Sei sulla pagina 1di 23

I RETTILI

ANATOMIA

• I RETTILI SONO UN GRUPPO DI ANIMALI VERTEBRATI: HANNO CIOÈ LA COLONNA VERTEBRALE, COME I
PESCI, GLI ANFIBI, GLI UCCELLI E I MAMMIFERI. LA CARATTERISTICA CHE SI NOTA SUBITO È LA LORO
PELLE, DALL’ASPETTO RUVIDO. I RETTILI, INFATTI, HANNO LA PELLE DURA, ASCIUTTA E RICOPERTA DI
SQUAME.
LA PELLE SECCA E SQUAMOSA DEI RETTILI LI PROTEGGE E IMPEDISCE LORO DI PERDERE ACQUA.
ECCO PERCHÉ I RETTILI, A DIFFERENZA DEGLI ANFIBI, POSSONO VIVERE PER TUTTA LA VITA SUL
SUOLO TERRESTRE, LONTANI DALL’ACQUA.
• CI SONO PIÙ DI 7.000 SPECIE DI RETTILI IN TUTTO IL MONDO, DALLE DIMENSIONI PIÙ VARIE.
• LE LUCERTOLE, I SERPENTI, LE TARTARUGHE E I COCCODRILLI SONO I GRUPPI PRINCIPALI DI RETTILI
CHE VIVONO ATTUALMENTE SULLA TERRA.
specie diverse dei rettili
coccodrilli
tartarughe
[PERCENTUALE]
[PERCENTUALE]
250 specie
250 specie

serpenti
[PERCENTUALE]
2500 specie lucertole
[PERCENTUALE]
4000 specie

lucertole serpenti tartarughe coccodrilli


SCHEMA
STRUTTURALE SERPENTE
MUTA

• MAN MANO CHE CRESCONO, I RETTILI SI SPOGLIANO DELLA LORO PELLE E NE FORMANO
UN’ALTRA NUOVA; QUESTO PROCESSO È DETTO MUTA. ANCHE NOI ESSERI UMANI CAMBIAMO
LA PELLE, MA A PICCOLI PEZZETTINI ALLA VOLTA, NON TUTTA INSIEME COME I RETTILI!
RETTILI, ANIMALI A SANGUE FREDDO
• SONO ANIMALI A SANGUE FREDDO, O ECTOTERMI, COME I PESCI E GLI ANFIBI: CIÒ SIGNIFICA
CHE NON POSSONO REGOLARE LA TEMPERATURA DEL CORPO, MA CHE ESSA DIPENDE DALLA
TEMPERATURA DEL LUOGO IN CUI SONO. PERCIÒ TRASCORRONO PARTE DEL TEMPO
CERCANDO DI MANTENERE UNA TEMPERATURA CORPOREA ADEGUATA. QUANDO HANNO
BISOGNO DI RISCALDARSI, SI METTONO AL SOLE, QUANDO INVECE DEVONO RAFFREDDARSI, SI
SPOSTANO ALL’OMBRA. I RETTILI RESPIRANO ATTRAVERSO I POLMONI, COME LA MAGGIOR
PARTE DEGLI ANFIBI ADULTI, DEGLI UCCELLI E DEI MAMMIFERI.
LA RIPRODUZIONE
• SI RIPRODUCONO ATTRAVERSO LA FECONDAZIONE INTERNA. QUESTO SIGNIFICA CHE LE UOVA
NEL CORPO DELLA FEMMINA VENGONO FECONDATE DALLO SPERMA MASCHILE. ALCUNE
SPECIE DI SERPENTI E DI LUCERTOLE SONO OVOVIVIPARI; L’UOVO SI SVILUPPA DENTRO IL
CORPO DELLA MADRE FINO A CHE IL PICCOLO RETTILE ROMPE IL GUSCIO E NASCE. QUASI
TUTTI I RETTILI SONO AUTOSUFFICIENTI SUBITO DOPO LA NASCITA. PERÒ, I PICCOLI DEI
RETTILI, SPECIALMENTE DELLE TARTARUGHE MARINE, HANNO POCHE POSSIBILITÀ DI
SOPRAVVIVERE DURANTE I PRIMI MESI DI VITA. NORMALMENTE SONO DIVORATI DA UCCELLI,
MAMMIFERI O ALTRI RETTILI E ANCHE, NEL CASO DELLE TARTARUGHE MARINE, DAGLI SQUALI.
QUANTO VIVONO?

• QUANDO SOPRAVVIVONO AI PRIMI, DIFFICILI TEMPI, I RETTILI POSSONO VIVERE MOLTO A


LUNGO. ALCUNE TARTARUGHE VIVONO PIÙ DI 150 ANNI, E I CAIMANI RAGGIUNGONO I 70 ANNI.
AL CONTRARIO, ALCUNE LUCERTOLE DI PICCOLE DIMENSIONI VIVONO SOLO 4 O 5 ANNI.
LE LORO MISURE
• CI SONO PIÙ DI 7.000 SPECIE DI RETTILI IN TUTTO IL MONDO, DALLE DIMENSIONI PIÙ VARIE. UNA
PICCOLA LUCERTOLA, CHIAMATA GECO, È LUNGA SOLTANTO 3,5 CENTIMETRI, MENTRE LA
TARTARUGA GIGANTE POSSIEDE UN GUSCIO DI 2,4 METRI DI LUNGHEZZA E PUÒ PESARE PIÙ DI
900 CHILOGRAMMI. UN ALTRO RETTILE DI GRANDI DIMENSIONI È IL VARANO DI KOMODO, È
LUNGO CIRCA 3 METRI E PESA PIÙ DI 50 CHILI. IL COBRA REALE PUÒ SUPERARE I 5 METRI DI
LUNGHEZZA: È IL SERPENTE VELENOSO PIÙ GRANDE DEL MONDO.
DOVE SI TROVANO ?
• PUOI TROVARE RETTILI IN QUASI TUTTI I LUOGHI DELLA TERRA, TRANNE CHE IN ANTARTIDE. CI
SONO RETTILI CHE VIVONO NEGLI OCEANI, COME LE TARTARUGHE MARINE; IN ACQUA DOLCE,
COME LE TARTARUGHE DELLE ISOLE GALÁPAGOS E I COCCODRILLI; MA CI SONO PURE RETTILI
TERRESTRI, COME I SERPENTI, I RAMARRI E LE LUCERTOLE. NORMALMENTE VIVONO IN ZONE A
CLIMA TEMPERATO-CALDO, CIOÈ DOVE NON FA TROPPO FREDDO, PERCHÉ IL LORO CORPO
NON PRODUCE CALORE E PER SCALDARSI HANNO BISOGNO DEL CALORE DEL SOLE.
ALIMENTAZIONE
• L' ALIMENTAZIONE DEI RETTILI È MOLTO VARIA. I RETTILI POSSONO ESSERE ONNIVORI E FITOFAGI MA
LA MAGGIOR PARTE È CARNIVORA;
• HANNO DIETE VARIE OPPURE SPECIALIZZATE. LA DIETA PUÒ VARIARE IN BASE ALLE STAGIONI; COSA
FONDAMENTALE È CHE LA PREDA SI ARRIVA. I SAURI UTILIZZANO LA VISTA PER CACCIARE MENTRE I
SERPENTI LE TARTARUGHE UTILIZZANO L'OLFATTO. I SERPENTI SOLITAMENTE NON HANNO UNA
BUONA VISTA TRANNE UNA SPECIE CHE CE L'HA OTTIMA.
• LA CATTURA AVVIENE IN VARI MODI: I SAURI VANNO ALLA RICERCA DELLA PREDA E NON L'ASPETTA
IMMOBILE; LA CACCIA UTILIZZATA DA SERPENTI E COCCODRILLI E QUALCHE TARTARUGA E QUELLA
DELL'ATTESA.
LA DIGESTIONE DELLA PREDA
• I RETTILI SOLITAMENTE INGOLLANO IL CIBO È NON LO MASTICANO ; LE TARTARUGHE GRAZIE AL
LORO BECCO TAGLIENTE RIESCONO A SPEZZETTARE IL CIBO ANCHE AIUTANDOSI CON LE
ZAMPE ARMATE DI UNGHIE ROBUSTE. I SERPENTI DOPO AVER UCCISO LA PREDA LA INGOIANO
PARTENDO DALLA TESTA PER EVITARE DIFFICOLTÀ DI DISCESA VERSO LO STOMACO.
• LA DIGESTIONE È INFLUENZATA DAL CLIMA E PIÙ LA TEMPERATURA SI ALLONTANA DA QUELLA
OTTIMALE PIÙ SARÀ IL TEMPO IMPIEGATO PER DIGERIRE. NEI CLIMI TEMPERATI
L'ALIMENTAZIONE AVVIENE NEI MESI CALDI MENTRE NEI MESI PIÙ FRESCHI I RETTILI VIVONO IN
UNA SPECIE DI IBERNAZIONE.
LA RESPIRAZIONE
• NON POTENDO RESPIRARE ATTRAVERSO LA PELLE, I RETTILI RESPIRANO UNICAMENTE PER
MEZZO DEI POLMONI, CHE SONO SUDDIVISI IN TANTE "CAMERE": QUESTE AUMENTANO
NOTEVOLMENTE LA SUPERFICIE DI CONTATTO CON L'ARIA, RENDENDO I POLMONI PIÙ
EFFICIENTI RISPETTO A QUELLI DEGLI ANFIBI. INOLTRE POSSIEDONO UNA GABBIA TORACICA
DILATABILE, CHE PERMETTE LORO DI VARIARE LE DIMENSIONI DEI POLMONI E QUINDI
INTRODURRE PIÙ ARIA E MIGLIORANDO LA RESPIRAZIONE.
I RETTILI SI DIVIDONO IN QUATTRO
GRUPPI:

SAURI
CHELONI

OFIDI LORICATI
CHELONI
• I CHELONI: A CUI APPARTENGONO LE TARTARUGHE E LE TESTUGGINI, NON SUBISCONO
MUTE, POICHÉ SONO RICOPERTE DA UN GUSCIO PROTETTIVO CHE AUMENTA LE
DIMENSIONI INSIEME ALL'ANIMALE (È COSTITUITA DA UNO SCUDO DORSALE, IL
CARAPACE, E DA UN PIASTRONE VENTRALE RIGIDO). E' GRAZIE A QUESTO SCUDO CHE
QUESTI ANIMALI SONO MOLTO LENTI, MA FORNISCE UNA SICURA PROTEZIONE PERCHÉ
LE PARTI MOLLI (COME IL CAPO) POSSONO ESSERE TIRATI DENTRO. SONO PRIVI DI
DENTI MA DOTATI DI UN ROBUSTO BECCO.
SAURI
I Sauri: a cui appartengono le lucertole, i ramarri,
i gechi, le iguane, i varani e i camaleonti. Sono il
gruppo più vasto e variegato dei Rettili, possiedono
tutti una lunga coda e sono agili nei movimenti. La
maggior parte è insettivora, dotata di una lunga
lingua allungabile. Possono condurre una vita
arboricola, come i camaleonti, o terrestre, alcuni
scalano facilmente anche le superfici più lisce.
Appartiene ai Sauri l'orbettino, dal corpo allungato
simile a un serpente senza arti.
OFIDI
Gli Ofidi: a cui appartengono varie specie di serpenti come
le bisce, le vipere, i pitoni, serpenti a sonagli. Alcune specie
sono acquatiche, altre preferiscono le zone aride e assolate. Si
muovono strisciando perché non anno arti e possono
raggiungere dimensioni notevoli, ad esempio l'anaconda del
Sud America raggiunge anche i nove metri di altezza. Sono tutti
carnivori e inghiottono le prede intere, perché hanno la
possibilità di staccare la mandibola dalla mascella, aumentando
notevolmente le dimensioni della bocca. Alcune specie
stritolano le prede avvolgendole con il corpo, altre come le
vipere vi iniettano il veleno per mezzo di denti che possono
essere all'interno collegati a ghiandole che producenti veleno.
Hanno una lunga colonna vertebrale, composta anche da
400 ossa.
LORICATI

• I LORICATI: COSTITUISCONO IL GRUPPO PIÙ EVOLUTO DI RETTILI, A CUI APPARTENGONO I


COCCODRILLI AFRICANI, GLI ALLIGATORI, I CAIMANI AMERICANI E I GAVIALI ASIATICI. SONO
TUTTI DI GROSSE DIMENSIONI, POSSIEDONO DENTI APPUNTITI CON I QUALI CATTURANO LE
LORO PREDE, ANCHE DI UCCELLI E MAMMIFERI. A DIFFERENZA DEGLI ALTRI RETTILI, SI
PRENDONO CURA DEI PROPRI PICCOLI IN ZONE RIPARATE.
CURIOSITÀ

• I RETTILI FURONO LE PRIME GRANDI CREATURI TERRESTRI !!!

• SONO PRESENTI SULLA TERRA DA PIU’ DI  350 MILIONI DI ANNI !!!

• IL NUMERO DI SPECIE DI RETTILI ATTUALMENTE VIVENTI E’ DI CIRCA 10309


BY
KAMILLA BONATESTA

GIULIA PENNAZZI

MARZIA MANNI
BY
KAMILLA BONATESTA

GIULIA PENNAZZI

MARZIA MANNI

Potrebbero piacerti anche