Sei sulla pagina 1di 11

Corso di Diritto Privato dei contratti

Formazione del contratto

Trattative e responsabilità precontrattuale.

Vincoli nella formazione dei contratti (obblighi legali e divieti di contrarre)

328-337
FORMAZIONE DEL CONTRATTO –
conclusione mediante inizio di esecuzione (art.
1327 c.c.)

 L’oblato, se gli sia richiesto dal proponente o dalla natura dell’affare o


dagli usi, può iniziare l’esecuzione senza dover prima accettare.

 Il contratto si intende concluso nel tempo e nel luogo di inizio di


esecuzione.

 Il proponente non gode dell’ordinario potere di revocare la proposta.

 L’oblato deve dare avviso all’altra parte dell’iniziata esecuzione, in


mancanza deve risarcire il danno.

328
FORMAZIONE DEL CONTRATTO –
offerta al pubblico (art. 1336 c.c.)
La proposta non ha un destinatario prestabilito, ma è diretta a chiunque ne
abbia conoscenza.

Per la conclusione del contratto, è sufficiente che chi abbia interesse


all’acquisto manifesti l’accettazione.

La proposta è revocabile se fatta con lo stesso mezzo usato per renderla


pubblica o con uno equivalente.

● Differenze con istituti limitrofi


Offerta al pubblico: è una proposta revocabile fino all’accettazione ≠
Promessa al pubblico: negozio unilaterale immediatamente vincolante per
chi lo compie.
329
FORMAZIONE DEL CONTRATTO –
contratti con obbligazioni a carico del solo
proponente (art. 1333 c.c.)
Contratto con obbligazioni a carico del solo proponente, a titolo gratuito, ma non
necessariamente giustificato da spirito di liberalità.
l’interesse del proponente può avere contenuto economico.
la proposta si considera irrevocabile, pur in mancanza di un termine, appena giunge a
conoscenza del destinatario.
il contratto si considera concluso se l’oblato non rifiuta la proposta nel termine richiesto dalla
natura dell’affare o degli usi.
●Natura:
• Contratto che si perfeziona con il mancato rifiuto → tesi preferibile. Comporta:
-operatività del regolamento voluto dal momento del decorso del termine per il rifiuto;
-efficacia del regolamento voluto nonostante la morte o l’incapacità del beneficiario
dell’attribuzione sopravvenuta alla conoscenza della proposta, ma anteriore al decorso del
termine per rifiutare.
• Atto unilaterale rifiutabile → tesi criticata). Comporta:
-operatività del regolamento voluto dal momento della conoscenza della proposta;
-inefficacia del regolamento voluto a causa della morte o dell’incapacità del beneficiario
dell’attribuzione sopravvenuta alla conoscenza della proposta, ma anteriore al decorso del
330
termine per rifiutare.
FORMAZIONE DEL CONTRATTO

● Contratti consensuali:
Per la conclusione del contratto è sufficiente lo scambio dei consensi →
principio consensualistico

● Contratti reali:
La conclusione del contratto è subordinata alla consegna materiale del bene
dedotto in oggetto. Tali contratti derogano al principio consensualistico.

Figure emergenti, le quali comportano un adattamento delle tecniche di


formazione tradizionali sono:
-conclusione a mezzo di tessere magnetiche;
-conclusione mediante l’uso di terminali

331
TRATTATIVE, BUONA FEDE E
RESPONSABILITÀ PRECONTRATTUALE

Nozione di trattative proposte e controproposte strumentali


alla determinazione del regolamento
di un futuro contratto.
Disciplina Entrambe le parti hanno il dovere di
comportarsi secondo buona fede nello
svolgimento delle trattative e nella
formazione del contratto (art. 1337
c.c.).

332
CONSEGUENZE GIURIDICHE
● Tipologia dei comportamenti di mala fede:

 recesso ingiustificato dalle trattative o altri comportamenti i quali


sortiscono il medesimo risultato;
 violazione dei doveri di informazione alla controparte;
 trattative non serie o sleali;
 dolo incidente.

● Sanzioni → c.d. responsabilità precontrattuale:


 contenuto: obbligo di risarcire il danno nei limiti dell’interesse negativo
(rimborso delle spese sostenute e della differenza tra il prezzo offerto prima
delle trattative dai terzi e quello offerto dopo, ma non della differenza tra
del prezzo che dopo le trattative si è dovuto pagare ad un altro offerente);
 natura: riconducibile o alla responsabilità extracontrattuale (tesi
maggioritaria) o a quella contrattuale (tesi preferibile).

333
CONSEGUENZE GIURIDICHE

●Dovere in capo a ciascuna delle parti di comunicare all’altra


l’esistenza di una causa d’invalidità del contratto (art. 1338
c.c.)

● Sanzioni: responsabilità precontrattuale

●Efficacia delle clausole vessatorie pattuite nei contratti tra


professionista e consumatore (art. 34 d.lgs. 6.9.05 – codice
del consumo)

334
VINCOLI NELLA FORMAZIONE DEI
CONTRATTI - lineamenti generali
Le singole libertà contrattuali possono essere in vario modo
limitate mediante vincoli che incidono sul loro esercizio.

●E’ possibile distinguere tra:


Vincoli alla libertà di contrarre, positivi (obblighi alla
conclusione del contratto) o negativi (divieti di contrarre) . Tali
vincoli possono avere come fonte:
• la legge (obbligo o divieto legale a contrarre), oppure
•la volontà delle parti (obbligo o divieto convenzionale a contrarre).
Vincoli alla libertà di scelta del contraente.
Vincoli alla libertà di determinazione del contenuto
contrattuale.
335
VINCOLI ALLA LIBERTÀ DI
CONTRARRE - obblighi legali a contrarre
Nozione Tipologia Contenuto e disciplina
Si verifica una Contratti per lo scambio di • Parità di
limitazione della libertà beni o di servizi prodotti da trattamento
contrattuale, non una imprese in condizione di dell’acquirente ex
sostituzione della legge monopolio legale, di lege con gli
alla volontà dei privati. monopolio di fatto ovvero di acquirenti scelti
Il rapporto si costituisce posizione dominante. liberamente
con la conclusione del Es.: assicurazione della dall’alienante
contratto, non ex lege. responsabilità
(monopolio e
Le ipotesi di obblighi civile per danni causati dalla oligopolio).
legali a contrarre sono circolazione di veicoli;
tassative.
• Contenuto
costituzione di rapporti di lavoro
predeterminato da
subordinato con categorie cd. norma imperativa
protette. (assicurazioni
obbligatorie).
336
VINCOLI ALLA LIBERTÀ DI
CONTRARRE - divieti di contrarre

Divieti legali Divieti convenzionali

Per tutelare determinati Divieti convenzionali di


interessi, la legge può alienazione, validi solo se
prevedere specifici divieti di contenuti entro convenienti
contrarre. limiti di tempo e rispondenti a
Es., divieto di alienazione a un apprezzabile interesse di
carico degli assegnatari di una delle parti.
alloggi di edilizia economica
e popolare.
337

Potrebbero piacerti anche