Sei sulla pagina 1di 22

EDUCAZIONE ALLA LEGALITA’

E
NUOVI SCENARI di
EDUCAZIONE alla CITTADINANZA

Prof.ssa Tiziana Giovenali


• Sono passati alcuni anni dalla pubblicazione delle INDICAZIONI NAZIONALI per il
CURRICOLO per la scuola dell’Infanzia e del primo ciclo di istruzione ( D.M.n.254
del 13 novembre 2012), importante allora appare una rilettura di esse.
• In questi anni le scuole hanno lavorato sul curricolo, sugli strumenti didattici, sugli
ambienti di apprendimento.
• Oggi occorre ulteriormente riflettere sul ruolo della scuola nella società e sul
significato dell’istruzione per la formazione della persona e del cittadino,
elaborando…modalità di progettazione e pianificazione dell’offerta formativa.
CONTESTO ATTUALE : COMPLESSITA’
ISTRUZIONE E
FORMAZIONE devono
rinsaldare i valori della
LEGALITA’ e della
DEMOCRAZIA.

I valori democratici non si ereditano in forma passiva, vanno


presidiati e rigenerati attraverso la cultura; pertanto, oggi , vi è
una forte attesa da parte di tutta la società per l’azione educativa
che la scuola può produrre per rendere le giovani generazioni
consapevoli dei diritti ed accettare i connessi doveri adottando
comportamenti responsabili di « CITTADINANZA ATTIVA» .
STATUTO delle STUDENTESSE e degli STUDENTI scuola
secondaria ( D.P.R. 21 novembre 2007, n.235)

« La scuola è luogo di formazione e di educazione mediante lo studio,


l’acquisizione delle conoscenze e lo sviluppo della coscienza critica.
La scuola è una comunità di dialogo, di ricerca e di esperienza sociale,
informata ai valori democratici e volta alla crescita della persona in
tutte le sue dimensioni ….opera per garantire la FORMAZIONE ALLA
CITTADINANZA ..»
SCUOLA OGGI = l’azione educativa della scuola e dei docenti nell’attuale scenario
culturale è caratterizzata dalla COMPLESSITA’.
Il contesto è il mondo che cambia.
Il paesaggio educativo è caratterizzato da :
- l’apprendimento scolastico è ormai solo una delle tante esperienze formative che bambini
ed adolescenti vivono e per acquisire competenze specifiche spesso non sono necessari
contesti scolastici ;
- l’orizzonte territoriale della scuola sembra non avere più limiti per i legami con il mondo ;
- ampia diffusione delle nuove tecnologie e loro applicazione nella didattica ;
- sono mutate le forme di socialità spontanea ;
- emergere di nuove forme di emarginazione culturale ;
- Attenuazione delle capacità adulte di presidio del limite e delle regole;
IN QUESTO SCENARIO LA SCUOLA STRUTTURA PERCORSI DI APPRENDIMENTO E…
« IL SAPER STARE AL MONDO »

UN INSEGNAMENTO DI TIPO SOLO CONTENUTISTICO BASATO SU CONOSCENZE


STANDARDIZZATE PENSATE PER ALUNNI «TIPO» NON SEMBRA PIU’ ADEGUATO
Gli insegnanti sono invitati a superare barriere disciplinari o settoriali
raccogliendo suggestioni e stimoli della cultura contemporanea , imparando ,
in primo luogo a lavorare insieme, costituendo una comunità professionale.
« Tutti gli apprendimenti devono contribuire a costruire gli strumenti di
cittadinanza e ad alimentare le competenze sociali e civiche. Un ambiente di
apprendimento centrato sulla discussione , la comunicazione , il lavoro
cooperativo , la contestualizzazione dei saperi nella realtà , al fine di migliorarla,
l’empatia , la responsabilità offrono modelli virtuosi di convivenza e di esercizio
della prosocialità» ( da Indicazioni Nazionali e Nuovi Scenari marzo 2018 )
«La nostra Costituzione , le Raccomandazioni
dell’Unione europea richiamano tutti ad un
comportamento etico verso le persone , verso
l’ambiente e il pianeta da praticare nei
comportamenti e nelle relazioni quotidiane . Lo
studio delle scienze , della storia, della geografia ,
delle arti , deve contribuire a costruire questa
responsabilità globale ».
( da INDICAZIONI NAZIONALI E NUOVI SCENARI , marzo 2018 )
• La scuola italiana è da sempre attivamente impegnata sulle tematiche relative alla
cittadinanza , tuttavia oggi alla luce delle nuove emergenze si richiede un
rinnovato impegno nell’accrescere le competenze di cittadinanza prevedendo
nella prassi didattica iniziative concrete che contribuiscano alla crescita della
cittadinanza attiva.

• L’istruzione , è considerata anche nei documenti europei , mezzo fondamentale


per la costruzione di una consapevole cittadinanza sempre più globale e per
dotare i giovani cittadini di strumenti per agire nella società del futuro in modo da
migliorarne gli assetti .
INDICAZIONI NAZIONALI per il CURRICOLO ( D.M.n.254 del 2012)

Per una nuova cittadinanza


« La scuola affianca al compito – dell’insegnare ad apprendere – quello – dell’insegnare a
essere »
« Non basta convivere nella società ,ma questa stessa società bisogna crearla continuamente
insieme. Il sistema educativo deve formare cittadini in grado di partecipare
consapevolmente alla costruzione di collettività più ampie e composite , siano esse quella
nazionale, quella europea, quella mondiale ».
- La nostra scuola deve formare cittadini italiani che siano nello stesso tempo cittadini
dell’Europa e del mondo , in questo senso si parla di educare alla cittadinanza unitaria e
plurale ad un tempo.
L. 107 /2015 ( c.7 )

d) sviluppo delle competenze in materia di


cittadinanza attiva e democratica attraverso la
valorizzazione dell’educazione interculturale e alla
pace, il rispetto delle differenze e il dialogo tra le
culture , il sostegno dell’assunzione di responsabilità
nonché della solidarietà e della cura dei beni e della
consapevolezza dei diritti e dei doveri ;
potenziamento delle conoscenze in materia giuridica
ed economico-finanziaria di educazione
all’autoimprenditorialità….
ORIENTAMENTI CONCERNENTI IL PIANO TRIENNALE DELL’OFFERTA FORMATIVA
(nota MIUR 1830 del 6/10/ 2017 )

« E’ inoltre opportuno considerare , nell’adeguamento della progettazione …. La


prospettiva è quella di una continua crescita delle competenze di cittadinanza , in una
scuola quale comunità educativa , motore di crescita e cambiamento per lo sviluppo di
una società fondata sulla sostenibilità economica, ambientale e sociale »
 Da ciò ne deriva la necessità di ri-pensare la scuola, una scuola che promuove
saperi per la vita ; è attenta alla qualità della relazione, favorisce l’inclusione ,
sviluppa competenze.
Riferimenti per PROGETTUALITA’ CURRICOLARE EDUCARE alla LEGALITA’ e alla
CITTADINANZA:
- CITTADINANZA E COSTITUZIONE ,
- COMPETENZE CHIAVE EUROPEE ,
- TRAGUARDI DELLE INDICAZIONI NAZIONALI del 2012,
- DPR 87, 88,89 del 2010 ,
- INDICAZIONI NAZIONALI per i Licei ,
- LINEE GUIDA per Istituti Tecnici e Professionali .
SVILUPPO COMPETENZE DI CITTADINANZA

1. CITTADINANZA e COSTITUZIONE ( L.169/2008 , C.M. 100 del 2008 ,


Documento indirizzo 4 marzo 2009 , C.M. 86 del 2010)

• L’insegnamento di CITTADINANZA e COSTITUZIONE e all’interno di essa L’


EDUCARE ALLA LEGALITA’ assume un aspetto trasversale che coinvolge i
comportamenti quotidiani degli studenti /cittadini in ogni ambito della vita ,
nelle relazioni con gli altri e con l’ambiente e pertanto impegna tutti i docenti a
perseguirlo nell’ambito delle proprie ordinarie attività .
In Cittadinanza e Costituzione si parla di esercizio attivo e responsabile
della cittadinanza in un’ottica di pluralismo istituzionale;
- le regole che costituiscono il fondamento della convivenza civile devono
essere apprese con lo studio, il confronto , la riflessione e con la promozione
di esperienze significative ;
- consolidare nelle giovani generazioni una cultura civico-sociale e della
cittadinanza che intreccia lo sguardo locale, regionale con più ampi
orizzonti: nazionale, europeo, internazionale ;
- le competenze relative a Cittadinanza e Costituzione sono quelle di una
cittadinanza agita, allo scopo di promuovere nelle giovani generazioni :
l’impegno in prima persona per il benessere proprio e altrui , la tutela
dell’ambiente quale bene comune , favorire forme di cooperazione e di
solidarietà.
- Obiettivi irrinunciabili dell’educazione alla cittadinanza sono la costruzione
del senso di legalità , lo sviluppo di un’etica della responsabilità, le prime
forme di partecipazione alle decisioni comuni.
« Le regole che verranno definite e condivise da
insegnanti e alunni all’interno delle comunità
scolastiche , così come le riflessioni sulle norme che
regolano le relazioni nella comunità più ampia ,
devono sempre trovare riferimento nella
Costituzione. In questo modo , La legge
fondamentale dispiegherà , agli occhi dei ragazzi , la
concretezza, la vitalità , la profondità che le sono
proprie e che non sempre possono essere colte
limitandosi ad una lettura e commento asettico degli
articoli che la compongono »
( da INDICAZIONI NAZIONALI e NUOVI SCENARI , marzo 2018 )
Tematiche attinenti alla CULTURA della LEGALITA’ :
- LE REGOLE interne alla comunità scolastica,
- I DIRITTI e i DOVERI degli studenti
- L’educazione ambientale
- L’educazione stradale
- L’ educazione alla solidarietà interpersonale che si esercita
ad es. nel volontariato
- L’educazione alla parità di genere
- L’educazione all’interculturalità
A «CITTADINANZA e COSTITUZIONE » fanno riferimento anche :

Disposizioni urgenti in materia di sicurezza e contrasto alla


violenza di genere (D.L. 14 agosto 2013,n.93 )

Linee di orientamento per azioni di prevenzione e contrasto al


bullismo e al cyberbullismo ( Nota Miur 15 aprile 2015,n. 2519 )
COMPETENZE PER UNA CULTURA DELLA DEMOCRAZIA
Vivere insieme in condizioni di parità in società democratiche e culturalmente diverse
( Consiglio d’Europa 2016 )

SCUOLA = PASSAGGIO DALLE CONOSCENZE DA ACQUISIRE ALLE COMPETENZE DA


PROMUOVERE

COMPETENZA = insieme di
conoscenze, abilità , uso
consapevole ed appropriato di tutti
gli oggetti di apprendimento che
possono essere formali, non formali
ed informali.
COMPETENZE CHIAVE PER L’ APPRENDIMENTO PERMANENTE O COMPETENZE EUROPEE

Sono 8 macrocompetenze di cui tutti gli studenti-cittadini hanno bisogno


per la realizzazione e lo sviluppo personale, la cittadinanza attiva,
l’inclusione sociale e l’occupazione. Esse sono assunte come finalità
formativa di riferimento sia nell’obbligo di istruzione che nei DPR 87,88,89
del 2010 sul riordino dei cicli.
1. Comunicazione nella madrelingua;
2. Comunicazione nelle lingue straniere;
3. Competenza matematica e competenze di base in scienza e tecnologia;
4. Competenza digitale;
5. Imparare a imparare;
6. Competenze sociali e civiche;
7. Spirito di iniziativa e imprenditorialità;
8. Consapevolezza ed espressione culturale.
• Le INDICAZIONI NAZIONALI richiamano la scuola ad organizzare il CURRICOLO e le
PROPOSTE DIDATTICHE (anche quelle riguardanti EDUCAZIONE ALLA LEGALITA’) in
modo da inquadrarle nella cornice di senso e significato della cittadinanza.
• Le comunità professionali sono chiamate non a insegnare cose diverse e
straordinarie , ma a selezionare le informazioni essenziali che devono divenire
conoscenze durevoli , a predisporre percorsi e ambienti di apprendimento affinchè
le conoscenze alimentino abilità e competenze culturali , metacognitive,
metodologiche e sociali per nutrire la cittadinanza attiva.
• Il concetto di cittadinanza diventa lo sfondo integratore e punto di riferimento di
tutte le discipline che concorrono a definire il curricolo.
• Cittadinanza che riguarda tutte le grandi aree del sapere, sia per il contributo che
possono offrire i singoli ambiti disciplinari, sia, e ancora di più, per le molteplici
connessioni che le discipline hanno tra di loro. Ci si riferisce, in particolare,
all’educazione al rispetto e alla cittadinanza consapevole, ad una più sicura
padronanza delle competenze di base da parte di tutte le alunne e tutti gli alunni …
( tratto da INDICAZIONI NAZIONALI e NUOVI SCENARI , Miur 1 marzo 2018 )
CULTURA della LEGALITA’
richiede una RETE
TERRITORIALE che possa
supportare le attività delle
scuole.

TAVOLO EDUCAZIONE ALLA LEGALITA’ con


le proposte dei vari soggetti istituzionali

Potrebbero piacerti anche