Sei sulla pagina 1di 8

DECAMERON

IV GIORNATA
IV
GIORNATA
 
Il tema della
giornata, scelto da
Filostrato è quello
degli amori che
ebbero infelice fine.
La settima novella è
raccontata da Emilia.
SETTIMA NOVELLA
La storia è ambientata a  Firenze. La giovane Simona si innamora di Pasquino.
I due decidono di darsi appuntamento in un giardino. Simona si fa
accompagnare dall'amica chiamata la Lagina e Pasquino dall'amico chiamato
lo Stramba.
Nel giardino Pasquino prende una foglia di salvia per pulirsi i denti, ma muore
poco dopo. I due amici incolpano Simona di averlo avvelenato. La ragazza
viene poi interrogata da un giudice, che decide di fare un sopralluogo. Simona
dimostra al giudice quanto accaduto simulando quanto fatto da Pasquino e
muore davanti ai presenti. Il giudice decide quindi di far estirpare e bruciare la
salvia.
 Sradicando la pianta si trova un grosso rospo al quale viene attribuita la colpa
dell’avvelenamento.
PROTAGONISTI: Simona e Pasquino

ANTAGONISTA: Il grosso rospo

AIUTANTI: La Lagina e lo Stramba (per Pasquino)

OPPOSITORI: La Lagina e lo Stramba (per Simona)

OGGETTO DEL DESIDERIO: L'amore


Ciò che caratterizza la novella narrata
da Emilia è la contrapposizione
dell'amore tra Simona e Pasquino e
Lagina e Stramba.

Il primo è un amore cortese, anche se


gli amanti sono di umili origini.
Il secondo è un amore carnale, che
non ha nulla a che vedere con l'animo
nobile.

L'amore narrato da Emilia si Lo stile di Boccaccio oscilla tra


rivela cortese nel momento in cui la una prosa alta e una più
stessa narratrice lo rileva nel testo. realistica, che caratterizza le
novelle.
TEMPO: La scena centrale è ambientata
durante una Domenica. La stagione non è
indicata, ma si può intuire che sia
primavera o estate, visto che i due
innamorati si recano in un giardino.   

SPAZIO: I luoghi  che vengono nominati


sono Firenze, la porta di San Gallo e il
giardino. I primi due sono luoghi reali,
mentre il giardino suggerisce uno spazio di
pace e di tranquillità.
Quando un amore infelice sfocia in
violenza
   Jenny Cantarero era una
ragazza 27enne, abitante di
Misterbianco, la ragazza era
appena uscita dal luogo di
lavoro il 10 Dicembre 2021,
quando il suo ex ragazzo, 
Sebastiano Spampinato, sparò
quattro colpi a vuoto,
riuscendo con il quinto a
colpire ed uccidere la ragazza. 
3E

GIUSEPPE ROMEO
FABRIZIO SAPIENZA