Sei sulla pagina 1di 11

I COMUNI

Origine
Sin dalla fine dell’Impero Romano d’Occidente (476 d.C.) è
spesso il vescovo a “guidare” le città. Soprattutto dall’epoca
franca in poi è aiutato in questo compito da un insieme di
persone (giudici, notai, mercanti, esponenti della nobiltà),
che costituiscono la sua curia.
Diversità della città medioevale, centro economico-culturale
dalla città romana, centro militare-amministrativo

L’imperatore riconosce il Accanto o al posto del


ruolo del vescovo ed anzi vescovo in alcune città ci
spesso lo investe possono essere altri
formalmente dei poteri rappresentanti
pubblici (con lo scettro: vedi dell’imperatore: es. i conti.
schema “Lotta per le Anche questi hanno una
investiture”) propria curia.
Lotta per le investiture Dal sec. XI lo sviluppo agricolo,
(metà XI sec. – 1122) demografico e commerciale fa
rinascere le città
In alcune città sono nominati due
o più vescovi (es. uno dal papa,
uno dall’imperatore, uno dalla
cittadinanza), in altre nessuno; Il contrasto fra i due poteri
questo determina lo svilimento universali si riflette sulle
della figura del vescovo città
Si creano schieramenti su diverse Fra gli anni ’70 e ’90
basi dell’XI sec. in gran parte
1) volontà di mantenere l’autonomia
locale sia nei confronti dell’impera-
delle città dell’Italia
tore che del papa centro settentrionale si
2) adesione al partito filo-papale o a hanno profonde lotte
quello filo-imperiale (nel XIII sec. i intestine
primi saranno detti guelfi, i secondi
ghibellini)
CRESCITA DELLE Politica espansionista
CITTÀ E CRESCITA dell’Occidente
ECONOMICA cristiano
1. Crociate
Espansione demografica tra il 2. Cavalieri teutonici
X e il XIV secolo 3. Regni iberici e inizio
1. Maggiore natalità della Reconquista
2. Aumento manodopera
3. Organizzazione razionale del
lavoro
Aree urbanizzate
Progressi tecnici 1. Nuova urbanizzazione
1. Disboscamento (Europa nord-orientale)
2. Nuovi strumenti (mulini, 2. Sviluppo urbanizzazione
aratri, rotazione e romana (Europa occidentale)
alternanza delle colture) 3. Alta densità urbana (Europa
mediterranea)
RIVOLUZIONE
COMMERCIALE
Necessità di aprire aree Ruolo di mediazione tra i tre
geografiche ai commerci – grandi blocchi politici medioevali
Italia (Venezia, Amalfi) (Impero, Bisanzio, Arabi)
Comparsa dei primi grandi
mercanti
XI-XIII secolo
Trasformazione Europa in un mondo
Diffusione moneta e credito
Forme associative completamente aperto ai traffici
innovative Due grandi aree commerciali
Ristrutturazione strade 1. Area mediterranea. Dall’Asia minore
Aumento e sviluppo alla penisola iberica, Italia centro
tecnico navigazione economico
(galera) 2. Dalla Francia del Nord-Inghilterra al
Mar Baltico, Fiandre centro economico
CRESCITA ECONOMICA CRESCITA ECONOMICA
DELLE CITTÀ: FATTORI DELLE CITTÀ: FATTORI
INTERNI ESTERNI

Sviluppo delle attività artigianali Ripresa commercio con l’Oriente


Rinnovata attività edilizia Espansionismo cristiano (crociate)
(cattedrali)
Nuova dimensione politica della città
Superiorità e dominio delle campagne
Trasferimento della nobiltà e declino dei signori feudali

Nascita del consiglio comunale, che gestisce la


vita economica del Comune
In seguito il Consiglio si occuperà sempre più
degli aspetti politici, creando la serie di
ordinamenti propri della realtà comunale
Dalla volontà di I due poteri universali,
I cittadini si riuniscono
pacificazione sociale impegnati a combattersi fra di
in assemblee che
all’interno della città loro, non controllano le
chiamano arenghi o
prende l’avvio un nuovo situazioni locali: questa assenza
conciones
sistema politico: di potere permette
I cittadini si distaccano
l’ordinamento l’affermazione del governo
dalla figura del vescovo
comunale comunale

Negli arenghi sono eletti i I consoli guidano la città dal punto di


consoli: magistratura collegiale
che comprende da 2 a 24 vista militare (dichiarano le guerre e
membri. stipulano le paci), politico (gestiscono la
I consoli sono in genere membri cosa pubblica) e giudiziario
dell’élite cittadina (nobili o
persone comunque benestanti) (amministrano la giustizia
TRASFORMAZIONI
SOCIALI
IL MERCANTE
IL MERCANTE
1. Inizio dell’affermazione della borghesia cittadina
2. Nuovi valori: profitto, decoro, senso del lavoro

LA MANODOPERA L’INTELLETTU
1. Tensioni sociali e divisione della società in base ALE
alla ricchezza e non più alla nascita 1. Università
2. Formazione di un proletariato urbano 2. Scuole laiche
3. Nuove forme di lotta: scioperi e rivolte 3. Nuove professioni
giuridiche
NUOVA DIMENSIONE DEGLI SPAZI
San Gimignano
Duomo di San Lorenzo Palazzo dei Priori

Piazza IV novembre a Perugia. Il potere religioso (Duomo di San Lorenzo) e il


potere politico (Palazzo dei Priori) contrapposti intorno al fulcro centrale della
Fontana Maggiore (1278)
Guelfi e Ghibellini: Dante fu sostenitore dei guelfi bianchi

Potrebbero piacerti anche