorno al sole che si trovano nella cintura esterna tra
Marte e Giove.
LA MOLECOLA D’ACQUA
Ogni molecola di acqua (H2O) è costituita da 2 atomi di idrogeno (H)
e da uno di ossigneo (O) uniti tra loro da legami covalenti polari.
L’ossigeno ha 6 elettroni di valenza mentre l’idrogeno ne ha 1.
Pertanto i due atomi di idrogeno condividono il loro unico elettrone
con l’ossigeno che invece mette in condivisione due elettroni.

L’ossigeno attira fortemente gli elettroni di legame, spostando la loro carica


negativa su di sé, mentre sugli atomi di idrogeno si accumula una parziale
caricaposiva. La distribuzione asimmetrica della carica elettrica rende la
molecola polare.

La molecola dell’acqua ha una geometria angolata, con


angoli di legame 104.5°
IL LEGAME TRA MOLECOLE D’ACQUA

 Quando due molecole d’acqua si


avvicinano, tra le loro regioni che
possiedono carica opposta si manifesta una
debole forza elettrostatica: tra la parte
negativa di una molecola d’acqua (che
corrisponde all’atomo di ossigeno) e la
parte positiva di un’altra molecola (in
corrispondenza dei due atomi di idrogeno),
si forma un legame a idrogeno.
 Ogni molecola d’acqua può formare al
massimo 4 legami a idrogeno con
altrettante molecole.
LE PROPRIETA’ DELL’ACQUA
 L’acqua è una sostanza con proprietà fisiche particolari dovute ai legami a idrogeno tra le sue
molecole:
COESIONE: DENSITA’:
tendenza delle aumenta al
molecole d’acqua a diminuire della
rimanere unite tra loro. temperatura.

TENSIONE SUPERFICIALE:
ADESIONE: funziona come una sottile
l’acqua aderisce pellicola in grado di
agli oggetti bagnandoli. reggere piccoli pesi come
insetti o altro.

CAPILLARITA’:
CALORE SPECIFICO:
elevato e l’acqua è in grado
determina la resistenza ai di muoversi in spazi
cambiamenti di piccolissimi e risalire
temperatura. lungo tubi sottili .
L’ACQUA COME SOLVENTE

 Le soluzioni in cui l’acqua è il solvente vengono dette soluzioni acquose.


 Le molecole che si sciolgono nel’acqua sono dette idrofile e sono composti
ionici e polari al contrario quelle idrofobe sono insolubili in acqua e sono
sostanze apolari.
LA SOLUBILITA’ IN ACQUA DELLE SOSTANZE

 Si dice solubilità quando la quantità massima di soluto che si scioglie in


una quantità fissa di solvente ad una certa temperatura, se il soluto non
si scioglie più si forma un corpo di fondo e la soluzione si dice satura

La soluzione risultante presenta alcune caratteristiche differenti dal


solvente puro:

 la temperatura di ebollizione di una soluzione è maggiore rispetto a


quella del solvente puro, fenomeno noto come innalzamento
ebullioscopico.
 la temperatura di congelamento di una soluzione è minore di quella del
solvente puro, fenomeno noto come abbassamento crioscopico.
LA CONCENTRAZIONE DELLE SOLUZIONI

 concentrazione è il rapporto
tra la quantità di soluto e la
quantità di solvente.
 L’unità di misura più semplice
per esprimere la
concentrazione di una
soluzione è il g/L
 La concentrazione viene
frequentemente indicata come
una percentuale.
MOLARITA’, MOLALITA’ E FRAZIONE MOLARE
Molte reazioni chimiche avvengono in soluzione acquosa e i chimici
trovano utile esprimere la concentrazione delle soluzioni in moli
LA IONIZZAZIONE DELL’ACQUA
IL PH
 È detto acido qualsiasi molecola o ione che possa donare
un protone; è detta base qualsiasi molecola o ione che
possa cedere ioni ossidrili. Il grado di acidità si misura
tramite il pH, un parametro legato alla concentrazione in
soluzione di ioni H3O: le sostanze acide hanno pH
compreso tra 0 e 7; quelle basiche pH tra 7 e 14; quelle
con pH 7 sono dette neutre.
 Il pH di una soluzione si misura con uno strumento detto
piaccametro oppure utilizzando gli indicatori
IL COMPORTAMENTO DI ACIDI E BASI
 Acidi e basi mostrano una diversa tendenza alla dissociazione.
 Sono dette acidi o basi forti le sostanze che in acqua si dissociano completamente sono dette
acidi o basi deboli le sostanze che in acqua rimangono i parte non ionizzate

 Se mescoliamo una soluzione acida e una soluzione basica, gli ioni H presenti nella
soluzione acida si legano con gli ioni OH presenti nella soluzione basica, producendo delle
molecole d’acqua. Queste reazioni si chiamano reazioni di neutralizzazione. Oltre
all’acqua, nelle reazioni di neutralizzazione si forma un sale che resta in soluzione in
forma ionizzata.

Potrebbero piacerti anche