Sei sulla pagina 1di 7

L’ETICA E LA CONCEZIONE DELLA VIRTÙ

LA CONCEZIONE ETICA DI PLATONE

va oltre
sostiene che

è possibile la conoscenza
Socrate i sofisti
di ciò che è bene e giusto

il quale dice che i quali ritengono che e a tal fine occorre

andare oltre le cose sensibili per


la virtù è conoscenza non occorre insegnare
raggiungere il sapere vero e
del bene che cosa sia il bene
universale

ma afferma perché mirano soltanto a

persuadere gli
“so di non sapere”
interlocutori
LA TEORIA DELLE IDEE

LE IDEE

sono si collocano nel sono articolate in si relazionano con

princìpi
mondo le cose
immutabili e due livelli
intelligibile sensibili
unici

che costituiscono chiamato anche in termini di

• le idee che sono


modello per le cose • imitazione
il vero essere iperuranio sensibili • partecipazione
• i valori (al vertice si • presenza
pone l’idea del
Bene)
LA TEORIA DELLA CONOSCENZA

LA CONOSCENZA

consiste nel è si distingue in

superare
l’apparenza esperienza conoscenza
reminiscenza
del mondo sensibile intellettiva
sensibile
e cioè che che

accedere alle
idee nel mondo ricordo delle idee fornisce opinioni è la vera scienza
intelligibile

tale processo è
che
esemplificato nel

l’anima ha osservato
mito della caverna
nell’iperuranio
LA NATURA DELL’ANIMA E L’AMORE

ha la stessa natura
delle idee eterne

partecipa dell’idea
è immortale infatti
della Vita

dopo la morte del


corpo inizia una
nuova vita
incarnandosi in
un altro corpo
L’ANIMA

la sfera delle pulsioni


istinto cioè
legate al corpo

è
la sfera delle emozioni
costituita impeto cioè
più nobili
da

la parte che
ragione cioè
deve guidare le altre
L’ESPERIENZA
DELL’AMORE
il cavallo nero il quale
spinge l’anima verso
è esemplificata dal (l’istinto) la bellezza corporea

che è può condurre l’anima


il mito del composto
il cavallo bianco il quale verso l’idea della
carro alato da (l’impeto) Bellezza perfetta

cerca di guidare
l’auriga il quale l’anima verso il nobile
(la ragione) sentimento dell’amore
IL PENSIERO POLITICO

LO STATO IDEALE

è composto da

tre classi di cittadini

i quali
i governanti- vengono
i produttori i guerrieri formati
la dialettica
filosofi
attraverso

ogni classe contribuisce a realizzare

la giustizia è l’armonia
il bene comune
delle tre parti
L’ULTIMA LA RIFLESSIONE DI PLATONE NEI SUOI
FASE ULTIMI ANNI
riconsidera

il problema la realizzazione
della il tema della
la cosmologia concreta dello
molteplicità conoscenza
Stato ideale
dell’essere
proponendo
identificandola nella quale
individuando con sostiene che

i filosofi come
cinque il procedimento legislatori e
“generi sommi” della dialettica il cosmo è stato non
delle idee che individua le generato dal governanti
connessioni fra demiurgo
le idee più
• Essere
• Identità uguaglianza
• Differenza fra i cittadini
• Stasi (senza
• Movimento divisioni rigide
in classi)

l’idea di
Differenza
corrisponde al
non essere

Potrebbero piacerti anche